giovedì 23 maggio 2019

Tutta la vita in un pugno

La ragazza che vedete in foto è Deborah, una studentessa modello di 19 anni, figlia dell'ex pugile Lorenzo Sciacquatori.
Da qualche anno la ragazza convive con un terribile segreto nel cuore, e sulla pelle.
Suo padre, infatti, confuso dai fumi dell'alcool e da un'ira che non riesce più a gestire, riversa la sua frustrazione sulle donne della sua vita, picchiandole ed umiliandole.

mercoledì 22 maggio 2019

Settimana mondiale della tiroide: l'importanza della prevenzione

E' in corso la settimana mondiale della tiroide.
Fino al 26 maggio, infatti, in tantissime cliniche dislocate sul territorio italiano, sarà possibile effettuare dei controlli gratuiti.
Per individuare il centro più vicino a voi, vi basterà consultare l'apposita mappa sul sito dedicato.

Caro hater ti scrivo....

Buongiorno cari amici.
Oggi ho deciso di scrivere una lettera aperta al mio hater, che comincia a starmi quasi simpatico.
Tranquilli, non si tratta di sindrome di Stoccolma... E' soltanto sarcasmo.
L'occasione nasce dal suo ultimo post, in cui, pubblicando la mia faccia (come al solito), e gli screen di alcuni commenti su questo blog, mi accusa nuovamente di violentare la lingua italiana.

martedì 21 maggio 2019

Ciao Niki Lauda: buon ultimo viaggio

La notizia del giorno, alla quale non posso non dedicare due righe, è la morte del grande Niki Lauda, avvenuta ieri 20 maggio.
Un uomo che l'aveva già scampata almeno tre volte, o forse di più, ma che ha dovuto arrendersi al proprio destino, dicendo addio a questa Terra all'età di 70 anni.
Non l'avevano fermato, infatti, quelle terribili fiamme che avvolsero la sua Ferrari, durante il Gran Premio di Germania, il 1° agosto 1976.

'Il segno dei tempi': io dico no!

Buongiorno amici.
Oggi vorrei aprire un dibattito sui giovani d'oggi, troppo spesso protagonisti di tristi fatti di cronaca che li vedono sempre più debosciati ed irresponsabili.
Ovviamente lunge da me il desiderio di generalizzare, anzi. Per fortuna conosco decine di ragazzi bravissimi che potrebbero essere da esempio anche per molti adulti.

lunedì 20 maggio 2019

Precipita aereo: pilota paraplegico salva il passeggero

Quella che vi racconto oggi è la storia di Paolo Pocobelli, pilota di 48 anni che da ben 26 è paraplegico, ma non ha mai smesso di volare.
In seguito ad un incidente col paracadute, infatti, l'uomo divenne disabile, ma questo non gli impedì di realizzare il suo sogno.
Così, Paolo fu il primo paraplegico in Italia ad ottenere tutte le licenze di volo, sportiva, privata e commerciale, nonché quella di istruttore.