giovedì 15 ottobre 2020

Dopo 44 anni a Giazza nascono due gemellini

 
Che il 2020 sia stato un anno strano, o addirittura funesto, lo ricorderemo per sempre.
Per alcuni, però, sarà anche l'anno di un record speciale.
Dopo 44 anni dall'ultima volta, infatti, a Giazza (frazione di Selva di Progno, in provincia di Verona) sono nati i gemellini Anthony e Ginevra.
Ma non solo. Nel paese che conta ormai appena un centinaio di abitanti, non si avevano nuove nascite da ben 14 anni.

Dunque, Katia Lucchi e Alessandro Calia hanno regalato alla comunità una nuova speranza.
La gravidanza è stata indubbiamente difficile, a causa della pandemia in corso, ma sin dalla sua scoperta, la coppia è stata felicissima di allargare la famiglia.

Ai piccoli l'augurio di una vita densa di soddisfazioni, e ai loro genitori quello di riuscire a dormire almeno tre ore per notte... 😅

"Prendere la decisione
di avere un figlio è importante.
E’ decidere di avere per sempre
il tuo cuore in giro al di fuori del corpo".
(Elizabeth Stone)

20 commenti:

  1. Con le prospettive sul futuro del pianeta, l'augurio per questi gemelli deve tradursi anche in un concreto rimboccarsi le maniche e cambiare i nostri stili di vita consumistici e, direttamente o indirettamente, distruttivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per loro e per qualsiasi nuovo nato, in Italia e nel mondo.

      Elimina
  2. Mi unisco ai tuoi auguri.
    Serena giornata.

    RispondiElimina
  3. nella mia borgata Aiale di 19 stabili abbiamo 7 bambini e 2 in più da 4 mesi. Questa estate un via vai di carrozzine e bimbi a giocare a pallone nella viuzza Uno spettacolo con alcuni degli anziani a sedere sul muretto ad osservare.
    Non è mancava una fetta di crostata della Brigida ai calciatori. Speriamo ancora nuovi arrivi nel paesello da te ricordato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le nuove nascite sono sempre motivo di festa, a maggior ragione nei piccoli borghi.

      Elimina
  4. I primi nati dopo 14 anni? Ohibò! Auguri ai genitori, ma anche a tutta la comunità. Speriamo che sia uno dei tanti gesti di rinascita in senso lato, in questo grave momento..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì. Non dev'essere facile vivere in un borgo di cento abitanti.
      Di solito i giovani vanno via e, di conseguenza, le nascite si azzerano.

      Elimina
  5. Nel paese di mio marito , 500 abitanti , quest'anno nessuna nascita .
    Le scuole elementari (solo 2 classi) ci sono grazie alla frequenza di
    bambini stranieri . Gli anziani muoiono e i giovani se ne vanno per
    lavoro in centri più grandi .
    Quest'anno , in Italia , sono previste 10.000 nascite in meno .
    Sù Claudia , datti da fare....
    Abbraccione one one . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito il "datti da fare".
      Lo sai che Lorenzo sarà figlio unico e su questo non transigo proprio per niente. Aahhaahah :P

      Elimina
  6. questa è una bellissima notizia, speriamo che in questo piccolo paese vengano a stare altre famiglie giovani. Il compagno di Michelle vive in una borgata tra i monti dove ci sono 190 abitanti, pochissimi giovani e anche se si deve svegliare alla mattina alle cinque è felice di venire a scuola per stare con i compagni ed è anche molto bravo a scuola. Buona giornata Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poverino.
      Immagino che non abbia molti coetanei con cui trascorrere il tempo nella borgata.
      Io non riuscirei a vivere in un centro piccolissimo.
      Buona giornata a te.

      Elimina
  7. Che belli che sono :)
    Tanti auguri a questa coppia, ai loro gemellini deliziosi e all'intera comunità di Giazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La foto è di repertorio, ma sono certa che i gemellini saranno altrettanto bellissimi.

      Elimina
  8. E anno voluto rovinare la cosa chiamando il figlio "Anthony"? :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahha
      Dai, poteva andare peggio. Pensa a quelli che si chiamano "Braian" o "Scianel".

      Elimina
  9. Perché Antonio pareva brutto? E poi siamo in Italia non in Svizzera! :D
    Comunque congratulazioni a loro.

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.