sabato 3 ottobre 2020

Dado vegetale fatto in casa

Buon fine settimana, amici.
Oggi vi propongo una ricetta della mia amica Anna che sarà molto preziosa per affrontare l'autunno e l'inverno.
Avete mai pensato, infatti, di realizzare il dado vegetale per il brodo direttamente in casa, invece di usare quelli commerciali ricchi di conservanti?
Eccovi un semplice procedimento, quindi, per farlo.

Ingredienti:
- 500 grammi di verdure miste a piacere (zucchine, sedano, cipolla, carote, patate),
- 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva,
- 150 grammi di sale.

Per cominciare, tagliate a pezzetti le verdure precedentemente lavate e sbucciate.
Quindi, fatele appassire in una padella antiaderente con dell'olio di oliva, per circa dieci minuti, avendo cura di mescolarle spesso.
Dopodiché, aggiungete il sale e lasciate cuocere per altri dieci minuti, finché il liquido di cottura si sarà completamente assorbito.
Trasferite le verdure in un mixer e frullatele, fino ad ottenere una crema che verserete nuovamente in padella e lascerete asciugare, a fuoco dolce, per altri cinque minuti circa, continuando a mescolare.
Adesso, sistemate il composto ancora caldo in uno stampo per cubetti di ghiaccio e lasciatelo in freezer per almeno dodici ore.
Trascorso il tempo di congelazione, sformate i vostri dadi (ne otterrete circa dodici) e riponeteli in un contenitore per alimenti chiuso ermeticamente, che conserverete in freezer per poter estrarre un dado ogni volta che desiderate.

Consigli:
- Non occorre che decongeliate il dado prima di introdurlo nel brodo, nel risotto o in qualsiasi altra ricetta, anche perché questo rimarrà sempre abbastanza morbido.
- In alternativa, con la crema di verdure potete formare un panetto su un foglio di carta forno, che andrete poi a congelare e, dopo le dodici ore, tagliarlo a cubetti della dimensione di un classico dado da cucina.
- Come detto, le verdure indicate sono una scelta discrezionale. Potete sostituirle con spinaci, piselli e qualsiasi altro tipo vi piaccia.

20 commenti:

  1. Direi che è una ricetta a tema per la stagione :D.
    "Invece di usare quelli commerciali ricchi di conservanti?", da quando mi facesti notare questa cosa, ho iniziato a guardare con sospetto al dado starr :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordo di averti mai rimproverato per il dado Star. Ahahha
      Comunque quu oggi ci sono 25 gradi e delle raffiche insopportabili di vento di scirocco.
      Altro che autunno... 😭😭😭

      Elimina
  2. Dopo che un amico che lavorava alla Star mi ha detto come facevano
    il dado , non lo ho più comperato .
    Qui vento e pioggia a go go . Ormai siamo in Autunno !
    Baci Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto farlo in casa sarebbe l'ideale, o no? 😉
      Beata te. Io odio lo scirocco. Mi sporca i capelli e mi fa sentire tutta appiccicosa. 😤😤

      Elimina
  3. é stato il regalo di una mia amica qualche settimana fa ed è buonissimo.
    Buona domenica VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi lo assaggerò anch'io.
      Buon fine settimana a te. 😘

      Elimina
  4. Uso il dado molto molto raramente ed essendo allergica alla cipolla posso comprarne solo un tipo, perché gli altri che esistono in commercio la contengono. Forse potrei risolvere in questo modo ed evitare di inserirla ma...lo ammetto...per quel poco che lo uso, non c'ho voglia :D
    Però grazie per la ricetta e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente rischieresti di tenerlo dieci anni nel freezer. 🤣🤣🤣
      Un bacione.

      Elimina
  5. Facevo un procedimento analogo per il soffritto, ma quello va sempre congelato^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il soffritto non lo uso proprio e faccio prima. 😅

      Elimina
  6. Non uso il dado da parecchio tempo, e da quando avevo studiato alle superiori, in merceologia, come si ottiene quello industriale praticamente lo evito da sempre. Il tuo mi ispira, e se c'è libertà negli ingredienti mi ispira ancora di più così possiamo mettere quello che c'è in frigo. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di solito uso quelli biologici e spero che il procedimento non sia analogo a quelli chimici.
      Comunque, ripeto, ne faccio un uso così moderato che, come Dama, sarebbe proprio superfluo realizzarlo.
      Ma penso che ci proverò, per curiosità.

      Elimina
  7. Dicono che il mio mangiare è ottimo e sfida qualsiasi altro competente nella cerchia degli amici Io il dado non lo faccio come non uso il lievito madre come uso i Soffritti come non uso i mari mestoli di plastica come non uso il grembiule come non uso i guanti solo le sporche mani buona fine settimana e domenica Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon fine settimana a te, Andrea.
      Sono certa che le tue ricette saranno deliziose.

      Elimina
  8. Interessante !!! Il vantaggio è che non ci son conservanti. Lo proverò ! Buon sabato.

    RispondiElimina
  9. Particolarmente utile sì, ma si continua a preferire quello "commerciale".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non si ha più voglia o tempo di fare niente.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.