giovedì 11 febbraio 2021

L'amore senza barriere di Roberta e Giuseppe

 
Oggi vi racconto una storia che mi ha riempito il cuore di energia e di musica.
Quella che vedete in foto è la Messinese Roberta Macrì, e mi piace presentarvela con la breve descrizione che lei stessa utilizza nell'intestazione del suo profilo Facebook: "Ballerina di danza in carrozzina, unica paraplegica al mondo a fare la spaccata. Promotrice di vita".

Roberta è diventata paraplegica nel 2011, a causa di un gravissimo incidente stradale.
La disabilità, però, non è bastata a toglierle il sorriso e ad impedirle di realizzare i suoi sogni.
Due anni dopo questo terribile evento, infatti, il destino le ha regalato un motivo in più per amare se stessa e la vita, presentandole Giuseppe.
I due si sono subito innamorati, e hanno avviato una storia d'amore intensa e senza barriere, fisiche e soprattutto mentali.

Nell'immaginario collettivo, infatti, si tende a pensare che avere una relazione con una persona disabile sia impossibile, o quantomeno molto difficoltoso.
Giuseppe, invece, garantisce che a parte i dovuti accorgimenti logistici, non vi sia nulla di diverso rispetto ad una qualsiasi storia d'amore.

Di sicuro, però, la positività di Roberta è una delle chiavi di successo di questa relazione, ma non solo. Anche il suo essere totalmente fuori dal comune.
Basti pensare che, il 31 dicembre 2019, fu lei stessa a chiedere la mano di Giuseppe, nel corso di una manifestazione a cui aveva partecipato come ballerina in carrozzina.
La pandemia, però, ha momentaneamente bloccato il loro sogno d'amore, ma non lo ha di certo distrutto.
La coppia giura, infatti, che il 2021 li vedrà finalmente giungere all'altare, per coronare il loro progetto di vita.

Insomma, un forte abbraccio a questa donna che è riuscita non solo a dimostrare al mondo che la disabilità non è la fine dei propri sogni, ma anche che l'amore non è mai un'utopia, qualunque sia la nostra condizione.

Bravissimi Roberta e Giuseppe.
Che possiate continuare ad amarvi a ritmo di musica per i mille anni che verranno!

33 commenti:

  1. Bellissima storia,a conferma di quello che avevo già detto,la maggiore parte delle persone è brava gente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maggior parte non saprei, ma di sicuro ne esistono moltissime.

      Elimina
  2. Che bella cosa spesso le barriere non sono quelle di non potersi muovere liberamente Ma le ottusità intellettuali Auguri Roberta e Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, come dice Renato Zero "siamo noi i disabili, che pure avendo, a volte non diamo".

      Elimina
  3. bellissima storia..
    io con il mio ottimismo "patologico" continuo a credere che la maggior parte delle persone sia così ..
    ok la cronaca ci mostra omicidi ,cattiverie infinite ..ma sono solo la minima parte e fanno NOTIZIA
    ma penso e credo che la maggior parte della gente sia cosi ..ok avranno qualche problema sopratutto logistico ..ma sedia a parte son 2 pesone che si vogliono bene ..e questo supera tutto ...perchè è più facile lamentarsi che agire ..ma loro dimostrano che :SE VUOI PUOI !!!
    AUGURI ragazzi BUONA VITA !
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho sempre detto che le storie belle non fanno notizia e, quindi, vengono trascurate da tv e giornali.
      Ecco perché le vado a scovare col lanternino e le condivido con voi.
      Proprio perché è giusto che se ne parli.

      Elimina
  4. Una donna forte, mi piacciono tanto le donne forti che non si arrendono, non si demoralizzano, che mostrano sempre il loro sorriso. Che grande donna e accanto a lei c'è un grande uomo. Auguri a questa coppia, Auguri a Roberta. Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero.
      Le donne come Roberta mi rendono fiera di appartenere al genere.
      E gli uomini come Giuseppe dimostrano che l'amore esiste e non bisogna mai smettere di crederci.

      Elimina
  5. Mi ero già imbattuto nella vicenda di Roberta Macrì, credo in uno dei pochissimi programmi televisivi visti negli ultimi anni, ma non sapevo di questa sua determinazione anche in campo sentimentale.
    Conferma che l'amore è l'arma più potente di tutto, in grado di abbattere ogni barriera, ogni diversità, spegnere ogni pregiudizio...
    Un esempio per tutti, e tanti auguri di felicità alla coppia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, invece, non avevi mai sentito parlare di lei e sono stata felicissima di guardare una sua recente videointervista in cui raccontava i dettagli di questa bellissima storia d'amore.

      Elimina
  6. Due coppie che conosco si sono sposate nell'estate del 2020... possibile che, pur senza barriere mentali, si sia trovato comunque un blocco a questo matrimonio? :o

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I matrimoni non sono vietati, infatti.
      Io stessa ho partecipato ad uno bellissimo che si è svolto a settembre 2020.
      Molte coppie, però, rimandano a tempi migliori perché non vogliono correre il rischio di non potersi divertire a dovere in quello che in teoria dovrebbe essere il giorno più bello della vita e che, detto francamente, rappresenta un investimento economico di non poco conto.
      Ballare con la mascherina e non poter abbracciare gli invitati, non è il massimo della felicità, insomma.
      Poi, penso che chi ha rinviato le nozze al 2021 sperava che saremmo già usciti da questo tunnel, e invece, dome direbbe Vasco "Siamo ancora qua, eh già!".

      Elimina
    2. I matrimoni sono rimandati dagli sposi, per intuibili ragioni di festeggiamenti.

      Elimina
    3. Esatto, infatti la mia era una sottile critica a quanti badano agli aspetti futili e non all'unirsi per sempre in matrimonio... specie se si sono superate barriere ben maggiori ;)
      Nell'estate 2020 i miei amici erano senza mascherina, giusto qualche accortezza... ma c'era amore,forse ;)

      Moz-

      Elimina
    4. Mentre si è al tavolo la mascherina non serve, ma nelle aree comuni, per legge, sì.
      Poi, ovviamente, c'è chi rispetta le norme alla lettera e chi no.
      Comunque mettere nello stesso locale cento persone o persino di più, non è il massimo della furbizia, in tempo di pandemia.
      Quindi io avrei rinviato le nozze anche solo per la paura del contagio.

      Elimina
  7. L'amore non conosce barriere. In un certo senso le oltrepassa, non si fa ingabbiare. Possiamo solo immaginare le difficoltà di vivere in carrozzina, ma di sicuro non hanno impedito a Giuseppe di voler stare con questa donna. Senza se e senza ma.
    Un grande in bocca al lupo alla coppia e auguri per l'imminente matrimonio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto che lui l'abbia conosciuta già in quella condizione, e che non l'amasse già prima dell'incidente, dimostra che la carrozzina non è mai stato un problema.
      Bravissimo!

      Elimina
  8. Che forza e voglia di vivere!Auguro a Roberta e Giuseppe tanta felicità.

    RispondiElimina
  9. Bella storia .
    Ma sai che pensavo fossi te ...così a prima vista nella foto.
    Secondo me in viso vi somigliate -:)
    Comunque se c’è la volontà di guardare oltre le barriere si capisce che le storie d’amore sono uguali davvero per tutti .
    Non esiste disabilità che le vada a inficiare.
    Casualità non so se segui su quel canale (?) quel programma dove fanno incontrare al ristorante dei sconosciuti con l’intenzione di farle diventare poi se si trovano bene delle coppie.
    Di solito son tre coppie.
    In una puntata c’era un ragazzo paraplegico che ha cenato con una ragazza russa che vive da anni in Italia.
    Son gli unici che continuano a frequentarsi anche dopo l’appuntamento al buio.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto qualche volta il programma su Real Time, se non erro.
      Carino.

      Roberta assomiglia a me, dici?
      Mamma mia, è bionda, super truccata, e ha pure un seno abbastanza importante (beata lei).
      La mia antitesi, insomma. 😂😂

      Elimina
    2. Non scherzo ...di profilo sembri te con una parrucca bionda!
      😂
      Si proprio Real time , giusto e lo conduce Flavio Montrucchio!

      Elimina
    3. Un gran bel pezzo di manzo Montrucchio. Anche se non mi sta simpaticissimo.

      Ho sfogliato le foto di Roberta su Fb, ed effettivamente ha il viso tondo come il mio e gli occhi grandi. Sarà questo che ti inganna. 😅

      Elimina
  10. Bravissima lei e bravissimo anche lui..non posso che davvero augurare ogni bene a questa coppia. In particolare spero che lui abbia sempre la forza di sostenerla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che lei abbia la forza di sopportarlo sempre, allora.
      Visto che gli uomini mica son leggeri. Ahah
      (Sdrammatizzo).

      Elimina
  11. Ma che bella storia !!! L'Amore supera tutte le barriere , a volte
    anche quelle mentali . Spero che la prossima estate possano sposarsi
    senza Covid e quindi , baci e abbracci come desiderano .
    Augurissimi , che la vita vi sorrida sempre malgrado le difficoltà .
    Buona serata , un bacione a Lorenzo , anche a te va...
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh grazie per aver concesso un bacio anche a me.
      Non sarà che ti consumi? Fortuna che non l'hai mandato anche a mio marito prima che a me. 😂😂😜😜

      Elimina
    2. La prossima volta mi ricorderò anche di Leo :))

      Elimina
    3. 😂😂😂
      Monella di un'amica!

      Elimina
  12. Un fatto straodinariamente normale con una forza d'animo non comune, ciao Claudia e buona serata, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella questa definizione.
      "Straordinariamente normale".
      È proprio vero.
      Buona serata a te.

      Elimina
  13. Ciao Claudia! Davvero una bella storia di positività e coraggio. Buona serata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sfogliate la pagina di Roberta, scoprirete che non c'è un'unica fotografia che non trasmetta un'energia immane.
      Buona serata a te.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.