sabato 6 febbraio 2021

Jukebox: 'La mia ultima storia' di Aiello

 
Buon sabato amici.
Torna l'appuntamento col jukebox di Chi scrive non muore mai.
Oggi tocca alla richiesta di Sara DamaBianca del blog "Pensieri scossi".
La sua scelta è caduta su un brano di Aiello, "La mia ultima storia".

Premetto che non conoscevo questa canzone, né l'artista che la interpreta, ma è stata una piacevole sorpresa che mi ha ricordato, per certi versi, la mia amatissima "Così presto no" di Biagio Antonacci.

"La mia ultima storia" è un singolo del cantante Aiello, pubblicato il 6 settembre 2019 ed estratto dal'album "Ex voto", certificato disco d'oro.
Un brano che, nonostante tratti la fine di una storia d'amore importante, secondo l'autore non contiene rancore, ma solo la voglia di rivedere la luce alla fine del tunnel e ricominciare.
"E non mi dite che basta
Che basta tornare al mare
Che basta bere e ballare
Che cambia l'ora legale
Ed ho comprato la maglia più larga e c'è spazio per te
Avvicinati al petto, ho le scarpe nuove
Come piacciono a te
Ma le userò per correre lontano
Ed ho comprato una maglia più larga e c'è spazio per te
Avvicinati al petto, ho le scarpe nuove
Come piacciono a te
Ma le userò per correre lontano".

Quanto è difficile rassegnarsi alla fine di un amore?
Il tema torna spesso sul blog, poiché è protagonista di milioni di canzoni, film, libri, ma soprattutto della nostra quotidianità.
L'unica cosa che mi sento di dire a coloro che attraversano un periodo buio a causa della perdita della propria persona è di guardare oltre, proprio come suggeriscono Aiello (e Antonacci) in questi versi.
L'amore arriva quando meno te l'aspetti - dicono -. Dunque, verrà anche per voi.

Adesso, però, ricordate di lasciarmi nuove richieste nei commenti.
Fate i bravi.
Baci baci.

27 commenti:

  1. A questo giro non posso dire che la canzone mi sia piaciuta: più parlata che cantata, con una voce molto mixata e resa rumorosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se invece conosci quella di Antonacci.
      È una delle mie preferite.

      Elimina
    2. Quella di Antonacci sì, e mi piace molto perché anche a me è stato detto "Così presto no" da una persona che era uscita da una brutta storia e non voleva rischiare di stare male di nuovo. 😢

      Elimina
    3. Spero che poi lei abbia cambiato idea. 😔

      Elimina
    4. Beh ci sta, diciamo che è l'attuale scuola romana.
      Questa canzone non mi ha colpito particolarmente, diversamente da "superclassico" di non mi ricordo chi e dei pezzi di Gazzelle :D

      Elimina
    5. *attuale scuola romana dei cantautori (indie).

      Elimina
    6. Io non conosco altre canzoni di questo cantante e non ho apprezzato particolarmente questa, ma il senso mi è piaciuto.

      Elimina
  2. Assolutamente non il mio genere né musicale né cantato (uno strascinato moderno con certi gorgheggi per spacciarsi cantautore); già dal nome che porta non mi verrebbe mai in mente né di acquistarlo né di ascoltarlo (mi fa pensare a qualche sfigato da bancarella o da cassone del Sarni -la sottomarca dell'Autogrill-) ma... nonostante ho bocciato TUTTO... il senso della canzone mi è piaciuto, e molto.
    Vero, peraltro. E ci siamo passati tutti.
    Il mondo si ferma, e va avanti pure. Ma noi, con la fine di un amore, dobbiamo elaborare tutto coi nostri tempi, e il pensiero va sempre lì.
    L'unica certezza, prima o poi passa.
    E se non passa, è stalking XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può non passare anche senza fare stalking. 😢

      Elimina
    2. Ma Aiello non sarà il suo cognome?

      Elimina
    3. Sì è il cognome, dice Wikipedia.
      C'è anche una signora nella mia via che fa Aiello di cognome.

      Elimina
  3. Non conoscevo la canzone ma mi è piaciuta .
    Quando si è giovani è facile che un Amore finisca ma ,
    non disperare , ne arriverà un altro .
    Buona serata , Claudia . L.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Un nuovo amore è sempre appena dietro l'angolo. 😉
      E mica solo per i giovani.
      Buona serata a te. 😘

      Elimina
  4. Non è facile superare periodi bui, ma bisogna sempre rialzarsi.
    Felice serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Mai perdere la speranza che un domani migliore sia possibile.
      Non solo in amore.

      Elimina
  5. Mi piace molto il testo della canzone, un po' meno la musicalità.
    Quando finisce una storia, bisogna affrontare bene ogni fase, dalla tristezza alla rassegnazione, fino ad arrivare alla liberazione ed alla rinascita.
    Sul tema delle storie d'amore finite ti suggerisco "Nove primavere" di Ermal Meta...è veramente commovente (ed è autobiografica, infatti si sente il suo trasporto, secondo me)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non la conosco, ma vado subito ad ascoltarla.
      Anzi, farò di più. La inserisco in lista per il jukebox. 😘

      Elimina
  6. Grazie per aver accolto questa canzone - che a quanto pare è piaciuta molto solo a me :D - in questo spazio.
    Tra i tanti versi, i miei preferiti sono questi:
    "La mia ultima storia
    Aveva gli occhi di un verde
    Che a fissarli sembrava di stare
    Nella foresta Amazzonica
    Ed è per questo che adesso
    Odio il verde e quegli occhi
    Ma siamo come la neve
    Senza un motivo si ride".

    Prossima richiesta: Giulia di Scarda.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È piaciuta anche a Laura, dai. 😅
      Anche la tua nuova richiesta non mi dice nulla, ma magari ascoltandola la riconosceró. Chissà. 😉

      Elimina
    2. Questa nuova richiesta è una canzone che ho incontrato per caso. Non mi è mai neppure capitato di ascoltarla in radio. Eppure, da quel primo ascolto casuale, è fissa stanziale nella mia playlist.
      Se però ascoltandola o leggendo il testo dovessi pensare che non è adatta a questo spazio, non metterla ;) penserò comunque ad altre richieste. Baci.

      Elimina
    3. Invece l'ho ascoltata ieri e mi è piaciuta tantissimo, sai?
      Mi ha fatto pensare a te. Ti rivedo in Giulia.
      Quindi sarò felicissima di scrivere qualcosa in merito, altro che!

      Elimina
  7. la canzone non è male e anche il testo non è banale: sul tema ritengo che il vertice insuperato rimanga "quando finisce un amore" di Riccardo Cocciante.
    Lo so, è una canzone di un altro secolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà di un altro secolo, ma Cocciante avrà sempre un suo perché. Anche fra duemila anni.
      Aggiungo anche questa canzone alla mia playlist. 😘

      Elimina
  8. Non saprei, ma nel dubbio dico no..

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.