mercoledì 3 febbraio 2021

'Siamo in mutande ma non ci arrendiamo': nudi per beneficenza

 
Oggi vi racconto una storia tragicomica, per dimostrarvi che anche dal peggio della vita può venir fuori il bello di vivere.
Il Covid-19 ha ridotto moltissimi lavoratori italiani (e non solo) sul lastrico. In mutande, insomma.
Tra questi, troviamo Daniele e Andrea Perotto, di Cavaglià, in provincia di Biella, rispettivamente elettrauto e istruttore di palestra.
Nel momento in cui l'officina ha cominciato a subire un netto calo di clienti, a causa degli spostamenti limitati dalle varie quarantene, e la palestra ha dovuto chiudere (ininterrottamente dallo scorso marzo), i due giovani fratelli hanno deciso di rimboccarsi le maniche e spendersi per aiutare il prossimo.

Dapprima hanno cominciato a distribuire viveri, collaborando con alcune associazioni.
Poi, però, si sono resi conto che occorreva raccogliere fondi, e dunque hanno pensato ad un'idea alquanto originale.

Lanciando lo slogan "Siamo in mutande ma non ci arrendiamo", infatti, hanno radunato i lavoratori di dodici attività commerciali di Cavaglià, e li hanno convinti a realizzare un calendario, mostrandosi nudi all'obiettivo della fotografa Elisa Pescina.

Il calendario è stato, dunque, messo in vendita al prezzo di dieci euro, ed i proventi saranno destinati all'acquisto di viveri da consegnare alle famiglie indigenti del paese.
Chiunque volesse acquistarne una copia, per perorare la causa dei fratelli Perotto, potrà contattare il numero 3470528702.

Un'idea alternativa per denunciare l'assenza dello Stato nei confronti di tutti gli imprenditori che hanno dovuto chiudere la propria attività a causa dell'emergenza, e degli operai che, di conseguenza, sono rimasti senza lavoro. In mutande, insomma.
Proprio come i protagonisti di questo simpatico calendario.


32 commenti:

  1. Mi sembra una protesta intelligente e pacifica.
    Alla faccia dei politici che caricherei su uno zatterone e manderei alla deriva nell'oceano, ma vestiti di tutto punto, dato che credo in mutande farebbero piuttosto senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo tenera,io ci aggiungerei qualche frustata sulla schiena...

      Elimina
    2. Ahah
      Siamo generosi stamattina. 😅

      Elimina
  2. Davvero una iniziativa piacevole ed interessante. Ora però sarebbe anche il caso che un po' di tutto questo ristoro promesso e sbandierato, da parte del dimissionario Governo -Conte, dal mio modo di vedere, arrivasse, come peraltro era stato promesso, dallo Stato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuano a dire che i ristori stiano arrivando solo a coloro che non hanno evaso le tasse nelle ultime dichiarazioni dei redditi, ma francamente non ho ancora conosciuto un solo ristoratore (ad esempio) che abbia visto un euro.
      E no, non sono tutti evasori.

      Elimina
  3. Mi fa venire in mente un po' full monty!

    RispondiElimina
  4. non so dove arriveremo con le stranezze, c'è gente che non ha mai lavorato come in questi mesi e altri che oziano a giornata. Eravamo un popolo stravagante e pieno di iniziative e adesso siamo un popolo di virtuali? ma col cellulare e tablet non si mangia...

    RispondiElimina
  5. Qua è nato un grande banco alimentare e non c'è stato bisogno di far spogliare nessuno. PUTROPPO, aggiungo, visto certi femminoni che lo gestiscono :)
    Bella iniziativa.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha
      Comunque è triste pensare che queste iniziative nascano sempre attraverso la solidarietà dei privati e MAI dello Stato.

      Elimina
  6. Bella iniziativa,bravi Daniele e Andrea.Buona giornata.

    RispondiElimina
  7. Calendario da comprare, per aiutare e per solidarietà, ma poi forse bruciare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, dai. Bruciare no.
      Magari ci trovi qualche bella signorina. 😂😂

      Elimina
  8. "Siamo in mutande ma non ci arrendiamo" a dir la verità non gli son rimaste manco le mutande 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente molti si son tolte pure quelle. E non solo per scattare la foto. 😂😂

      Elimina
  9. Idea geniale.
    E ha ragione Alberto, neanche più le mutande indossano ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se qualche tuo compaesano prendesse esempio e venisse a chiederti di posare per il calendario?
      Di sicuro vendereste un milione di copie. 😉

      Elimina
    2. :D Nuda no, vestita volentieri. Si, lo farei.

      Elimina
  10. Agli italiani ..l'araba fenice gli fa un baffo..questo dimostra che si va male .ma mica mi arrendo..mi invento qualsiasi cosa ...anche a stare senza mutande... ma reagisco e ne vengo fuori. ..insomma meglio in mutande che rigirarsi pollici e lamentarsi !
    Piangendosi addosso..
    Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente questa è stata una provocazione molto ironica, ma sono d'accordo sul fatto che sia indice della capacità di molti Italiani di inventarne una più del diavolo pur di non soccombere.

      Elimina
  11. Ci si arrangia come si può...😉

    RispondiElimina
  12. Bella e lodevole iniziativa . Noi siamo 3 donne che comperiamo alimentari
    per una signora con tre maschi , lei lavora saltuariamente . Innanzi tutto
    deve pagarsi l'affitto e poi sfamare queste tre bocche di adolescenti .
    Dura la vita...
    Un bacione . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la vita è durissima, in tempi di Covid ancora di più, ma per fortuna esistono anime belle come te che danno il loro contributo per alleggerire quella di chi è in maggiore difficoltà. <3

      Elimina
  13. Sempre lodevole un'iniziativa per i più bisognosi e giusto anche il messaggio di protesta; mi lascia però sempre perplesso il fatto che per raccogliere i fondi, sia necessaria la spintarella del calendario di nudo (poi nudo, va beh).
    Cioé in molti comuni semplicemente hanno aperto un conto corrente per raccogliere fondi ad ampliamento dei buoni spesa, appellandosi alla generosità della cittadinanza senza calendario.
    Ho fatto un po' il bastian contrario, questa volta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, ci sta.
      Diciamo che avrebbero potuto raccogliere fondi in altri modi, ma per me l'originalità del calendario paga, in tutti i sensi. 😜

      Elimina
  14. Boh, ma proprio senza veli? Vabbe, se la cosa porta a qualcosa di utile ben venga sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà perché si sono "lamentati" solo i maschietti.
      Ma come, i calendari senza veli non vi piacciono (più)? 😜

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.