martedì 4 febbraio 2020

Il secondo compleanno del blog: un traguardo agrodolce

Buongiorno cari amici e lettori.
Oggi "Chi scrive non muore mai" compie due anni, e siccome ho visto che si usa celebrare il blog-compleanno, ho deciso di rispettare la tradizione.
Scrivo questo post, però, con una sottile nota di amarezza nel cuore.
In questo biennio trascorso nel mondo dei blog, infatti, ho subito così tanta invidia e cattiveria da parte di tanti "concorrenti" o psicolabili, che mi sono spesso chiesta chi me lo facesse fare a continuare.

Attenzione che non parliamo di sciocchezze.
In un determinato caso sono stata costretta persino a rivolgermi alle forze dell'ordine per sporgere regolare denuncia.
Ecco.

Tutti sapete che scrivere è "il mio dono". La leggenda narra che sapessi già farlo all'asilo e che, da allora, io non abbia più smesso.
Negli anni ho scritto poesie, canzoni, migliaia di articoli di giornale, racconti, lettere d'amore.
Credo che mi manchi solo un libro, ma quello dell'editoria è un settore che proprio non mi piace, quindi continuerò a starne fuori.

Quello che molti di voi non conoscono è l'abilità e la velocità con cui scrivo.
Per redarre un articolo o un post mi bastano quindici minuti, perciò dedico al blog non più di un'ora al giorno, e riesco, quindi, ad essere abbastanza attiva nella blogosfera pur avendo una famiglia, una casa, un lavoro e molti hobby a cui dedicarmi.
Insomma, la mia vita virtuale non toglie nulla a quella reale, nella quale sono prima di ogni altra cosa una madre presente e, anzi, totalizzante.
Perché, sin da quando ero molto giovane, non ho mai rincorso i sogni di gloria e non sono bastate le vincite di concorsi letterari o le richieste di assunzione da parte di redazioni anche prestigiose a farmi perdere il contatto con la realtà.
Di scrittura (quantomeno dalle mie parti) non si vive, questa è la verità.
Ma chi, come me, ha quest'arte che pullula da ogni poro della pelle non riesce ad appendere la penna al chiodo, o a tenere i polpastrelli a freno.
E allora eccomi qua, da due anni, per fare quello che mi rende felice, con i miei tempi e la mia assiduità.
Non perché io voglia stabilire dei record (come sostengono alcune malelingue), ma perché sono fermamente convinta che solo chi scrive non muore mai, ed io voglio essere immortale e regalare l'eternità anche a mio padre che mi ha lasciata troppo presto, a mio figlio e a tutti quelli che mi colorano la vita e l'anima.

Allora grazie a tutti voi che continuate a leggermi e a quelli che nel corso dei mesi sono diventati miei amici non solo virtuali, e di cui non potrei oggi fare a meno.
Per chi ama i numeri, come il caro Max, ve ne regalo qualcuno, sempre col timore, però, di restare nuovamente vittima dell'invidia che in questo ambiente va a braccetto con l'odio.
Ma io sono una coraggiosa, voi lo sapete bene, quindi avanti il prossimo hater inetto ed inutile.

1255 i post pubblicati sinora;
Più di 31mila i vostri commenti, per cui non smetterò mai di ringraziarvi;
161 i lettori fissi;
Più di 400mila le visite al blog.

Insomma, numeri che parlano di successo ma che, onestamente, non mi cambiano la vita.
Perché il vero trionfo, per me, è che anche due sole persone al giorno possano leggere le mie parole, immedesimarsi nelle stesse e sentirsi in un certo qual modo collegati a me da un filo invisibile.
Ecco, di fili in questi due anni ne ho intessuti moltissimi, e ne sono felice.

Grazie ancora a voi, con la promessa che resterò qui a lungo o, magari, per sempre.
Chi vivrà, vedrà. ❤️

82 commenti:

  1. Per gli psicolabili (a parte quel caso da denuncia, eh: quando è troppo è troppo) adotta un verso di Dante: "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa". Per il resto, continua a dedicarti alla tua passione (e sappi che t'invidio: io sono velocissimo a leggere, molto meno a scrivere...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah
      Sono certa che avrai altre doti. Quello della scrittura è un dono innato (nel mio caso ereditario).
      Impiegavo una mezz'oretta anche per consegnare i compiti in classe alle medie.
      Anche la maleducazione, l'invidia e la cattiveria sono, credo, innate, ma quanta pena fanno?
      Se neanche nella sfera virtuale si riesce a pensare solo al proprio orticello, stiamo messi malissimo...

      Elimina
  2. Prima di tutto ti faccio tanti auguri per i due anni del blog! Una tappa di tutto rispetto, soprattutto considerando i numeri che hai fatto in questo arco di tempo.
    Sull'invidia, che dirti? Purtroppo è una piaga che accompagna la rete, riflesso di un pessimo modo di rapportarsi già presente nella vita reale. Qui poi tutto viene amplificato, soprattutto a causa dell'anonimato. Vorrei dirti di non badarci e non farti sangue amaro, ma ti capisco perché dopo dieci anni di blog io ancora non riesco a non curarmi di certe situazioni. Ma dobbiamo almeno provarci. Anche perché il tuo motto "chi scrive non muore mai" oltre a essere bellissimo, è quantomai vero. Auguroni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sei troppo gentile.
      Vorrei precisare che questi commenti offensivi o minatori non mi cambiano la giornata, ma non celandomi dietro l'anonimato e avendo anche una famiglia, in casi estremi sono dovuta a tutelarmi, più che altro per mio figlio. Non si sa mai dove possono arrivare determinate psicosi.
      Per carattere tendo a sentirmi forte e invincibile, quindi la paura non mi appartiene, ma stavolta ho scelto di non minimizzare, sotto consiglio delle persone a me care.
      P.S. Per fortuna questa gente che crea blog o profili con avatar a cartone animato e identità nascoste, ha un volto e un nome. I commenti anonimi qui non sono ammessi, pertanto facilito il lavoro alla polizia postale... 😉
      Grazie ancora per gli auguri.
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Ehi, non dirmi che ce l'hai col mio Puffo Brontolone! :D

      Elimina
    3. Ahahah
      Effettivamente potresti essere l'hater ideale.
      Ti aggiungo alla lista degli indiziati. 😂😂😂😜

      Elimina
  3. Augurissimi per il compiblog .
    Non mi è chiaro dove gli haters ti perseguitano perchè QUI , non ho mai
    letto cattiverie .
    Non pensare di chiudere il blog , per me sarebbe un lutto .

    Quando bambina andavo a casa a piangere da Mamma per cosette simili ,
    mi diceva "Guarda e passa e non ti curar di loro". Queste parole mi
    sono rimaste impresse e , così ho cercato di fare nella mia vita .
    Penso che gli haters siano persone malate , non vale la pena prendersela.
    Pensa invece quanti di noi ti amano ed è per noi che scrivi .
    Un Mondo di bene . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Laura, scrivo proprio per voi.
      Gli haters non vengono qui perché ho bloccato i commenti anonimi, ma vanno nei blog di amici e conoscenti a darmi della meretrice e molte altre carinerie.
      Se ti ricordi ho scritto diversi post sull'argomento.
      Prova a scrivere "cyberbullismo" nel campo ricerche che trovi alla tua destra e vedrai che ti uscirà l'elenco delle testimonianze.
      Grazie per il tuo affetto che percepisco sempre molto forte.
      Un bacio.

      Elimina
  4. I miei auguri per il tuo blog, sono numeri importanti.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che lasciano il tempo che trovano e qui sembra che a riconoscerlo sia solo io. 😉

      Elimina
  5. Che bello questo tuo post Claudia : )
    si sente tutta la tua grinta ... grinta positiva che ti permetterà di continuare e di ignorare "LA STUPIDITA'" ...
    Non sapevo che sei dovuta ricorrere alle forze dell'ordine... mi dispiace !!
    Comunque complimenti Claudia e tanti auguri per il tuo blog : )
    E comunque ... sì , hai ragione "chi scrive non muore mai"...
    Ciao Claudia , un abbraccio : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marinetta, sei molto gentile.
      Vi avrei mostrato la denuncia, ma gli agenti mi hanno chiesto di mantenere riserbo per il corretto svolgimento delle indagini.
      Chi ha sbagliato prima o poi pagherà.
      Lo spero tanto.
      Ricambio l'abbraccio. 😗

      Elimina
  6. AUGURI!!!
    ti auguro di proseguire con il tuo entusiasmo ,la tua carica energica ..e scrivi ..scrivi ..scrivi ..sempre !
    cosa è per me il blog ? uno spazio MIO dove scrivere ,anche ca.....e..poi cose serie ..è anche un momento di relax ..sicuramente se ho chi mi segue mi fà molto piacere ..altrimenti è come quando da piccola annotavo parole pensieri su un quadernetto o foglio .. a volte li perdevo poi ..quà rimangono ..e ogni tanto rivado a caso a veder cosa avevo scritto ..a volte penso ..chissà che avevo preso quel giorno o mi complimento da sola per il pensiero ..i primi tempi scrivevo post lunghi e ben impostati ..adesso prendo frasi varie e le commento ..tempus fuggit ..
    ma lo tengo ..cerco di ..tenerlo attivo
    tu SCRIVI !!
    abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Tissi.
      Quelle come me di scrivere non smetteranno mai. È un bisogno fisiologico, al pari di mangiare e dormire.
      Può sembrare esagerato, ma è davvero così.
      Le tue frasi mi piacciono un sacco e cerco di non perdermene nemmeno una.
      Un bacio.

      Elimina
  7. Intanto buon compliblog!
    Due cose: apprezzo moltissimo il discorso del filo invisibile, difatti è quello che ho sempre desiderato anch'io (e fortunatamente ottenuto in passato). Poi, riguardo all'urgenza di scrivere, è una cosa che appartiene anche a me e quindi la capisco benissimo. Per dire, tengo un diario personale da quando avevo sedici anni. E' una cosa che faccio per me e che probabilmente nessuno leggerà mai, se non dopo che sarò morta, ma non smetterei mai al mondo di scriverlo perchè non è una questione di farsi leggere o no, ma di fare uscire tutte le parole che ho dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella la storia del diario.
      L'aspetto più intimistico della scrittura non mi è mai appartenuto, sai?
      Credo di aver avuto un unico diario segreto nella mia vita, ai tempi delle medie.
      Dopodiché nulla.
      Anche se è triste pensare al "dopo di noi", credo che i tuoi cari conserveranno il tuo diario come un tesoro preziosissimo.
      Magari avessi avuto qualche traccia scritta di mio padre...

      Elimina
  8. Auguri, perchè tu possa continuare negli anni ha coltivare questa passione, così piacevole da leggere per chi ti segue.
    Un abbraccio Valeria

    RispondiElimina
  9. Buon compliblog, Claudia :-) Ti auguro di continuare a scrivere sempre e di non lasciarti fermare da nessuna cattiveria!

    RispondiElimina
  10. Cara Claudia, i due anni è solo l'inizio, vedrai che ne passeranno molti ancora, auguri.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei un veterano e sai cosa significa.
      Buona giornata a te.

      Elimina
  11. Buon blogcompleanno: avanti sempre!
    È giusto festeggiare questo ricorrenza perché un blog è un nostro progetto, che amiamo fare crescere e amiamo curare.
    Gli haters? È bello metterli alla berlina, almeno ci divertiamo un po' anche noi! 🤣💪

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi li abbiamo derisi abbastanza.
      Forse è proprio questo che non ci perdonano... Oltre che la nostra amicizia. 😉

      Elimina
  12. continua. cosa pensano gli altri è problema loro. più sono incompetenti e più è severo il loro giudizio. internet è aperta, per menti aperte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi la mente aperta ce l'abbiamo. Però alla lunga certe dinamiche stancano. O no?

      Elimina
  13. Tantissimi auguri per il compliblog! Quanto alle tue disavventure, hai fatto benissimo a denunciare. E non ti preoccupare, io e tanti altri continueremo a seguirti volentieri :-)

    RispondiElimina
  14. Buon compleanno con tutto il cuore al tuo blog!!!!

    RispondiElimina
  15. Capisco perfettamente il tuo agrodolce pensiero, perché neanche a farlo apposta anch'io oggi ho scritto un post simile...comunque buon compliblog ;)

    RispondiElimina
  16. Con gli avvenimenti globali recenti, è facile comprendere quanto la gente è stupida e matta (ma matta davvero perché ormai non mi sembra più nemmeno una questione di ignoranza), quindi vai sempre avanti come hai fatto finora e fai quello che preferisci.
    Tantissimi auguri! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente l'ignoranza fa molti meno danni della follia. E della cattiveria.
      Grazie Giulia.
      Un bacio

      Elimina
  17. AUGURI AUGURI AUGURI continua così Claudia!!!! Baci e complimenti.♥♥

    RispondiElimina
  18. Ciao Claudia, complimenti e tanti auguri di buon compleanno al tuo bel blog, io ti leggo sempre volentieri!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  19. Tanti, tanti auguri per il tuo blog, continua così !! Non ti curare di chi ti critica, so che non è facile perchè mi è capitato di leggere vere e proprie cattiverie, non sul mio blog nè sul tuo, su quello di altre persone. Ma tu credi in quello che fai, ti piace e ti riesce bene. Continua così. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirtillo.
      Le cattiverie sono evidenti e pubbliche.
      Molti, però, non si soffermano sulla lettura dei commenti e non colgono queste dinamiche.
      Mi fa piacere che tu, invece, te ne si accorta.
      Un caro saluto.

      Elimina
  20. Ciao Claudia, complimenti per i risultati ottenuti.
    Tanti tanti auguri.

    RispondiElimina
  21. Io non ho numeri, meglio non ne ricordo ma dovrebbero essere tanti, Auguri sinceri per i tuoi.
    Se fossimo in un ambiente normalmente civile su un blog non dovrebbe esserci la moderazione invece si è diffusa a macchia d'olio, ci sarà un motivo. Forse più di uno. La mia esperienza personale dice alcune cose in modo chiaro.
    - meglio scrivi più difficile è il rapporto con gli altri
    - tutti blog tendono nei commenti a scivolare nella chat soprattutto tra uomo e donna.
    - un blog è facilmente aggredibile anche per vie traverse, basta andare ad importunare i tuoi contatti.
    - quasi nessuno commenta restando sull'argomento
    - è molto difficile non lasciarsi prendere dalla sicurezza che da un gruppo di lettori, il gruppo fa muro e in genere ti difende dagli attacchi ma se sei un isolato basta poco a darti l'ostracismo.
    - la rete è piena di premi nobel per la letteratura mancati ( o che si ritengono tali)
    - la quantità di scrittori veri è molto bassa quella di paranoici insospettabili invece molto alta. Questo è ciò che mi hanno insegnato dieci anni di rete finora, esperienze segnate a fuoco sulla pelle.
    Mi fa piacere leggere della tua umiltà, ti fa onore. Ancora auguri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, benvenuto.
      Apprezzo molto il tuo commento per due ragioni.
      La prima è che non ci conosciamo, quindi non avresti ragione di essere "carino" con me. La seconda è che dici il vero.
      Condivido ogni singola sillaba del tuo elenco.
      Non amo la moderazione dei commenti e non la userò mai.
      Qui gli imbecilli non passano, perché non dó spazio agli anonimi, pertanto si divertono altrove alle mie spalle.
      Spesso i loro interventi mi vengono segnalati da amici, altre volte me li perdo (e meno male, mi vien da pensare).
      Quanto al gruppo, però, devo ahimé contraddirti. Quando l'hater della querela mi ha attaccata anche pesantemente, mi sono sentita sola.
      Nessuno dei miei amici blogger si è speso per "difendermi", per timore di esser preso di mira.
      Ecco, non ho manifestato il mio malessere ai diretti interessati, nè gli avrei mai chiesto di supportarmi, ma mi è dispiaciuto moltissimo.
      Grazie ancora per le tue parole.
      Torna a trovarmi quando vuoi.

      Elimina
    2. Ovviamente do si scrive senza accento. Mannaggia alla fretta e al t9. Se no poi i miei hater dicono che non conosco nemmeno le basi della grammatica italiana. 😅

      Elimina
  22. Auguroni, cara Claudia! E brava: in soli due anni, ti sei ritagliata uno spazio molto seguito. Non fermarti alle invidie e alle critiche, sii sempre superiore a tutto, una volta te lo dissi con tutto il cuore: non hai bisogno di farti il sangue amaro dietro alle persone senza cervello.
    Io vengo quasi sempre a leggerti, ma tante volte sei troppo veloce e non riesco a starti dietro: se penso che io sudo una settimana per pubblicare un post, i miei complimenti sono ancora più sentiti. MA COME FAIIII?
    Insomma, continua così. 😉🌸

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah
      Come faccio non lo so. Dovremmo chiederlo a mia madre che mi ha praticamente generata con la penna in mano.
      Ti direi che é questione di esperienza, ma mentirei, perché già dal mio primo articolo di giornale avevo questi rirmi.
      Grazie per i tuoi apprezzamenti.
      Buona giornata.

      Elimina
  23. I numeri lasciano il tempo che trovano...hai detto le parole giuste!
    Buon compleanno al tuo blog😘
    Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Max.
      Anche se li ho pubblicati solo per te. 😉😗

      Elimina
  24. Ma per il sottoscritto ( ormai dovresti saperlo) contano i commenti!
    Quello per me è il vero termometro del calore / affetto/successo chiamalo come ti pare di un Blog!
    Più c’è ne sono e meglio è...( senza contare i doppi , come questo mio).
    Poi esistono blog che magari han pochi commenti ma riescono a dimostrare che hanno grande seguito anche al di fuori dello spazio stesso del blog.
    Ma lo dimostrano con i fatti eh..non a parole.
    Poi detto fra me e te oramai mi sembra di capire che nella blogosfera nel bene o nel male tutti possano dire quello che vogliono no?...poi senza offesa il discorso delle visualizzazioni finché è “regolamentato” in questa maniera ( ne abbiamo già discusso) lascia veramente il tempo che trova
    ...però contenti voi , contenti tutti😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I commenti piacciono anche a me, poiché mi danno l'idea di far parte di quella grande famiglia virtuale a cui ho spesso fatto riferimento.
      Però credo che questo sia uno degli aspetti principali che infastidiscono i miei hater, visto che più volte hanno alluso al basso livello dei commenti su questo blog, lasciati solo per paraculaggine.
      Io non la penso così e sono sempre molto felice per i vostri interventi, anche se capita poi il blogger che non si degna nemmeno di leggere il post e mi lascia un commento del tutto fuori tema.
      Ecco, lí un po' mi scoccio, ma pazienza.

      Elimina
  25. Tanti auguri, il successo che hai è tutto meritato.
    Il mio blog quest'anno compie sei anni, ma non ho la metà dei numeri che hai tu...Ma so che è per lo più colpa mia, dovrei seguire e commentare di più i blog degli altri, ma per limiti miei riesco a farlo solo di tanto in tanto.
    Sinceramente non capisco tutto l'astio che qualcuno ha nei tuoi confronti e del tuo successo; io invece ti invidio, anzi io ammiro la tua capacità di riuscire a scrivere un bel post, corretto e interessante in così poco tempo.
    Complimenti, continua così e ancora tanti auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco, grazie davvero.
      Riguardo ai numeri del blog, scrivendo molto è più semplice averli.
      Ipotizziamo che io scriva un post da dieci visite al giorno, in una settimana ottengo settanta visite. Tu, invece, ne scrivi uno alla settimana o anche meno e magari totalizza 45 visite. In questi termini il tuo blog sarebbe più letto del mio. Capisci cosa intendo?
      Resta che è bello che ognuno scriva quel che desidera quando ne ha la possibilità e che i paragoni siano controproducenti per tutti.
      Un abbraccio.

      Elimina
  26. Auguri al tuo BLOG sempre à la page. Si intuisce il tuo interesse per ogni argomento, e questo significa che , oltre a scrivere, leggi anche molto. Si sente l'amore per la scrittura da cosa e da come scrivi.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri.
      Leggo molti quotidiani, probabilmente per abitudine risalente a quando facevo la giornalista.
      Ne leggo almeno cinque o sei al giorno. I libri meno. Per quelli ci vuole tempo, ma cerco di non trascurarli completamente.
      Sono felice che tu percepisca il mio amore per la scrittura e, di conseguenza, per il blog.
      Buona serata

      Elimina
  27. non arrivavo mai in fondo per lasciare il commento.Complimenti per il traguardo e grazie di continuare a scrivere. Non posso fare a meno di venirti a trovare e lasciare un pensiero. Spero sempre di trovare aria nuova e è così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea.
      Qui sarai sempre il benvenuto.
      A presto.

      Elimina
  28. Ciao Claudia: credo che un blog sia un luogo di espressione personale e francamente non capisco in che modo possa ingenerare invidia. Complimenti per il tuo successo e per il tuo compleblog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo capisco neanch'io, ma accade più spesso di quanto tu possa credere.
      Grazie per gli auguri.
      Buona serata.

      Elimina
  29. Auguri per questi primi due anni!
    Che ami la scrittura si vede molto chiaramente, perché pubblichi molto e come Marina faccio fatica a stare dietro ai tuoi post, ma è bello saperti così fervida di idee e di desiderio di condividere. Mi ha colpita il tuo riferimento agli "odiatori" e disturbatori vari, fenomeno che in cinque anni non ho mai incontrato... sarà fortuna? O forse semplicemente perché questo è un blog in cui parli di tutto, affronti con disinvoltura tanti argomenti e porti spontaneamente al commento. Insomma, qui avverto un tono colloquiale, proprio per la natura dei tuoi post.
    La tua gioia è evidente, quindi mille di questi giorni, Claudia!
    La scrittura, è vero, è vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tono colloquiale è esattamente quello che amo del blogging.
      Ovviamente nei blog di settore funziona diversamente, ma qui amo confrontarmi con chi mi legge su temi di varia natura, quasi come farei se fossi seduta al tavolino del bar con un amico.
      Sono felice che tu non sia mai rimasta vittima di hater o rivalità.
      Si tratta di gente malata che non ha una propria vita e trae soddisfazione tentando di "rovinare" quella degli altri.
      Le virgolette perché, come ho detto, minimizzo molto questo genere di atteggiamenti e le conseguenze che comportano.

      Grazie di essere qui.
      Un bacio.

      Elimina
  30. Intanto auguri per il compliblog! Effettivamente scrivi tanto e non sempre riesco a commentare, ma ti seguo sempre con piacere. Lascia i "brontoloni" al loro acidume... Si distruggeranno da soli

    RispondiElimina
  31. Buon compleanno al blog ❤
    E fregatene degli haters, io ho i post pieni di commenti di m***a (persino l'ultimo in cui parlavo di ginnastica), ma ecco:quello che non uccide fortica 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai lasciato agli anonimi la possibilità di commentare, quindi ne arrivano a palate. Io no, dunque per colpirmi creano blog appositamente contro di me, o lasciano insulti su quelli dei miei amici, inquinandoli col loro marciume.

      Elimina
  32. Ho appena lasciato un paio di commenti altrove e potrei tranquillamente riportare qui gli stessi pensieri, di come è bello festeggiare e di quante siano le soddisfazioni di portare avanti un progetto, per nulla facile, come un blog.
    Oggettivamente per nulla facile è stata la tua avventura finora, viste le zanzare che, di tanto in tanto, ti girano attorno, ma sei stata brava a gestirle e questo ti fa onore.
    Il nome del blog è molto più azzeccato di quanto possa sembrare a prima vista. "Chi scrive non muore mai" è una descrizione perfetta per questo (mio, tuo e di tutto quelli che hanno il nostro stesso vizio di bloggare) modo di affrontare noi stessi e gli altri. Scrivere ci aiuta a migliorare, ci aiuta a crescere, e se siamo bravi (ma lì bisogna essere proprio bravi), ci renderà un giorno anche immortali. Intanto, buon bloggheanno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che saremo immortali finché anche un'unica persona, fra cent'anni, leggerà un nostro pensiero sul web o altrove.
      Lo sai che sono allergica alle zanzare? Nel senso letterario del termine. Quindi non potevi usare un termine più azzeccato. 😉
      Grazie del tuo supporto.
      Un bacio.

      Elimina
  33. Arrivo per ultima, ad augurarti almeno altre 200 di questa splendida data *_* Quello che più di te adoro, Claudia, è che sei vera, autentica, senza filtri, senza maschere: e prima di qualsiasi altro dono, di certo, questo è quello che ti contraddistingue e ti rende speciale.
    "Chi scrive non muore mai" è diventato il punto di riferimenti per tantissimi blogger, e questo, a mio parere, vale tutti i traguardi che hai elencato ed anche di più.
    I pazzi lasciali alla loro pazzia. Di folli, bipolari, psicolabili, mitomani e importunatori ne esistono a bizzeffe... Figurarsi nel virtuale! Non ho avuto timore a schierarmi con te la scorsa estate e lo rifarei in ogni occasione fosse necessario. Fortunatamente le leggi si stanno adeguando.
    Ti voglio bene e sono certa che riuscirai a fare di questo tuo angolo un posto ancora più prezioso ogni giorno che verrà. Ti abbraccio e scrivi scrivi scrivi sempre <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei dirti le stesse cose invertendo mittente e destinatario.
      Sai bene che la parte che preferisco della mia esperienza di blogger (e l'ho detto migliaia di volte) è aver stretto amicizie preziose come quella con te.
      Perché siamo anime gemelle o no? 😉
      Grazie di esserci ogni giorno, nonostante i tuoi casini e le mille responsabilità.
      Ti voglio bene. Tanto. ❤

      Elimina
  34. Auguroni per il tuo bel blog, che se come dici ti impegna poco al giorno, è capace di regalare emozioni come pochi altri spazi sul web. Sarà per come scrivi, sarà per le tematiche trattate, sarà che piace scrivere anche a me da tempi leggendari (l'estate scorsa ho trovato un vecchio album da colorare con una data scritta a matita, l'anno diceva 1978, e la grafia era la mia 😳), sono contento di esserci ed intendo restare. 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì. Al tempo che ho citato devi aggiungere quello in cui rispondo ai vostri commenti, durante la giornata. Ma lo faccio come se rispondessi a qualsiasi SMS o notifica su Fb, anche mentre sono al lavoro, ad esempio, quindi non credo che vada preso in considerazione. 😉
      Mi stai quasi facendo venire voglia di scrivere la tua storia, sai? Pensaci.
      Se vorrai farlo, sai dove trovarmi.
      Un forte abbraccio e grazie per la tua presenza assidua e affettuosa.

      Elimina
    2. La mia storia in che senso? Non credo sia interessante come le altre che proponi... 🙄

      Elimina
    3. La tua storia di figlio unico...

      Elimina
    4. Appunto, non credo avrebbe chissà che di interessante.

      Elimina
  35. Tanti auguri Claudia! La blogosfera e internet in generale è un mondo variegato e tocca prendere il bello e il brutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì. Io sono tanto abituata al brutto, quindi il bello è sempre ben gradito. ;)

      Elimina
  36. Tantissimi auguri per questo bel traguardo :)
    Io spero di leggerti ancora molto a lungo. E parlo di anni, anni, anni. Mi piace venir qui, commentare i tuoi post, riflettere insieme a te sui temi più disparati. E soprattutto sono felice di averti conosciuta :) una donna fantastica, con la d maiuscola. Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara.
      Sei troppo buona con me.
      Anch'io sono felice di averti conosciuta e di essere entrata in punta di piedi nella tua quotidianità densa di emozioni e di fotografie.
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  37. E allora tanti tanti tanti auguri!!!!

    RispondiElimina
  38. Ho scoperto il tuo blog solo oggi e ho cominciato a leggerlo con piacere. Se posso darti solo un consiglio inserisci il widget "archivio" per riuscire a raggiungere i post meno recenti in maniera più facile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del suggerimento.
      Sai che prima ce l'avevo?
      Poi lo tolsi perché mi sembrava occupasse spazio a vuoto.
      Scrivendo molto, infatti, la lista era lunghissima.
      Allora ho lasciato soltanto il campo delle ricerche in cui poter scrivere le parole chiave di proprio interesse.
      Comunque proverò a seguire il tuo consiglio. Grazie e benvenuto!

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.