lunedì 17 febbraio 2020

Multe ingiuste: punita per aver cercato la sua gatta affiggendo volantini

Non sempre le leggi italiane (e non solo) ci appaiono giuste.
A pensarla così sarà sicuramente Annamaria (nome di fantasia) che ha tentato la strada più comune per ritrovare la sua gatta fuggita dal suo appartamento durante alcuni lavori di manutenzione.
La ragazza ha deciso, infatti, di tappezzare la città (Sacile - Pordenone) con dei volantini contenenti la foto del felino e i suoi recapiti.
Dopo un paio di settimane, per fortuna, è giunto il lieto fine e Annamaria ha potuto finalmente riabbracciare la sua micia, proprio grazie ad una segnalazione ricevuta in risposta ad uno dei cartelli affissi sui cassonetti, sulle porte dei garage e altrove.
Quindi, la protagonista ha deciso di rimuovere i vari annunci, ma non in tempo per passare inosservata agli agenti della polizia locale che hanno deciso di sanzionarla per affissione abusiva.

Adesso, dunque, Annamaria dovrà pagare una multa per quella che le era sembrata una scelta indispensabile al fine di ritrovare la sua amica a quattro zampe.
Sui social non è mancata l'indignazione di coloro che hanno voluto esprimere solidarietà alla donna.

Chissà se anche i politici ricevono davvero delle sanzioni per i tantissimi manifesti elettorali affissi selvaggiamente nelle città.
Allo stesso modo, saranno anche multati gli organizzatori di eventi o coloro che, semplicemente, annunciano il matrimonio di amici e parenti?

Non basterebbe costringere chi affigge questi manifesti a rimuoverli entro un determinato numero di ore, e multare solo in caso di mancato rispetto della norma?
Secondo me sarebbe più che sufficiente ma, come detto, non sempre le leggi sono o sembrano giuste.
Solo un anno fa vi raccontavo, ad esempio, la storia di una donna sanzionata per aver addobbato spontaneamente un'aiuola della sua città.
Effettuando delle ricerche ho scoperto, inoltre, che casi di multe elevate a coloro che cercano animali o addirittura persone utilizzando i volantini in questione, non sono affatto così rari.

Insomma, a quando l'arrivo di una legge sul buonsenso?!

34 commenti:

  1. Agli agenti di polizia chiederei soltanto cosa significa la targa "Divieto di affissione" laddove appare, e cosa comporti la sua assenza. A meno di assurdi regolamenti locali, sono pressoché certo che quei manifestini erano perfettamente regolamentari. Spero che Annamaria si informi per bene e faccia ricorso contro questi... pizzardoni.

    In merito ai manifesti elettorali affissi fuori tempo e fuori luogo, nei Comuni seri c'è un valido giro di pattuglie a riguardo, anche sevi seguaci/lacché di qualche aspirante alla poltrona girano apposta la notte prima del voto, coprendo manifesti regolari e aggiungendone dove non consentito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se queste pratiche esistono solo dalle nostre parti, ma effettivamente la notte prima delle elezioni qui accade il delirio.

      Quanto ai volantini di persone o animali scomparsi, invece, spero anch'io che il pagamento della sanzione sia evitabile.

      Elimina
  2. Ecco che hai toccato il punto dolente: oltre ad una forte indignazione per non aver voluto o saputo da parte di questi agenti di polizia locale fin troppo zelanti ed ossequiosi delle norme, applicare un minimo di buonsenso e mettersi una mano sul cuore se lo hanno, piacerebbe anche a me molto vedere se lo stesso zelo lo avrebbero avuto per multare e perseguire il loro amato Sindaco se quest'ultimo, per ipotesi, in campagna elettorale avesse affisso alcuni manifesti elettorali in modo non corretto quando non abusivo. Io dubito che avrebbero avuto il coraggio di farlo, però il coraggio di essere forti coi deboli quello lo hanno, ah se lo hanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che coraggio è omertá.
      Di cosa ci meravigliamo?
      Da sempre le leggi vengono fatte rispettare solo dai deboli...

      Elimina
  3. E' veramente assurdo multare una persona in una situazione così, avrebbero dovuto riflettere un po' di più...sono amareggiata, spero abbiano annullato la sanzione...sono d'accordo con il commento di Daniele, sono sempre forti con i deboli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io purtroppo non mi sono stupita molto.
      Siamo in Italia...

      Elimina
  4. Sono i classici che applicano la lettera della legge - uccidendone lo spirito. E Daniele ha pienamente ragione: forti coi deboli e leccaculo coi forti.

    RispondiElimina
  5. buon giorno e buon lunedì, purtroppo è proibito addirittura tappare i buchi voragini sulla strada pubblica. I cartelli devono avere la marca da bollo o timbro dei vigili per essere affissi. Siamo stati diffidati noi borgatari a tappare le voragini della nostra strada che accede alla provinciale già che è comunale e non privata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dovete lasciare le buche in bella vista e magari farvi anche male in incidenti che queste provocano.
      Che schifo!

      Elimina
  6. Mi pare che ricada nello schema generale dell'essere forti con i deboli e deboli con i forti del quale purtroppo ci sono molti esempi, non a caso citi i manifesti elettorali. Qua dalle mie parti non mi pare di aver mai sentito che si successo qualcosa del genere, di manifesti per animali smarriti ce ne sono diversi in giro e francamente a me danno molto più fastidio quelli che tappezzano le strade con i manifestini per i matrimoni e li lasciano poi lì a marcire per mesi. Definire un periodo di tempo limitato in cui permettere l'affissione di un cartello mi sembra una cosa sensata, in alternativa si potrebbero predisporre delle bacheche apposite, ma immagino sia una cosa troppo complicata per noi italiani XD

    RispondiElimina
  7. Basterebbe avere un po’ di buon senso...mi riferisco a chi l’ha multata.
    Povera donna , fortuna che ha ritrovato il micio.
    Un mio vicino invece non è stato così fortunato ...le foto del gatto che ha perso sono ancora attaccate ai cassonetti della spazzatura e a diversi pali della luce da ormai più di due mesi ,ormai scolorite ma del felino manco l’ombra.
    Poi che sappia io se non sono a fini commerciali i volantini ...non dovrebbero multarla.
    Magari son stati gli “ausiliari “ quelli che fanno i vigili per volontariato tipo i nonni davanti alle scuole ...dovrebbe far ricorso la tipa.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ausiliari rompono al massimo per i parcheggi.
      Questi sono vigili un po' troppo ligi al dovere...
      Magari con chi dicono loro...

      Elimina
  8. Qui dove vivo è un continuo affiggere cartelli di questo tipo. Cani, gatti, se ne trovano ovunque. Ammetto che certe affissioni dovrebbero essere regolamentate. Capisco che la signora dovesse ritrovare la sua gatta, ma il decoro pubblico è una faccenda di tutti, non si può badare solo alla sua questione personale.
    Spero in ogni caso che la multa sia stata poco onerosa. E davvero ritengo che siano i politici in tempo di elezioni a dover pagare di più perché i cartelli non appaiono mai solo dove andrebbero posizionati.
    Buon lunedì :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono riuscita a trovare l'importo della multa, ma spero anch'io che sia di poco conto.

      Elimina
  9. Cara Claudia, mi fanno arrabbiare sentendo queste cosa!!!
    È semplicemente una vergogna, che il comune faccia questo, direi assurdo.Ciao e buon inizio della settimana, con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quante leggi assurde esistono ma che nessuno di noi conosce.
      Speriamo di non incorrere mai in sanzioni.
      Buon inizio di settimana a te.

      Elimina
  10. Ciao Claudia! A me sembra che si manchi un po' di buonsenso, come hai detto tu: in che altro modo la signora avrebbe potuto ritrovare un animale scomparso? Al limite si possono fissare dei limiti temporali per l'affissione, ma la multa mi pare eccessiva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa se Annamaria non avesse neppure ritrovato la gatta.
      Sarebbe stata cornuta e mazziata.

      Elimina
  11. Leggendo il commento de LaDama Bianca io penso esattamente la stessa cosa.

    RispondiElimina
  12. Assurda la multa ad Annamaria . Qui da me ci sono biglietti affissi per
    qualsiasi genere . "Sgombro appartamenti ,Idraulico ,Riparazioni di qualsiasi
    tipo ,vendo auto e motorini e , naturalmente cani e gatti scomparsi .
    Mai saputo di una multa .
    Io ho preso pi di una multa ma , non per colpa mia , ma ho dovuto pagare.
    Pensa che mio marito , non trovando posteggio , ha posteggiato in divieto
    dove c'era già una fila di auto .Ha scaricato e portato in casa alcune
    cose ed è ritornato (massimo dopo 15 minuti )aveva la multa . Tutte le
    altre auto , no . E già , erano targate Genova e la nostra ancora
    Alessandria.Sono andata dai vigili a pagare e ho fatto presente che SOLO
    la nostra aveva la multa . Stupida risposta :le altre auto erano arrivate
    dopo il controllo del vigile . Ho dovuto INGIUSTAMENTE pagare .
    Saliamo in treno di sera per un breve tragitto . Biglietteria chiusa ,
    macchinetta x biglietti non funzionante . Appena saliti in treno arriva
    il controllore . Ho dovuto pagare anche la multa .
    Un bacione . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La multa del controllore è persino più sfigata di quella del vigile.
      Però, tante volte, la gente onesta come noi paga subito, tanto le spese di contestazione sono spesso più alte della sanzione stessa.
      La studiano bene, insomma.

      Elimina
  13. Dumdumderum 17 febbraio 2020 09:07
    Sono i classici che applicano la lettera della legge - uccidendone lo spirito

    Commento perfetto, sottoscrivo in pieno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se mi pare intendesse "applicano la legge alla lettera". ;)

      Elimina
    2. [modalità pedante ON]
      Esatto, ma scritta così serviva a far quadrare la frase con "lo spirito"; e no, non è farina del mio sacco; l'ho già sentita usare in questa forma da altri per lo stesso motivo.
      [modalità pedante OFF]

      Elimina
    3. Ahahah
      Perdonami, allora. Non l'avevo mai sentita.
      Pensavo fosse stato un lapsus. ;)

      Elimina
  14. I bilanci comunali piangono e tutto è buono per far cassa!
    Tristissimo!!!

    RispondiElimina
  15. Non c'è limite allo schifo, dopotutto erano manifesti innocenti.... certe leggi sono veramente pessime e ancora peggio è chi l'applica su cose del genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dice Laperfezione, quando si tratta di battere cassa non guardano in faccia a nessuno.

      Elimina
  16. Affissione abusiva? Mah! L'importante è che abbia ritrovato il suo gatto: auguriamoci che la multa non sia troppo salata. Certo sembra ingiusta, ma se la regola è questa...

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.