domenica 29 dicembre 2019

Come tutelare gli animali dai botti di fine anno

Mancano ormai solo due giorni all'ultimo dell'anno e, purtroppo, l'abitudine di festeggiare con i botti non è stata ancora abbandonata.
Nonostante le numerosissime ordinanze sindacali che ne vietano l'utilizzo, infatti, ogni anno durante la notte di San Silvestro assistiamo inermi ai rombi assordanti di questi fuochi pirotecnici e  dei petardi.
Quantomeno, noi umani possiamo tapparci le orecchie e ridurre al minimo i fastidi.
Il problema, però, si pone per i nostri amici a quattro zampe.
Tantissimi animali domestici (e non solo), infatti, rischiano ogni anno di morire, scappare o impazzire a causa dell'inspiegabile frastuono a cui vengono sottoposti.
Le precauzioni per ridurre i disagi esistono, ma non sempre funzionano.

Innanzitutto, gli esperti consigliano di tenere gli animali al coperto, durante la notte in oggetto, e soprattutto di non lasciarli soli.
La presenza di qualcuno che li ami e che li rassicuri è, infatti, fondamentale perché possano tranquillizzarsi.
L'ideale sarebbe chiudere porte e finestre dell'appartamento, per far sì che il rumore venga avvertito il meno possibile, pur considerando che l'udito degli animali è assai più sviluppato rispetto al nostro.
In caso di amici a quattro zampe cardiopatici, anziani o con particolari patologie, inoltre, è bene rivolgersi preventivamente al veterinario di fiducia, perché possa consigliarvi una soluzione adeguata.
Ricordatevi, infine, di munire il vostro animale di tutti gli elementi identificativi disponibili (quali microchip, targhetta con recapito telefonico e simili), per fare in modo che in caso di fuga possiate ritrovarli nel minor tempo possibile.

Per coloro che, invece, non possono fare a meno di lasciare i pet all'aperto, il consiglio è di tenergli comunque compagnia nelle ore clou, e di allestire la cuccia o il recinto con oggetti che ispirino serenità e familiarità, tra cui ovviamente il cibo.
Mai legare i cani alla catena, perché potrebbero farsi molto male o addirittura strozzarsi.

Quelli che, infine, saranno costretti a lasciare gli animali soli in casa, potranno avere l'accortezza di non spegnere le luci e di lasciare le finestre ben chiuse, con radio o televisore accesi ad alto volume, in modo da minimizzare il rumore dei botti.

La vera tragedia sorge, quindi, per gli animali liberi o randagi.
Insomma, NO AI BOTTI DI FINE ANNO che, oltre a terrorizzare i nostri amici pelosi, spaventano anche anziani e bambini, ma non solo.
Ogni volta le cronache del giorno dopo raccontano decine di casi in cui, a causa della scorretta esplosione dei fuochi, tante persone rimangono ferite o, addirittura, perdono la vita.
Per cosa, verrebbe da chiedersi?
Per un banale e pericolosissimo divertimento.

La vita, in fondo, vale molto più di questo. Non trovate?

28 commenti:

  1. Cara Claudia, ecco una cosa che non disturba solo gli animali, io personalmente li odio.
    Mi pare di avere sentito che avevano sperimentato dei fuochi d'artificio senza botti,
    cioè l'esplosione silenziosa, non ricordo dove lo abbia letto, ma ne sono sicuro!!!
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-) 
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li hanno realizzati eccome quelli silenziosi, ma immagino che costino di più e comunque gli stolti amano proprio il frastuono che i botti provocano.
      Sono imbecilli, che possiamo farci?!
      Speriamo bene per questo San Silvestro.
      Buona domenica a te.

      Elimina
  2. Non me ne vorrai se ti "scippo" l'articolo per condividerlo su Facebook, vero? 😉

    Io avrei un altro deterrente, molto meno palliativo di quelli suggeriti: chiudere i pronto soccorso a chi si presentasse la notte di capodanno con ferite causate dai botti. Anzi, invece che curarli, li metterei in galera e farei perquisire la loro casa alla ricerca di probabili "residui" di botti non legali.

    Sparare botti è semplicemente egoistico, ignorante e incivile per non dire cafone! Occorre dare un forte giro di vite per stroncarlo, tanto più se a patire i botti sono degli esseri innocenti: hai citato i quattro zampe, ma ci sono anche i volatili... Canarini e pappagallini in gabbia prendono a sbattere terrorizzati contro le pareti, ferendosi spesso seriamente, mentre gli uccelli liberi volano come impazziti andando a urtare contro alberi o edifici. 😕
    Già a Natale, Bari è diventata Baghdad, con una assurda ripresa dei botti a mezzanotte e 35! Stupide sfide di presunta virilità tra famiglie di esibizionisti impotenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà volevo chiederti di scrivere questo post per me, ma è un'idea che mi è venuta ieri pomeriggio sul tardi, quindi ho preferito occuparmene personalmente in modalità last second.
      Sì, non è giusto curare con soldi pubblici gli idioti che si feriscono usando i botti, anche se molte delle vittime sono del tutto inconsapevoli e subiscono lo scoppio di questi arnesi.
      Hai fatto bene a citare anche i volatili.
      Io ho utilizzato impropriamente "amici a quattro zampe" come sinonimo di "animali", ma in realtà non avevo nemmeno considerato quel che accade agli uccelli.
      È un vero schifo.

      Elimina
    2. Ci credo relativamente all'inconsapevolezza: cioè sei un ragazzino al tuo primo capodanno da "protagonista"? E non c'è un adulto dotato di cervello a controllarti?

      Elimina
    3. In realtà mi sono espressa male. Mi riferivo ai passanti che, ad esempio, beccano i petardi addosso.
      Dalle mie parti, purtroppo, accade spesso. Infatti io mi sigillo in casa e mai mi sognerei di fare una passeggiata.

      Elimina
    4. Infatti, se si vuole fare capodanno "in piazza" o raggiungere amici a mezzanotte, bisogna muoversi con largo anticipo o abbondantemente dopo mezzanotte, anche se gli amici sollecitano.
      Vale così anche se si rientra in auto da un veglione: un botto sul parabrezza o contro il finestrino non è un buon modo per iniziare l'anno.

      Elimina
    5. Io trascorro ogni anno il San Silvestro a casa, con la sola compagnia di mio figlio, proprio perché ho paura di uscire e di guidare quella notte. Mio marito lavora e rientra proprio nel clou dei festeggiamenti.
      Sai che ansia, ogni volta...

      Elimina
  3. Gas ha ragione, ma penso che questa usanza finirà soltanto SE i vari Comuni vieteranno questa barbarie. Dubito assai, però, che ciò avvenga, troppi interessi in questo ramo; non conta neanche che a volte, qualche laboratorio di fuochi salti per aria creando vittime.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio piccolo posso garantirti che le leggi ci sono, ma pochissimi le rispettano.
      È una barbarie.

      Elimina
  4. L’unica che si può fare e tenere gli animali dentro casa.
    Io i miei tre gatti li recludo il 31 dicembre come pure ad Halloween.
    Però non gli ho mai lasciato la luce accesa .
    Al buio ci vedono bene...son gatti😀
    Bisognerebbe vietare i botti ...per tutelare animali e persone.
    Mi chiedo se i volatili hanno la stessa reazione ai fuochi e botti anche davanti alle calamita’naturali?
    Ad esempio gatti e cani han paura del temporale..tuoni ecc..gli uccelli vanno a sbattersi addosso o picchiano contro i muri?🤔
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente non ne ho la più pallida idea.
      Magari se Gaspare leggerà il tuo commento potrà darci delle risposte.

      Elimina
    2. Non ti intendi di uccelli?

      Elimina
    3. Ahahah
      E no. Proprio per niente..... :P

      Elimina
  5. Ah ..poi ho visto lo stato di una mia amica che ha una vera passione per gli animali.
    Casa sua sembra uno zoo.
    Cani , gatti , uccelli, tartarughe , criceti, pesci ...so che starebbero meglio liberi però almeno li tratta meglio del marito 😀.
    Ha messo una foto dove starebbero bene i petardi e i botti pirotecnici , nel culo di chi li compra.
    😀🤣😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente lì dove non batte il sole starebbero d'incanto. ;)

      Elimina
  6. A me i fuochi d'artificio piacciono anche se capisco le ragioni degli animali...
    È stato forte passare una vigilia da sola col mio gatto. Io sul divano e lui sulla spalliera, ad ogni boato io facevo un salto e a lui tremava solamente un orecchio 😂 così so di poter stare abbastanza tranquilla, si vede che la vita di strada l'aveva temprato!

    RispondiElimina
  7. Sono bellissimi ma se ne può fare anche a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fuochi d'artificio sono bellissimi, è vero. Ma i petardi esattamente che utilità avrebbero?
      Io li detesto.

      Elimina
    2. Anche io odio fortemente i petardi!

      Elimina
  8. A me i fuochi d'artificio piacciono molto,capisco però che possano essere un grande problema per chi ha degli animali domestici.
    Bisognerebbe cercare di farli fuori dalle zone abitate, magari organizzati dal comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema si porrebbe comunque per gli animali non domestici o liberi in natura.
      Basti pensare, come segnalava Gaspare, agli uccelli.
      Io preferirei che usassero tutti quelli che non emettono suoni. Non sono così rari.

      Elimina
  9. Ci sono fuochi e fuochi, di certo petardi e bombe rumorose si possono anche evitare di produrre e far scoppiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto se ne vietano la produzione ne è pieno il mercato nero. 😭😭

      Elimina
  10. Sai che un paio di anni fa scrissi un articolo intervistando un noto produttore di spettacoli pirotecnici, il quale mi disse:
    "I botti sono già vietati dalla legge e quelli consentiti hanno lo stesso rumore di un palloncino scoppiato a 5 metri di distanza da noi".
    Quindi secondo lui è un problema di mancati controlli; e sempre secondo lui, e ordinanze sono inutili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo intervistato lo sa che se i controlli fossero più scrupoloso resterebbe disoccupato?
      Spero vivamente che lui abbia un piano B in tasca. Ahhaha

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.