mercoledì 4 dicembre 2019

A 27 anni dal primo, chi invia ancora SMS?

Il 3 dicembre del 1992 l'ingegnere britannico Neil Papworth inviava da un computer a un cellulare il primo SMS della storia, con su scritto, semplicemente, "Merry Christmas", "Buon Natale".
Non poteva immaginare che quello sarebbe stato solo l'inizio di infiniti metodi di messaggeria.
Ma oggi, a distanza di 27 anni da quel giorno, si mandano ancora SMS?

Personalmente ho smesso di usarli da un pezzo, considerando che nel mio pacchetto telefonico sono inclusi giga e minuti illimitati, ma nessun SMS.
Quindi, per inviarne uno pagherei circa venti centesimi, se non erro. E non vedo perché farlo dato che, ormai, siamo tutti connessi in tempo reale grazie a Facebook, WhatsApp e simili.

Però, quanto ci mancano gli SMS?
Vi ricordate l'impegno per ridurre al minimo i caratteri dato che non si poteva superare il limite dei 160?
"C6?", "CM STAI?", "TVUMDB", "TAT".
Sarà lì che abbiamo iniziato a violentare la lingua italiana?
Ancora oggi mi capita di leggere messaggi di gente che usa le kappa al posto del "ch" e non capisco perché lo faccia dato che non abbiamo più limitazioni di spazio. Ma questa è un'altra storia e, magari, ne parleremo in separata sede.

Insomma, al di là della grammatica, c'è un ricordo speciale che associate agli SMS?
Sapreste raccontarmi, ad esempio, il primo che avete inviato o ricevuto? O magari quello della persona che amate?
Io, onestamente, no.
La mia memoria romantica non arriva a tanto.

Pensate, poi, che gli SMS possano avere un futuro in un'epoca in cui tutto passa attraverso internet e gli smartphone?
Solo pochi mesi fa vi annunciavo il ritorno in commercio dei telefonini Nokia economici, ma dubito fortemente che anche gli SMS torneranno prima o poi in auge.
Sono troppo pessimista?

59 commenti:

  1. Io li mando ancora 😅
    perché li ho a gratis con iliad.
    Li mando per lavoro a quelli che non voglio abbiano il mio whatsApp. E comunque ora li usano le compagnie per verificare che sei davvero tu e sopratutto nei pagamenti. Quindi per me non sono affatto morti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi hai due numeri di telefono.
      E brava Anna. Io sopporto a stento il primo... 😅

      Elimina
    2. Eh sì. Necessità me ne imposta.

      Elimina
  2. io. anche perché whatsapp è un'immensa rottura di maroni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bugiardo!!
      Ma se hai messo persino il collegamento a WhatsApp sul tuo blog.....

      Elimina
  3. Cara Claudia, se aspetti un po vedrai che passa di moda, e arriverà qualcosa di nuovo...
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-) 
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà mi pare che siano già passati di moda.
      Buona giornata a te.

      Elimina
  4. Io li mando ancora. Non marito ha solo quelli quindi se non posso chiamarlo e devo dirgli qualcosa mando sms. Poi lui non risponde mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cattivo a non rispondere.
      Ma, in fondo, è un uomo. Sai quanti monologhi faccio con mio marito durante le nostre "discussioni"? :))

      Elimina
  5. 27 anni wow eh si che io ne ho già 42 ed il mio primo cellulare l'ho comprato con l'aiuto della nonna a 18 anni... mamma mia... come passa il tempo!!!
    Io mando ancora SMS al mio medico per le ricette ahhaah però si ricordo lo stress di accorciare i messaggi il più possibile coi simboli, mandarne due era intollerabile ahahahah

    RispondiElimina
  6. sono vecchia io e poco tecnologica, il mio primo telefonino me l'hanno regalato i miei figli e aveva già WP...A Natale sono di vecchio stampo, mando i bigliettini d'auguri...oggi ne ho appena spediti una decina.Povera me come sono fuori moda! Ciao Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belli i bigliettini.
      L'anno scorso ne ho ricevuto uno da un mio caro amico blogger ed è stata una bellissima sorpresa!

      Elimina
  7. Io li uso ancora soprattutto se c'è un'urgenza e quando so che non posso chiamare e non è collegato a internet... e poi e poi molte persone hanno il vecchio telefonino con sms e telefonate oppure non sono su whatsApp. Per me sono "morti" i vecchi mms e il Bluetooth: le foto le invio solo su whatsApp. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esistono ancora gli MMS?? Sessanta centesimi per inviare una fotografia e per noi giovani degli anni Novanta sembrava un dono di Dio!
      Caspita... Che ricordi...

      Elimina
  8. Ricordo il primo ricevuto (e quindi inviato di rimando) una mia amica, vicina di casa per l'estate.
    Sarà stato il 1999 o 2000.
    Oggi? Non ne mando più, ma mi capita di riceverne (al di là di quelli promozionali). Non sempre internet prende, quindi magari qualcuno me ne manda in situazioni veloci :D
    La loro epoca è decisamente finita... e da un lato mi dispiace, perché prima davvero non bisognava sprecare niente.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio primo cellulare risale alla fine del 1999 e di conseguenza anche il primo SMS.
      Però impossibile ricordarmi a chi lo inviai. Probabilmente a mia madre.

      Elimina
    2. Perché forse per te non ha rappresentato una novità assoluta... eri già "dentro" la questione, ti è sembrata normale.

      Moz-

      Elimina
    3. Vabbè, ma io sono sempre avanti, no?? 😂😂😜

      Elimina
  9. Io li mando ancora (pochi) e ne ricevo (sempre pochi) perché non ho e non voglio avere Whatsapp. Certo ho la chat di fb quindi anche quella può tornare utile. Peraltro io ho sempre preferito il contatto tramite la voce, ci sono meno fraintendimenti e meno perdita di tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il calore delle voci manca sempre di più, ormai.
      Vogliamo parlare delle lunghissime e sterili note audio su WhatsApp? Io le odio. Ogni volta preferisco telefonare e mi dicono che sono antica. :)

      Elimina
  10. Io , come Daniele , niente Whatsupp . Vecchio cellulare Nokia quasi sempre
    spento . Faccio tutto con il fisso ,ricevo, chiamo e parlo .
    In altri casi , una MAIL .
    Vedo coppie in passeggiata , ai tavolini dei bar ecc...con Whatsupp e non si
    parlano più . Le signore a fare la spesa , sempre che parlano .
    Scuso se devono dire qualcosa di urgente .
    Buona giornata . Abbraccio . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma urgente quando mai??
      Persino le coppie "innamorate" sono sedute a cena l'uno di fronte all'altro con i rispettivi smartphone in mano e senza degnarsi di uno sguardo!

      Elimina
  11. Ma lo sai che fino a un anno e mezzo fa circa, io usavo solo quelli!!? : )
    Eh sì , avevo un vecchio cellulare che non mi permetteva di usare Wapp , che poi manco lo sapevo come funzionava : ) : ) Comunque , sì inviavo sms sempre ... Poi , in famiglia credo facessi un po' pena a tutti , per via del mio obsoleto cellulare e così ... me ne hanno regalato uno di nuova generazione.
    E ora ho il mio WhatsApp : ) :) ... certo ora uso di più il WP ma ... di tanto in tanto invio ancora sms
    Ciao Claudia e buon mercoledì : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi sei entrata nel tunnel degli smartphone anche tu.
      Dai su... Se usati con moderazione aiutano a farci sentire vicini alle persone che geograficamente sono lontane da noi, anche se spesso si rischia di allontanare quelle che vivono nella stessa casa.....
      Buon mercoledì a te.
      Un bacio

      Elimina
    2. Hai detto una cosa giustissima che condivido ..."se usati con moderazione" ... e per me vale questa regola.
      Non esiste che io sia incollata al mio cell , quando sono a casa , in famiglia, con gli amici ... in certe situazioni è comunque un valido aiuto.
      Ciao Claudia : )

      Elimina
  12. Ha ragione Daniele, quanti fraintendimenti con Whatsapp.....solo per non fare una telefonata. Mio figlio nè manda in continuazione ha un vecchio nokia e non vuole sapere altro!!!! Baci.♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo lui a non aver ancora ceduto al fascino degli smartphone.
      Mi sento quasi di invidiarlo......

      Elimina
  13. Meglio prendere un caffè insieme seduti al bar non trovo altro che la bellezza di un sorriso.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti io sono una ferma sostenitrice del contatto fisico e diretto.
      Buona giornata

      Elimina
  14. Non li uso più, ora ci sono metodi più aggratis :D
    Comunque ricordo, e odiavo mettere quelle strane "parole", ma dovevo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Considerando quanto sei parsimonioso non avevo dubbi.... :P

      Elimina
  15. Io io invio ancora sms.
    Qualche mese fà ho comprato il nokia 3310 amarcord.
    Fantastico, la batteria dura 15 giorni ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 3310??????
      Quanto l'ho amato, mamma mia.
      Sei ancora capace di comporre una suoneria? Io sapevo fare "Vorrei" dei Lunapop...... <3

      Elimina
  16. Mi capita di usarli per comunicare con chi non ha uno smartphone senza chiamare, spesso è per scrivere proprio "Quando posso chiamarti?"
    Oppure li uso per rispondere a chi, pur avendo altri sistemi di messaggeria, usa gli sms, forse perché non li paga, o forse perché a differenza di Whatsapp non si cancellano dopo un anno. Boh, andrebbe chiesto a loro, non a me. 😁

    Il mio primo sms lo ricordo! Lo inviai al mio migliore amico dell'epoca per dirgli che quello era il mio numero di cellulare, e cortesemente di dirmelo! Non so se ricordi, o se sono stato io a vivere in una bolla fuori dal tempo, ma in origine il numero associato alla sim non era scritto sul contratto poiché veniva assegnato dal gestore dopo alcuni giorni, ad attivazione avvenuta, quindi l'unico modo per conoscere il proprio numero, almeno dove vivevo io, era contattare qualcuno che avesse un display per vederlo! 😲

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia che mi hai ricordato.
      E' vero!! "Ti faccio uno squillo, mi puoi dire il mio numero?".
      L'ho fatto anch'io. Tu invece mandavi direttamente l'SMS.
      Beh, evidentemente io ero più parsimoniosa. Ahahah ;)

      Elimina
    2. Mandai l'sms perché l'amico non era con me, e nessun altro aveva un cellulare nei paraggi. Parlo dell'epoca del Panasonic GD30. 😁

      Elimina
    3. Quanti ricordi.
      Molto sbiaditi, però.
      Se non erro non tutti i telefonini erano abilitati a visualizzare il numero di chi chiamava. Giusto?

      Elimina
    4. Questo non saprei: finché non l'ho avuto (che poi era un cellulare "di famiglia", avrebbe dovuto usarlo chi stava fuori casa più ore) non mi sono posto il quesito. Ricordo che c'erano dei modelli precedenti, Eriksson o forse Motorola, che non avevano display, ma memorizzavano una certa quantità di numeri telefonici per richiamarli con sequenze tipo #1, #2... Abbinamenti che dovevi sapere a memoria o scriverti a parte. Sicuramente quei modelli non visualizzavano il numero non avendo dove farlo. 😁
      Ognuno poi aveva (ma ha tutt'ora) la possibilità di effettuare chiamate senza mostrare il proprio numero.

      Elimina
  17. Io li mandavo fino ad un paio di anni fa perché mia madre e mio padre non avevano uno smartphone. Ora mia madre si è munita e quindi avanti a whatsapp....
    Non credo ritorneranno di moda, ormai siamo troppo fissati con le spunte, gli ultimi accessi ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che casino l'SMS.
      Non sai se l'ha ricevuto.
      Non sai se l'ha letto.
      Anni e anni di stalking legalizzato buttati nel cesso. 😂😂

      Elimina
  18. Li ho mandati ad una mia amica fino alla primavera di quest’anno.
    Lei non ha mai voluto lo smartphone e whatsapp.
    Infatti nei gruppi ( facevamo un corso di chitarra assieme) lasciava il numero del marito che era più “tecnologico”.
    Solo che il marito era costantemente in giro per lavoro e quindi i messaggi dei gruppi glieli giravo su sms.
    Adesso ci siamo persi un po’ di vista ...la cosa assurda è che lavorava per la Vodafone e poteva avere tante agevolazioni sui telefoni 😀 ma non le interessava.
    Mi sa che la risentirò per una pizza ...via sms.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai.
      Un'operatrice della Vodafone che non vuole lo smartphone. Meritebbe una statua per l'originalitá.
      E sí, mandaglielo l'SMS.
      Per una pizza in compagnia vale sempre la pena.

      Elimina
  19. L'sms è la ruota di scorta se non si ha la connessione dati, da usare in caso di emergenza.
    Penso che i mei figli non sappiano neppure che esistano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio. Mi fai sentire vecchissima.
      Penseranno ad un sindacato... 😂😂

      Elimina
    2. Concordo con laperfezionenonfaperme.
      Gli sms servono anche per avere risposta immediata quando non è possibile telefonare!

      Elimina
  20. Il mio primo cell - un bel Nec DB2000 che ho conservato - mi fu regalato nel '99 ed ero abbastanza in ritardo rispetto ad altri. Non sentendo, era inevitabile sperperare i milioni in SMS finché ho ricevuto il mio primo smartphone aziendale circa nel 2013 (tardi anche in questo caso). Ho dovuto mantenere un Nokietto solo per i SMS perché i miei era già tanto se usavano quelli. Ora è rimasto solo mio padre ad usarli, poi con essi ricevo le notifiche dei prelievi/operazioni con carta di credito e le OTP per l'home banking.
    Ma quant'era bello giocare a Snake? Premere il Visualiz. per vedere chi ti avesse scritto? Il primo SMS forse l'ho scambiato col mio ex già cellularmunito, poi la dichiarazione d'amore di un altro sempre vis SMS la ricevetti, infine nel Nokietto ormai dismesso per scheda scaduta ho ancora qualche msg di mia madre buonanima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belli gli SMS della mamma.
      Ma non si cancellano quando la scheda scade?
      O forse erano salvati nella memoria di ferro del meraviglioso Nokia 3310? 😍😍

      Elimina
    2. Cavolo, forse hai ragione, dovrei verificare! Ma sta quasi tutto nelle memoria del Nokia C3-01... Il 3310 l'ho perso secoli prima...

      Elimina
  21. Mando un sms a mia suocera per il suo compleanno. Ma solo su input di mia moglie, ché io manco lo so quand'è il suo compleanno :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Sei un bravo marito, allora.
      E un genero così così. 😉

      Elimina
  22. A me capita raramente di inviarne ma lo faccio ancora, peraltro solo a mio fratello perché a volte non siamo connessi né io e né lui.

    RispondiElimina
  23. io vorrei tornare al gettone

    RispondiElimina
  24. Oh sì che li ricordo... e in questo fine settimana probabilmente 20 anni fa mi sarei buttata alla ricerca forsennata della XmasCard :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa mi hai ricordatooooo.
      La XmasCard. La attendevamo per settimane e ci sentivamo ricchissime a poter inviare cento SMS in un mese.

      Elimina
  25. Il mio primo cellulare è stato un regalo di nonno, il famoso Nokia che tutti hanno avuto.
    Estate del 2000.
    Non ricordo però il primo sms.
    Ricordo però i patimenti quando mandavo gli auguri a certe persone senza essere contraccambiato XD.
    Ah, poi i terribili "squillini" :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terribili???? Meravigliosi.
      Molto più eloquenti dei papiri di oggi....

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.