sabato 27 novembre 2021

Jukebox: 'Emozioni' di Lucio Battisti

 
Buon sabato amici.
Torna l'appuntamento col jukebox di Chi scrive non muore mai.
Questa settimana tocca a Riccardo Giannini del blog "Il caffè di Riky".
La sua scelta è caduta su un brano dell'immenso Lucio Battisti, "Emozioni".
Come ripeto spesso, amo infinitamente Lucio, poiché mi ricorda tanto mio padre. Questa canzone, però, non rientra tra le mie preferite, nonostante sia bellissima e molto famosa.

Pubblicata nel 1970, nell'omonimo album, a firma Battisti e Mogol, rappresenta, infatti, una delle più celebri e ricordate della sua discografia.
Il testo, molto intimistico, descrive un uomo turbato dalla fine di un amore, e diviso tra il dolore e la nostalgia.
Le sue emozioni intense, però, sono incomprensibili per chiunque altro.
Impossibile, infatti, non ricordare il verso iconico del ritornello
"Capire tu non puoi,
tu chiamale se vuoi emozioni".
Perché, al di là di qualsiasi discorso retorico, nessuno può davvero comprendere cosa passi nella mente di un uomo o di una donna che soffre per amore, in quanto ogni esperienza è a sé.
Ma quanto sono belle quelle emozioni che cantava Battisti, seppur fondamentalmente tristi?
Ringrazio Riccardo per avermi permesso di inserire questa canzone nel jukebox, a pochi giorni dall'inizio di dicembre, mese che per antonomasia mi parla dell'assenza di papà.
E ricordo a voi che il jukebox è sempre aperto.
Aspetto le vostre richieste.
Baci.

18 commenti:

  1. "E ricoprir di terra una piantina verde sperando possa
    Nascere un giorno una rosa rossa."

    Più che Lucio Battisti, è questa canzone specifica a ricordare anche a me mio papà, perché era incisa su una delle musicassette registrate da lui tramite le trasmissioni radiofoniche, che da bambino ascoltavo spesso certe mattine in età prescolare. Sulla cassetta in questione, che possiedo ancora anche se probabilmente si sarà smagnetizzata, c'è anche "Sì viaggiare". E la cosa curiosa è che le ascoltavo senza sapere che fossero sue, perché non chiedevo mai "Chi canta?" 😁
    "E stringere le mani per fermare
    Qualcosa che
    È dentro me
    Ma nella mente tua non c'è..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello questo ricordo che ci accomuna.
      Mia madre ha ancora un sacco di musicassette originali di Battisti, acquistate da papà.
      Io, invece, ne conservo i CD.
      Per me era impossibile non sapere chi cantasse queste canzoni, poiché Lucio era praticamente onnipresente in casa. 😅

      Elimina
  2. Grande brano, ottima scelta Riky.
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  3. brano molto bello,buona serata!

    RispondiElimina
  4. Unico, un mito, intramontabile la sua musica, uno dei più grandì e amato cantante di tutti i tempi. Ciao Claudia e buon fine settimana, Angelo.

    RispondiElimina
  5. Grande Lucio , non sapevo che il suo repertorio fosse così vasto .
    Bella canzone , a me piace molto anche "Il mio canto libero" e altre
    ovviamente . "Non è Francesca" la cantava spesso la mia amica Francesca.
    Buona serata anche se in ritardo . Bacioni . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io preferisco "I giardini di marzo". La adoro. E piaceva tanto anche a papà.
      Buonanotte a te. 😘

      Elimina
  6. Si viaggiare
    Evitando le buche più dure
    Senza per questo cadere nelle tue paure
    Gentilmente senza fumo con amore
    Dolcemente viaggiare
    Rallentando per poi accelerare
    Con un ritmo fluente di vita nel cuore
    Gentilmente senza strappi al motore
    E tornare a viaggiare....
    ..

    Bella anche questa ..la vedo come una metafora della vita
    Ma ce ne sarebbero molte altre
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente l'ho letta cantando.
      Per me sono una più bella dell'altra, e non mi stancherei mai di ascoltarle.

      Elimina
  7. Sempre un grande Riky, altro pezzo Top, non tra le sue mie preferite in assoluto, ma certamente una delle più belle ;)

    RispondiElimina
  8. Bellissima questa canzone, come forse ricorderai sono anche io legata a Lucio Battisti (siamo sabini entrambi) e alle sue canzoni. Complimenti a Riccardo per questa canzone che dice cose giuste: le emozioni sicuramente non le si può comprendere qualora non le si provi.

    Nuova richiesta per te: "Mia" di Gatto Panceri.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scegli una canzone bellissima a cui ho già dedicato un post qualche tempo fa, anche se non per il jukebox.
      Eccolo qui
      https://chiscrivenonmuoremai.blogspot.com/2018/09/mia-gatto-panceri.html

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.