venerdì 14 agosto 2020

Qual è la differenza tra opinione e giudizio?

Ho più volte provato a spiegare la differenza tra esprimere un'opinione e giudicare un fatto o una persona.
Per quanto per il dizionario questi due concetti possano essere sinonimi, infatti, ritengo che siano completamente differenti.
In passato ho avuto problemi con una lettrice del blog, proprio perché mi accusava di esprimere dei giudizi, quando invece stavo solo esprimendo la mia opinione.

Su questo blog amo intavolare delle discussioni partendo, ad esempio, dai recenti fatti di cronaca o da episodi che caratterizzano le mie giornate.
Preciso sempre che, però, non intendo minimamente giudicare i protagonisti delle vicende, né ergermi a maestra di vita, ma solo, appunto, dialogare sui fatti.

Diverse di voi hanno ironizzato sul fatto di essere delle madri snaturate perché, a mio contrario, hanno sempre lasciato i propri bambini con i nonni per andarsi a rilassare.
Altre, probabilmente, si sono addirittura sentite offese dalle mie parole, chissà.

Come dico spesso, detesto il fatto che la gente possa sentirsi continuamente additata o giudicata quando, invece, si sta semplicemente dialogando. E' snervante.
Questo atteggiamento, infatti, mi porta spesso a "mettere le mani avanti", precisando che il discorso è generico, e che non mi sento né migliore e né peggiore di altri.
Ma quanta tristezza fa tutto ciò?

E' davvero necessario agitare il fazzoletto bianco ogni volta che si vuole, semplicemente, parlare di un argomento più o meno scottante?
Io, ripeto, di giudizi non ne do mai, poiché sono fermamente convinta che ciascuno sia libero di vivere ed agire come meglio crede (nel rispetto degli altri), e per prima mi infervoro se qualcuno osa giudicare il mio operato.

MA non ho problemi a discorrere di qualsiasi tema, esprimendo la mia opinione che, come tale, può essere giusta o sbagliata, condivisibile o meno.

Lunga vita alle opinioni, allora, e meno ai giudizi.

41 commenti:

  1. Credo che giudizio e opinione siano effettivamente sinonimi: quando do un'opinione sto usando il mio intelletto, la mia mente, le mie esperienze per fornire il mio giudizio su una situazione. La gente secondo me ha paura ormai a dire che giudica qualcosa, ma non essendo dei giudici e non essendo la vita un'aula di tribunale, mica è una sentenza a vita. Inoltre molte persone si trincerano dietro al fatto che, essendo una "opinione", si possa dire qualunque cosa in qualunque modo. Invece no, stai usando il tuo giudizio per giudicare una cosa, e questo significa che, grazie al tuo intelletto, puoi anche capire che ci sono modi e modi per esprimersi, e anche che certe cose è meglio non dirle.
    Questa è la mia opinione 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente i modi sono importanti, e molto.
      Resta che, a mio avviso, giudicare significa entrare nella vita di un altro arrogandosi il diritto di contestarne le eventuali decisioni, mentre esprimere un'opinione quando si fa un discorso, allontanandosi dal caso specifico, è dire "in questo caso, io farei così, perché secondo me...". Non so se sono riuscita a spiegarmi.
      Giudizio è: "Pier, tagliati quei capelli perché sembri un carciofo!", opinione è: "Gli uomini con i capelli lunghi non mi piacciono per niente".

      Elimina
    2. Però vedi, anche nel tuo esempio al giudizio dai un tono negativo, mentre l'opinione è edulcorata, ma nella realtà non è così, e secondo me si perpetua una mentalità sbagliata. I nostri giudizi o opinioni sono spesso mirati, si rivolgono a persone e a contesti specifici, e non sempre sono generici o vaghi. Non diresti di punto in bianco, mentre stai cucinando, "gli uomini con i capelli lunghi non mi piacciono" se non sei davanti ad una persona con i capelli lunghi. Quindi stai giudicando il caso specifico (una mia foto o quella di un attore ad esempio 😂) e fornisci il tuo giudizio: non ti piacciono i capelli lunghi su un uomo. E non c'è nulla di male a chiamarlo giudizio, anzi credo sia meglio che far passare come valida o giusta qualunque cosa si dica solo perché è "un'opinione". Serve più giudizio nel mondo e maggiore responsabilità per quello che si dice agli e degli altri.

      Elimina
    3. Hai proprio ragione, ma è un mio limite.
      Non riesco a non dare al concetto di giudizio una connotazione negativa, perché proprio mi snerva l'idea che qualcuno possa affacciarsi nella mia vita per darmi lezioni di vita.
      "Questo non si fa", "questo non è bello", ecc.
      Per me i giudizi sono, appunto, questi e vengono espressi senza che siano richiesti. Mentre, le opinioni attengono a determinati discorsi e contesti in cui sono, appunto, opportune.
      Io non vengo a darti un'opinione sul tuo taglio di capelli di punto in bianco. Diversamente, se si parla di acconciature sul tuo blog, allora dico la mia.
      Farlo a gamba tesa, invece, e in maniera del tutto decontestualizzata è soltanto esprimere un giudizio per il gusto di seminare zizzania o creare scalpore.

      Elimina
    4. Infatti come spesso dico, se tutte le opinioni fossero giuste e valide, allora non esisterebbe il giusto o sbagliato.

      O come mi trovo costretto a rispondere a volte in certe occasioni "Certo che è una tua opinione, nessuno lo nega. Però resta un'opinione del cazzo (per questo, questo e quest'altro motivo)". E' uno scudo troppo comodo dietro il quale nascondersi per chi non ha argomentazioni valide.

      Elimina
    5. Non ci credo che tu abbia detto a qualcuno "però resta un'opinione del cazzo"!
      Nel caso, sei il mio idolo. 🤣🤣🤣🤣

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. (avevo fatto un errore ed ho riscritto il messaggio)
      Eh lo so. E' il risultato del mio carattere dove coesistono in una bizzarra miscela, sensibilità e pragmatismo.
      In genere sono paziente e diplomatico, però quando mi trovo davanti a casi particolari, allora il mio pragmatismo mi fa capire che prendere il discorso alla larga per non offendere qualcuno che è in torto, non solo in quel caso sarebbe uno spreco di tempo ma anche fatica inutile, perchè tanto non coglierebbe i sottointesi lo stesso. Quindi anche se avrei preferito altrimenti, vado giù diretto.

      Elimina
    8. Ti invidio, sai?
      Anch'io sono mooooolto pragmatica, così come sensibile e ironica, ma certe risposte asciutte non riesco a darle.
      L'ho fatto molto raramente ed è finita malissimo.
      Quindi, per quieto vivere, spiego il mio punto di vista e alla seconda o terza obiezione ricevuta smetto semplicemente di rispondere.

      Elimina
    9. Un'opinione non richiesta non è comunque molto diversa da quello che definisce un "giudizio"; e, al contrario, un giudizio contestualizzato si avvicina alla tua idea di opinione. Ma come diceva Alex, chiamarla "opinione" diventa solo uno scudo, una scusante per dire qualcosa su una situazione che magari nemmeno ci compete. Il problema, in qualunque modo la chiami, è che bisogna appunto avere la capacità di esprimersi e non essere offensivi

      Elimina
  2. Situazione che sblocchi facilmente:
    - "quel cantante è sopravvalutato": giudizio;
    - "secondo me quel cantante è sopravvalutato": opinione.

    Poi sta all'intelligenza e alla buona fede del lettore capire. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Dici che un "secondo me" può fare la differenza?
      Sembra facile... ;)

      Elimina
    2. Nei forum ho imparato che, anteponendo al proprio commento IMHO (it's my humble opinion, è la mia umile opinione) nessuno mi ha mai contestato quanto scritto perché non salivo sul piedistallo a dire la mia ma argomentavo un dibattito.

      Nel parlato credo sia più facile poiché il tono di voce, lo sguardo, aiutano a fare capire il "peso" di quello che dici; talvolta anche le "faccine" usate nei messaggi e nei commenti sono fraintese come degli sfottò: vuoi alleggerire il senso dell'affermazione e vieni letto come uno che "insulta pure da sopra"...
      Se poi uno si sente giudicato nonostante il "secondo me", è un problema suo. 😉

      Elimina
    3. Problema suo, ma mica poi tanto, perché finisce che lo stronzo che esprime giudizi sei comunque tu, pur non avendolo fatto. 🤣🤣

      Elimina
  3. L'opinione può avere al suo interno spesso anche un giudizio. Se io esprimo un dissenso su un comportamento, quell'opinione contiene o diciamo che può contenere, anche un giudizio su chi quel comportamento lo segue. Diverso è se critico un qualcosa di negativo che però non può inquadrare la persona sotto il profilo etico: es. il fumo. Se io dico che il fumo fa male e tutti quelli che fumano non si rendono conto a cosa possono andare in contro, io in questo caso non do un giudizio perché il fatto che una persona fumi non vuol dire che non sia un individuo bellissimo dentro, con un carattere pieno di generosità, simpatia, bontà, altruismo. È solo che fuma e fumare fa male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma magari stai sottintendendo che chi fuma è egoista o che comunque sbaglia.
      Quindi, stai giudicando i fumatori.
      E' un cane che si morde la coda, insomma. Per me la differenza sta tutta nelle intenzioni di chi esprime l'opinione.

      Elimina
  4. Spesso il giudizio viene dato con cattiveria e invidia. Io preferisco le opinioni è più facile intraprendere una conversazione.

    Buon Ferragosto! Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, hai sintetizzato perfettamente quel che ho cercato di spiegare.
      Buon Ferragosto anche a te. 😘

      Elimina
  5. Cara Claudia, prima di dare un giudizio dobbiamo molto riflettere!
    Credo che dobbiamo pure giudicare noi stessi!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tutti fossimo capaci di giudicare noi stessi, di sicuro saremmo più indulgenti con gli altri.

      Elimina
  6. Non è così semplice distinguere gli uni dagli altri, i giudizi dalle opinioni. Forse sul serio sono sinonimi.

    RispondiElimina
  7. Io conosco una Famiglia molto molto ricca e molto molto avara .
    E' un giudizio o semplicemente la verità ??? This is the question ).
    Kisses . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La verità è che quella famiglia è molto avara, il giudizio sarebbe che tutti i ricchi lo sono.
      E spero che non sia così.
      Bacio a te.

      Elimina
  8. ...mmmhhhh....è sottilissimo il confine...spesso si pensa di dare delle opinioni e chi la riceve la vive come un giudizio...io mi dico che ognuno ha ul proprio equilibrio e conosce le proprie situazioni...e di conseguenza si comporta pensa agisce e giudica di conseguenza!😊😉Buon ferragosto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, sì.
      La percezione che ciascuno di noi ha di un giudizio o di una semplice opinione dipende sempre dal nostro vissuto.
      Buon Ferragosto a te.

      Elimina
  9. Credo che giudizio e opinione siano due cose molto differenti.
    Un'opinione è un pensiero relativo ad un determinato argomento e che si espone al fine di poterne parlare con gli altri.
    Un giudizio invece è strettamente legato all'opinione che si ha in merito ad un cerco atteggiamento oppure argomento e può essere positivo o negativo in basa appunto all'opinione personale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimentico sempre che esistono anche i giudizi positivi. Hai fatto bene ad allargare il concetto.

      Elimina
  10. Quanto hanno scritto sull'argomento non mi resta poco spazio perché ormai sono influenzato da quello sopra vige la regola che consigli si danno quando richiesti e che giudica poi sarà giudicato e chi è senza colpa scagli la prima pietra non mettere mai il carro davanti ai voi stringi la corda e corta la via io ho detto la mia e tu dici la tua ma non so se è così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detesto i consigli non richiesti, proprio come i giudizi.

      Elimina
  11. Do ragione a Gas75 nel suo commento più sopra, perchè penso che la differenza sia nel modo in cui si afferma il proprio pensiero: se lo si fa in maniera categorica, viene percepito come un giudizio e quindi l'interlocutore tende a reagire "male"; al contrario se lo si fa in modo più gentile/blando è come se si sottintendesse che l'interlocutore può benissimo pensarla in modo diverso senza che questo porti a liti feroci. Spero di essermi spiegata perchè mi rendo conto che il confine è sottile, soprattutto a volte dipende molto dalla suscettibilità delle persone. Per esempio ricordo che alcuni anni fa in un blog che seguivo in occasione del Natale i lettori erano stati invitati a inviare dei brevi racconti a tema festivo; ne lessi uno che mi piacque particolarmente e commentai esprimendo il mio apprezzamento, paragonandolo anche ad altri. Non l'avesso mai fatti; un'autrice di uno di questi altri racconti mi attaccò per il fatto che, secondo me, l'avevo giudicata. Quindi penso che sia molto difficile interagire certe volte, soprattutto qui sul web dove non abbiamo un contatto diretto con le persone ed è più difficile, mancando di guardarle in faccia, capire quanto e se sono serie nell'esprimere le loro opinioni o i loro giudizi. Davvero a volte un "secondo me" può fare una grossa differenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le difficoltà della comunicazione scritta, a maggior ragione sui social dove tutti si sentono in diritto di dire la propria senza badare alla forma, sono immense.
      E comunque meno male che avevi apprezzato il racconto... Pensa se le avessi detto che faceva schifo. 😅

      Elimina
  12. Le differenze se ci stanno sono molto sottili io azzarderei a dire che son sinonimi.
    Avere un opinione, dare un giudizio ...mah?
    Io son più propenso a giudicare e a cambiare in corsa il mio giudizio un po’ come si fa con le opinioni.....
    😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non azzardi per niente.
      Se lo dice il dizionario... 😉

      Elimina
  13. Una mia amica consigliere comunale ha chiesto il fantomatico bonus.
    Io le ho detto che al posto suo non l'avrei fatto, ma che ognuno fa le proprie scelte pagandone eventualmente le conseguenze. È un giudizio? Anche se lo fosse, ho giudicato una specifica azione e non la persona che l'ha compiuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanch'io l'avrei fatto.
      E non credo che sia un giudizio contro di lei, ma un'opinione generica.
      O forse lo è. Alzo le mani.

      Elimina
  14. E' facile comunque fraintendere, ciò non toglie che una è una cosa e l'altra un'altra, e che non si deve sempre far polemica.

    RispondiElimina
  15. Per me opinione e giudizio sono sinonimi.
    La differenza sta nell'animo con cui diamo l'opinione \ giudizio.
    Bisogna farlo in modo razionale e rispettoso.
    Non con l'intento di colpire la persona che stiamo "giudicando".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo.
      Però va detto che la percezione di chi ascolta fa molto.
      Tu potresti avere tutte le buone intenzioni del mondo, ma se il tuo interlocutore ha la coda di paglia, è finita. 😉

      Elimina
    2. ah chiaro, la comunicazione è imperfetta e quindi essendo imperfetta può generare anche grossi fraintendimenti.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.