domenica 22 agosto 2021

Confessioni di fine estate

 
Quest'oggi ho deciso di rinunciare all'almanacco della domenica, poiché non conoscevo nessuno dei nati o morti famosi in questa giornata.
Allora, mi è venuto in mente che tempo fa mi è capitato spesso di sfruttare la domenica per le confessioni, per scrivere della pagine più intimistiche.
Quindi, ho deciso di tracciare un bilancio di fine estate, sperando che vorrete fare altrettanto con me.

Quella che sta ormai per volgere al termine (sì, lo so che manca ancora un mese, ma come vi ho già detto più volte, per me si conclude col mio compleanno), è stata un'estate importante per me.
Innanzitutto, ho fatto i conti (più del solito) con l'isolamento, perché mio marito è tornato dal lavoro solo a notte fonda, e praticamente non lo abbiamo visto per mesi.
Ma questo è già pesato un sacco a lui, dunque ho sempre finto che non fosse un problema.
Però, ho avuto la prova di quanto io possa cavarmela benissimo da sola (con mio figlio, s'intende), senza far mancare nulla a nessuno dei due.

Poi, ho avuto modo di rimettermi in gioco dal punto di vista lavorativo, con un'offerta insolita e inaspettata. Ho firmato un contratto semestrale ma, mio malgrado, ho rassegnato le dimissioni dopo un mese esatto.
Questo perché riconosco quando un ambiente non è adatto a me, non mi appaga, e non ho paura di ricominciare sempre da zero.
Sì, avrei potuto accorgermene prima di firmare, ma il contratto è partito il giorno dopo rispetto al mio inserimento, e praticamente mi è mancato il tempo di capire i limiti di quel lavoro. E anche i miei.

Per la prima volta, inoltre, ho sperimentato la lontananza da mio figlio, sebbene solo per quattro o cinque ore al giorno.
L'idea di affidarlo tutti i pomeriggi a mia suocera (o a chiunque altro), infatti, non mi rendeva serena, poiché temevo che ne avrebbe sofferto.
Invece, si è divertito un sacco con la nonna, la cuginetta e qualche bambino del vicinato, anche se alla notizia che avrei lasciato il lavoro è volato al settimo cielo.

Insomma, questa stagione che sta per concludersi mi ha vista protagonista di cambiamenti importanti che, però, mi hanno riportata esattamente al punto di partenza, seppur arricchita spiritualmente.
Fra un mesetto Lorenzo inizierà la prima elementare, quindi saremo travolti da un sacco di novità che, sono certa, ci vedranno pronti e felici.
Finalmente Leo comincerà ad essere più presente e, magari, recupereremo il tempo perduto.
Spero di riuscire a programmare una vacanza di pochi giorni, anche se in autunno gli scenari sono sempre tristi.
Ma qualcosa mi verrà in mente. Come sempre.

Allora, buona domenica a voi.
Chissà se avrete voglia di raccontarmi il giorno più bello di questa estate, o il più significativo.
Come sempre, sarò felicissima di ascoltarvi.
Un abbraccio.

29 commenti:

  1. L'inizio della scuola per un figlio è per le famiglie l'inizio di una nuova "normalità" delle varie giornate. 😊 Di questa fase preliminare ricordo con particolare simpatia l'acquisto dei vari accessori: astuccio porta colori, diario, cartella/zainetto, ... Tutto quanto serve per affrontare una nuova avventura.

    La mia estate in due parole: aspetto settembre.
    Soprattutto in queste settimane di corsi sospesi per le vacanze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo già comprato tutto, sai?
      Manca solo il grembiule, perché ho paura che nella sua scuola abbiano richieste particolari e non vorrei acquistarlo sbagliato.

      Il ritorno di settembre lo attendo da anni come una benedizione.
      Forse solo ai tempi della scuola mi dispiaceva, perché significava dovermi rimettere a studiare intensamente.

      Elimina
    2. Già, il grembiule! A me lo fece mia mamma comprando la stoffa adatta, colletto incluso. E ricordo che fece una cucitura particolare, suggerita da suo fratello (mio zio, quando ci stava con la testa, era un bravissimo sarto) per nascondere della stoffa da "liberare" man mano che crescessi.
      Mai amato molto il grembiule, dato che ho fatto la primina e né io né l'altro bambino l'avevamo facendo lezione a casa della maestra. Comunque ogni anno, arrivate le giornate calde, quindi verso maggio, la maestra ci dispensava dal portare il grembiule, per stare un po' più freschi, e infatti nella foto che ho di fine quarta o quinta elementare siamo tutti "casual". 😊

      Elimina
    3. Adesso per settembre e maggio si usa la cosiddetta divisa, composta da un pantaloncino blu e una t-shirt bianca.

      Elimina
  2. Per me , un'estate tranquilla , a parte il caldo .
    I giorni più belli sono stati a Giugno quando è stata qui la mia nipotina .
    Ora sono arrivati Venerdì e si fermeranno "solo" una settimana , poi forse
    non li rivedrò fino al prossimo anno .
    La mia nipotina è allegra , divertente e io mi diverto con lei .
    Peccato che così lontana , non la vedo crescere e imparare cose nuove .
    Mi manca .
    Buona Domenica cara Claudia . Laura ***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, che bella notizia.
      Son felice che adesso stiate insieme, anche se per poco.
      Dai, magari torneranno per le vacanze di Natale.
      Incrocio le dita. 😘
      Dalle un bacione da parte mia.
      Noi oggi facciamo un picnic in un bosco non troppo lontano da casa.
      Lorenzo adora le "avventure".
      Buona domenica. 😘

      Elimina
  3. Mi era sfuggito il tuo compleanno, quindi... auguri in ritardo! :)
    Quanto all'estate, non mi è mai piaciuta come stagione: è la stagione in cui tutti scappano e chi resta si sente ancora più solo, una stagione falsa, dove si è quasi obbligati a divertirsi per forza. Ma tra poco a settembre sarà il mio di compleanno :) e da lì ripartirò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrò di dimenticarmi anche del tuo, allora.
      Scherzo, ovviamente!
      Io più che l'estate, non sopporto le feste programmate in cui sembra che si debba fare per forza qualcosa (Pasquetta, primo maggio, Ferragosto, ecc).
      Buona domenica.

      Elimina
  4. Io sto passando un'estate tranquilla, non mi posso lamentare, sono stata al mare, adesso sono in montagna , sono stata un po'da sola, un po' in compagnia..niente di eccezionale ma tutto bene. Non ho più impegni lavorativi e, a settembre, mi aspetta un piccolo viaggio, se va tutto bene, quindi andiamo avanti così. Una cosa che mi ha dati fastidio è stato il caldo insopportabile dei giorni a casa, purtroppo le estati ora , hanno questo aspetto negativo. Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che se vivessi in Puglia saresti abituata a sentirti letteralmente arrostire per almeno un paio di mesi.
      Fortuna che il peggio è passato.
      Speriamo che il tuo viaggetto sia fattibile. Io ho sempre il terrore che ci chiudano di nuovo.
      Un bacio.

      Elimina
  5. La mia estate è come tutte le estati: pesante e difficile. Come ho ribadito più volte, odio il caldo. Mi rende pigra, passiva e di cattivo umore. Ammetto che poteva andare peggio perchè la notte ha quasi sempre rinfrescato e quindi in casa non si è stato troppo male, a parte alcuni giorni in cui avrei volentieri sbattuto la testa contro il muro. Per me l'estate è il periodo in cui non succede nulla, anche se comunque non mi annoio perchè di cose da fare ne trovo sempre. Quest'anno poi di vacanze nessuna, a parte i pochi giorni in montagna a fine giugno. Attendo con ansia l'autunno, insomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh dai, meglio pochi che niente.
      Noi non facciamo una vera pausa dall'inizio di marzo.
      Quindi ne sentiamo eccome l'esigenza.
      Però in autunno io non amo spostarmi. Piove sempre, fa freddo, c'è desolazione ovunque. Non trovo mai mete interessanti. 😔

      Elimina
  6. Auguri per l'inizio scuola e goditi la vita!

    RispondiElimina
  7. Nessun giorno significativo ahimè, tanti giorni roventi però..
    Buona Domenica ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che da martedì arriverà un po' di pioggia. Speriamo!

      Elimina
  8. Sei una donna così ottimista e serena, che saprai godere del riposo autunnale come ogni anno, ne sono sicura :)
    Mi spiace per il lavoro andato in fumo dopo appena un mese ma non mi sembri molto scossa per cui presumo che sia stato meglio così.
    Per me non è ancora tempo di fare un bilancio dell'estate per cui me ne tiro fuori al momento e magari lo scriverò più avanti, chissà.
    Un abbraccio e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non era un'opportunità che mi avrebbe cambiato la vita, ma solo un'occupazione part time che mi permettesse di staccare dalla routine familiare e sentirmi "utile" anche fuori casa.
      Il problema, però, è che non era un ambiente molto sano e le mie mansioni non corrispondevano a quelle che avevo accettato in fase di colloquio.
      Insomma, avrei resistito fino a gennaio proprio per onorare il contratto, ma l'avrei fatto comunque controvoglia e, soprattutto, portando a casa tensioni che avrebbero turbato l'equilibrio familiare.
      Ecco perché la decisione presa è stata drastica ma inevitabile.
      Un abbraccio a te.

      Elimina
    2. A maggior ragione hai fatto bene :)
      A presto.

      Elimina
  9. La mia è stata un'estate all'insegna della preoccupazione e del disagio generale purtroppo. Ho iniziato un nuovo lavoro a fine maggio che mi ha completamente assorbito fino alle ferie di agosto. Partita per qualche giorno al mare, mi sono sentita male per via del troppo caldo e diciamo che non me la sono goduta per niente. Tornata a casa, sono cominciate le ansie riguardati al lavoro e alla mia vita in generale e alla fatidica domanda: cosa sto facendo esattamente della mia vita?
    Il mio ragazzo sta per partire in Erasmus per 4 mesi e sarà piuttosto dura per me perchè faccio veramente troppo affidamento su di lui e ho paura di come starò ritrovandomi da sola per la prima volta dopo tanti anni.
    Insomma, un'estate da dimenticare :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace molto per i malesseri che ti affliggono.
      Credo, però, che restare lontana dal tuo fidanzato ti aiuterà a prendere più consapevolezza di te stessa e del tuo valore.
      Sarà un ottimo test, insomma.
      Ricorda che solo stando bene da soli possiamo star bene con gli altri. ❤️

      Elimina
  10. Estate quasi andatata ..bella a me piace il caldo...lavoro tanto..non lamentiamoci c'e!!..vacanze solo in giornata ..ma va benissimo .
    Parto mattina presto ..qua ad 1 ora ..mare.. montagna ..lago ..città meravigliose.. trentino ..Lombardia..Emiliaromagna ..
    ..
    Faccio in giornata ..non devo chiedere ..guardi gatti..cani...fiori ....voglio godermi casa ..se il lavoro rallenta un po ..e anche godermi le stagioni e la...Vita!!.
    Ah mi piace ilcaldo..anche il gelo ..le nebbie ..i colori autunno e primavera..
    Confessioni d'estate...
    Ciao ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piacciono sia il caldo che il gelo???? Ma di che malattia soffri?!?!
      Ahahahhaha
      Scherzo, ovviamente.
      Io detesto sia l'uno che l'altro.
      Lunga vita alle mezze stagioni che, come dicono i vecchietti come me, non esistono più. 😅😘

      Elimina
    2. mi piace l'estate ,ma anche l'inverno ,l'autunno, e la primavera ..bello l'estate ,vestiti leggeri ,dormire con le finestre aperte ,,il calore del sole sulla pelle ..l'inverno guardare i film sul divano sotto la copertina ..a letto col piumone ..poi vestirsi a strati piumino ,sciarpa ,guanti ..stai fuori freddo entri casa tepore .. poi i colori dell'autunno quei gironi a volte freschini altri tiepidi ..le prime nebbie ..giallo ,rosso arancione delle foglie ..e la primavera con i suoi colori brillanti ? la marea di fiori sboccianti ?...
      siiii son strana ..TANTTOOOOOO

      Elimina
    3. Non sei strana. Sei fantastica! <3

      Elimina
  11. Ciao! Che coraggio che hai nei tuoi cambi lavoro. E che bel rapporto con tuo figlio. Ti ammiro!
    Il mio giorno preferito è stato il 16 agosto. Mi avevano dato il lunedì libero ma non l'ho detto a nessuno. Me ne sono stato in casa a scrivere, preparando vari post di cui ho programmato la pubblicazione in vari giorni di agosto. Ci voleva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo a rintanarti tra "le sudate carte".
      Ti ringrazio per la stima.
      Quando decidemmo con mio marito di avere un figlio, fummo categorici e concordi sul fatto che avrei lasciato il mio lavoro alla reception degli alberghi, per poterlo crescere ed educare personalmente, senza delegare terzi.
      Dunque, eccetto durante le mattinate scolastiche, siamo insieme h24 e tutti riconoscono la sua dolcezza e i suoi modi garbati. Questo è motivo di vanto per me, e vale qualsiasi contratto a tempo indeterminato, o stipendio da urlo. 😉

      Elimina
  12. Questa è un'ottima estate per me perché, avendo cambiato ufficio, ho potuto prendere 3 settimane a luglio e 3 ad agosto (prima max 2 perché il mio lavoro sapeva farlo solo una collega), passate interamente al campeggio. E mio figlio venerdì ha iniziato a lavorare in una ristogastronomia chic, spero gli vada tutto bene, è rimasto a casa da solo. Qui vedo solo un'amica, leggo e mi crogiolo. Peccato per il tuo lavoro, ma so che ti si apriranno altre porte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero anch'io che tuo figlio si trovi bene e che possa intraprendere questo percorso con costanza.
      Sei settimane di ferie in due mesi sono un record.
      Potrei odiarti, lo sai? Ahahahahha ❤️

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.