mercoledì 4 agosto 2021

Francesco... era una vita che ti stavo aspettando!

 
Come vi avevo accennato, sabato 31 luglio ho assistito al concerto di Francesco Renga e del suo trio acustico (Fulvio Arnoldi (chitarra acustica e tastiere), Vincenzo Messina (pianoforte e tastiere) e Stefano Brandoni (chitarre)), presso l'Arena degli Ulivi a Fasano.
Ho scattato decine di fotografie con lo smartphone, ma sono venute così sfuocate che praticamente potrebbero ritrarre un cantante qualsiasi e voi non vi accorgereste della differenza.
Per questo, per gentile concessione degli organizzatori dell'evento, tra cui l'amica Laura De Mola, vi mostro alcuni scatti che mi ha inviato il fotografo Francesco Schiavone. I video, invece, sono miei. Dunque mi scuso per la loro pessima qualità, ma riguardano quelle che sono le mie canzoni preferite e che mi emozionano un sacco.
Il concerto è iniziato con la bellissima "Il mio giorno più bello nel mondo" di cui vi avevo già parlato.
Non sono mancati, poi, altri brani che mi porto nel cuore, tra cui "Vivendo adesso",
"Era una vita che ti stavo aspettando" (che dà il titolo al mio post).
Ma non solo. Spazio ai primi successi che hanno decretato la popolarità del cantautore bresciano, quali l'intramontabile "Raccontami", e ad un omaggio al grande Franco Battiato con "La stagione dell'amore".
Infine, vi mostro il video di un estratto della mia amatissima "A un isolato da te". Tra i cori stonatissimi che sentite in sottofondo, c'è anche la mia voce. E spero che nessun maestro di canto mi querelerà, ma l'emozione è stata forte e non potevo esimermi dal cantare questi brani, a maggior ragione il mio passo preferito che recita "Piuttosto che essere normale hai scelto d'essere felice!".
Insomma, la carrellata di video si conclude qui.
Devo riconoscere che, durante l'esecuzione di "Angelo", Francesco ha sbagliato il testo della canzone. Quindi, mi sento di dare ragione a chi sosteneva che è un incidente che avviene spesso nei suoi concerti, e che tutto questo romanticismo non c'è stato durante il concertone del primo maggio, sebbene io ci abbia creduto.
Infine, vi saluto con qualche scatto che mi raffigura insieme a mia madre che faceva di tutto per evitare il mio obiettivo, e a Lorenzo che è stato felicissimo di accompagnarmi.




20 commenti:

  1. Grazie per queste pillole del concerto.
    Renga è un cantautore gradevole ma che non mi fa impazzire.
    E tu stai bene con la treccia 😊, come farà invece Renga ad andare in giro con quella chioma a queste temperature? 😥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirmelo. Me lo sono chiesto per tutto il concerto.
      Sudrà tantissimo. E speriamo che almeno lui si lavi (rifacendoci al discorso di ieri).
      Poi, era vestito completamente di nero e si mimetizzava col buio.
      Praticamente dalle mie foto non gli si vedeva proprio il viso. Sembrava un cespuglio (nero) che si muoveva. 😂😂😂

      P.S. La treccia è il mio must per tutta l'estate. A differenza di Francesco non sopporto i capelli lunghi sul collo, e considerando che corti li odio, mi sembra un buon compromesso. 😅

      Elimina
  2. E'un cantante che non amo particolarmnente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace, ma al di là di questo, ho sempre amato molto i concerti.
      Dunque parteciperei volentieri a (quasi) qualunque concerto.
      Il quasi perché non sopporterei, ad esempio, Gigi D'Alessio, Vasco Rossi e l'heavy metal.

      Elimina
  3. E Lorenzo non dormiva? No scherzo, nonostante tutto contento per te ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo.
      L'ultima foto è stata scattata intorno alle 23.15, poco prima di andarcene, ed era ancora bello pimpante.
      Il concerto gli è piaciuto molto e ancora canticchia le canzoni di Renga.
      L'unico problema è che non stava fermo sulla sedia, ma voleva stare in braccio a me.

      Elimina
  4. Sono contenta per questa bella serata che avete trascorso insieme.
    "Il mio giorno più bello nel mondo" te l'avevo richiesta io per il juke box, una canzone a cui sono affezionata.
    Ci voleva una serata così ;)
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii!
      Apprezzo sempre le tue richieste, ma questa ancora di più, visto che amo il brano e Renga.
      È stata una serata bellissima.
      Se ci fosse stato mio marito sarebbe andata ancora meglio, ma d'estate va così.
      In compenso, però, ho potuto condividere un momento felice con mia madre. 😍

      Elimina
  5. Grazie grazie grazie, così l'ho rivisto anch'io, molto volentieri
    Questi eventi non si possono perdere. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà ho girato pochi video, perché ho preferito godermi lo spettacolo senza il telefono in mano.
      Ma non potevo esimermi dal registrare qualcosa per voi. ❤️

      Elimina
  6. Dai che si ricomincia concerti e quant'altro ..insomma normalità...
    Bravoooo Francesco..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era ora che si ricominciasse.
      Anche se a settembre staremo punto e a capo per colpa dei tanti che non hanno voluto vaccinarsi.
      Scommettiamo? 😭😭

      Elimina
  7. Immagino come te la sei goduta una serata così . Bravo Renga ma , tutto
    vestito di nero , con giacca , capelloni e cantare sotto i riflettori con questo caldo...Speriamo che poi sia andato a farsi una bella doccia .Ahah
    Che belle foto ; Nonna Mamma e nipote , da fare un quadretto .
    Lorenzo è da "strucon" Laura ***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poverino, sudava tantissimo.
      Certo, di sera vestirsi di nero o di giallo cambia poco, tanto non ci sono i raggi solari a riscaldare i vestiti, ma comunque almeno un punto luminoso addosso poteva metterselo, come i giubbotti catarifrangenti.
      Ahahahaha

      Elimina
  8. Buon pomeriggio Claudia
    Oggi è tornato il caldo, ho voluto andare su YouTube e ascoltare qualche pezzo da te consigliato non è male anche se non lo ascolto spesso e alla alla radio Bruno lo passano il giusto
    Ritengo che sia un poeta o lui o chi scrive per lui ha una sensibilità veramente grande Grazie della condivisione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti dissi, ho un amico che lavora per radio Bruno. Gli tirerò le orecchie, allora, intimandogli di trasmettere più spesso le canzoni di Renga. Ahahahah

      Elimina
  9. Ecco cosa mi manca ancora da fare nella mia vita....assistere a un concerto con la mia Miki! Lo faremo senz'altro prima o poi...Dev'essere bellissimo andare a un concerto con un figlio. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È meraviglioso.
      Soprattutto se si tratta di un cantante che piace sia a te che a lei.
      Spero che potrete provare presto questa esperienza. ❤️

      Elimina
  10. Che bello! Certi eventi sono davvero magici.

    Mi ha fatto un po' sorridere che Renga dimenticasse un po' di testo.. ma bè, può capitare! :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, può capitare eccome.
      Chissà se dopo miliardi di concerti, cantanti del suo calibro abbiano ancora un po' di ansia da prestazione.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.