sabato 7 novembre 2020

Ciao Stefano. Anche lassù, 'chi fermerà la musica?'

 
Edizione speciale del jukebox di Chi scrive non muore mai, per omaggiare Stefano D'Orazio, storico batterista dei Pooh, scomparso la scorsa notte, a 72 anni, in seguito a una lunga malattia, culminata col contagio da Covid-19.
Un fratello per il resto della band, un idolo per milioni di fans.

Sulla loro pagina Facebook, gli amici di sempre hanno scritto:

STEFANO CI HA LASCIATO!
Due ore fa... era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato... oggi pomeriggio, dopo giorni di paura, sembrava che la situazione stesse migliorando... poi, stasera, la terribile notizia.
Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa.
Preghiamo per lui.
Ciao Stefano, nostro amico per sempre...
Roby, Dodi, Red, Riccardo

Proprio con queste parole, voglio ricordarlo su questa pagina dedicata alla musica, alle canzoni che resteranno nel cuore di ciascuno di noi.
Tra i mille successi del gruppo, ho scelto uno dei più iconici, che mi trasmette molta carica, certa che Stefano vorrebbe che nessuno fermasse la musica. Nemmeno oggi.

(Se non visualizzi il video, clicca qui.)

28 commenti:

  1. cito l'amico Valentino Berti, speaker di Radio Gamma, che lo conosceva:
    "Grande professionista e soprattutto persona perbene".
    Poche parole, ma direi perfette..
    RIP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stessa cosa che hanno detto i Pooh.
      Significa che il suo essere, appunto, una persona perbene era una dote riconosciuta da tutti.

      Elimina
  2. Ho letto ora , un pugno nello stomaco . Non è vero che non si soffre per
    le persone che non si conoscono personalmente . Io soffro anche per le
    persone che conosco attraverso i canali di informazione .
    Io sono sempre stata una fans dei Pooh , visti e ascoltati anche a Genova .

    Vola in alto , Stefano , fai ascoltare la tua musica agli Angeli .
    Ciao . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So benissimo che sei una fan dei Pooh, e infatti quando ho letto la notizia della morte di Stefano, appena sveglia, ho pensato a te. <3

      Elimina
  3. Giusto omaggiare Stefano D'Orazio, esprimo il mio cordoglio ai familiari e agli amici.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
  4. Triste notizia appresa stamattina da Facebook, da un mio contatto che suona in una cover band dei Pooh. Stefano era il meno "vip" del gruppo, mi dava sempre l'idea di tenersi un passo dietro ai compagni nelle interviste, con la sua voce dolce e pacata, e uno sguardo buono.

    Queste morti ravvicinate nel mondo dello spettacolo, in un periodo difficile per tutti... Sto iniziando a deprimermi.

    Vero che nessuno fermerà la musica, ma non sarà più la stessa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse queste morti ravvicinate nel mondo dello spettacolo possono farci capire che la vita è davvero un attimo, e non fa sconti a nessuno, a maggior ragione in un periodo critico come questo (sebbene in molti casi il Covid non c'entri nulla con i decessi).

      Elimina
  5. Quando ho saputo la notizia sono rimasto di sasso. Poi ho pensato alla sua musica e mi sono un po' commosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bravissimo artista, non solo un batterista. Anche cantante, paroliere. Un musicista a tutto tondo.

      Elimina
  6. io che sono cresciuta con le canzoni dei POOH, che mi hanno accompagnata quando mi sono sposata, che talmente le sento in casa che i miei figli le adorano, che nei mesi più duri mi hanno tenuta compagnia, ho pianto, come se questo Covid avesse portato via un componente della mia famiglia. Si era dedicato anche al teatro e aveva scritto un libro. Un uomo semplice. Ma le sue canzoni resteranno vive per sempre.
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aveva anche scritto una canzone proprio per dare speranza a tutti noi in questa lotta contro un nemico invisibile, ma molto crudele. 😔

      Elimina
  7. Mi spiace molto, ho sempre amato i Pooh e tutte le loro canzoni. Praticamente le canzoni dei Pooh hanno accompagnato tutta la mia vita. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io li ho sempre amati, pur essendo molto giovane.
      Conosco quasi tutte le loro canzoni a memoria.

      Elimina
  8. E non i fermerà, perché continuerà (lui) a suonare nelle nostre orecchie.
    Comunque 2020 pessimo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un anno terribile che, temo, sarà ancora lunghissimo.

      Elimina
  9. Un altro grande è volato via!RIP

    RispondiElimina
  10. Quando un personaggio famoso se ne và fa sempre notizia, per la sua popolarità ed a cicli si continua a ricordare, ma ricordiamoci anche di tutti gli altri poco conosciuti e poi, sarà una fatalità ma quando succede si chiuse sempre in un triangolo...ciao Claudia, anche se non commento spesso i post (ma di tutti)li guardo sempre e li leggo ma come te quelli lunghi... vado molto di fretta, non riesco a leggerli con attenzione. Buon fine settimana, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La morte prematura dovrebbe lasciarci non indifferenti a prescindere che tocchi a persone famose o meno.
      Buon fine settimana anche a te e grazie di esserci sempre.

      Elimina
  11. Non ho mai amato i Pooh, ma mi dispiace molto. Mi è sempre sembrato una persona a posto. E poi, al di là dei miei gusti musicali, non posso di certo restare indifferente di fronte alla storia del suo gruppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla storia della sua band, ma anche al suo personale talento.

      Elimina
  12. Sempre graditi gli omaggi, compreso questo musicale, RIP.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le radio oggi non trasmettono altro che I Pooh.
      Da stamattina ho beccato quasi tutto il loro repertorio.

      Elimina
  13. Mi dispiace per Stefano e mi piace il messaggio emozionato dei suoi amici di sempre. Una bella band, che ha cavalcato l'onda per così tanti anni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una band che, sono certa, continuerà ad emozionarci ancora, sebbene orfana di un pezzo di cuore.

      Elimina
  14. Credo anch'io che ci sarà una piccola Réunion di beneficenza per un omaggio a Stefano, almeno spero di vederli ancora "gli amici per sempre"....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che non sarà l'unica.
      A prescindere dalla morte di Stefano, continueranno a regalarci concerti.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.