venerdì 14 gennaio 2022

L'odissea del telespettatore: quando i film terminano a notte fonda

 
Qualche giorno fa, sulla mia pagina Facebook, si parlava del fatto che i film in tv cominciassero ormai sempre più tardi, rendendone impossibile la visione per coloro che, il giorno dopo, devono svegliarsi presto.
Allora, mi è venuta voglia di scrivere qualcosa in merito.
I nostalgici dei bei tempi andati, ricorderanno quando, fino agli anni Ottanta, la prima serata cominciava subito dopo il telegiornale delle 20, e quindi intorno alle 20,35.

Con la diffusione di programmi cosiddetti preserali (quali "Striscia la Notizia" per le reti Mediaset, nel 1988), però, il prime time si spostò di circa mezz'ora, e film e trasmissioni presero a cominciare intorno alle 21.
Poco male, considerando che tra le infinite sessioni di spot pubblicitari e la durata dei film stessi, questi riuscivano comunque a terminare entro le 23. Un orario gestibile, insomma, per coloro che la mattina seguente dovevano andare al lavoro, e avevano la sveglia intorno alle sei e mezza.

Eppure, ormai da diversi anni, "Striscia" e simili ("Affari tuoi", "I soliti ignoti", ecc.), non terminano prima delle 21.30 (ufficialmente, perché in realtà si protraggono anche fino alle 21.40).
Ne consegue che film e trasmissioni non iniziano prima delle 21.45, per terminare poco prima di mezzanotte.

Insomma, sarà per questo che sempre più telespettatori scelgono canali a pagamento quali Netflix, Sky e simili?
E' fisiologicamente possibile restare incollati alla tv fino a notte fonda, senza che la palpebra cali inesorabilmente? Per me no.
Difatti, quando alla sera consulto l'App col palinsesto televisivo (non disponendo di tv a pagamento), scelgo sempre un film su una rete secondaria, che possa terminare non oltre le 23, o al massimo mi accontento di guardare una trasmissione, a cui dirò addio quando sarò troppo stanca.
E chiariamo che ho solo 34 anni, perché il discorso comincia a sembrare perfetto per un pensionato.

Voi, invece, riuscite a seguire i ritmi della televisione pubblica?

Per gentile concessione dell'amico Miki Moz, eccovi delle immagini di due guide televisive del 1993 e del 2004, in cui la prima serata iniziava (ancora) alle 20,40 e alle 21.
Rai - Settembre 1993

Fininvest - Settembre 1993

Rai - 2004

Mediaset - 2004

44 commenti:

  1. buongiorno Claudia, mi hai letto nel pensiero. Sono uno che alle 22,30 chiude spesso. La mattina ha l'oro in bocca e come non approfittarne?
    Sinceramente una volta distrutto dai telegiornali e i commentatori, meglio un po' di musica che mi accompagna al riposo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non guardo mai il telegiornale di sera, perché se no poi faccio gli incubi.
      Meglio guardarlo a pranzo. 😅

      Elimina
  2. Anch'io ho lo stesso problema,mi addormento sempre sul divano,per fortuna che non vado al lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, in realtà, non resisto a lungo davanti alla tv nemmeno il sabato sera, considerando che la domenica potrei dormire più a lungo.

      Elimina
  3. Raiplay e TimVision sono utilissime per vedere i programmi quando ti pare e non essere vincolato ad orari impossibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TimVision è comunque a pagamento, mentre RaiPlay ti ripropone quello che va in onda sui canali Rai. E posso dirti che non guardo mai la Rai, perché propone sempre trasmissioni, serie tv e simili.
      Io odio le serie. Un film decente su Raiuno lo trovo una volta al mese, o anche meno. 😅

      Elimina
  4. Hai esplorato uno dei motivi per cui ho abbandonato la televisione. Oramai la televisione è un intrattenimento per insonni e nullafacenti. E la colpa, come accenni, è dell'introduzione del programma preserale che negli anni si è andato ad allungare.
    La motivazione è che le abitudini e i ritmi degli italiani sono cambiati, ma credo confondano causa con effetti: le hanno fatte cambiare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente le abitudini sono cambiate. Basti pensare che molti tornano dal lavoro alle 21. Ma comunque guardare un film mentre cenano va anche bene. Invece come potrebbero resistere svegli fino a mezzanotte dopo una giornata sfiancante?

      Elimina
    2. Per chi rientra alle 21 esiste la possibilità di registrare i programmi e iniziare a vederli "in differita" mentre vanno ancora in onda, dando modo ai "tradizionalisti" di avere la trasmissione alle 20.40, e contenti tutti.
      Posticipando fanno contenti quelli che rientrano tardi ma penalizzano chi è già in casa e/o la mattina ha la sveglia presto.

      Elimina
    3. No, no. Forse mi son spiegata male. Non intendevo che è giusto far cominciare i programmi più tardi per andare incontro a chi rincasa alle 21. Dicevo il contrario. Cioè che se torni alle 21 stanco, mangi una cosa al volo e vai a letto a rilassarti. Quindi per me l'orario ideale per un film sarebbe 20.50 - 22.50.
      Non un minuto in più. Invece aspettare fino alle 21.45 guardando programmi di bassa lega è noiosissimo.

      Elimina
    4. Secondo me, se questo orario delle 21.45 si è consolidato, credo che non siano pochi quelli che, anche rientrando alle 21 a casa, vedano la televisione. Altrimenti non avrebbe senso fare aspettare chi è già a casa da prima.
      Del resto, l'unica cosa che ogni tanto vedo secondo i palinsesti è l'anticipo di pallavolo del sabato, fissato per le 20.30 circa. Per il resto facessero tutti i preserali che vogliono: non seguo né quelli né il programma che c'è dopo, e tanto meno mi struggo per essermi perso qualcosa degli ultimi venti anni circa. 😎

      Elimina
  5. Io con la TV non ho rapporti perché mi scoccia accenderla e i pochi sottotitoli fanno schifo, ne ho 4 di cui una adibita a monitor per la Xbox, due usate solo dai miei coinquilini e una al mare che ho lasciato spenta per due anni e per cui dovrò comprare il decoder o buttarla. Giusto qualche sera fa, su segnalazione, ho visto Meraviglie con Alberto Angela, ma verso le 23 mi era già partito l'abbiocco. Degli orari non mi importa nulla perché tanto vedo solo qualche partita in chiaro, ma ricordo bene che quando ero piccola i film partivano alle 20,30-40. Mi trovo molto meglio con Netflix, che sottotitola tutto e ha un'offerta vastissima (e non mi costa nulla perché mi aggancio all'account del mio ex!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Guardi Netflix a scrocco, allora.
      Mica male.
      Il tuo ex vuole fornire i dati del suo account anche a me? 😂😂😂
      Mio marito adora i programmi di Piero ed Alberto Angela, e lo guarda in salotto, perché io proprio non li tollero. Ma la maggior parte delle volte lo becco a russare sul divano e lo butto giù. 😂😂

      Elimina
  6. Io ormai i film in TV li evito come la peste, se posso, e li guardo solo se passano qualcosa che non riesco a recuperare su Netflix/Prime o se è un film già visto che magari posso terminare serenamente e andare a dormire prima che finisca.
    Non solo perché ormai è imbarazzante la quantità di pubblicità, interruzioni varie e cretinate assortite che precedono un film e lo interrompono, ma anche perché, già da quando terminavano alle 23, sono stufa di vedere tagli inopportuni, scene interrotte che spezzano il ritmo al momento della pubblicità, titoli di coda troncati ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidenzi un altro problema fastidiosissimo.
      Anche se i film cominciassero alle 20, comunque arriverei alle 22 annoiata e infastidita per via delle cento pause pubblicitarie.
      E pensare che quella della prima serata è la fascia più redditizia nel campo della pubblicità.
      Ma davvero qualcuno riesce a guardare gli spot senza sonnecchiare o brontolare? 😅

      Elimina
  7. Bisogna iniziare la prima serata più presto.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo.
      Ormai è diventata una prima nottata! 😂😂

      Elimina
  8. Io sono cresciuto con "alle 20.30 su Canale 5" tanto che la uso ancora come battuta.
    Ci siamo spostati di un'ora in avanti, ma effettivamente pensandoci cos'è cambiato?
    Ebbene... CHI alle 20.30 (o 20.40, 20.50...) è già libero sul divano?
    Un tempo si, oggi è come se si lavorasse fino a tardi... Non so. Prima non c'era l'access prime time, una fascia ottima per ascolti e introiti. Boh.
    Le 21, ma anche 21.10 a voler girare è un buon compromesso. Ma ti pare normale che ieri sera Harry Potter è finito attorno a mezzanotte e mezza, e CHUCKY annunciato dallo spot come"seconda serata" sia arrivato praticamente oltre quella che un tempo era la TERZA serata?
    Mah...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio ieri ho visto su Italia2 la pubblicità della "Notte Horror".
      Per fortuna su quella rete può iniziare attorno alle 23, mentre se la facessero ancora su Italia1, comincerebbe a mezzanotte inoltrata.
      Harry Potter è già lunghissimo di per sé, con tutte le pause pubblicitarie sei stato fortunato che non finisse alle due!

      Elimina
  9. Guarda...ho perso il conto delle volte in cui mi sono scocciato e sono andato a nanna senza aspettare la fine del film (anche perché - perfidamente - più ti avvicini alla fine e più pubblicità ti mettono). In ogni caso ho perso assai poco, considerato l'uso limitato della TV (TG e poco altro). a meno che non facciano un film che mi interessa davvero, preferisco un buon libro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io puntualmente mi addormento e il giorno seguente prego di trovare la fine del film su Wikipedia. Ahahahah
      Ma sì, anche a me capita di rado, visto che ho imparato ad addormentarmi quando ne ho voglia, e non quando le pubblicità me lo consentono. ;)

      Elimina
  10. Non so nemmeno più da quanti anni non guardo la TV pubblica. Da principio mi abbonai a Sky, ora ho Netflix. E i motivi sono vari; in origine il fatto che non sopportassi le interruzioni pubblicitarie nè gradissi quanto proposto in chiaro. Su Sky avevo una grande selezione di film vecchi e nuovi tra cui scegliere. Con Netflix ora ho anche la comodità di guardare le cose quando mi pare, di interromperle e riprenderle come voglio. L'unica cosa che mi scoccia di tutta questa situazione è che mi tocca pagare lo stesso il canone RAI anche se non guardo la RAI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirmelo.
      Fosse per me mi farei oscurare le reti Rai. Tanto non le guardo praticamente MAI.
      E invece, tocca pagare il canone che poi servirà a coprire gli stipendi a nove zeri dei soliti noiosissimi conduttori, e simili.
      vedi, ad esempio, Amadeus che conduce cento programmi e quest'anno sarà al timone del Festival per l'ennesima volta.
      Ma no, non guardo nemmeno quello, quindi la cosa non mi turba né mi riguarda.
      Sono certa, però, che se l'esenzione dal canone fosse concessa a chi non guarda la Rai, a seguire Amadeus and partners resterebbero in dodici. Ahahahahah

      Elimina
  11. A me piaceva quando i film iniziavano alla fine del telegiornale e finivano ad un orario decente. Anche perchè trasmissioni come "Striscia la notizia", "I soliti ignoti" sono belline ma tutte le sere ... !!! Io non devo andare a lavorare il giorno dopo ma tante volte mi si chiudono gli occhi e il film , come finisce ? Bo !!! Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellini, dici? A me snervano. Quindi ne farei volutamente a meno.
      Magari potrebbero trasmetterle dopo il tg del pranzo. Anche se a quell'ora non le guarderebbe nessuno. Alle 20.30 funzionano perché, semplicemente, se vuoi vedere un film non hai scelta nell'attesa. 😅

      Elimina
  12. Di sera cerco sempre un film decente perchè tra fiction , serial , horror ,
    i vari Harry Potter ecc...mi rimane ben poco da scegliere .
    Se trovo un film che mi piace , lo guardo finire , altrimenti vado a nanna .
    Se c'è pubblicità faccio altro e poi ritorno .
    Ha ragione Cavaliere , i programmi di prima serata devono incominciare
    prima , dopo il Telegiornale e non dopo i vari giochetti...Uffaaaaaaa
    Buona giornata . Besos . L.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai altro e poi torni?
      Io amo guardare i film sotto al mio caldo piumone, quindi durante la pubblicità al massimo vado a fare la pipì, ma non potrei fare nient'altro. 😂😂😂

      Elimina
  13. Poche volte guardo film su tv ..
    Insomma comincia 21.30+/-
    Tra una pubblicità e l'altra si fa 11.30 ..
    Se posso guardo su prime o Netflix..
    ..ah j primi tempi che vedevo li..stavo sempre li ad aspettare pubblicità x a dare in bagno 😲🤣🤣🤣
    Se vedo su questi qua film fine ad ora decente ....ma il problema è che guardo il film ..si prolunga tra pubblicità ed altro...i addormento e mi incavolo perché non so come è finito 🤣😲

    Ciso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahha
      Quindi in pratica ti facevi la pipì addosso, per l'assenza della pubblicità? 😂😂😂😂

      Elimina
    2. Nooooo dai!!
      Ma sai quando sei abituata...
      Bohhh sti qua non smettono??🤣🤣🤣🤣
      Però posso dirti le tante volte che mi son addormentata e arrabbiata..chissà come è finito???

      Elimina
    3. Più o meno quello che succede a me quando provo a guardare un film. L'ultima pubblicità è la più lunga di tutte, e crollo inesorabilmente, anche se il film è fantastico. 😅

      Elimina
  14. Sfondi una porta aperta. E' assurdo far cominciare un film alle 21,45 e poi infarcirlo di pubblicità. Ormai in tv guardo solo i telegiornali e le trasmissioni di politica (lo so... mi faccio del male, ma mi appassiona ancora). Però chi ama davvero il cinema non lo può vedere sulle reti generaliste: pensa che io sono di quelli che non sopporta nemmeno l'intervallo. Quando vedo un film lo voglio vedere senza alcuna interruzione, e in tv ormai è impossibile.
    Comunque il discorso non vale solo per i film: io ho 49 anni e faccio il pendolare da quando ne avevo 23. Ogni mattina mi alzo alle 7 (prima anche alle 6,30) e ti assicuro che alla lunga si accusa... è dura recuperare il sonno perduto. E far terminare un programma a mezzanotte non è per tutti. Almeno non per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto.
      Perdere ore di sonno non fa bene a nessuno, a qualsiasi età.
      Per me l'ideale sarebbe addormentarmi alle 22.30, ma con qualche sbadiglio resisto fino alle 23.
      Però non spreco un minuto in più della mia giornata dietro a seimila spot pubblicitari o film che termineranno a notte fonda.
      Per stasera, ad esempio, ho scelto il mio amato Alessandro Borghese con i suoi "4 Ristoranti", che termina alle 22.45.
      Come dice lui, voto diesci!

      Elimina
  15. Valuto sera per sera cosa guardare alla TV, questo è proprio il momento della giornata in cui lo faccio... Pur non avendo problemi a ricorrere ai canali secondari, a differenza di tutti quelli che conosco che sembrano abbonati a Canale 5, devo dire che raramente trovo qualcosa che sia davvero di mio gradimento, i film più belli li fanno sempre negli orari notturni 😑
    Non avendo Netflix e simili, vorrei una Rai Play più ricca nella sezione film "recenti"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo neanche che RaiPlay avesse una sezione film recenti.
      Ma si tratta di film comunque già trasmessi sulle reti Rai, oppure no?
      Non mi sono mai informata in merito, perché già il prefisso Rai mi genera indigestione. 😅

      Elimina
    2. sì, gira e rigira trovo sempre quel tipo di film, questo intendevo... 👍 Nella Smart TV ho anche Rakuten che propone altri film, solo che ci infilano un sacco di spot in mezzo e ultimamente non prendeva...

      Elimina
    3. Non la conosco, ma magari domani provo a scaricarla. Anche se la mia tv non è Android, quindi non so se è compatibile con quest'App.

      Elimina
    4. Ale, ho trovato Rakuten sulla mia tv, ma mi permette solo di noleggiare o acquistare film. Quindi è comunque a pagamento.
      Considerando che parlavi di molti spot, ero convinta fosse gratuita. 😭

      Elimina
    5. A me risultano pure dei film gratuiti 👍proprio ieri sera ne ho visto uno, "Crimen Perfect - Finché morte non li separi", bel film peraltro... 🙂

      Elimina
    6. Devo capire, allora, come trovare quelli gratuiti.
      Perché non posso cliccarli tutti un per uno. 😅

      Elimina
  16. Hai ragione. Le trasmissioni in prima serata iniziano troppo tardi e finiscono ad orari che sono improponibili per chi, il giorno dopo, dovrà alzarsi presto. Io guardo tv e pc contemporaneamente, così, in particolare durante la pubblicità, scrivo commenti sui blog, su Facebook o scrivo mail, così almeno non mi addormento! Quelle poche volte che mi sono seduta sul divano, mi sono addormentata proprio sul finale. Vedere un film senza conoscerne la fine è frustrante! Che rabbia! Così cerco di tenermi perennemente occupata, senza contare che le trasmissioni che valga veramente la pena di vedere sono sempre di meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le trasmissioni e i film interessanti sulla tv pubblica si possono contare sulle dita di una mano, infatti.
      Io, a tuo contrario, dopo le 21 cerco di non consultare nemmeno lo smartohone. Vorrei rilassarmi a letto, guardando la tv, ma finisce che mi addormento prima dell'inizio del film. 😂😂

      Elimina
  17. E infatti non vedo più film (da anni, da quando ho Sky, e sono già 10) dai canali pubblici, al massimo li registro. Comunque sì, molto meglio prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come si fa a registrare un film? Io sono rimasta all'epoca delle videocassette. 😅

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.