martedì 18 gennaio 2022

Neonata abbandonata a -20 gradi in Siberia: salva per miracolo

 
In Russia, il 7 gennaio si festeggia il Natale ortodosso.
La vicenda che vi racconto oggi risale proprio a questa giornata, quindi, possiamo considerarla un miracolo natalizio.
Siamo nel villaggio di Sosnovka, e cinque adolescenti stanno passeggiando per festeggiare la ricorrenza.
Il termometro segna venti gradi sotto lo zero. I ragazzi notano uno strano pacco sul ciglio della strada, da cui provengono dei lamenti.

All'interno trovano una neonata che riescono a scorgere solo illuminando la scatola col display dei cellulari.
Immediatamente, uno di loro telefona ai suoi genitori che giungono sul posto e portano la piccola in ospedale.

Si tratta di una bambina di circa tre giorni, con ancora il cordone ombelicale attaccato.
Il terrore che si fosse congelata è comune a tutti, ma per fortuna la neonata sta bene.
I genitori di uno degli adolescenti, Dmitry e Anna Litvinov, pur avendo già tre figli, si sono immediatamente detti disponibili ad adottarla, ma la prassi da seguire, in Russia, è abbastanza lunga e articolata.

Quel che è certo è che questa piccola guerriera è stata fortunatissima ad essere trovata prima che il gelo della Siberia la portasse via, e si spera che potrà trovare al più presto il calore di una famiglia che la ami oltre ogni misura.

Ai cinque ragazzi, invece, giunga un sonoro applauso per aver salvato una vita indifesa, scongiurando la peggiore delle tragedie.

18 commenti:

  1. Una lezione d'amore per chi l'aveva abbandonata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora mi chiedo come si possa abbandonare una neonata.
      Poi, lasciarla in mezzo alla strada con una temperatura così bassa, significa condannarla a morte. Un discorso diverso vale per chi, almeno, abbandona i figli in ospedale, in chiesa o nella culla per la vita.
      Posto che non mi sento di giustificare nemmeno costoro.

      Elimina
  2. Mi unisco al tuo applauso per i ragazzi.

    RispondiElimina
  3. Bravi ragazzi e auguri alla piccola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che la vita possa restituirle tutto l'amore che non ha mai conosciuto.

      Elimina
  4. 💖 bellissima storia!!
    Piccola guerriera ti auguro un mondo di bene..💕💕💕
    Se hai superato questo niente ti potrà far paura 💖abbraccio immenso a te ed ai tuoi salvatori😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sua sopravvivenza è un vero miracolo.
      A quella temperatura io sarei morta anche avvolta in otto giubbotti.

      Elimina
  5. mi sono venuti i brividi a leggere 😨😨😱😱

    RispondiElimina
  6. Come si può abbandonare un fagottino al freddo e andarsene? è un gesto totalmente contronatura.
    Per fortuna è andato tutto bene.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ho visto in tv, una storia davvero incredibile, finita fortunatamente (e miracolosamente) nei migliori dei modi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa povera bambina ha almeno cento angeli custodi che la proteggono.

      Elimina
  8. Io mi chiedo che cosa ha spinto questa donna a lasciare sua figlia
    al freddo e al gelo . Ci sono altri posti dove lasciare una figlia
    non voluta . Per fortuna dei ragazzi l'hanno trovata e messa in salvo .
    Auguro alla piccola di trovare genitori che la amino come una figlia
    propria .
    Buona giornata . Abbraccione . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi che piuttosto ci si debba pensare mille volte prima di metterla al mondo questa figlia non voluta.
      Lo sai che sono favorevole all'aborto e non mi si venga a dire che uccidere una creatura viva è minimamente paragonabile ad abortire dopo poche settimane di gestazione.
      Buona giornata a te.
      Bacio.

      Elimina
  9. La sorte ha voluto che qualcuno passasse di lì nel breve. Sono convinto che c è più generosità in un giovane in chi è consumato da una vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Chiamiamola sorte, destino, Dio o in qualsiasi altro modo, ma quel che conta è che la bambina stia bene.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.