domenica 15 settembre 2019

Buona domenica

Buona domenica amici.
In questi giorni riaprono le scuole di ogni ordine e grado, quindi ho pensato di dedicare il mio pensiero della domenica all'importanza dell'istruzione.
L'ho fatto prendendo in prestito le parole del grande Nelson Mandela.
"L'istruzione é l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo".

Davvero basterebbe così poco per cambiare la triste società in cui viviamo?
La risposta è sí!
Pensate cosa accadrebbe se fossimo tutti abbastanza acculturati da poter giudicare le circostanze con i nostri occhi e la nostra testa, invece di lasciarci guidare da "chi ne sa di più".
Ma non solo.

La maggior parte delle brutture del mondo deriva proprio dell'ignoranza di chi lo popola, dall'egoismo, dall'invidia e dalla paura.
Tutte caratteristiche dovute all'assenza di istruzione.

Allora, non lasciate trascorrere un'altra giornata senza leggere due pagine di un buon libro, sfogliare un quotidiano, scrivere.
Aprite la mente e ricordate che non è mai troppo tardi per acculturarsi un po'.

Nel pomeriggio porto Lorenzo in biblioteca. Adoro vederlo sfogliare i libricini dopo aver detto "mamma, leggo un po'".
E chissà cosa immagina con i suoi occhi di bambino scorrendo delle lettere che per lui sono ancora soltanto curiose macchie d'inchiostro.
Di sicuro, gli stimola la fantasia, perché quando gli chiedo di leggere anche per me mi racconta un sacco di storie.
Voi sapreste ancora farlo? 😉

32 commenti:

  1. Curare la fantasia è sicuramente la seconda cosa più importante dopo l'istruzione. La fantasia apre infinite porte in più, e l'immaginazione è la benzina del voler conoscere.
    Aprire mente e cuore, sempre, ben oltre i consueti orizzonti.
    Ed il compiti è di genitori presenti e sensibili, e di insegnanti pazienti e capaci. Ricetta semplice, a dirsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da te, maestro di fantasia che si traduce in arte, vale doppio.
      Prima o poi ti manderò un audio con una storia di Lorenzo e chissà che non ti ispiri una poesia.. 😉
      Buona domenica. 😗

      Elimina
  2. Buona domenica a te e a tutti gli altri utenti di questo blog :-)

    nonostante il clima che ho sempre respirato a casa mia, più che altro per il rapporto dei miei, posso comunque dire di essere cresciuto in un ambiente "culturalmente sano": Musica, libri e (anche se non mi riguarda) pittura erano sempre all'ordine del giorno. Complice il fatto che mio padre è un ex studente di un istituto d'arte con la passione anche per la fotografia e questo aspetto creativo ha evidentemente incuriosito mia madre in gioventù, già abile lettrice dalla mentalità aperta.

    Un libro è sempre presente, qua da me. E sempre lo sarà ;-) Per chi avrà fatto caso tutte queste influenze, anche cinematografici, sono presente al lato del mio blog come ultime letture, album ascoltati o film visti. Non per spacconeria, quanto proprio per condividere e scuotere la curiosità delle persone nel vedere cosa trattano le determinate cose e chissà, spingere a leggere o anche ad acculturarsi un pochettino.

    Una mia piccola vittoria morale, per esempio, è aver riacceso la fiamma della lettura ad una mia cara collega, con cui ho un meraviglioso rapporto lavorativo. Sono soddisfazioni! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo, e lei presto o tardi te ne sarà grata.
      Io leggo poco in verità (libri), ma moltissimi quotidiani.
      L'informazione è la mia passione. Anche mia madre amava dipingere da ragazza e non ti nascondo che piaceva anche a me, ma non sono mai stata particolarmente portata.
      Da lei ho ereditato solo il dono della scrittura, che tutti voi siete costretti a toccare con mano ogni giorno.... 😅

      Elimina
  3. l'istruzione a istruirsi. la curiosità necessaria per curiosare e capire. sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dice che quando si perde la curiosità di imparare e di scoprire si è un po' morti dentro, no?

      Elimina
  4. Cara Claudia, che bello iniziare la giornata entrando nel tuo blog, qui leggi sempre delle cose importanti, se pensiamo a quel personaggio che veramente cambiò il mondo.
    Se pensiamo ai tempi che lui si trovava in carcere ed era considerato un criminale.
    Tutto poteva succedere, neanche una fantasia poteva immaginare quello che lui a portato.
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un personaggio che merita onore eterno.
      Buona domenica a te, caro Tomaso.
      Un abbraccio

      Elimina
  5. La cultura è l’unica droga che crea indipendenza.
    (Anonimo)
    Questa frase riassume quello che dico sempre ai miei figli.
    Buona domenica Claudia 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima.
      L'indipendenza fa rima con la libertà.
      Meravigliosa.
      Buona domenica a te.

      Elimina
  6. Buona domenica a tutti, ammetto di non essere mai stata una grande lettrice, al contrario di mio marito che li ha divorati e sinceramente si sente che è un uomo pieno di cultura, adesso vorrei recuperare ma il tempo è talmente poco e da fare ce ne tanto, sinceramente faccio fatica a mandare avanti perfino il mio blog, però sono pentita di non averlo fatto più spesso, ti auguro una buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non è mai troppo tardi.
      Quindi arriverà il momento in cui avrai più tempo libero da dedicare a quello che desideri e, quindi, magari alla lettura.
      Buona domenica.
      Un abbraccio

      Elimina
  7. Buona domenica e soprattutto buona lettura!

    RispondiElimina
  8. Pienamente d'accordo con il tuo pensiero!

    Si racconta che da piccolo ero un po' come Lorenzo: anche se i miei non mi portassero mai in biblioteca, quando andavamo a casa di amici o parenti, invece di fare come molti coetanei che iniziano a toccare tutto, e incapaci di stare seduto, io prendevo un libro, una rivista, un quotidiano, e sfogliavo buono e tranquillo per tutto il tempo, tranne quando avevo una domanda da porre "ai grandi" per farmi spiegare una foto... Questo forse mi isolava dal giocare coi coetanei, ma ero stato "abituato a restare figlio unico" e la cosa non mi pesava.
    Di lì a breve, i miei pensarono di comprarmi qualcosa di "adatto" alla mia età, e iniziai a sfogliare, e poi leggere, Braccio di Ferro (che colleziono tutt'ora). Non saprei dire quando imparai a leggere, se non fosse impossibile direi che l'ho sempre saputo fare: poche settimane fa ho ritrovato un vecchio album da colorare dove c'è la mia grafia che scrive a tutto tondo luogo e data, e l'anno è il 1978, quando avevo tre anni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita!
      Ricordavo che avessi imparato presto a leggere, ma saper scrivere a tre anni è davvero da bambino prodigio.
      Lorenzo detesta persino disegnare. Ci discuto spesso per invogliarlo almeno a colorare, ma sostiene di annoiarsi.
      Sicuramente verrà il tempo in cui vorrà approcciarsi a carta e penna. Mi piace rispettare i suoi spazi.

      Elimina
  9. Condivido, sulla frase e il tuo discorso ;)

    RispondiElimina
  10. Salve Claudia,
    sono abbastanza d'accordo sul contenuto del suo post anche se converrá con me che purtroppo cultura non sempre sia sinonimo di ''non-ignoranza''. Anzi,a volte più si studia più ci si eleva a depositari di chissà quali verità universali...
    Inolte,molte persone acculturate ritengono che il titolo di studio sia un metro di giudizio per valutare la caratura di una persona,quando invece essere in possesso di una laurea non decreta necessariamente essere dotati anche di nobiltà d'animo...
    A mio -modestissimo- parere.
    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simona,
      Non potrei essere più d'accordo con lei.
      Conosco troppe persone laureate che peccano di ottusitá.
      C'è da dire, poi, che sono la prima a sostenere che i titoli non contino nulla se non sono supportati da una preparazione sia pratica che teorica.
      Se leggerà la mia biografia, infatti, scoprirà che collaboro con i giornali da metà della mia vita senza mai aver voluto prendere il tesserino da pubblicista.
      Un attestato in più sul muro non mi serve per dimostrare nulla a nessuno.. 😉
      Grazie per il suo prezioso intervento.
      Buona giornata.

      Elimina
  11. Ricordo la mia adolescenza e in realtà anche gli anni prima, passavo intere giornate a leggere. Un libro che mi prendeva particolarmente non mi faceva dormire, ero capace di svegliarmi nel cuore della notte o la mattina prestissimo per continuare a leggerlo. Ero, sono, curiosa, non mi spaventa il diverso, le cose sconosciute, tendo sempre a provare prima di dare un giudizio. Io sono di carattere così, mi piace conoscere argomenti, documentarmi, capire le cose, e lì dove non è arrivata la scuola, ci sono arrivata da sola, o ci arriverò, spero. La scuola è importante è vero, ma questo purtroppo dipende dagli insegnanti che si incontrano. Purtroppo, perché non tutti fanno il loro mestiere per passione, curiosità, voglia di far conoscere, ci sono insegnanti che non trasmettono nulla, se non noia e rabbia. La scuola si è importante, come è importante il ruolo dei genitori, degli amici che si frequentano. Le cose funzionano se innanzitutto si ha la voglia, la curiosità di conoscere e poi scuola, genitori e amici devono indirizzarti per il verso giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul ruolo delle insegnanti potrei scrivere un libro.
      Io sono stata abbastanza fortunata, mio figlio molto meno. Infatti ho scelto di cambiargli la scuola e spero che la prossima sia migliore.
      Grazie per la tua testimonianza.
      Buona serata.

      Elimina
  12. Io ho un curiosità insaziabile ma un'energia insufficiente xD Proprio ieri pensavo a quanto mi dispiaccia che, a causa del lavoro, non riesco più a dedicare il giusto tempo alle giuste cose; al blog, alla lettura, allo studio delle lingue, all'astronomia...quante cose vorrei fare e quanto mi sento una persona migliore quando posso approfittare di una nuova occasione per imparare *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile che tu possa essere una persona ancora migliore, visto quanto sei cara.
      Comunque non temere, avrai tempo anche per te stessa.
      Il lavoro è duro i primi tempi, poi l'organizzazione vien da sé.
      Un bacione e buona serata.

      Elimina
  13. Ciao che blog interessante!
    Ti seguo con molto piacere! Se ti va passa a trovarmi ho da poco aperto il mio piccolo blog e mi farebbe piacere se passassi a trovarmi!
    Ti aspetto, un abbraccio Chantal!

    www.chan-fol.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta.
      Vengo subito a dare un'occhiata.
      Buon inizio di settimana.

      Elimina
  14. I suoni ispirano sempre emozioni, e la frase di Mandela contiene una verità assoluta. Concordo con Franco Battaglia istruzione e fantasia sono ingredienti vitali per una luminosa esistenza.

    RispondiElimina
  15. I bambini hanno un bagaglio di fantasie davvero bello e stimolante.
    Chissà che dolce il tuo Lorenzo quando ti racconta le storie :)
    In bocca al lupo per la sua ripresa della scuola. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara.
      Comincerà domani.
      Pubblicherò due righe in merito.
      Un bacio

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.