martedì 7 aprile 2020

I rischi della quarantena per le automobili: la batteria scarica

Una delle conseguenze da non sottovalutare della quarantena è la salute delle nostre automobili.
Se gli ambientalisti staranno tirando un sospiro di sollievo, infatti, per le migliaia di auto ferme da settimane, questo potrebbe influire negativamente sulle nostre tasche.
E' molto importante, quindi, continuare a prendersi cura della propria vettura, seppur rispettando l'obbligo di restare a casa.
Negli ultimi giorni, mentre mi recavo al supermercato, mi è capitato di vedere diverse auto col cofano anteriore aperto e il guidatore di turno con le mani letteralmente nei capelli.
Evidentemente avrà sottovalutato la corretta manutenzione della batteria.

Anni fa, commisi lo stesso errore.
Quando ero incinta di Lorenzo, infatti, trattandosi di una gravidanza a rischio per vari fattori, decisi coscientemente di non guidare.
Premetto che mio marito detesta la mia Smart, e che quindi si rifiutava categoricamente di usarla.
Capitava, però, che me la mettesse in moto su richiesta, così come facevo anch'io quando uscivo. Una pratica che, comunque, non accadeva troppo spesso.
Così dopo pochi mesi la batteria mi abbandonò e non bastò l'intervento dell'elettrauto, poiché fu completamente da sostituire.
E diciamo che trattandosi di un'automobile col sistema automatico start&stop, la spesa fu anche abbastanza onerosa.

Insomma, cari amici e lettori, non dimenticatevi della vostra automobile che, spero molto presto, vi condurrà al lavoro o ovunque vogliate.
Quali sono le accortezze da mettere in pratica?
Un tempo, quando le auto non erano elettroniche come oggi, bastava staccare un polo della batteria.
Adesso, invece, qualsiasi elettrauto sconsiglia di farlo, perché dannoso per la vettura.
Dunque, un paio di volte alla settimana, vi consiglio di mettere in moto l'automobile, verificando che il motorino di avviamento non tardi a far accendere l'auto.
Se questo funzionerà regolarmente, potrete spegnere il motore dopo un paio di minuti. Diversamente, invece, conviene lasciare la macchina in moto per almeno un quarto d'ora (pur restando ferma), per permettere alla batteria di ricaricarsi.
Di sicuro sarebbe preferibile usare la vettura almeno una volta alla settimana, per andare a fare la spesa (ad esempio), restando ligi alle regole, ma nel caso di famiglie in cui si possiedono più automobili diventerà impossibile farle girare tutte.
Quindi, non vi resta che scendere in garage o nel parcheggio nei pressi della vostra abitazione e metterle in moto come descritto.

Consiglio banale, lo so, ma magari trascurato dai più.

37 commenti:

  1. Mi hai fatto venire l'ansia :D, per fortuna entro il fine settimana posso riprendere a fare qualche giro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto falla mettere in moto da tuo padre.
      Altrimenti cominciate a pregare che qualche elettrauto ve la rianimi. Ahahah

      Elimina
  2. La mia macchina è ferma dall'8 marzo e se non mi scordassi la chiave ogni volta che esco, la metterei in moto... confido sul fatto che la batteria avrà sui 6 mesi di vita e che altre volte è partita tranquillamente dopo un mese di dormienza. Mi preoccupa di più il motorino, che già di suo riluttava a partire dopo il fermo del weekend. La settimana scorsa l'ho messo in moto molto a fatica e qualcosa mi dice che dovrò cercargli una batteria. Non conosco lo start & stop ma lo ritengo più seccante che utile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo start&stop è odiosissimo, infatti io lo disattivo ad ogni accensione.
      E' una funzione automatica per cui, se ti fermi al semaforo, ad esempio, l'automobile si spegne da sola per riaccendersi quando semplicemente acceleri.
      Una cosa inutile al cento per cento, visto che si spegna ogni volta che freni, anche solo per far attraversare un pedone.
      Il problema è che la mia Smart ne era dotata di serie, e se anche chiedessi all'elettrauto di bypassare questa funzione, comunque a macchina necessiterebbe di una batteria idonea.
      Insomma, doppia fregatura.
      Ma, per fortuna, in dieci anni di onorato servizio, ho dovuto sostituire la batteria una sola volta.
      Quanto a te, invece, non trascurare troppo né la macchina e né il motorino. Mettiti un promemoria sul cellulare e falli partire.

      Elimina
  3. Capita anche questo in regime di lockdown.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto ci è possibile, tentiamo di limitare i danni.

      Elimina
  4. Cara Claudia, sicuramente che questo è un problema per molti, io quasi ogni due giorni la prendo per fare la spesa, andiamo alla mattina presto cerchiamo di essere alle 8.00 quando aprono, così siamo sicuri che non ce quasi nessuno, due cose, una bene la auto due prendiamo qualcosa per mangiare e bere, tutto qui, sai qui ancora non siamo obbligati.
    Ciao e buona giornata con un forte e sentito abbraccio e pure il sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che non siete costretti a stare a casa in Svizzera, ma forse non è prudente uscire ogni giorno.
      Stai molto attento, mi raccomando. <3

      Elimina
    2. Sai se usciamo, lo facciamo sempre al mattino presto, non ce nessuno!!!

      Elimina
  5. Già fatto, sono a piedi da metà marzo! Ho smesso di usare l'auto per via del lockdown e la prima volta che sono andata a prenderla per andare al supermercato, ho scoperto che la batteria si era scaricata. A quel punto ho deciso di lasciarla così e di caricarla quando potrò usarla di nuovo, quindi mi faccio accompagnare al supermercato da uno dei figli, che logicamente mi aspetta seduto dentro. Ad ogni modo la userei appunto solo per andare al supermercato, probabilmente se la caricassi, la volta dopo sarei a piedi di nuovo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la caricassi o sostituissi e ti ricordassi di metterla in moto (anche senza utilizzarla) un paio di volte alla settimana, non avresti alcun problema.

      Elimina
  6. Proprio stamattina sono andato in garage a mettere in moto l'auto, basta poco per evitare spiacevoli sorprese.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Il mio post potrebbe servire a coloro i quali magari non ci pensavano.

      Elimina
  7. Hai fatto bene a dirlo perché secondo me in molti se ne sono dimenticati. Ho seguito una diretta Instagram dove facevano notare la cosa e penso che dopo tutti si sono fiondati ad accendere l'auto XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensare che ho scritto questo post una decina di giorni fa, ma ne rimandavo sempre la pubblicazione temendo che fosse troppo demenziale...

      Elimina
  8. Muta, che io sono rimasta senza lavastoviglie! 😭😭

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non la accendevi abbastanza? Ahah
      Ma io sono una coraggiosa e voglio esagerare, dandoti una notizia per te imbarazzante.
      Quando ho comprato la mia casa, c'era la cucina in muratura con annessi elettrodomestici.
      Tra questi una lavastoviglie con pochi mesi di vita.
      L'HO VENDUTA. Non sapevo cosa farmene. I piatti li lavo a mano. Consumo meno acqua e tempo. 😅😅

      Elimina
    2. Non la vedo indispensabile nemmeno io e anch’io l’ho comprata tardivamente, però, lo sai com’è, no? Niente è indispensabile, poi ti abitui alla comodità...

      Elimina
    3. Ti perdono solo perché siete in 4, oer giunta adulti e, magari, la riempi ad ogni pasto.
      Qui avrei dovuto attendere almeno due giorni per avviarla e mi faceva schifo l'idea di tenere i piatti sporchi tanto a lungo.

      Elimina
  9. Non me ne parlare !!! Mi si è scaricata tutta la batteria, il meccanico me l'ha cambiata e, due giorni dopo, era scarica completamente !!! Ora, dopo essere stata di nuovo dal meccanico, sembra che vada !! Speriamo in bene. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita. Non vorrei che fosse un problema più serio. Speriamo di no.
      Buona serata.

      Elimina
  10. Ciao Claudia, non vorreei sbagliarmi, ma visto che le macchine sono totalmente compiuterizzate con centraline varie, il mettere in moto per un quarto d'ora serve poco, bisogna camminare. Una volta si anche da ferma si ricaricava la batteria perchè c'era l'altrnatore che caricava la bobina dello spinterogeno e di conseguenza la batteria, ma adesso che è tutto eletronico mi sembra che non sia così. Comunque il tuo consiglio di accendere ogni tanto la macchina è validissimo. Ciao e buona serata, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio meccanico mi ha garantito che questo procedimento è perfetto per qualsiasi automobile.
      Se non è vero, gli consiglieró di cambiare mestiere. 🤣🤣

      Elimina
    2. Si ma non penso che risolva molto appena rintraccio il mio elettrauto ti faccio sapere, ciao buona notte.

      Elimina
  11. Ecco, una cosa che mi manca taaaantoooo, e di cui però puntualmente mi lamento, è guidare. Di solito mi lamento perché io lo faccio nel traffico di Roma, sul raccordo, nelle ore di punta. Però, però... mi manca quel momento in cui la mattina - intorno alle 8,10 - lanc... ehm... accompagno Lollo a scuola dopo aver portato Vitto all'asilo, poi entro in macchina, sospiro (di soddisfazione perché anche quella mattina ce l'ho fatta a non saltare la campana e per me è sempre un traguardo), mi accendo la prima sigaretta della giornata, sparo lo stereo a palle e... viiiiaaaaaaaaaaa...
    Sì, quel momento mi manca tanto.
    Vado ad accendere la macchina :((
    Mi porto una sigaretta... :((((

    Ti abbraccio fortissimo tesoro mio! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei dirti "molla quella sigaretta", ma ora più che mai ne avrai bisogno per distendere i nervi.
      Quindi, accendine una anche per me che ho sempre detestato i fumatori. 😜

      Elimina
  12. Mai pensato a tutto ciò, comunque una volta a settimana la si prende la macchina (quella di mio fratello..) quindi nessun problema ;)

    RispondiElimina
  13. Noi continuiamo ad andare a lavoro per cui continuiamo pure ad usare l'auto, ma il tragitto è breve, speriamo che basti a non farla rovinare.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma basta sicuramente.
      Mi pare che conduciate la stessa vita di sempre, eccezion fatta per la gita della domenica.

      Elimina
  14. Ottimo consiglio: a volte presi come siamo da tante banalità e pensieri quotidiani trascuriamo queste piccole cose. Un memo è sempre utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Ho deciso di scrivere questo post quando mi sono resa conto che persino mio marito che è scrupolosissimo con la sua automobile non la metteva in moto da dieci giorni.

      Elimina
  15. È stato uno dei miei problemi, infatti l'ho messa in moto restando in garage, e mio padre la prende una volta a settimana (vorrei di più ma ha già due auto da usare)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, il problema si pone per le famiglie in cui vi sono più automobili, ma a fare la spesa ci può andare una sola persona.

      Elimina
  16. messa in moto oggi dopo parecchie settimane, tutto ok. Lo faccio anche con le moto almeno una volta alla settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ha retto parecchie settimane? Wow! Allora l'auto è nuova, oppure sei stato molto fortunato.

      Elimina

La parte che più amo del blogging è la condivisione e il confronto.
Fammi sapere cosa ne pensi del mio post!