martedì 29 dicembre 2020

Il giorno più bello del 2020

 
L'anno sta per volgere al termine, e ho pensato che potesse essere bello inondare la blogosfera di pensieri felici.
Dunque, vorrei che ciascuno di voi si soffermasse a riflettere sul giorno più bello vissuto in questo 2020 durissimo, e me lo raccontasse.
Come sapete, io sono parecchio smemorata, quindi non saprei indicarvi un momento esatto in cui sono stata particolarmente felice.

Spulciando tra i social e il blog, però, ho trovato il diario di una meravigliosa giornata trascorsa allo Zoosafari, in occasione dell'onomastico di mio figlio (10 agosto), che vi avevo già raccontato QUI.

Di sicuro, di momenti felici ce ne sono stati diversi.
Basti pensare alla prima volta in cui ho potuto rivedere mia madre, al termine del primo lockdown, il 4 maggio.
A quando ho riaccompagnato mio figlio a scuola, il 25 settembre, esaudendo il suo sogno più grande, nonostante la paura che il virus potesse fargli del male.
Ai pochi incontri con gli amici durante l'estate e a quegli abbracci a lungo proibiti, ma che in alcuni casi sono stati del tutto inevitabili.
Ad un nuovo progetto lavorativo che ho messo in piedi in pochi giorni, quando mi sono resa conto che il Covid aveva compromesso irrimediabilmente il numero delle mie pubblicazioni sul giornale con cui collabor(av)o.

Insomma, di buono ce n'è stato e ce ne sarà.
Chissà se, al mio contrario, avete un ricordo specifico e dettagliato di questo 2020 che volge al termine.
Scommetto di sì, e non vedo l'ora di leggerlo.
La parola a voi.

56 commenti:

  1. In primo luogo l'essermi svegliato ogni mattina senza i sintomi del coronavirus.

    Quando uno dei miei studenti ha chiesto la parola per condividere l'essere stato contattato da una azienda interessata alla figura professionale che stava formando durante il corso.

    Aver iniziato a lavorare con lezioni da casa.

    Il messaggio vocale di Lorenzo dopo aver visto "Ponyo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A saperlo che bastava così poco per renderti felice, ti mandavo un audio al giorno. 😉

      Elimina
  2. Il 2 novembre, giorno in cui ho finalmente avuto la certezza di aver "ricostruito" me stesso, al culmine di un percorso iniziato anni prima.
    E questa certezza mi ha permesso di godere al meglio di queste ultime settimane del 2020 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un caso che la tua ricostruzione coincida col giorno dedicato ai morti? Ahahha 😜

      Elimina
    2. Caso bizzaro..ma è così :D

      Elimina
  3. Faccio una cosa così su FB ..in un gruppo ..le 3 cose buone della giornata ..fine anno faremo le 10 cose buone dell'anno...i lo faccio saltuariamente ..al punto 1 metto sempre :mi son svegliata !! e vengo presa in giro sempre ..ma non è che sia così automatico svegliarsi ..e per questo sono grata !
    ocio che vedo che vi state toccando ;))))
    fatto la vendita frutta estiva da metà maggio a metà agosto ..bene ..fatta con mille precauzioni e attenzioni !!e sottile paura di fondo
    preso pelosa (onnnaaa) Joy di nome e di fatto !! ah deciso prendiamo 1 piccolo ..beh tanto piccola non è ! pastore della Lessinia .
    cominciato ottobre mercatini della terra con mille mille precauzioni mascherina e distanziamento !!con frutta autunno e mie marmellate ..benin/bene ..
    qualche spvento di troppo con la mia salute ....ne avrei fatto a meno ..ultime analisi quasi ben ..eee vvvaaaiiii!!!
    poi siamo ancora quà circondati da 'sto mostro ..ma quà...cerchiamo di tenerlo lontani più possibile ..comunque siam quà ... il resto è Vita ..
    Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi hai anche un profilo Fb? Wow.
      Chissà se mi hai mandato l'amicizia e non l'ho accettata, perché non accetto mai richieste da parte di chi non conosco. 😅
      L'ho fatto una sola volta nella mia vita. Era maschio, si chiamava Leonardo.
      E niente, dopo un anno ci siamo sposati. 😂😂😂😂😂

      Elimina
    2. 🤣🤣🤣🤣🤣
      Ah su fb Tiziana Albertini verona
      È un po scarno ...😄

      Elimina
  4. Non so se è stato il giorno più bello, ma ricordo con enorme piacere la serata passata a Milano con i miei figli (prima della pandemia, ovviamente) quando siamo andati insieme a teatro a vedere Priscilla. Ci siamo divertiti moltissimo, e poi quando faccio qualcosa insieme ai miei figli, che ormai sono grandi e vanno per la loro strada, sono sempre felice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanti sono, e quanti anni hanno?
      Non si è mai troppo grandi per godersi le coccole e le attenzioni di mamma. 😘

      Elimina
    2. Ma sono due pischelli!!!
      Mio fratello ne ha 24 e non si fa supplicare per fare cose con me o con mia madre, né per coccolarci.

      Elimina
  5. Il giorno più bello è stato quando Andrea si è laureato. Un emozione fortissima, per una mamma che si è emozionata fino alle lacrime. Un giorno vivrai anche tu questa emozione e mi capirai. Buona giornata Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se accadrà anche a me.
      Vengo da una famiglia di grandi lavoratori e anche mio marito lo è. Dunque la laurea per noi non è una priorità, ma se Lorenzo vorrà andare all'università saremo felici di supportarlo.
      Buona giornata anche a te.

      Elimina
  6. In primis Il 17 giugno giorno della vittoria della Coppa Italia del mio Napoli a seguire il 21 settembre giorno della vittoria del Referendum del taglio dei Parlamentari, il 12 maggio giorno della prima pubblicazione sul Abcb di Riccardo Giannini.

    Piccole gioie in un anno drammatico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sport, politica e scrittura.
      C'è un po' di tutto in questo resoconto, dai.
      Forse manca solo una pagina relativa ai sentimenti, e spero che tu possa scriverne presto una.

      Elimina
    2. Caspita, mi fa molto felice sapere di averti regalato una bella gioia con così poco!

      Elimina
  7. Credo che più che un giorno sia un periodo. verso la metà di agosto, quando io e la mia ragazza abbiamo deciso di andare in vacanza dai suoi nelle Marche. Ho visto posti splendidi e fatto cose molto semplici ma piene di significato. Dopo settimane passate in casa per il lockdown e poi per sicurezza personale, nostra e degli altri, quei dieci giorni sono stati emotivamente molto intensi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto avrei voluto concedermi anche solo un weekend fuori quest'anno.
      Ma purtroppo non è stato possibile, perché nell'unico momento in cui eravamo liberi dal lavoro (inizio novembre) l'ennesimo decreto ci ha impedito di spostarci.
      Spero che recupereremo al più presto.
      Questo è stato il primo anno della mia vita in cui non mi sono concessa nemmeno una gita di un giorno.

      Elimina
    2. Allora ti auguro di poter recuperare presto. Speriamo che il 2021 sia migliore da questo punto di vista

      Elimina
  8. Niente di niente purtroppo, un annus horribilis per varie cose, comunque esserci ogni giorno è già sufficiente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esserci ogni giorno è già il top del top. Soprattutto in un momento così critico.

      Elimina
  9. Sicuramente mia madre dimessa dopo una settimana dall'ospedale, circa un mese fa. Ho temuto molto per lei in quei giorni per via del fatto che si trovava in un ospedale covid. Per fortuna l'hanno curata bene e non ha contratto il virus. Stiamo tutti bene e penso sia l'unica cosa bella capitati in questo terrificante 2020

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso capire la tua ansia.
      La mamma di uno dei miei amici più cari, che considero come un fratello, è stata operata al femore a fine novembre e, avendo superato gli ottant'anni, eravamo terrorizzati all'idea che prendesse il Covid in ospedale.
      Invece il tampone è stato sempre negativo e lei adesso sta molto meglio.
      Pare che potrà tornare a camminare entro un paio di settimane.

      Elimina
  10. Due settimane più belle a Luglio quando ho avuto la mia nipotina qui per
    due settimane . Era dal Natale scorso che non la vedevo . Grande gioia .
    Ha 4 anni , vive allegra , canta , balla , sfoglia i libri di favole e
    legge (per finta) scrive (per davvero) il suo nome e altre parole gioca
    con qualsiasi cosa , meglio se insieme ai Nonni a carte visto che conosce
    tutti i numeri . Insomma Claudia , tu che sei Mamma di Lorenzo mi puoi
    capire . Natale non hanno potuto venire causa Covid . Chissà quando la
    rivedrò . La Pasqua scorsa era look-down e quella a venire ???
    Abbraccio a te e quel tesoro di Lorenzo . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che ti capisco, cara Laura.
      Spero che potrai riabbracciarla per il tuo compleanno.
      Quello sì che sarebbe un bel regalo.
      Fino ad allora ti sarai anche vaccinata, e penso che i rischi saranno minimi.
      Insomma, non ci resta che guardare al futuro con ottimismo.
      Un bacione.
      Anche da parte di Lorenzo.

      Elimina
  11. Yes, molti momenti della mia estate.
    Nello specifico, due giorni in cui è venuto a trovarmi un amico, dove abbiamo inanellato: piscina, pizzeria, cocktail, film notturno con junkfood e birra, poi colazione, fiume, e cena al ristorante giappo.

    Moz-

    RispondiElimina
  12. Un ricordo specifico 2020?
    Sì, c'è ...una bellissima giornata di settembre , calda e piena di sole
    Ristoranti ancora aperti...e così...festeggiare il mio 60esimo compleanno con la mia famiglia.
    Con mia madre
    Uno di quei ,pranzetti...sai , che si usano al sud ...
    Con torta , foto , Brindisi e tanti , tanti abbracci
    Perché agli inizi di settembre,le cose non sembravano andare così male
    È stata una bella giornata
    Eravamo in 12 a pranzo
    Menomale che ci siamo riuniti in quell'occasione!
    Sì, davvero un ricordo magnifico!
    E poi, nel mese di agosto ho potuto riabbracciare i miei cugini, che non vivono qui in Molise
    Bellissimi giorni , anche quelli con loro.

    Ciao Claudia, tanti auguroni e tanta serenità 🤗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene.
      Meno male che vi siete riuniti, perché di lì a poco è diventato impossibile.
      Che fortuna avere ancora la mamma alla tua età.
      Un abbraccio.

      Elimina
  13. in questo momento l'unica cosa che mi viene in mente è il giorno in cui ho preso la macchina, pochi giorni prima del mio compleanno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, mi sembra un ottimo traguardo, che merita memorabilità.

      Elimina
    2. oddio, insomma... ma sei seria o ironica?
      nel frattempo mi sono ricordato di una giornata al mare durante l'estate, ho anche fatto il bagno, ero insieme a persone con cui mi trovo bene, una cosa programmata con cura e fortemente voluta un po' da tutti :)

      Elimina
    3. Sono serissima.
      Se hai comprato la tua prima automobile o guidato per la prima volta, è importante.
      Non leggervi del sarcasmo.

      Elimina
  14. Il bello di aver un blog-diario è proprio questo, poterlo sfogliare e andare indietro con la memoria per non farsi scappare nulla di quello che è successo!
    E scoprire che di giornate belle, nonostante tutto, ce ne sono state tante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per fortuna che ci sono state.
      Anche se non mi hai raccontato nulla delle tue. 😉

      Elimina
  15. Sicuramente il fatto che non ho preso il virus, nè io nè i miei familiari , è stato importante. Il giorno più bello ? Non saprei ! Forse quando, a giugno, dopo il lokdown, ho potuto ritornare nella mia casetta sui monti piemontesi . O quando sono atterrata a Cagliari, non pensavo proprio che sarei riuscita ad andare al mare !! O a settembre, quando sono stata a Firenze... Insomma, nonostante il virus , ho potuto godere di belle giornate e di ciò sono contenta. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai potuto godere di belle giornate e concederti qualche viaggetto, proprio tu che hai sempre lo zaino in spalla e la valigia pronta.
      Direi che è andata alla grande!

      Elimina
  16. Sono stata felice ai primi di dicembre per l'acquisto del nuovo computer.Prima avevo un Windows 7 che aveva qualche problema,ma a furia di dai funzionava.Questo windows10 ha già qualche problema,mannaggia,in gennaio lo porterò dal rivenditore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che tu non ti sia trovata bene.
      I miei inizi con Windows 10 sono stati catastrofici, ma a distanza di qualche mese mi ci trovo molto bene.
      Spero comunque che i problemi non siano tecnici, ma di utilizzo.

      Elimina
  17. Non so se c'è stato un giorno più bello in questo 2020... E non perché è stato il 2020 con tutto quel che stiamo vivendo, ma perché cerco nella mia vita di prendere quello che c'è e di farlo diventare qualcosa di bello. Ciò non vuol dire che ogni giorno è (più) bello, perché ci sono state -come sempre- tante esperienze negative, ma io penso che faccia più bene vivere tante emozioni a pelo di anima che ricordarne poche di quelle che l'anima la mettono in tempesta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace questa filosofia di vita.
      Io stessa non amo il superlativo assoluto nelle relazioni e nelle emozioni. Ma in questo caso la domanda era formulata in modo che vi spingesse a raccontarmi qualcosa di bello, non di migliore in assoluto.
      Comunque, benvenuto sul mio blog e grazie di essere intervenuto.

      Elimina
  18. In questo 2020 disgraziato (!) i giorni felici forse sono stati quei pochi in cui ho potuto vedere i miei figli. Ci sono state poche occasioni purtroppo... la lontananza, il covid, i viaggi proibiti. Spero, ma non ci conto tanto, che il prossimo anno possa essere migliore di questo che è agli sgoccioli. Buona serata.
    Mafi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io penso che lo sarà, perché difficilmente potrebbe essere peggiore. O no? 😉

      Elimina
  19. Non c'è stato un intero giorno, ci sono stati diversi momenti.
    Quando ho rivisto la mia famiglia dopo il lockdown.
    Il mio compleanno.
    La comunione della mia nipotina.
    I due giorni passati nelle Marche.
    La gita a Fumone.
    E potrei continuare.
    Non è stato un anno solo brutto, per fortuna :)
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scopo del mio post era appunto questo.
      Dimostrare che nessun anno è mai davvero perduto. 😘

      Elimina
  20. Io credo di averlo individuato... ma per il momento lo tengo ancora per me. 😅Magari ripasserò tra qualche tempo, e racconterò tutto :D

    RispondiElimina
  21. Il 20 febbraio si parlava già del coronavirus, c'erano stati due turisti cinesi curati a Roma ma, tutto sommato ,nessuno era sfiorato dal dubbio di non poter condurre una vita normale. Io sono partita dalla Liguria per Piacenza con mia figlia che aveva una riunione: abbiamo cercato un albergo carino e siamo andate a cena in un ristorante tipico (e tralascio i commenti sulla cucina piacentina goduta in piena libertà........)Il giorno successivo ho girato da sola in tutta calma, ho pranzato da Eataly e nel pomeriggio ho visto salire su un autobus una signora con mascherina: "Chissà perchè"....mi sono chiesta. Avevo appuntamento con mia figlia a sera in un centro commerciale. Appena mi ha vista, mi ha chiesto: "Che cosa ci fai qui? Stanno vuotando tutti i centri commerciali, ci sono casi di Covid a Lodi e probabilmente anche qui, andiamo via subito...........siamo entrate in un'altra dimensione. Ecco, non dimenticherò mai quella giornata apparentemente banale che si è caricata di valenze simboliche, che è stata "La quiete PRIMA della tempesta."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione. A febbraio non avevamo ancora contezza di quello che stava accadendo.
      Quindi hai fatto bene a concederti questa giornata di svago con tua figlia.
      Immagino che non abbiate più potuto replicare.

      Elimina
  22. Ciao Claudia...finalmente siamo alla fine di quest'anno disastroso. Spalanco uno spiraglio di luce sul prossimo e speriamo si apra sempre più. Desidero gettare al vento questo tempo e proiettare tutte le mie energie positive sul prossimo. Sono certa che risorgeremo, risollevandoci con la forza, la volontà e il cuore che contraddistingue la stirpe umana. Ti auguro un nuovo anno colmo di salute e serenità. Un abbraccio e un sorriso di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ti auguro un nuovo anno denso di gioie e soddisfazioni, per quanto basterebbe che questo virus morisse una volta per tutte, per essere pienamente felici.

      Elimina
  23. Sicuramente quello che ricorderò è il giorno in cui sono diventata zia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che meraviglia.
      Anche mio fratello lo cita sempre tra i giorni più belli della sua vita.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.