lunedì 14 giugno 2021

La sicurezza stradale ha cani e gatti come testimonial

 
Da qualche giorno, grazie all'impegno di un gruppo di animalisti, le strade della provincia di Viterbo vedono la presenza di cartelli molto particolari, nell'ambito di una campagna per promuovere la sicurezza stradale e la tutela degli animali.
Troppo spesso, infatti, capita di vedere cani e gatti investiti e abbandonati ai bordi delle strade.
Probabilmente, gli automobilisti coinvolti in questi incidenti, non si fermano neppure per verificare se l'animale è ancora vivo.

Così, diversi animalisti tra cui Martina RandazzoStefano PasquiniChristian Testoni hanno deciso di realizzare dei cartelli da apporre sulle strade più a rischio, per invitare i guidatori alla prudenza e alla consapevolezza, utilizzando le fotografie dei propri amici a quattro zampe, corredate da slogan ad effetto.
"Rallenta, non ucciderci",
"Vai piano, anche io ho famiglia
(proprio come te)",
"Non correre. I miei piccoli mi aspettano
(proprio come i tuoi)", ecc.
L'iniziativa, condivisa su Facebook dai suoi ideatori, è diventata subito virale, contro ogni aspettativa.
Nuovi cartelli sono già in stampa, e vedranno anche la presenza di ricci, volpi e cinghiali, spesso vittime di incidenti in queste zone (e non solo).

Ricordiamo, oltretutto, che i ricci sono a rischio di estinzione, e in rete non mancano gli appelli per tutelarne la sopravvivenza.
Da tempo, ad esempio, l'ospedale dei ricci "La Ninna", (struttura solidale situata in Piemonte, gestita da numerosi volontari, coordinati dal veterinario Massimo Vacchetta), si occupa della salvaguardia del riccio.
Il dottor Vacchetta, dunque, invita gli automobilisti a soccorrere i ricci investiti, consegnandoli al più vicino centro di recupero animali selvatici, o ad un semplice veterinario.

Insomma, nell'ambito della sicurezza stradale non rientra solo la prevenzione di incidenti che possano mietere vittime umane, bensì anche animali.
Una guida responsabile è sempre fondamentale ma, purtroppo, questi episodi possono accadere anche rispettando tutte le norme.
L'importante è non voltare la testa dall'altro lato e prestare soccorso alla vittima, a prescindere che abbia due gambe, o diverse zampe!

20 commenti:

  1. Bella iniziativa sperando che qualche schifoso che già pensava di abbandonare il suo animale ora non abbia il pretesto malato che non può andare forte in auto. Ovviamente la mia è una considerazione forzata e bonariamente provocatoria perché vedendo quei manifesti pensavo al solito dramma dell'abbandono di queste splendide e dolci creature.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, a maggior ragione a inizio estate, l'abbandono degli animali da affezione raggiunge livelli altissimi.
      Questa gente pensa che i pelosi siano oggetti da deporre in un cassetto quando ci si annoia.
      Io non riesco nemmeno a buttar via i miei peluche di bambina, figuriamoci un essere vivente!

      Elimina
  2. Purtroppo per gli animali le strade sono cimiteri di asfalto. E una buona parte di questi animali sono abbandonati. 🙁
    Speriamo che questi cartelli riducano la "mattanza" degli innocenti. 🙏
    Conosco La Ninna mi proposi anche di collaborare come volontario trasformando la mia postazione pc in un nodo di smistamento ma oltre alle competenze informatiche cercavano anche basi di veterinaria per animali selvatici e non se ne fece nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che peccato.
      Avresti potuto dargli una grossa mano, anche se solo in termini informatici.
      Magari ci ripenseranno. Secondo me hanno perso un'ottima opportunità.

      Elimina
    2. Io avevo proposto di creare un filo diretto con un loro veterinario "incompetente" di informatica in modo da fare squadra, ma hanno risposto che i loro medici non hanno tempo per interfacciarsi con le "prime emergenze", essendo dedicati alle cure degli animali giunti in ambulatorio.
      Per questo cercavano un volontario che ne capisse di ricci.
      Hanno proposto loro a me di acquisire competenze (???) e ricontattarli.

      Elimina
    3. Ahahaha
      Fantastico!
      Fai qualche stage presso lo studio di un veterinario, e poi ne riparliamo! :))

      Elimina
  3. è proprio una bella iniziativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì. Di quelle che regalano un po' di fiducia nell'uomo.

      Elimina
  4. Abito su una provinciale..con i gatti che nonostante dispongano di cucce confortevoli e ciotole sempre con pappa..ogni tanto attraversano la strada..e rimangono a "dormire" .sulla strada e io piango . Ok se ti sbucano all'improvviso capisco che non puoi far del male o farti male..e ci vai addosso..ma ho visto ancora zizzagare dei deficenti per tentar di investirli..e li auguro rogna infinita.
    Tempo andavo al lavoro..davanti auto.un gatto fermo a lato strada sulle strisce ..li vedevo spesso attraversava su strisce e prima guardava..centro paese..beh sto scemo zizaga per investirlo..gatto salta indietro.. auto prosegue io dietrosemaforo e si ferma..salto giù..e comincio a sbraitare come un ossessa..era venerdì 17 il gatto è nero.le ho augurato rogna per 17 anni ..lei mi ha guardato incavolata...adesso mi hai dato maledizione ..siiiii..!!
    Io non credo a ste cavolate ..ma probabilmente lei si!!
    Era una ragazza giovane..ah il gatto visto molte altre volteattraversare sulle strisce ..guardando a dx e sx😉

    Bella sta iniziativa se trovo foto le metto su fb

    Ciao 💕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gatto che attraversa sulle strisce pedonali, guardando a destra e a sinistra è fantastico, dai. Non ci posso quasi credere!
      La ragazza che guidava, invece, è proprio una stronza. E a questo, purtroppo, ci credo eccome!

      Elimina
  5. Risposte
    1. Speriamo che serva a sensibilizzare gli automobilisti.

      Elimina
  6. Io ho perso più volte i miei amati gatti sulla strada e ho sempre sofferto. Ora non ne tengo più perchè loro non stanno in giardino, vogliono girare, sono curiosi e cacciatori e, prima o poi, finiscono sotto qualche auto. Dato che abito in un centro abitato, e , quindi, la velocità dovrebbe essere ridotta penso che sarebbe bastato poco, per salvarli. Ma così non è stato , quindi, non tengo più gatti,anche se per me erano una compagnia e una fonte di allegria. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che tu abbia rinunciato alla loro compagnia.
      Magari potresti pensare di adottare un gatto da tenere solo in casa, così non correrebbe rischi.

      Elimina
  7. Questi automobilisti incoscienti !!! Povere bestie .
    Bella questa iniziativa dei cartelli , spero che sorgano in tutta Italia .
    Io con gli animali non ci so fare . Ci avevano regalato una coppia di
    uccellini . Una calda Primavera mi facevano tanta pena in gabbia , così ho
    aperto lo sportellino e li ho lasciati volare via .
    Criceto ; avevo chiuso male lo sportello , non l'ho più visto , sicuramente
    è caduto dal balcone e ...mangiato dai gatti.
    Pesciolino ; mia figlia mi ha detto di andare a casa sua a dargli da
    mangiare mentre loro erano via . Lui boccheggiava (pensavo x fame) e io
    versavo cibo nella boccia finchè non è scoppiato .
    A quanto pare , il mio meglio diventa il mio peggio .
    Buona giornata . Bacione . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita. Sei una serial killer di animali domestici, allora.
      Dovresti provare a curare le zanzare. Ahahahahahaah :P

      Elimina
    2. NO...Le zanzare le odio e sadicamente le ammazzo ! Che piacere !

      Elimina
    3. Appunto pensavo che, se tu provassi a prendertene cura, magari le stermineresti TUTTE. Ahahahahah

      Elimina
  8. Ottima iniziativa, con la speranza di fermare questa piaga.
    Serena notte.

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.