domenica 20 giugno 2021

Essere felici riducendo le proprie aspettative

 
Mi sono spesso interrogata sul concetto di felicità e ho sempre pensato che per sentirsi davvero sereni basti non avere troppe aspettative. Dagli altri, dal futuro sentimentale e professionale, e persino da se stessi.
Ho scoperto che anche la bellissima Nicole Kidman la pensa così, e ho scelto, quindi, di dedicarle il mio almanacco della domenica, considerando che oggi compie 54 anni.
"Quando abbandoni
il desiderio di controllare
il tuo futuro,
puoi essere più felice".

Siete d'accordo?
Le manie di controllo sono l'antitesi della spensieratezza e della felicità.
Dovremmo tutti, infatti, allentare un po' la cintura dei pantaloni e consentirci di vivere alla giornata, anche se con programmi ben determinati.

Allora buona domenica di leggerezza a voi, e tanti auguri a Nicole che rimarrà per sempre una delle attrici più belle di Hollywood, anche se la preferirei meno "plasticosa". In tutti i sensi... 😉

25 commenti:

  1. Spensierati direi di sì, felici non so... 🤔
    Nicole Kidman non mi piace più da quando si è rovinata con le plastiche. 😕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, non dirmelo.
      Era così bella.
      Adesso sembra un manichino. 😭😭

      Elimina
  2. Auguri a Nicole !!!
    Aspettative ? Mai avute , decisioni tante . Felicità ? Un attimo di vita ...
    Buona Domenica a te e tanta serenità .
    Bacionissimi . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono l'unica, allora, a non volerne avere.
      Un bacione a te e buona domenica. 😘

      Elimina
  3. Bisogna ritrovare la spensieratezza, ma non è per niente facile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci al momento storico che stiamo attraversando, voglio sperare che sia ormai agli sgoccioli.
      Buona domenica.

      Elimina
  4. Auguri Nicole..
    Ah ogni tanto fatti na sganassata ..di quelle da trattenere la pipì...ops ho detto cosa sconveniente pe.nso per te ,sei sempre così "plasticata"🤣🤣
    Magari è brava ..ma a letto ,litigando,parlando sempre stessa espressione!!
    Dopo aver fatto la pettegola ..io soloper..serenità, spensieratezza,leggerezza ..questo porta poi a piccoli attimi di felicità.
    Serena domenica 💕❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah
      Hai proprio ragione. Ha perennemente la stessa espressione. Se non fosse stata bella come una Barbie, probabilmente non avrebbe partecipato a più di tre film.
      Buona domenica di serenità a te. 😘

      Elimina
  5. Sono d'accordo con Nicole e sono d'accordo anche con te, meglio meno plasticosa...Buona Domenica.

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo.Buon pomeriggio domenicale.

    RispondiElimina
  7. D'accordissimo con Nicole, anche se nel film "The Others" lei fa tutto il contrario :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto due volte, ma sai che non lo ricordo più? Come al solito!

      Elimina
    2. Bello "The others"! 😍
      Una ghost story degna dei classici del genere, ma al tempo stesso originale.

      Elimina
  8. Credo andrebbe distinta la felicità dalla contententezza/spensieratezza. La prima può essere fatta di momenti, al limite può raggiungere dei parossismi, ma per sua natura non può mai essere uno stato perenne, pena la sua degradazione in qualcos'altro.
    Non so a cosa si riferisse la Kidman, ma immagino pensasse più alla seconda che alla prima.
    Di preciso non saprei definire la felicità. Gli antichi greci la identificavano con eudaemonìa, che letteralmente significa buona riuscita del tuo dèmone. Il demone sarebbe la vocazione di ognuno, ciò a cui si è naturalmente portati. Insomma, la felicità starebbe nella realizzazione di ciò per cui si è nati. Sarà davvero così? Mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che i Greci sono inappuntabili.
      Seguire il proprio talento, la propria vocazione, dove può condurre se non alla massima felicità?
      Io, comunque, mi sono sempre accontentata di essere serena, vivendo qualche momento di super felicità grazie ed eventi favorevoli ma passeggeri.
      Ecco, devo dire che tutto sommato mo sta bene così.
      Buona domenica.

      Elimina
  9. Auguri alla donna di cui porto il nome :'D (si, mia madre mi ha chiamato così perché è una delle sue attrici preferite xD)
    E' proprio vero comunque, quando lasci che le cose accadano senza l'ossessione del controllo sembra quasi di godersele di più e/o si affrontano meglio!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortuna che tua madre ammirasse la Kidman che ha anche un bellissimo nome e non un'altra attrice.
      Meglio non nominarne nessuna per non ledere la sensibilità altrui. Ahahaha ;)

      Elimina
  10. Sono due concetti differenti, secondo me. Abbandonare il controllo non significa necessariamente abbassare le proprie aspettative, ma semmai smettere di voler esercitare un potere che non esiste, ovvero quello di programmare il futuro, senza sapere cosa ne sarà dei giorni che abbiamo davanti.
    Ma desiderare qualcosa, a medio o lungo termine, qualcosa che ci piaccia o ci stimoli a vivere meglio anche nel presente, può far bene. Non sogno di avere una casa a tre piani, ma magari averne una con un salotto si e "lavoro" in tal senso. Sarò felice quando ce l'avrò ma sono felice anche nel mentre, nel sognare questo fantomatico salotto.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero tanto che tu possa acquistare presto una casa su un solo piano, ma con un salotto immenso, allora.
      Ovviamente senza mai perdere la serenità di vivere in quella più piccola, finché non riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo.

      Elimina
  11. Io pretendo tanto da me stessa anche sul lavoro e spesso tracuro proprio di concedermi qualcosa anche di piccolo. Programmo molto le cose e quando riesco a farne qualcuna al improvviso mi stupisco sempre, come una bambina.
    Ma mi basta poco per sentirmi felice e quando lo sono mi brillano gli occhi.
    Mi piacciono quelle piccole cose, quei gesti, quelle parole. Io posso sentirmi felice per tutto il giorno anche solo con il saluto di una vecchietta che incontro nel paese, prima di andare al lavoro eheh! Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo il tuo modo di entusiasmarti anche per le piccole cose, e il fatto che tu sia riuscita a trasmetterlo ai tuoi figli. <3

      Elimina
  12. Eh sì, con la plastica ha un po' esagerato... Le aspettative sono trabocchetti: prima ti fanno vivere piena di speranza, poi ti lasciano a vedertela con piccole e grandi delusioni. Tutto per non voler vedere e amare la realtà così com'è, piena di bellezza, imperfezioni e problemi. Meglio imparare a farlo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione.
      Non avevo pensato all'effetto positivo che le aspettative possono avere sulla nostra psiche, nel momento in cui ce le prefiggiamo.
      Il problema sorge, appunto, quando iniziano a non realizzarsi...

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.