mercoledì 23 giugno 2021

'Spirit - Il ribelle': promosso con un grande ma

 
Come vi avevo accennato, domenica scorsa io e la mia famiglia siamo stati al cinema per guardare "Spirit - Il ribelle".
Premetto che ho peccato di superficialità nel non informarmi a dovere riguardo il film, dando per scontato che, trattandosi di un sequel di "Spirit - Il cavallo selvaggio", avesse su per giù la stessa trama o almeno gli stessi personaggi.

Ho scoperto, però, che dal 2017 la  DreamWorks Animation ha ideato e prodotto una serie disponibile su Netflix "Spirit: Avventure in libertà", che conta ad oggi ben otto stagioni, e che il film attualmente al cinema altro non è che il remake della prima di queste.
Pur essendo ispirata al celebre "cavallo selvaggio", però, le vicende della serie non hanno nulla a che vedere con quelle del cavallo di cui ci siamo innamorati nel 2002, ad eccezione della presenza di uno stallone che porta il suo nome.
Comunque, chiarito questo antefatto, veniamo al film.
A parte la delusione per l'assenza di qualsiasi riferimento al mio amatissimo Spirit (candidato all'oscar come miglior film d'animazione nel 2003), questo nuovo cartone uscito il 17 giugno al cinema è un buon prodotto e piace molto ai bambini (ma non solo).

E' bello, infatti, portare sul grande schermo la profonda amicizia tra una bambina e un animale, nonché il rispetto della natura selvaggia di quest'ultimo, e della libertà in generale.
Ma, il ruolo centrale di questo rapporto speciale non toglie nulla alle altre relazioni importanti che ruotano attorno alla vita di Lucky Prescott.
L'intesa con le sue amiche Prudence e Abigail, la ritrovata complicità col padre che l'aveva affidata alle cure del nonno a pochi mesi di vita, quando cadendo da un cavallo durante un'esibizione sua madre aveva perso la vita.

Insomma, un film in cui non mancheranno le emozioni, né l'esaltazione dei valori che contano di più.
Riuscirà Lucky a cavalcare Spirit, lo stallone più ribelle che c'è, o dovrà arrendersi alla sua indomabilità? 
L'unico aspetto che posso spoilerarvi è che i due, a loro modo, diventeranno inseparabili.
Per il resto, correte al cinema, proprio come abbiamo fatto noi!

17 commenti:

  1. Un classico film per tutti anche se anch'io avendo visto il film a cui tu fai riferimento onestamente sarei rimasto quantomeno spiazzato dal vedere che era di fatto quasi un'altra cosa.

    RispondiElimina
  2. Il primo mi era piaciuto tanto ..
    Essendo uno spirito selvaggio🤣🤣🤣
    Attenderò di questo il passaggio in tv...
    Serena giornata 💕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piacerà anche questo, per lo stesso motivo. 😉

      Elimina
  3. Ricordo il primo, sul secondo attendo in TV.

    RispondiElimina
  4. Le operazioni strane che a volte fanno, comunque non mi piacque il vero Spirit, difficilmente mi piacerà questo, un po' banale a dir la verità, non so neanche se lo vedrò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai, banale no.
      Deludente per i nostalgici dell'originale, ma comunque carino.

      Elimina
  5. Ormai non vado al cinema da anni , mi accontento di quelli alla TV .
    Non mi piacciono più i cartoons , nemmeno i "fantastici" , telenovelas ecc..
    Oggi , la cosa più bella del tuo blog è la vostra foto .
    Proponetevi come sponsor per il MULINO BIANCO . Famiglia felice mangia
    sempre :BARILLA .
    Buona giornata . Laura ***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha
      Nessuna famiglia del Mulino Bianco. Abbiamo i nostri alti e bassi, come tutti. Il cartone al cinema diciamo che è un rito speciale che ci concediamo "spesso", perché ci rende tutti felici.
      Adesso non guardavamo un film da più di un anno, a causa della pandemia. Speriamo di recuperare.
      Bacione.

      Elimina
  6. io mi devo ancora riprendere dalla bellezza di “Luca"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello mi manca, perché non ho la pay-tv. Ho letto recensioni bellissime, però. E prima o poi lo recupererò.

      Elimina
  7. Non ho visto quello di dieci anni fa, ma non credo vedrò neanche questo. I cartoni non mi piacciono, li vedevo però quando avevo i figli piccoli. Ora...passo! Ciao. Mafi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dieci anni fa li guardavo perché ero ancora mediamente giovincella. Oggi, invece, uso mio figlio come alibi. Ahahah
      Scherzi a parte, sicuramente non sarei andata al cinema senza di lui, ma avrei aspettato che trasmettessero Spirit in tv, così come Il Re Leone, ecc.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.