mercoledì 26 giugno 2019

Quella volta che ho avuto la polizia... in salotto!

Buongiorno amici.
Oggi vi racconto una vicenda simpatica che mi è accaduta la scorsa settimana. Della serie "capitano tutte a me", nel senso ironico del concetto.
Lunedì pomeriggio, alle 17, ero in salotto seduta con mia suocera e mio marito, quando qualcuno ha suonato al campanello...
"E' la famiglia Turchiarulo?".
Io, perplessa... "". (Di solito la famiglia prende il nome del marito e quindi dei figli, no?!)...
"Lei per caso è la signora Claudia?".
"Certamente. Chi mi cerca?". (Maledetti venditori porta a porta, mi dico, ora li cazzio!).
"Siamo della polizia. Abbiamo bisogno di parlare con lei in merito alla Smart targata *******. E' sua, vero?".
"Sì, e non ho parcheggiato in divieto di sosta, quindi è uno scherzo. Simpatici". (Il mio amico Vito mi fa sempre scherzi simili).
"No signora, se si affaccia può vedere le divise. E' tutto vero. Può scendere?".

Merda... Se non è uno scherzo cos'ho combinato? Scendo in fretta e furia e alla vista degli agenti mi scuso per l'ironia con cui li ho accolti al citofono, spiegando che ho amici molto "simpatici".
Ridono. Per fortuna sono giovani.
"Signora, nel dicembre del 2013 le rubarono la Smart, vero?".
"Sì. Sporsi regolare denuncia in caserma".
"Ecco. Lo sa che la sua auto risulta ancora rubata? Evidentemente chi gliel'ha riconsegnata non ha comunicato al sistema l'effettivo ritrovamento della stessa. Stavamo transitando in questa zona e la telecamera che abbiamo a bordo ci ha segnalato la sua vettura".
"Caspita! Praticamente guido da sei anni una macchina di mia proprietà ma rubata a me stessa. Ahahah. Non vorrete arrestarmi?!".
Ridono ancora. "No signora, per carità. Ma ha mica i documenti relativi alla denuncia?".
"Certo. Conservo sempre tutto. Vado a prenderli. Anzi... Volete salire?".
"Se non disturbiamo...".
"Ma no. Figuratevi. Non ho cadaveri in casa. Seguitemi. Sto al secondo piano".

Ancora rido pensando alla faccia di mio marito e di mia suocera che si sono ritrovati davanti due poliziotti.
Insomma, ho consegnato tutti i documenti, messo due firme e abbiamo continuato a scherzare sulla vicenda.
"Signora, ma com'è possibile che in sei anni nessun collega l'abbia mai fermata per un controllo? Mica non si fermerà ai posti di blocco?!".
"No. In verità ho la patente da 13 anni e giuro che non sono MAI stata fermata da nessuno. Né polizia, carabinieri, finanza. Nemmeno dai vigili. Pensate che sono così vip che la prima volta nella vita che vengo sottoposta ad un controllo "stradale" lo faccio comodamente seduta nel mio salotto. A proposito, si può offrire il caffè agli agenti in servizio? O rischio una querela per corruzione di pubblico ufficiale? Tanto sono innocente...".
"Ahaha. No signora. Grazie per il caffè, ma siamo di corsa. Dovrebbe essere tutto risolto ora. Nel dubbio, provi a passare dalla caserma presso cui ha sporto la denuncia, nei prossimi giorni".
"Ma no. Se mi vogliono venissero qui anche loro. Faccio dei dolci fenomenali. Gli conviene fare un salto"..... 😆😆😆
"A proposito.. Sappiate che sono una scrittrice e che questa storia finirà sul mio blog".
"Ahaha. Fortuna che non le abbiamo detto il nostro nome, altrimenti ci sbatteva in prima pagina!".......

37 commenti:

  1. Bhe complimenti per l'ironia 😂😂 io inizio a balbettare anche quando mi fermano per strada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, dai.
      Non ho debiti, non parcheggio in divieto di sosta.. Cosa dovrei temere? 😉
      P.S. Due sere fa ho parcheggiato col "sedere" della Smartina appena a ridosso di un passo carrabile, e non sono riuscita a dormire serena, per paura che mi facessero la multa.. 😅

      Elimina
  2. Ahahahahah.. una simpatica vicenda da raccontare! :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Mi sono divertita a viverla, scriverla e, ora, a rileggerla. 😅

      Elimina
  3. Ad un'amica, anni fa, rubarono la macchina. Dopo qualche mese viene contattata dalle forze dell'ordine che le comunicano il ritrovamento.
    Lei chiede: " In che stato è?" ovvero: me l'hanno demolita, devo venire a recuperarla con il carro attrezzi...
    Le hanno risposto: " In Italia!"
    Ridiamo ancora adesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      La mia era perfetta esternamente, ma dentro mancava tutto. Avevano rubato persino il volante ed il cambio.
      Immagina uno smartphone con la custodia.
      Ecco, io avevo ritrovato solo la custodia, ma l'ho fatta ricostruire pezzo per pezzo e la guido ancora.
      Era un'auto nuova. Demolirla sarebbe stato un delitto.

      Elimina
  4. Immagina: pattuglia CC sul ciglio della strada, mio cognato accosta convinto, ma non troppo, che gli avessero fatto cenno con la paletta e infatti aveva ancora più ansia, del tipo: "e se non volevano me? Chissà che penseranno...eccecc" in più il caso ha voluto che avesse pure bevuto una birretta quindi doppia ansia e sudore e senso di colpa... Beh, non avevano fatto nessun cenno! Questi se lo sono visto accostare bello bello con lui che innocentemente chiede: "Buonasera....cercavate me?" e gli agenti un po' perplessi "Mh no....VADA PURE!" 😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah
      E meno male che gli hanno detto di andare.
      Se gli avessero fatto il test del palloncino, magari non la passava liscia.. ;)

      Elimina
    2. Eh si!! Gli ha detto un discreto cu...ehm...fortuna!! 😄😄😄

      Comunque simpatico il tuo aneddoto! Preventivamente, la corruzione tramite dolci e caffè non era una cattiva idea! 😊

      Elimina
    3. Ad onor del vero, però, c'è da dire che le offerte sono arrivate alla fine dell'incontro, quando già ero certa di non aver infranto nessuna legge. Quindi non ne avevo bisogno, dai. :))

      Elimina
    4. Già!! In ogni caso era "un'offètta che non potevano schrifiutare" (cit.) 😄😄

      Elimina
  5. Un episodio divertente e curioso. Tu hai dimostrato molta ironia, qualità che so bene ti contraddistingue e devo dire che hai trovato nei due agenti due ottime spalle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Di solito riesco a capire al primo sguardo se chi ho di fronte è predisposto all'ironia oppure no, e mi comporto di conseguenza.
      Ma questi due agenti erano davvero il top.
      Peccato non avessi preparato nessuna leccornia quel giorno, se no gli avrei offerto anche uno dei miei dolci. :))

      Elimina
  6. Che dire? Storia simpatica, mi piace la prontezza d'ironia che hai avuto. Di solito con agenti in divisa si sta sempre un po' "abbottonati" anche se non si è fatto nulla: non sai mai di che umore stanno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione..
      Ma io sono un po' incosciente in questo senso. E comunque è mooooolto difficile che due giovani agenti possano infastidirsi davanti al sorriso di una ragazza in pantaloncini e canotta. :P

      Elimina
  7. Cara Claudia, mi sembra che a te siano successe molte cose, direi strane.
    Certo che arrivare la polizia in casa non succede tutti i giorni.
    Ti sei comportata di vera padrona di casa, il tuo controllo è ammirevole.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autocontrollo lo riservo per cose più serie.
      Qui ci siamo solo divertiti.
      Un bacio

      Elimina
  8. Accidenti , perchè non è capitato a me ??? Avrei finto di non trovare la denuncia così forse mi avrebbero portato in "jail" un paio di giorni.
    Esattamente l'esperienza che mi manca nel mio curriculum di vitae
    Comunque , dai , è stato divertente , non capita tutti i giorni di
    trovarsi i Carabinieri in casa . Tu poi hai agito con calma e
    serenità , offrendo anche il caffè . Saranno rimasti basiti .Ahahaha
    Bel racconto scritto benissimo e , aggiungo come sopra , con ironia.
    Bacioni . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che buffo essere arrestati per il furto della propria automobile. Una vera candid camera. Ahahaha
      Poi magari la voce arrivava a Barbara D'Urso e diventavo anche famosa.
      Mannaggia... Che lasciata persa! :))))

      Elimina
  9. Immagina se davvero qualcuno ti avesse fermato a un posto di blocco... ti prendevano per una ladra :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, pensa che titoloni.
      "Arrestata giovane donna alla guida di una Smart rubata..... a se stessa!". :))

      Elimina
  10. Riassumo: avevi recuperato la tua macchina con tanto di timbro ma per la polizia era ancora nelle mani dei ladri; hai la tua macchina che guidi da diversi anni e che poi paghi pure il bollo e l’assicurazione con tutti i tuoi dati, ma per lo Stato non è ancora nelle tue mani perché ce l’hanno i ladri. Caspita è incredibile è il classico film per Toto. Il tuo umorismo è direttamente collegato al fatto che quando una persona non ha nulla da nascondere si può permettere anche di scherzare. In questi casi W l’umorismo. Ciao Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortuna che non ho mai attivato la polizza di furto-incendio, altrimenti magari mi avrebbero accusata di aver inscenato il furto per farmi risarcire. 😅
      Comunque dici bene. Non ho nulla da nascondere, però capisco che in molti si sarebbero sentiti lo stesso intimiditi.
      Dipende molto dal carattere che si ha.
      Un bacio.
      A presto.

      Elimina
  11. Divertente aneddoto.
    C’è ne avrei anch’io da raccontare su poliziotti e anche finanzieri che mi ha fermato.
    Ma la cosa in assoluto più divertente quando ancora abitavo con i miei , una finta rapina ad un pullman turistico di tedeschi ...siam pure finiti sul giornale.
    Altri tempi.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finta rapina cosa significa esattamente?
      Lo scherzo di un passeggero?

      Elimina
  12. Finta rapina , ma son intervenuti poliziotti veri!
    Scene da Far West 🤠

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dacci qualche dettaglio in più, dai..
      Non riesco proprio ad immaginare l'accaduto. 😅

      Elimina
  13. È un po’ lunga da raccontare ...vedo se ci riesco..in tempi brevi

    RispondiElimina
  14. Effettivamente si !
    Era lo scherzo di un passeggero ma lo sapeva solo lui.
    Ti parlo di una cosa successa trent’anni fa circa.
    Abitavo e i miei continuano ad abitare in prossimità della statale e quindi una strada molto trafficata.
    Fuori di casa allora c’era la fermata del pullman di linea.
    Verso l’una e mezza , non ricordo giorno ne mese , ma le scuole andavano e tanti genitori riaccompagnavano a casa in macchina i loro figli , sul piazzale della fermata spuntano due uomini con passamontagna e mitra ( erano finti ma chi lo poteva immaginare).
    Alle macchine che passavano e rallentavano o addirittura svoltavano prima quando si accorgevano della loro presenza facevano segno di continuare a correre senza badarli, come fosse facile.
    Intanto la gente spaventata aveva avvertito la polizia che si erano appostati in incognito li vicino alcuni pure nel giardino di casa mia , li stavano a controllare per capire che intenzioni avessero.
    A un certo punto i due si mettono in mezzo alla strada e bloccano un pullman di tedeschi.
    Salgono e mio padre dalla finestra della casa che osservava la scena mi dice che gli sembrava aver visto il conducente sorridere.
    Poi scattarono le macchine della polizia appostate e nascoste con un inseguimento da Far West verso il pullman con i passeggeri
    Alla fine era tutta una messinscena di uno dei passeggeri per far prendere un coccolone alla moglie con una finta rapina.
    Crucchi erano!
    Ma abbiam passato una mezz’ora e forse anche di più da incubo , però la polizia è stata veramente solerte e efficiente.
    Il giorno dopo la bravata fini’ su tutti i giornali locali del veneziano e forse pure sul tg regionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita.
      E questo marito dispettoso non fu denunciato per procurato allarme? O trent'anni fa si poteva ancora scherzare col..... fuoco?

      Elimina
    2. Non l'ho scritto ... ma dentro quel pullman di tedeschi in gita sul nostro bel paese eran tutti d'accordo .
      L'unica all' oscuro era la moglie di uno di questi, la vittima dello scherzo.
      Son stati veramente incoscienti....di sicuro si son beccati una denuncia , se qualcosa di più non lo ricordo , dovrei chiedere ai miei...

      Elimina
  15. Ma che bel quadretto :D
    Mi hai fatto fare due belle risate. Grazie Claudia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere.
      La prossima volta mi ci scatto anche un selfie.. 😉

      Elimina
  16. Diciamo che hai un po' romanzato...comunque solo in Italia queste cose, mah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no.
      Altro che romanzare. È andata esattamente così ed ho tre testimoni.. Mio marito, mia suocera e... Lorenzo, ovviamente!

      Elimina
  17. ahahahahahahha... ma tutte a te sul serio!! daaaiiiiiii... ehm, io ho il problema inverso, mi fermano continuamente, carabinieri, polizia, vigili... E colleziono multe a gogo persino quasi da ferma... Te ne giro una? Lo so che mi ami eheheheheheh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti fermeranno forse perché sei troppo spericolata e non rispetti le norme del codice della strada? Ahahah
      Io uso sempre "le frecce" e do la precedenza. Non è chiaro neppure a me come sappia essere così disciplinata (almeno) alla guida. 😂😂

      Elimina