lunedì 24 giugno 2019

Operazione campo estivo fallita: con la salute non si scherza

Buongiorno amici e buon inizio di settimana.
Come avrete già capito dal titolo, ho mollato.
Avevo deciso di chiudere questa esperienza professionale perché mi toglieva molto più di quel che mi dava.
Le emozioni di Lorenzo e dei suoi compagni sono per me molto preziose, ma non bastano a rendere un lavoro soddisfacente.

Quindi, lunedì scorso ho comunicato al mio titolare che avrei completato la settimana per poi dimettermi. 
Ovviamente ha tentato di convincermi a restare, proponendomi anche un lieve aumento dello stipendio, ma questo era l'ultimo dei miei pensieri.
Sentivo che fisicamente non potevo farcela, gli orari e lo stress mi affaticavano.
Il tempo, purtroppo, mi ha dato ragione. 

Martedì mattina, alle 5, ho pensato di morire.
Mi sono svegliata di soprassalto con dei fortissimi dolori addominali (normali dato che avevo il ciclo e che soffro di dismenorrea, invece no. Non avevo mai provato un disagio di quell'entità prima di allora).
Aggiungete un forte senso di nausea, la vista annebbiata, il ronzio nelle orecchie e i crampi alle gambe, con annessa totale impossibilità di muovermi.
L'ultima cosa che ricordo è che il letto ha cominciato a girare velocemente ed io sono svenuta.
Venti minuti dopo ho finalmente ripreso conoscenza, e sono riuscita a svegliare mio marito pizzicandogli la schiena.
Non mi aveva mai vista così. Io che sopporto persino la febbre a 40, come se fosse un banale raffreddore.
Ha insistito per chiamare l'ambulanza, ma ho preferito evitare per non scombussolare Lorenzo.
Quindi, mi ha portato un cornetto a letto assieme ad un buon analgesico e ho pregato che facesse effetto quanto prima.
Sono passate tre ore prima che ricominciassi a sentirmi viva.

Minuti di agonia trascorsi sotto al plaid (nonostante i 35 gradi all'ombra), perché stavo letteralmente tremando a causa dei brividi di freddo, e la borsa dell'acqua calda sull'addome.

Insomma, il mio corpo ha detto no.
Quindi, ho informato il mio titolare che non mi sarei potuta presentare al lavoro quel giorno, e nemmeno quelli a seguire.
Con la salute non si scherza e la mia ipotensione, associata allo stress, alla dismenorrea, all'eccessiva esposizione al sole e all'assenza di pasti regolari è stata letale.

Un mio caro amico blogger mi ha scritto: "meglio una disoccupata viva che una lavoratrice morta".
Devo dire che ha proprio ragione.
Ogni tanto è bene posare il proprio costume da supereroe e fare un passo indietro.

Intanto, ho già un piano B, lavorativamente parlando.
Ma ve ne parlerò se e quando si realizzerà. 
Grazie per l'affetto che mi avete dimostrato in questi giorni sui social e al telefono e che, sicuramente, manifesterete anche adesso.
Vi abbraccio.

41 commenti:

  1. mamma mia te la sei vista brutta!!
    mi dispiace.
    ma come sempre sei combattiva e hai già pronta l'alternativa..
    quindi anche Lorenzo non andrà più in spiaggia??
    beh potrai coccolarlo ancora di più..
    rimettiti!!
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no, senza di me non parteciperà più nemmeno lui al campo estivo.
      Ma, considerando che abito a 50 metri dal mare, continuerò a portarlo al mare molto spesso, in orari che non mi fanno male, ovvero dalle 8 alle 10.30, oppure dopo le 16.
      L'anno scorso ci andavamo quasi ogni giorno.
      Evitando le ore centrali stiamo benissimo entrambi.
      Grazie del bacio che ricambio con affetto. 😘

      Elimina
  2. Dici benissimo "con la salute non si scherza".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sempre di essere invincibile, ma poi il corpo me la fa pagare. 😓

      Elimina
  3. Concordo con quello che ha detto il tuo amico, hai fatto benissimo a fare un passo indietro...spero tanto che ora ti sia ripresa, un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Sto già benissimo.
      Infatti fra poco provo ad andare un'oretta in spiaggia, approfittando del fatto che c'è mio marito e se dovessi sentirmi poco bene sarebbe più facile rientrare. 😘

      Elimina
  4. Cara Claudia, ci sono momenti che bisogna scegliere, hai semplicemente fatto bene.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Mazza..mica fossi stata con il piccone in miniera 🤣
    Sarà stato un episodio..un “callo” zuccherino 😀
    Poi dopo il cornetto non ti sei ripresa...?
    Scritto così sto post sembra proprio che non c’avevi voglia di continuare a prescindere dai capogiri, con il campo estivo ahahaha!

    T’avevo detto che lavorare con i mostriciattoli fa male.
    Comunque hai fatto bene a fermarti ...bisogna sempre ascoltare i segnali del corpo.
    In bocca al lupo per la tua prossima esperienza lavorativa....😀😀😘😘


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai scritto proprio un post alla Moz, che mi prende per culo da una settimana sul fatto che per aver lavorato 5 giorni nella mia vita ho rischiato di morire.
      "Tacci sua" (lui lo sa che non è una bestemmia).
      Proprio io che sono instancabile e ho sempre fatto anche 3 o 4 lavori contemporaneamente.
      E no, non è stato un calo di zuccheri.
      Purtroppo l'ipotensione è un problema serio, ed ogni estate mi accade di svenire. Stavolta, però, sono stata davvero male perché avevo tirato troppo la corda.
      I bambini sono adorabili e trascorrerei con loro anche 15 ore al giorno, ma il sole delle 12 non me lo posso permettere..
      Non ho più l'età.. 😜

      Elimina
  6. Concordo, con la salute non si scherza mai.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  7. Hai fatto benissimo a lasciar perdere, devi salvaguardare la tua salute in ogni modo. Sono contento di sapere che ora stai di nuovo bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì. In realtà stavo bene già dopo due giorni.
      Ma sono state ore di paura, perché sebbene io sia abituata alle conseguenze dell'ipotensione, così gravi non ne avevo mai subite.

      Elimina
  8. Ciao! Dal punto di vista del lavoro, io direi di non preoccuparti: si trattava di un impiego di pochi mesi, e se dopo pochi giorni stavi così male, direi che "il gioco non vale la candela".
    Dal punto di vista della salute, ti auguro che non ti ricapiti più una cosa così grave. Io fino a 4-5 anni fa avevo solo un po' di pressione bassa ogni tanto, ma dal 2014-2015 circa ho iniziato a soffrirne più spesso. Ieri la mia massima era 86, figurati! è questo clima umido e quest'aria pesante che c'è in zona Milano che non aiuta...io ringrazio il cielo di abitare almeno in provincia, così ieri sono riuscita a fare almeno una passeggiatina in campagna sotto gli alberi! Milano città è invivibile in piena estate! Proprio per questo motivo, quando sono nella mia casa al mare di Varazze (Liguria) i problemi si attenuano molto, fin quasi a scomparire. Credo che se frequenti le spiagge in orari poco caldi il mare aiuterà anche te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che 86 non è un valore così insolito per me?
      Pensa che ho trascorso tutta la gravidanza "agli arresti domiciliari", perché svenivo ogni due per tre, anche per una banalissima doccia.
      Purtroppo la pressione si abbassava fino a rasentare lo zero, e avevo continui mancamenti.
      Ironizzando dicevo che i morti ce l'avevano più alta della mia.
      Comunque dici bene, riesco ad andare in spiaggia quasi ogni giorno, fino alle 10.30, senza problemi. Anzi..
      Il sole fa bene sia a me che a Lorenzo.
      Un bacio e riguardati (anche tu) ;)

      Elimina
  9. E bhe... non sei solo mamma, ma moglie e donna con casa, marito da tirare avanti.
    Hai fatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che mio marito, per fortuna, è abbastanza autonomo.
      Ahahaha
      Scherzi a parte, non mi piace star male in salute, perché poi ne soffre tutta la famiglia.

      Elimina
  10. Mi spiace per quello che ti è successo. Il nostro corpo si ribella ed è giusto ascoltarlo, per la nostra salute. Ti auguro di stare bene e di trascorrere una bella estate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirtillo.
      Mi sento già benissimo.
      Un abbraccio

      Elimina
  11. A me è capitato spesso di avere più o meno gli stessi sintomi, ma si tratta di attacchi di panico.... Il lavoro non è tutto, importante la salute. Riguardati Claudia. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna non ho mai sofferto di attacchi di panico, ma so che non si scherza con questi problemi.
      Un bacio

      Elimina
  12. Va be', dai, si trattava di un lavoro stagionale, che comunque avrebbe avuto una fine. L'importante è stare bene, se c'è la salute si può sempre ripartire. Ti auguro di riprenderti presto e bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì. Era solo un'esperienza temporanea che avevo intrapreso più per Lorenzo che per me.
      Anche il mio piano B lo coinvolge.
      Ma stavolta non mi stancherà troppo fisicamente.
      Buona estate a te e grazie.

      Elimina
  13. Claudia mi dispiace tanto :( immagino come devi esserti sentita in quella situazione lì, a letto, tremante, impossibilitata a muoverti.
    Hai fatto bene a staccare, del resto non è che ti dessero quanto stavi meritando. Ci saranno altre occasioni.
    Intanti riposati, rilassati, evita di pretendere sempre il massimo da te stessa. Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ti ho pensata molto?
      Mi è venuto in mente che forse i tuoi problemi alla cervicale ti davano più o meno gli stessi sintomi, perché mi rivedevo nei tuoi "pensieri scossi".
      Comunque è tutto passato.
      Il mio corpo ha deciso per me, ma effettivamente anche psicologicamente mi ero resa conto di aver fatto la scelta sbagliata ed ero orientata per le dimissioni.
      Un bacione

      Elimina
    2. La mente dirige il corpo, anche quando non ce ne rendiamo assolutamente conto.
      Un bacione a te :)

      Elimina
  14. Ascolta il tuo corpo , te lo dico io che non sono più giovane .
    La mia pressione è sempre stata nella norma , il Dic. scorso ,
    il cuore ha fatto il "matto" si è messo a ballare a 130 battiti.
    Sono dovuta andare al Pronto soccorso . Ogni tanto mi fa' lo stesso
    scherzetto ma il dott. mi ha dato la pastiglietta in caso di
    necessità , quindi ritorna normale in 24 ore. Motivo ? Sconosciuto.
    A risentirci . Un forte abbraccio . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio caso, invece, non mi hanno mai dato nessuna compressa e sinceramente non ho capito se non esiste affatto quella per la pressione bassa, o se non è opportuno seguire una terapia considerando che il problema si aggrava solo in estate, e non provoca infarti, ictus e simili.
      A presto.
      Un bacione

      Elimina
  15. Adoro i piani B, C e anche D!
    I piani A sono sopravvalutati!!
    Prima di tutto il tuo benessere e la tua serenità!
    Goditi la tua estate!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno degli aspetti più "positivi" del mio carattere è che per ogni problema ho sempre almeno quattro soluzioni.
      Quindi, non mi sono persa d'animo e ho inventato un nuovo progetto.
      Sebbene per almeno un mese abbia deciso di starmene tranquilla con la mia famiglia.
      Mi limiterò a scrivere. Tanto quello è "un brutto vizio" di cui non posso fare a meno, e se qualcuno dovesse vietarmelo mi sveglierei in piena notte per buttar giù storie e pensieri.
      Buona estate a te.
      Bacione

      Elimina
  16. Mi dispiace. Le estati cosi non devono essere piacevoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna con dei piccoli accorgimenti riesco a non avere grossi problemi (caramelle alla liquirizia sempre in borsa, integratori di vitamine, acqua, succhi, bevande analcoliche di ogni genere).
      Però non posso espormi a lungo al sole.
      Ecco, una volta tanto sono stata incosciente e ho accettato un lavoro che sapevo perfettamente non essere adatto a me.. :(

      Elimina
  17. Senza contare che non era nemmeno il lavoro della tua vita, la tua più grande aspirazione, almeno credo, nonostante il piacere di stare con i bambini, per cui non ne valeva la pena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no. Assolutamente.
      Nessuna aspirazione. Dici bene.

      Elimina
  18. Un mamma per carità. Ho il terrore anche io di andare a gambe all'aria perché già questi primi giorni di caldo forte mi hanno stesa. Io ho sofferto di ipotensione da piccola e non è una bella cosa! Proprio per nulla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu non sia guarita.
      In verità credevo fosse una condizione irreversibile.
      Almeno io ne soffro da sempre, con punte vertiginose.

      Elimina
  19. Non per dire, ma non potevi pensarci prima, se già sapevi che l'ipotensione poteva crearti dei fastidi? Per fortuna è andata bene diciamo, che ti sei ripresa, ma che non accada più, non scherzare con la salute ti prego, non voglio un giorno svegliarmi e...farai svenire me. Comunque spero il piano B sia meglio di quello A ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata incosciente, lo so.
      Ma credevo davvero di potercela fare.
      Il piano B è molto più rilassante, tranquillo. :*

      Elimina
  20. Mi dispiace per quello che ti è successo, per fortuna ora stai meglio. Io, un paio di anni fa, sono quasi svenuta in centro città a causa della pressione bassa, del ciclo e perché non avevo digerito bene la colazione, per fortuna c'era mia mamma! Ora nei giorni più caldi sto in casa o esco solo alla sera o al mattino presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io in gravidanza sono svenuta al mercato cittadino.
      Fortuna che ero proprio sotto alla bancarella di mio zio che potè allertare mio marito, altrimenti mi sarei ritrovata probabilmente senza neppure la borsa, visto che i ladri non hanno alcuna sensibilità..
      Comunque sembriamo le destinatarie perfette dei servizi di Studio Aperto sull'afa.. "Evitate il sole nelle ore più calde, bevete molto e non uscite mai da soli".. 😂😂

      Elimina