venerdì 8 novembre 2019

Esistono davvero i single per scelta?

Chiacchierando con una mia  conoscente, mi diceva che è single per scelta
Mi è venuto da ridere.
Effettivamente, alle medie, lo dicevo anch'io. Volevo concentrarmi sullo studio e su pochi amici fidati, senza rischiare di soffrire o di distrarmi troppo.
La verità è che, invece, non mi voleva nessuno.

Ero abbastanza grassottella, senza un filo di trucco, spesso in tuta e scarpe ginniche, ed i ragazzi non mi degnavano di uno sguardo.
Nemmeno quello di cui mi sentivo follemente e segretamente (ma in fondo non così tanto) innamorata.
Al liceo la situazione cambiò. Persi molti chili e cominciai ad essere corteggiata davvero. Non che avessi la fila dei ragazzi che sognavano di uscire con me, ma quei due o tre non sono mai mancati.
Quindi, iniziai ad aprirmi al mondo dei sentimenti e a sperimentare le prime storielle più o meno importanti.

Insomma, a quei tempi, quando qualcuno diceva di essere single per scelta, i compagni più "simpatici" tuonavano "degli altri!" e avevano ragione.

Non credo che esista davvero qualcuno che scelga di trascorrere la vita senza la compagnia di una persona speciale da amare.
Magari a vent'anni si può pensare solo a "divertirsi", ma verso i trenta il desiderio di sentirsi amati credo sia inevitabile.

Non credo nell'esistenza dell'anima gemella, ma immagino che romanticamente tutti vorremmo averla al nostro fianco, seppur ci nascondiamo dietro alla convinzione di bastare a noi stessi, per mettere a tacere i curiosi di turno o forse persino il nostro inconscio.
Penso, però, che da soli si possa davvero star bene, ma a tempo determinato.

La vita in due è più bella, o di sicuro più interessante.
Siete d'accordo?
E anche voi siete single per scelta?
Ma per scelta di chi, esattamente? 😜

49 commenti:

  1. credo di sì. ma credo anche non si possa fare una categoria di ogni cosa. occorre capire: single per scelta a causa di un'insoddisfazione propria? (una sorta di vuoto incolmabile). single per scelta perché papà era stronzo e ora tutti gli uomini sono tali? oppure, come mi è capitato di sentire, lei lascia un lui innamoratissimo per (cito testualmente) "sentire come le risuona la singletudine"? perché, messa così, la scelta di restare single è una mostruosità indicibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'ultimo caso, perdonami, ma si tratta di persone con forti disturbi psichici, meglio noti come "poche mazzate ricevute dai genitori".
      Gli altri esempi, invece, sono quasi patologici.
      Io parlavo, semplicemente, di una persona equilibrata e senza un vissuto triste che non ha un partner e dichiara di non volerlo.
      Ecco, secondo me se quella persona venisse corteggiata da un'altra che rispecchia appieno i suoi canoni estetici e caratteriali, cederebbe in meno di un minuto.
      Ho reso l'idea?

      Elimina
  2. E cosa faccio adesso, dopo questo commento super di Digito? Che dico? Molto più prosaicamente, quello che ho sempre oggettivamente pensato di chi si dichiara single per scelta è che esserlo da adulti possa essere dettato da delusioni o dal fatto che non ci si sente davvero pronti a vedere la propria sfera privata invasa da altri. Attenzione, essere single per scelta ha tante sfaccettature secondo me. Per es non credo che voglia dire non avere storie anche saltuarie, solo credo che sia una incapacità ad impegnarsi. Poi esistono anche i single incalliti ma credo che in quel caso si rientri nelle molteplici casistiche così bene indicate da Digito. Difficile per me questo tema dato che ho sempre vissuto entrambe le fasi con equilibrio ossia non mi sono mai dichiarato single incallito ed al contempo ho avuto periodi della mia vita dove sono stato benissimo da solo e non accompagnato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stare bene da soli è alla base della serenità di ciascuno di noi.
      Ostentare, invece, di poter bastare a se stessi, ritengo sia eccessivo.

      Elimina
  3. Secondo me non siamo fatti per stare soli. Poi, che sia una persona o un animale, poco conta. La creatura giusta arriva da sola, se la cerchi l'allontani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fai venire in mente che, quand'ero adolescente, la mamma e la nonna di turno mi dicevano che l'amore sarebbe arrivato quando avrei smesso di cercarlo e mi facevano arrabbiare, poiché mi sembrava assurdo che qualunque cosa arrivasse senza che io mi impegnassi per trovarla.
      Un po' come il lavoro... Mica cade dal cielo, no?
      Ecco, la penso ancora così. ;)

      Elimina
  4. Cara Claudia, questo te lo dice un vecchio, siamo assieme da oltre 63 anni, confesso che non sarebbe stata vita senza di lei!!!
    La solitudine è un mostro che tutti dovrebbero riconoscere, la gioventù senza accorti ti scappa di mano e quando è tardi non si può ritornare indietro!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua testimonianza è molto preziosa e spero che possa essere d'insegnamento per i tanti giovani che mi leggono.
      Buona giornata a te e un bacio alla tua dolce Danila.

      Elimina
  5. Di me dicono che sono un tipo difficile. qualcuno lo sostiene pure sul web, ma giuro che non è così.
    Semplicemente ho bisogno dei (tanti) miei spazi. Non rinuncerei mai alle mie libertà, alle mie passioni; non modificherei mai la mia vita, insomma, se non in circoscritti momenti.
    Quindi... sì, non nego che una situazione più stabile mi piacerebbe (e sono alla ricerca di questa stabilità) ma sostanzialmente posso dire che per una buona parte sono single per scelta anche mia. Anche se non è una scelta del tipo "oggi cosa mangio?", è una situazione dettata da carattere e attitudine 😏

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto è che tu sei ancora giovane (nonostante non abbia davvero dodici anni), ma non neghi comunque che avere un partner che rispetti i tuoi spazi ti faccia piacere.
      Nei prossimi giorni pubblicherò proprio un post in merito, e sono certa che ti riconoscerai. ;)

      Elimina
    2. Vediamo. Non mi riconoscerò se parlerai di persone difficili 😈

      Moz-

      Elimina
  6. il mio angelo custode ormai i quaranta li ha superati, di storie importanti ne ha avute...lui ora si sente un single convinto perchè ha un lavoro molto impegnativo che lo tiene sempre fuori casa...ama i suoi spazi, e gestire al ultimo momento il suo tempo libero. Ma è una persona talmente speciale che sono certa prima o poi si dovrà ricredere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ben capito la questione che gli piaccia sentirsi single. Non vivete più insieme?

      Elimina
    2. No Claudia il mio angelo custode è un amico di famiglia, legato a tutta la mia famiglia...è come un fratello adottato...è prezioso per mio marito l'ho è per me...Angelo custode perchè non mi ha abbandonato e con tutta la sua forza sta cercando di farmi uscire da questo "inferno". Siamo una famiglia allargata forse per certi aspetti...In passato noi siamo stati vicino a lui, ora lui lo è per noi. Ho sempre pensato che fosse il cielo a mandarlo a noi e per questo lo chiamo angelo custode...baci

      Elimina
    3. Perdonami. Credevo parlassi di tuo marito.
      Sarà stato sicuramente un dono del cielo, allora... 😘

      Elimina
  7. Non concepirei la mia esistenza senza una partner...mi sento incompleto e non per pigrizia ma fa comodo la condivisione. Certo che vine in mante di mollare ma lo ha detto un vecchio amico tempo fa...Andrea insieme nella buona e cattiva sorte...Pensaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva la sincerità.
      La condivisione è preziosa.
      Lo so bene.

      Elimina
  8. Mah...una relazione libera senza legami secondo me lascia il tempo che trova.
    Un po' come il sesso senza amore.
    Alla fine forse si è più soli di prima.
    Non credo a chi dice di scegliere la solitudine..siamo fatti per non stare soli.
    Ciao

    RispondiElimina
  9. Secondo me invece chi dice di bastare a se stesso non esagera. Non significa vivere su un eremo senza avere contatti umani, significa solo non avere una relazione con qualcuno. E sinceramente io credo vivrei benissimo da sola. La vita mi ha portato altro e ho accettato quanto è arrivato ma non ho mai visto il mio futuro diviso necessariamente con qualcuno. Nemmeno la vecchiaia.
    Trovo più incredibile chi pur di non restare solo accetta qualsiasi cosa e si prende su qualsiasi persona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente tra stare soli e stare male in coppia è molto meglio la prima opzione.
      Io stessa sto molto bene da sola, ma continuo a pensare che la vita in due (ora tre) mi piaccia di più.

      Elimina
  10. E' single per scelta colui/colei che, uscendo da una cocente delusione, decide di passare del tempo da solo/a senza frequentare affettivamente qualcun altro. Lì in genere è una scelta ponderata, quella di ricostruirsi mano a mano, facendo barriera.
    Nel resto dei casi, beh, se l'amore arriva di solito non lo si rifiuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che sia comunque una scelta a tempo determinato, o no?
      Per quanto cocente possa essere la delusione, non si spera di invecchiare e morire da soli. Almeno così penso.

      Elimina
  11. Molte volte sono scelte dettate da delusioni, poi ci sono anche i narcisisti che preferiscono restare soli, comunque le motivazioni sono molteplici. A livello personale, non immagino una vita da solo.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interpreto il tuo commento come una dichiarazione d'amore verso tua moglie.
      Voglio leggerlo così. <3

      Elimina
  12. la solitudine è roba per gli asceti, essere single è diverso, si può scegliere di esserlo per carattere o se si reputa che il gioco non vale la candela...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se invece il gioco la valesse tutta ma non fossimo abbastanza coraggiosi per provarci?

      Elimina
    2. e se il vero coraggio fosse non provarci?

      Elimina
    3. La mia massima di vita resta sempre "meglio fare e poi pentirsi, che pentirsi di non aver fatto"... ;)

      Elimina
  13. Esistono secondo me, pochissimi, qualche ricco casanova per esempio (per scelta intendo), mentre credo che per la maggioranza non lo sia, i motivi sono molteplici, io per esempio vorrei tanto, ma è mi impossibile trovare l'anima gemella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel tuo caso non è una scelta. Tu rientri nelle cause di forza maggiore. :(

      Elimina
  14. Questa mattina , ancora prima di leggerti ,abbiamo parlato , con mio marito ,
    delle coppie più o meno della nostra età , del suo piccolo paese .
    Tutte con figli single intorno ai 40 anni .
    Hanno un lavoro , una casa e vivono da soli . Credo siano più di una dozzina.

    Io , la prima domanda di matrimonio l'ho avuta a 17 anni , altre sono
    susseguite ma , non mi innamoravo . Ero convinta di rimanere zitella ,poi
    verso i 30 anni , ho conosciuto mio marito . Serio , sincero , affidabile,
    e perchè no , anche bello, mi sono innamorata . Dopo 6 mesi ci siamo sposati
    Ero abituata vivere da sola , indipendente e libera , forse lo sarei stata
    se non incontravo mio marito ma , sono contenta di essermi sposata e di
    avere una famiglia che mi vuole bene .
    I giovani non si vogliono impegnare . Le responsabilità li spaventano .
    In fondo , il sesso senza legami non è un problema . Perchè sposarsi ???
    Buona giornata . *** Laura
    PS. Hai ragione , l'anima gemella non esiste , forse solo per Tomaso .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente laddove si può avere facilmente del sesso senza legami, perché un ragazzo dovrebbe impegnarsi in una relazione che porta sì gioia, ma sicuramente anche lacrime e preoccupazioni?
      Comunque almeno dalle vostre parti questi 40enni vivono da soli. Qui rimangono direttamente a casa con mammà.
      Brrrrrr. Mi vengono i brividi solo a pensarci!

      Elimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahha
      Vabbè dai, questo era un caso umano.
      Non può chiederti di andare a convivere senza neppure averti mai vista.
      Ritieniti fortunata a non doverci più avere a che fare.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  16. La vita in due è più bella, in sei troppo affollata.
    Ahahaah!!!
    A me, in certi momenti, verrebbe voglia di mollarli tutti e ADIOS - con tanto di manina che saluta alla Cannavacciuolo!
    Tornando seri: ho una sorella single che ha raggiunto i 40. Lei mi dice che più passa il tempo più si diventa esigenti ed, ad una certa età, le aspettative sono troppo alte e nessuno le raggiunge; per cui meglio soli che delusi.
    Non ti so dire: io e il marito stiamo assieme da 27 anni ( di cui 17 di matrimonio ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi son sposata a 26 anni e tornando indietro aspetterei ancora un po', ma non troppo.
      Tua sorella ha ragione. Quindi, a questo punto, meglio "sbagliare" con l'incoscienza dei vent'anni, no?? 😅

      Elimina
  17. Io sono single... la questione dello scegliere però è diversa da quella che proponi.
    Io sono single perché non ho scelto ancora nessuno. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito se non hai scelto tra molti pretendenti... 😉

      Elimina
  18. Chissà perché chi lo dice non è un granché, io credo che la vita sarebbe davvero triste senza nessuno che ti sta accanto e che ti ama davvero e che tu sai che quando avrai bisogno l'altro c'è, dici bene forse a 20 ma adesso proprio no la vita da single, buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non abbiamo più l'età per pensare a divertirci... 😉
      Buon fine settimana a te.

      Elimina
  19. Abbiamo avuto un inizio analogo: io single “per colpa” di chi non mi cagava manco di striscio! Li amavo e li odiavo sti ragazzi che sceglievano sempre altre ragazze al posto mio! 🤨
    E poi... sì, sono sbocciata anch’io: al liceo e, da allora, single per scelta? Ma che, scherzi? Io perennemente attratta o innamorata di qualcuno! 😛

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem. Non sono single dal 2005. Pensa tu...
      14 anni di onorato servizio sentimentale. 😂😂

      Elimina
    2. Vabbè, io dal 1992😱 e non esiste il congedo! 😂

      Elimina
  20. io sono una trentenne (e un po') single per scelta: semplicemente piuttosto che accontentarmi della compagnia di qualcuno preferisco rimanere in compagnia... di me stessa!

    Vedo tante coppie stanche, gente che non saprebbe stare da sola nemmeno un mese e preferisce stare con qualcuno che non fa per lui... e la mia scelta non mi pare così male :)

    In fondo poi le scelte degli altri non bisognerebbe giudicarle: guardo ed osservo queste coppie e non giudico. non ho idea quale sia la storia di queste persone e mi piacerebbe che anche loro facessero lo stesso verso la mia scelta.
    Non vivo aspettando qualcuno con cui fare coppia... mi piace così :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio pensare che quelle coppie che tu dici siano frutto di un grande amore che però si sia sgretolato e che, purtroppo, oggi non abbiano il coraggio di lasciarsi.
      Comunque stare bene da soli è fondamentale.
      Quindi, brava.

      Elimina
  21. Cavaliere ha usato il termine narcisista. Di solito il narcisista viene sempre associato a una persona che non può stare da sola. Ma noi single siamo anche un po' narcisisti, nel senso che facciamo fatica a sacrificare parte di noi per vivere una relazione sentimentale. Perché essa è sempre un dare e un ricevere, un guardagnare e un perdere qualcosa. Sì, il single è un mix di egoismo e narcisismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel tuo caso, invece, si tratta fondamentalmente di pigrizia, altro che narcisismo ed egoismo!!!!!

      Elimina