martedì 5 novembre 2019

Alla scoperta della Basilicata

Buongiorno amici.
Eccomi qui a raccontarvi, come promesso, della mia gita in Basilicata dal primo al tre novembre scorsi.
Quella che ho scelto per l'intestazione del post è in assoluto la mia foto preferita, poiché ci ritrae tutti sorridenti nello stesso istante.
Vi avevo già detto che Lorenzo detesta farsi fotografare, infatti, e nella maggior parte degli scatti appare imbronciato o di spalle...
Le prove...
Veniamo, però, al viaggio.
Per fortuna le condizioni meteorologiche sono state benevole con noi, tanto che ha piovuto soltanto il giorno dell'arrivo, mentre fino a domenica abbiamo goduto di temperature che sfioravano i 25 gradi.
A nulla è servito, infatti, il cappellino che ho acquistato in un negozietto a Scanzano Jonico dove abbiamo fatto colazione sabato, per poi avventurarci in una lunga giornata di "passeggio".
Dovete sapere che ho "costretto" i miei accompagnatori a fare almeno quindici chilometri a piedi, poiché quando sono in viaggio adoro esplorare il territorio ed usare l'automobile lo stretto indispensabile per giungere da un borgo all'altro.

Come detto, quindi, dopo la prima colazione ci siamo diretti a Policoro, dove abbiamo visitato il bellissimo museo archeologico nazionale della Siritide, situato all'interno del sito archeologico di Heraclea.
Non ho scattato fotografie per rispetto del regolamento interno, ma posso garantirvi che la visita vale tutti i 2.50€ spesi per il biglietto d'ingresso, se non addirittura di più.

All'esterno del museo, inoltre, è presente un'ampia area verde attrezzata con doversi tavolini e panche in legno, per permettere ai visitatori di sostare per una pausa relax.
Così abbiamo potuto accontentare Lorenzo, al quale avevamo promesso di effettuare un picnic, proprio come fanno nel suo cartone animato preferito.
Dopo pranzo ci siamo recati a Tursi, su consiglio dell'addetta alla biglietteria del museo.
Indubbiamente è stata la parte più bella della vacanza.
Girovagando tra le viuzze del borgo arabo antichissimo e degradato (la Rabatana), abbiamo fatto un salto indietro nel tempo e respirato un po' di storia.
Si tratta, infatti, del primo insediamento abitativo del territorio, costellato da strapiombi, grotte e scalinate.
 

Il nostro viaggio è proseguito alla volta di Pisticci, dove abbiamo potuto ammirare il castello, la torre dell'acquedotto, il rione dirupo e la chiesa madre.
La sera, invece, siamo tornati al nostro alloggio.
Non ho voluto iniziare il post parlandovi della casa vacanze che ho prenotato a Marina di Pisticci perché, per la prima volta in tantissimi anni di viaggi e di onorato lavoro nel mondo del turismo, ho beccato una fregatura.
Dalle foto, infatti, la struttura sembrava in linea con lo stile molto essenziale della Basilicata ed anzi, in proporzione al costo, abbastanza carina.
In realtà, invece, abbiamo trovato stanze piccolissime ai limiti del vivibile, maniglie rotte, ragnatele, asciugamani casalinghi di mille colori, riposti in un comò. Parliamo di quelli da viso e da bidè, oltretutto spaiati, e che sembravano persino non lavati. Teli doccia nemmeno a pagarli oro, tappeti nel bagno idem.
Ma non solo. Nelle camere da letto nemmeno una minuscola abat jour. Quindi, se per caso volevi alzarti per fare la pipì, di notte, eri costretto a muoverti con la torcia del telefono, per non rischiare di precipitare giù, visto che il bagno si trovava accanto ad una pericolosissima scala.
Insomma, un incubo, che non consiglio a nessuno, ma quando si è in buona compagnia, persino queste criticità passano in secondo piano.
Quindi, domenica mattina, siamo partiti alla volta di Bernalda dove abbiamo trovato l'ennesimo castello (chiuso) e i tipici vicoli del centro storico.
Siamo rimasti delusi poiché ci aspettavamo qualcosa in più, ma tant'è.
Eppure il peggio doveva ancora arrivare...

Ci siamo fermati a pranzo in una nota trattoria della zona ("La mangiatoia") che non ci ha soddisfatti.
Nel link trovate la mia recensione. Gliele ho suonate senza mezzi termini, così imparano!

Ultima tappa della vacanza è stata Metaponto, con la visita alle Tavole Palatine, un sito gratuito ed aperto al pubblico, immerso nel verde.
Insomma, tanto per tirare le somme, più giro l'Italia e il mondo e più sono fiera di essere Pugliese.
Perdonatemi, ma l'accoglienza dei miei corregionali e la qualità dei servizi offerti sono nettamente superiori rispetto a moltissimi altri luoghi. Posto che le schifezze esistono anche qui, così come le meraviglie altrove.
La Basilicata, però, non mi piace. Eravamo già stati qualche anno fa a Matera ci aveva affascinati, ma credevamo fosse una realtà unica.
La verità è, però, che l'intera regione presenta le stesse caratteristiche, con costruzioni in pietra, strapiombi sui borghi, altissimi tassi di umidità che distruggono i capelli, ed edifici sì storici, ma fatiscenti.
Per non parlare, poi, dell'essenzialità dei servizi.
I panifici fanno il pane solo al mattino, quindi alle 18 sono già vuoti. O magari lo erano già dalle 13, chissà. (Nella vostra città, trovate il pane per cena, oppure no? A Fasano lo sfornano praticamente ogni ora...).
I tabacchini hanno finito i francobolli. Che poi, come si possano finire i francobolli non mi è chiaro. Mica scadono. Quanti ne ritirano? Tre alla settimana? Mistero.

Ora, non vorrei essere troppo drastica, ma di sicuro per me questa regione ha un fascino tutto suo che può tenersi ben stretto. Io non ci metterò più piede.
La verità è che se non fossimo stati sciocchi al punto giusto ci saremmo annoiati a morte.
Cammini per un chilometro in centro, all'ora di punta, e incontri esattamente otto persone. Il deserto.
L'unica nota positiva dell'alloggio. Il parchetto.
Resta, però, che viaggiare è l'unico modo che conosco per sentirmi sempre più ricca e che, anche in caso di cantonate pazzesche, mi rende comunque felice.
Allora, siete mai stati da queste parti? Potete smentirmi o condividete il fatto che la Lucania sia... un po' troppo rurale?
Attendo la vostra opinione, che sarà indubbiamente più clemente della mia.
Baci baci.

49 commenti:

  1. 😄💯 bel resoconto. Sono contenta per te 🥰😍 stare con la famiglia ci vuole 🔥💑👨‍👩‍👧🌈😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero solo che i Lucani non mi denuncino per diffamazione, visto che non ho apprezzato la loro terra... 😅

      Elimina
  2. Cara Claudia, che bello vedere una vera famiglia, e direi molto felice!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-) 
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Belle le foto di famiglia. 😍
    Mi spiace che la vacanza non sia stata tutta di vostro gradimento, ma vero è che la Basilicata è un po' ripetitiva.
    E spezzo una lancia a favore della cucina lucana: ottima ed economica, direi perfetta per chi come me essendo vegetariano, deve scansare i classici ristoranti di pesce pugliesi.

    Non stupirti di chiese e castelli chiusi: quando andai a San Giovanni Rotondo, a parte la "zona Padre Pio", tutte le altre chiese erano sbarrate, nonostante contenessero affreschi importanti e sicuramente degni di una visita.
    Bernalda forse è più adatta per una passeggiata la sera sul corso, o per intrattenersi nei vari locali lì disseminati...
    Pisticci la trovo... vertiginosa, ma Montescaglioso è anche peggio in fatto di strade tortuose per arrivarci...

    Passando da Metaponto, di rientro avreste potuto visitare anche la gravina di Ginosa, un autentico scenario da presepe a grandezza naturale, dove rappresentano due volte all'anno la Passio Christi (va anche in tv, credo su Telenorba), ma siamo già in territorio pugliese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente Ginosa era nel mio programma, ma dato che erano tutti stanchi dopo tre giorni di lavori forzati, li ho graziati. Ahah
      Quindi mi stai dicendo che a Bernalda, di sera, c'è qualche anima? Noi di sera abbiamo visto Pisticci e Marconia, ma eravamo praticamente gli unici a passeggiare. E fortuna che si trattava di un weekend.. per giunta festivo!
      Insomma, per la prossima gita prenoto nel Foggiano. Almeno resto in patria... 😉

      Elimina
    2. Oddio, Marconia deserta? Non ci posso credere! Ma siete stati a Piazza Elettra? Lì c'era un fitto passeggio tutte le sere, quando la frequentavo io, e non soltanto sabato e domenica. Se si è perso il passeggio a Marconia ti ci credo che altrove, già paesi con poco movimento all'epoca, ci sia il mortorio adesso!

      Elimina
    3. Magari abbiamo sbagliato gli orari.
      A Marconia siamo stati il venerdì e il sabato alle 19.30, ma le persone si potevano contare sulle dita di una mano.
      Dici che escono a notte fonda?

      Elimina
    4. A quell'ora ci sono stato una volta o due, c'era poca gente ma andava crescendo perché man mano che si ritirano alcuni, uscivano altri in quantità maggiore... Noi di solito arrivavamo non prima delle 21, e ci immergevamo letteralmente in un bagno di folla, che andava avanti fino a mezzanotte circa. Anche con l'acquazzone, i marconesi si intrattengono sotto i portici, mica rincasano subito!

      Elimina
    5. Mah.
      Io, invece, ho avuto tutt'altra impressione. Mi son sembrati parecchio pantofolai.
      Considera, ad esempio, che sabato 2 novembre tutti i negozi (anche di genere alimentare) erano chiusi. Sul calendario non è festa, ma loro si concedono il ponte.
      Dalle mie parti, invece, si lavora anche la vigilia di Natale. Ma lo sai bene.

      Elimina
    6. Ho lavorato il giorno dell'Epifania perché l'8 c'era una consegna... Ovviamente dopo esserci fermati soltanto 24 e 25 dicembre (io anche il 26 essendo fuori sede e con l'onomastico di papà), 31 e 1. Straordinari riconosciuti in busta paga = 0.
      A 'sto punto, meglio i pantofolai lucani.

      Elimina
    7. Io ti supero, invece.
      Alla reception degli alberghi ho sempre lavorato anche a Ferragosto, il 2 giugno, e tutte le domeniche.
      Un anno, addirittura, ho sottoscritto un contratto come collaboratrice extra a chiamata, e praticamente lavoravo solo nei giorni di festa, per permettere ai dipendenti fissi di riposarsi.
      E, salvo rarissime eccezioni, non ho mai percepito compensi extra in busta paga.

      Elimina
  4. Mai stata in Basilica...peccato vi abbia deluso
    Un bacio Valeria

    RispondiElimina
  5. posso dire una cosa ? noi abbiamo questo ben di Dio che è il nostro Patrimonio ,una buona parte delle opere d'arte e beni culturali sta in Italia ..ci lamentiamo che non c'è lavoro ?? ok valorizza ciò che hai !! ma valorizzalo..fai delle strutture decenti per l'accoglienza ..e controlla che siano tali ..le opere d'arte /musei/castelli/ville etc ..sempre aperti pagando un biglietto equo ..
    pubblicizza quel che hai!! esempio penso che tutta Italia ed estero in molti posti si sa che in Trentino ci sono mercatini di natale ..e l'affluenza è enorme ..io son di Verona in estate c'è Estate teatrale veronese ,Arena e altro ..ci sono varie fiere del settore (vari) quasi tutti i mesi c'e a San Valentino Verona in Love, mostre varie ..c'è gardaland ..il lago è valorizzato al massimo ..il tutto pubblicizzato e valorizza e con affluenza pubblico a volte da paura ...ma tutto ciò aiuta a far girare economia ..
    dico sempre che il nostro patrimonio è il nostro petrolio ..si ma se non lo facciamo uscire non serve a niente .. e non lamentiamoci del la mancanza lavoro ...inventiamolo il lavoro ..
    ok son polemica .. ma invece di lamentarci ..FACCIAMO !!!
    serena giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata a Verona molti anni fa e mi è piaciuta un sacco, sai?
      Comunque hai ragione che dovremmp imparare a valorizzare di più i nostri tesori, ma non tutti lo capiscono.
      In un Paese ricco di arte come l'Italia il turismo va tutelato al massimo, poiché rappresenta potenzialmente il maggior punto di forza dell'economia.

      Elimina
  6. Ciao Claudia, peccato che la tua gita non ti abbia soddisfatta: non essendo mai stata in Basilicata non posso esprimere un'opinione, ma mi piacerebbe molto visitare Matera!
    Buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matera, ripeto, è molto affascinante, ma vista lei hai visto tutto. 😉
      Buona giornata a te.

      Elimina
  7. Mai stata in quella regione, ma un'impressione simile me l'ha fatta la Calabria quando andammo in un villagio turistico dalle parti di Amantea. Fuori dal villaggio e lungo il tragitto, il nulla...
    La Puglia vince e spero di tornarci prima o poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Calabria mi piace molto, invece.
      Sarà che la porto nel cuore perché mi ricorda il mio papà, ma ne apprezzo molto la cucina, le spiagge e anche i borghi.
      Però sì... La Puglia vince sempre! ;)

      Elimina
  8. La foto di prova è fantastica XD!
    Questo post mi ha ricordato un po' la Mikipedia e un po' i reportage di viaggio del buon Franco Battaglia :) (e' un complimento eh). Il vostro alloggio un po' mi ha affascinato: la stanza da letto è proprio una nicchia! Però le ragnatele no, quelle non devono esserci.
    Tra Policoro e Tursi non siete cascati male, eh...nel bilancio vanno considerate anche le cose positive :P
    Sui fornai: dalle mie parti se arrivi a tarda mattinata già rischi di non trovare la roba che cerchi...figuriamoci al pomeriggio! Non so neanche se siano aperti, i forni, di pomeriggio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi i panificatori son pigroni anche al nord... Ahahah
      La stanza da letto sarà una nicchia, ma l'hai vista che è "grande" esattamente quanto il letto matrimoniale? Per salirci occorre entrare dai piedi, oppure muoversi di lato come i gamberi.
      Dai su! Sarebbe stata più decente con un letto ad una piazza e mezza.
      Nella camera più grande, invece, lo spazio c'era, ma peccato che hanno piazzato letti a castello ovunque. Non so a cosa serva una casa vacanze con ben dieci posti letto, tra fissi ed estraibili dal divano....

      Elimina
  9. Ho conosciuto Metaponto e Matera, ma non credo ci tornerei, effettivamente a parte la fascinazione, nient'altro. Comunque l'essenziale è che tu abbia passato tre bei giorni in compagnia e in famiglia, e le foto comunque, semplicemente belle ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Sì, è stata una bella vacanza. Ci voleva, per staccare un po' dallo stress quotidiano.
      Un bacio

      Elimina
  10. Belle le foto! Peccato che il viaggio non sia stato di tuo gradimento, io non sono mai stata in Basilicata ma visiterei volentieri Matera che ho visto in varie fiction ed è una città molto caratteristica! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, se un giorno ti sarà possibile andarci, fallo.
      Ma diciamo che restarci 24 ore basta e avanza per aver ammirato "l'intera Basilicata". ;)

      Elimina
  11. Conosco la Basilicata, alcuni luoghi sono suggestivi, comunque hai fatto un bel tour.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Amo non perdere tempo quando sono in viaggio ed esplorare ogni millimetro. ;)

      Elimina
  12. Beh dai...se non ti avventuri non puoi mai sapere come va a finire no?
    Concordo con quello che ha scritto Tissi...ci sono posti che se venissero valorizzati nella giusta maniera porterebbero "cassa" inevitabilmente.
    Chissà perchè sia così difficile da capire...
    Mai stato in Basilicata...una città che si chiama Bernarda..poi è tutto un programma:)
    Ben tronata a te alla tua famiglia.
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha
      Si chiama BernaLda, monellaccio. BernaLda con la elle.
      Solo tu potevi pensare a male! :))))

      Elimina
  13. Nella prima foto siete tutti e tre bellissimi . Lorenzo poi , con quello
    splendido sorriso è da coprire di bacini .
    Io conosco poco il Sud . Molti anni fa' sono stata in Sicilia ospite di
    una zia di Mamma che aveva sposato un palermitano . Palermo e dintorni
    mi sono piaciuti molto . Un'amica mi ha ospitata in Campania , sono stata
    a Sorrento , Capri , bellissime , Napoli non mi è piaciuta e ti spiego il
    perchè . Credo fosse l'anno dopo il terremoto . Tutto era ancora , oserei
    dire , desolante e c'era ovunque un gran odore di muffa . Penso che oggi
    non sia più così .
    Io preferisco muovermi nel Nord Italia ed Europa . Confesso che con la
    pubblicità che fai della Puglia , la voglia di visitarla c'è ma maritino
    non mi accompagnerebbe mai . Mia figlia , quando lavorava a Parma , aveva
    una collega pugliese e l'ha invitata 2 volte ospite dei suoi genitori .
    Le è piaciuta moltissimo , particolarmente la gente , simpatica e ospitale.
    I panifici , qui sono aperti fino alle h.20 . Oltre al pane trovi focaccia
    (salata) di vari tipi , pizza al taglio , farinata , dolci e altro .
    Sono chiusi solo il pomeriggio dei giorni festivi e il mercoledì pomeriggio.
    Lavorano tutti tantissimo .
    E per ultimo ; sono con Tissi . L'Italia è bellissima . Ha tutto !!!
    Sono gli Italiani che non sanno sfruttarla per il meglio . Penso che quasi
    si potrebbe vivere di turismo se il Ministro si desse da fare e organizzare.
    Così come le Regioni , ristrutturare , abbellire , promuovere , pubblicità.
    Ti saluto con un forte abbraccio .
    Laura




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello sapere che acquistare prodotti da forno di sera non è un'utopia anche dalle tue parti.
      La Sicilia mi manca, sai?
      Non ci sono mai stata, nonostante abbia amici che vivano lì e che me la descrivano come una regione meravigliosa.
      Sono certa che lo sia e prima o poi ci andrò.
      La Campania è stupenda e Napoli mi piace. L'ho vista la prima volta una decina di anni fa e non ho trovato alcun segno della desolazione che dici, quindi si è rialzata alla grande.
      Peccato che tuo marito non ti accompagni quaggiù, altrimenti vi organizzerei una vacanza da sogno.
      Comunque ne parlo bene perché la adoro, ma sono davvero convinta che ogni regione abbia i suoi punti di forza, sebbene in Basilicata non abbia trovato quelli che mi aggradano.
      Un abbraccio a te.
      A presto.

      P.S. Sai bene che Lorenzo si lascerebbe dare almeno duemila baci da una bella signora bionda come te. 😘

      Elimina
  14. Da noi in Toscana in linea di massima i panifici sono aperti solo al mattino... Forse è più Un'usanza del sud quella di sfornare al pomeriggio. Non saprei... 🤔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppola! Ho pubblicato anzitempo prima di finire il commento. Peccato però che ti sia trovata male anche a livello di alloggio e di cibo. Della Basilicata ho sempre sentito parlare bene come posti ma forse sì, sul turismo devono ancora imparare come si fa.

      Elimina
    2. In realtà il cibo era buono, ma da una trattoria ti aspetti porzioni più grandi ed economiche.
      Mio marito lavora in una masseria cinque stelle lusso ed effettivamente danno quattro ravioli per porzione.......
      Comunque ho sbagliato a prenotare due notti. In una sola giornata magari il tempo sarebbe passato più velocemente e non ci saremmo annoiati.

      Elimina
  15. Mi dispiace per l'alloggio a dir poco indecente... ma a volte fa parte delle gite: un qualcosa da raccontare e su cui riderci.
    L'importante è che il resto sia stato bellissimo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì.
      Avrei voluto visitare anche il lago che ho scoperto grazie al tuo post, ma ci si può accedere solo d'estate, attraversando un villaggio turistico.
      Quindi pazienza. ;)

      Elimina
  16. Non conosco la Basilicata, un paio di volte sono stato negli anni 80 a Metaponto per lavoro, un piccolo paese, tranquillo e gente cordiale.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Metaponto è molto carina.
      Anche il sito archeologico a cielo aperto è interessante.

      Elimina
  17. Che meraviglioso resoconto, finalmente riesco a leggerlo :)
    Molto apprezzate anche le foto, tutte, ma come te trovo incantevole la prima.
    Io in Basilicata non sono mai stata, ma prima o poi recupererò.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se proprio devi scendere molto a sud, vieni in Puglia, no? Così ti faccio da Cicerone e ne vale doppiamente la pena... 😘

      Elimina
    2. E la torta al cioccolato.
      E abbraccioni bellissimi con te e Lorenzo.
      Si, meglio la Puglia che ci siete voi.

      Elimina
  18. Sai, esiste una diceria goliardica che vuole inesistenti sia il Molise che la Basilicata (i cui abitanti si chiamano, a rimarcare la questione, basilischi). Infondo per il Molise si può capire perché, è minuscolo e spopolato, invece per la Basilicata mi sfuggiva: è comunque una regione sufficientemente estesa. Effettivamente dati alla mano pare abbia pochissimi abitanti (la Puglia ha ne otto volte tanti, e da sola Torino ne ha poco meno del doppio, e persino il minuscolo e inesistente Molise ha una densità di abitanti per chilometro quadrato maggiore), quindi un po' si capisce la diceria, il fatto che abbiate trovato poche persone e la penuria di servizi. Sinceramente però dalle foto che hai mostrato i borghi non sembrano brutti, hanno anzi un loro fascino! In ogni caso che schifo per la fregatura, mi dispiace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I borghi sono bellissimi, l'ho detto, ma adatti ad un pubblico più adulto. Mooooolto più adulto. 😂😂
      Ti ringrazio per questi preziosi dati che mi hai fornito. Arricchiscono molto il mio post e mi fanno capire tante cose.
      Complimenti!

      Elimina
  19. Però il dinosauro viola a tre posti era bellissimo! 😄😄

    Non sono mai stato in Basilicata, in Calabria sì: a Brancaleone...ricordo che stavamo in una spiaggia sul tardo pomeriggio dove non c'era un'anima. A un certo punto sento come "odore di stalla"...faccio agli altri «Oh gente, ma che ve siete portati da magnà nello zaino? Il fieno?» Quelli lì che ridono, faccio per girarmi e c'era un cavallo tranquillo che bruchettava l'erba e le sterpaglie...fantastico! E silenziosissimo pure 😂 Un cavallo ninja!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Il cavallo ninja mi ha stesa. 😂😂
      Comunque il dinosauro aveva due posti, ma ci siamo stretti per bene. 😅

      Elimina
    2. Ma poi era bellissimo: uno splendido cavallo bianco-grigiastro!
      Che poi davvero non si capiva da dove potesse esser venuto fuori...manco a dire che lì vicino c'era un maneggio, un fienile, un cavolo di recinto, nemmeno il padrone! E' comparso lì e basta, da solo che mangiava tranquillo 😄😄

      Elimina
    3. Non sarà mica stato inviato dal cielo? 😍

      Elimina
    4. Ah non lo so! Bisognerebbe chiedere a Giacobbo! 😂🤣

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.