sabato 9 novembre 2019

Torta curcuma e cocco (anche senza latte)

Buon sabato amici.
Eccomi qui a portare un po' di golosità sotto i vostri occhi.
Oggi vi regalo una ricetta facilissima e leggera.
Visto che Pier sostiene che vorrebbe vedere su questo blog degli esperimenti culinari non comuni, ho provato a realizzare una torta alla curcuma, spezia che avevo sempre usato, prima d'ora, per insaporire la carne e le patate al forno...
Vi ricordo che la curcuma ha un forte effetto antiossidante, nonché antidolorifico e antinfiammatorio, aiuta a rafforzare le difese immunitarie, e possiede molte altre proprietà benefiche per l'organismo.
Quindi vi consiglio di utilizzarla, seppur senza esagerare.
In questo caso, come leggete nel titolo, l'ho associata al cocco e, ovviamente allo zucchero.
Vediamo un po' se il risultato vi piace...

Ingredienti:
- 220 grammi di farina 00,
- 170 grammi di zucchero,
- 100 grammi di cocco grattugiato,
- 250 ml di latte,
- 25 ml di olio di semi di girasole,
- 1 cucchiaino di curcuma,
- 1 bustina di lievito per dolci.

La preparazione di questa torta è davvero semplicissima.
Vi basteranno una ciotola ed un classico cucchiaio d'acciaio.
Per prima cosa mischiate le polveri.
Dopodiché versate il latte e l'olio a filo.
Infine, unite la curcuma e mescolate energicamente fino a raggiungere una colorazione omogenea.

Versate in uno stampo imburrato e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 25/30 minuti.

Consigli:
- Come vedete, io ho utilizzato il latte. Se volete una torta ancora più leggera, invece, potrete usare l'acqua, con la differenza che vi consiglio di scioglierci dentro la curcuma.
- Spolverizzate la torta con dello zucchero al velo, che la renderà più piacevole alla vista ed al palato.
- Se volete darle un gusto più variegato, potete aggiungere all'impasto delle gocce di cioccolato o dei canditi.

16 commenti:

  1. Devo ancora fare colazione, e devo dire che mi piacerebbe farla con quella invitantissima torta.
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'orario della pubblicazione è strategico, no?
      Ahahah
      Buon fine settimana.

      Elimina
  2. La curcuma ha molte virtù, come tante spezie.
    Sereno sabato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' giusto, quindi, utilizzarle in cucina, anche nei dolci.
      Buon fine settimana.

      Elimina
  3. Cara Claudia, al solo vedendolo io mi sto già leccando le labbra!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So bene che sei molto goloso.
      Buon sabato a te.
      A presto.

      Elimina
  4. Ok il curcuma, ma il cocco? Vabbè andrà meglio la prossima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La curcuma è la novità. Il cocco non ti piace proprio? Peccato... Lo troverai spesso qui, perché io lo adoro. 😜

      Elimina
  5. Mi piace un pizzico di curcuma in alcuni piatti ma credo di non averla mai assaggiata in un dolce.
    Da provare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non l'avevo mai fatto neanch'io. L'unica spezia che uso sempre nei dolci è la cannella. Ma ne sperimenteró altre.

      Elimina
  6. Interessante come torta, non ci avevo mai pensato alla curcuma in un dolce.... Con dei canditi poi mi sembra un'ottima torta autunnale! Brava.

    RispondiElimina
  7. Cocco e curcuma si sposano benissimo (forse ho già provato una cosa con questo abbinamento).
    Anche io uso la curcuma in cucina... ma mai nei dolci, appunto!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti provarla, allora.
      Prima o poi, in tuo onore, realizzeró la torta kebab! 😂😂

      Elimina
  8. Sicuramente buono, adoro tutti i dolci, sono nato golosone.
    Una felice domenica a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei l'unico.
      Anche Tomaso non rifiuta mai un buon dolce. 😘

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.