giovedì 13 settembre 2018

Cucinare che passione! O forse no?

Giorni fa leggevo che, stando al rapporto Coop 2018, sempre più persone acquistano al supermercato i cosiddetti "cibi pronti".
Per quale motivo, secondo voi, si sceglie sempre la strada più facile?
Per mancanza di tempo, o per vera inettitudine in cucina?
Quando mi capita di essere troppo di fretta, ad esempio, preparo una pasta al pesto al volo, oppure gli spaghetti alla carrettiera (aglio, olio e pane tostato), o ancora la pasta speck e scamorza.
Insomma, di ricette pronte in dieci minuti ne conosco a palate, e si sa tornano sempre utili.
Ma i cibi pronti.... anche no!

Credo che mia nonna si rivolterebbe nella tomba se mi azzardassi a mettere in padella una di quelle confezioni dal gusto discutibile.
Persino il minestrone in scatola non ha lo stesso sapore di quello preparato dal fruttivendolo.

E sì, lo so. Magari ho dei pregiudizi soltanto perché sono Pugliese, ed ho imparato a destreggiarmi in cucina sin dalle scuole medie. Poi, il caso ha voluto che sposassi un cuoco, il quale mi fa sentire in colpa persino se mangio delle patatine in busta, figuriamoci diavolerie semi-congelate.

Quindi, amici miei, non perdetevi d'animo.
Esistono milioni di ricette facili ed immediate. Non occorre, per forza rinfilzarsi di conservanti.
Scommetto che se darete un'occhiata alla sezione apposita del mio blog, ne troverete una che fa al caso vostro! 😉

26 commenti:

  1. Cara Claudia, la cosa di comperare la cosa per mangiare pronta è diventata di moda,
    la gente a fretta e non a tempo per dedicarsi alla cucina,le cause è che il lavoro è logorante e alla fine non ai la pazienza di dedicarti alla cucina.
    Qui da noi la cosa almeno per noi è differente mia moglie dedica sempre il tempo necessario per cucinare un buon piatto, come vedi sono fortunato.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che il tempo, mi pare manchi la volontà, perché, come ho scritto, esistono decine di ricette sane e deliziose da preparare in pochi minuti.
      Buona serata a te.
      Baci

      Elimina
  2. La vita frenetica, lo stress e tant'altro, porta le persone a consumare pasti veloci. La maggior parte mangia per strada negli innumerevoli street food, altri infilano nel microonde cibi precotti e via discorrendo. Cosa è cambiato? La pazienza, la modernità partorisce sempre gente meno paziente e, si sa, in cucina serve. Altro aspetto importante è che ci sono sempre più single, e loro, preferiscono pasti sbrigativi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io pranzo da sola 5 giorni su 7, ma non comprerei mai quelle schifezze precotte e congelate.
      Piuttosto mi nutro di soli secondi e contorni, come ben sai, mangiando la pasta due volte a settimana, ma la preferirei in bianco, se proprio dovessi scegliere..

      Elimina
  3. Io odio i cibi pronti, a meno che sia lo sgombro e il tonno :D Preferisco mangiare la pasta con olio e parmigiano piuttosto che i 4 salti in padella.

    Comunque a casa tua si mangia bene, chiunque cucini..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah
      Vedessi da mamma..
      Si mangia persino meglio.
      Per domenica ho chiesto il ragù con le bracioline di lacertino e le polpette. ☺😋😋
      Sono sicuramente una delle sette meraviglie del mondo.
      Assieme alle sue scaloppine funghi e carote.. 😍😍😍

      Elimina
    2. Faccio il passo passo con tanto di foto? Uno pensa al ragù come ad una cosa pesante, il mio è di mia invenzione, lo faccio solo io così 😆

      Elimina
    3. Quasi quasi lo mettiamo nella rubrica ricette.. 😉

      Elimina
    4. Per fortuna non sono sposato con Claudia. Sennò con una moglie e una suocera così brave in cucina sarebbe stato duro tenere il peso forma 😁😁😁

      Elimina
    5. Ahahah
      Quando ti legge Ema le prendi.
      Preparati.. 😂😂

      Elimina
    6. Ma io le voglio prendere da te!!😂

      Elimina
    7. Stai attento Riccardino. Sembri quasi irriverente e pornografico. Ma non lo saresti con me.
      Perché ti faresti moooooolto male.
      Aspettiamo Ema, va! 😈😜

      Elimina
    8. Ahahah cioè adesso Ema è l'addetto alle punizioni? Ha finito i giga però! Non leggerà!

      Elimina
    9. Lo farà, lo farà.
      Sono fiduciosa!

      Elimina
    10. Ahahah "Ema, attacca!" 😂
      Riccardo in versione "sì, sculacciami!"
      I giga ce li ho ma li sto usando con parsimonia, evito solo i video.
      Come disse il saggio di Siviglia, prima la madre e poi la figlia! Però stai diventando un po' troppo ingordo, ti ricordavo più mite! 😄
      Mi spiace deludere Claudia ma il trasloco mi ha sfinito... non sto in forma. È già tanto se sono riuscito a scrivere. Mi riattivo solo quando mi toccano il clima.
      Io di pronto prendo solo i surgelati (bastoncini e cotolette, purtroppo anche le olive ascolane - e ho parenti ad Ascoli...). Per il resto, ho smesso di andare al ristorante dato che la cucina di casa non si batte!

      Elimina
    11. Che delusione..
      Allora te lo meriti proprio..
      "Fortuna che l'estate sia FINITA!!!". 😜😈😈😈

      Elimina
  4. Assolutamente vero, ma quanto ci piace fare schifo con il junkfood? Ok, questo che citi tu è un livello infimo, quasi da paesi stranieri...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A casa mia junk food significa Sofficini o bastoncini Findus, cotolette e patatine fritte.
      Stop
      P.S. Peccato. Almeno tu potevi aiutarmi a rimettere in riga Riccardo.. 🤣🤣🤣

      Elimina
  5. L'unico cibo pronto che acquisto sono le cotolette :D ma a volte le faccio io direttamente.
    Compravo anche i bastoncini di verdure poi me li hanno tolti di mezzo. Ed è un peccato perché erano gli unici senza cipolla, cui sono allergica :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non la digerisco, quindi non la mangio da almeno sei o sette anni.
      I bastoncini di verdure li ho provati, ma non mi hanno entusiasmata. Piselli, carote, mais..
      Tutti ingredienti dolcissimi.
      Mi sembrava di mangiare un dessert. ;)
      Le cotolette fatte in casa son più buone, ma per arrangiare le pronte son perfette.

      Elimina
  6. io sono una pessima cuoca: soprattutto non mi piace, quindi ci dedico pochissimo tempo... ma solo ogni tanto mi concedo la busta, come uno sfizio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?? Avrei scommesso che ti piace fare i dolci.. Il titolo del tuo blog mi ricorda le crostate alla frutta...... 😉

      Elimina
  7. Pensa che io una pizza surgelata manco per scherzo comprerei, figuriamoci i cibi pronti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissimo.
      Altrimenti non saresti degno di vivere in Puglia, no? 😉

      Elimina
  8. Cibi pronti già cotti anche no. Anzi sicuramente no ho un'avversione innata, cresciuta in una famiglia dove molti prodotti si raccoglievano direttamente dall'orto. Però con il passare del tempo mi sono in parte convertita a comprare prodotti lavorati ma non cotti: tipo polpettone, polpette, fettine panate da cuocere. Così come il pesce: involtini di pesce, hamburger polpette sempre già preparate ma da cuocere. Questi cibi semi pronti li ordino da persone, macellaio e pesciarolo che conosco e ammetto che averli pronti e congelati mi da una grossa mano.
    La mia è solo mancanza di tempo, se stessi a casa sicuramente mi dedicherei anche alla preparazione delle materie prime, una volta lo facevo, appena andata a vivere con il mio attuale marito, ma essere "occupatissima" mi è costato solo stress e qualche anno di terapia. Oggi lascio spazio al "compromesso" preparati di fiducia da cuocere, anche se non mi sono convertita al bello e pronto. Il cucinato solo al ristorante. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh queste che mi elenchi son9 soluzioni che adottiamo un po' tutti.
      Ma non credo che tu acquisti sughi pronti al supermercato, lasagne in scatola, ecc...
      Quind, ti assolvo. 😉

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.