sabato 22 settembre 2018

Ricetta di fine estate: sciroppo di latte di mandorla fatto in casa

Buon sabato amici.
Domani finisce ufficialmente l'estate.
Le mie amiche Maria e Valentina, però, hanno deciso di salutare la bella stagione preparando una delle mie bevande preferite: lo sciroppo di latte di mandorla.
Quale miglior soluzione per rinfrescarsi, dissetarsi e fare il pieno di energie, infatti, quando fa molto caldo?

Premetto che loro hanno usato il Bimby, ma nei consigli vi spiegherò anche come realizzarlo a mano.

Ingredienti:
- 100 grammi di mandorle dolci senza pelle
- 50 mandorle amare senza pelle
- 700 grammi di zucchero
- 600 ml di acqua

Innanzitutto, tritate finemente le mandorle, dolci e amare.
Dopodiché, inserite tutti gli ingredienti nel boccale, e lasciate cuocere per 20 minuti, a 70 gradi, impostando la velocità numero 4.
Otterrete un composto abbastanza liquido di colore giallognolo, ricco di mandorle ridotte in poltiglia.
A questo punto, adagiate un canovaccio di cotone su una ciotola, e filtrate lo sciroppo, in modo da poterlo poi riporre in una bottiglia di vetro.
Potrete conservarlo in frigorifero, oppure in dispensa, e berlo diluito in acqua fresca, dosandolo a vostro piacimento.

Consigli:
- All'interno del canovaccio rimarranno le mandorle tritate che potrete conservare in frigorifero, ed utilizzare, in seguito, come base per una torta sbriciolata, o per altre preparazioni.
- Se non possedete il Bimby, potrete realizzare lo sciroppo cuocendo gli ingredienti in una pentola, a fuoco dolce, per circa mezz'ora, senza mai smettere di mescolarli.

24 commenti:

  1. Cara Claudia, una ricetta che richiede un po ti pazienza e lavoro, alla fine il buon latte di mandorle che è veramente squisito.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte le cose più buone nascono dalla fatica, no?
      Buon fine settimana a te.
      Un bacione

      Elimina
  2. Non l'ho mai bevuto :D, ma mi piace il latte tradizionale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che storia triste.
      Diciamo ai nostri amici che ho dovuto spiegarti in privato cos'è l'ORZATA.
      E che credevi che il latte di mandorle si bevesse puro.
      Povera me.
      Ma che vita triste avete in Emilia????
      C'è qualche nordista che può tranquillizzarmi dicendo che adora queste bevande?

      Elimina
    2. Io adoro il latte di mandorla e non pensavo si potesse fare in casa! Ma fino a quanto lo posso conservare?

      Elimina
    3. Sai che non c'era scritto? L'abbiamo cercato ovunque. Certamente, non essendoci conservanti, non si può conservare un anno e più come quello acquistato.
      Penso che mettendolo in frigo regga almeno un paio di mesi, forse anche tre.

      Elimina
  3. Stimo chi si mette a fare queste cose in casa, tipo mio padre.
    Io ovviamente non ho voglia :D forse perché questo tipo di bevande neppure mi piace.

    RispondiElimina
  4. L'estate è finita il 31 agosto, ignorante! Lo ha detto nonno Riky! Comunque manco io so cosa sia l'orzata, la conosco e bevo lo sciroppo insieme a quello alla mente, nel latte ma non so cosa ci sia dentro, orzata orzo? Google mi dice che non c'entra un cazzo con l'orzo.

    Tornando in tema, citando il mitico Beau di The Ranch, rude allevatore: assaggerò il latte di mandarla quando vedrò mungere una mandorla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      L'orzata, la menta e il latte di mandorla sono sciroppi dolci che si bevono in estate.
      Nelle case delle nonne non mancano mai.
      Ma, a quanto pare, voi avete nonne molto tristi. 😂😂😂
      Scherzo. Sto cercando di capire se davvero sono diffusi solo al sud, ma non credo!

      Elimina
    2. L'orzata dei pirati, Ema!

      Elimina
    3. Siete due imbecilli!
      Visto che Laura li conosce benissimo! Altro che Sud e Nord! 😜

      Elimina
  5. Tranquilla Claudia , sono conosciuti anche qui al Nord . Io non
    tollero il latte quindi , non è x me .Orzata e menta l'ho bevuta
    parecchio e volentieri . Buon-Week-end .Laura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauraaaaaa!!!
      Ci volevi proprio tu. La mia salvatrice preferita.
      Spiegalo a quel diffidente di Riccardo che vivi in Liguria ma conosci queste delizie.
      Fortuna che ci sei.
      Buon weekend a te. Bacione

      Elimina
  6. Risposte
    1. Alleluia!!! Finalmente qualcuno che lo conosce e, soprattutto, lo gradisce.
      Grazie Gian!

      Elimina
  7. Latte di mandorla!! Buonissimo! Meglio se già pronto da bere. ; ))
    Comunque grazie della ricetta.
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alleluia. Un'altra sana di mente..
      E Riccardo sempre più solo!
      Ben gli sta! 😂😂😂😂😗

      Elimina
  8. Mai provato, comunque grazie per la ricetta!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito se non hai mai provato a farlo o a berlo. 😉

      Elimina
  9. A me piace mooolto.brava Claudia.grazie x la ricetta e ringrazia tanto,ma tanto tanto le tue amiche che cmq ti pensano ogni qualvolta sperimentano cose nuove e ottime 😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Che stronza. Lo sanno pure le pietre, ormai, che le ricette sono vostre.
      Piuttosto, vai a rimproverare Riccardo che dice che il latte di mandorla è da meridionali! 😂😂

      Elimina
  10. Era una delle mie bevande preferite da piccolo, anche se forse mi confondo con l'orzata...vabbé, tanto in entrambi i casi ho smesso da tempo immemore ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perché mai?
      Certi amori non dovrebbero mai finire.. 😉

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.