venerdì 26 marzo 2021

Ancora truffe su Whatsapp: nel mirino Esselunga e Coop

 
Continuano a girare su Whatsapp truffe con annesso tentativo di phishing.
A cadere nel mirino degli hacker sono stati, stavolta, due colossi del calibro di Esselunga e Coop.
Nel primo caso, in occasione del presunto settantesimo anniversario del brand (falso perché la catena è stata fondata nel 1957, dunque 64 anni fa), ecco arrivare dei finti buoni spesa da cento euro.
Come? Ve lo spiego subito.

Basta ricevere un messaggio su Whatsapp da parte di un contatto fidato che, a sua volta, è caduto nella rete, con un link su cui cliccare.
Per Esselunga, la promessa è di ricevere 7mila buoni promozionali da 100€, partecipando ad un'estrazione fortunata. Peccato che la lotteria faccia miracolosamente vincere tutti e per riscuotere i premi occorra superare due step.
Il primo è di inviare il link ad almeno venti amici su Whatsapp, o cinque gruppi, in modo da allargare al massimo il bacino d'utenza della truffa.
La seconda fase prevede, invece, di inserire i propri dati anagrafici e sensibili, di cui gli hacker sono sempre ghiottissimi.
La catena di supermercati ha presto smentito sul suo sito ufficiale l'effettiva esistenza di questi buoni, ed invitato i clienti ad essere più prudenti.

Qualcosa di analogo è accaduto per la Coop.
In questo caso, l'occasione speciale per giustificare i regali, sarebbe il 60° anniversario del marchio (che stavolta è reale, e si è celebrato il 22 marzo scorso).
I buoni promozionali, però, saranno disponibili dopo aver risposto ad alcune semplici domande, mirate all'ottenimento dei nostri dati personali.
Ma non solo. Per riscuoterli, occorrerà inserire i dati della propria carta di credito.
E qui casca l'asino. Davvero esistono persone così incoscienti da inserire ancora i propri dati sensibili su questo genere di truffa?
La risposta, purtroppo, è sì.

Insomma, come vi ho spesso ripetuto, ma continuerò a fare, non cliccate mai sui link ricevuti tramite Whatsapp, SMS, o qualsiasi altro tipo di messaggeria istantanea.
Inoltre, nella malaugurata ipotesi in cui questo dovesse accadere, non inserite i vostri dati anagrafici, né soprattutto quelli relativi al vostro conto corrente o alla carta di credito.

Cosa fare se cadete nella trappola?
Bloccate immediatamente i vostri conti e contattate la polizia postale.
Va detto, oltretutto, che queste truffe seguono una certa ciclicità.
Difatti, proprio un anno fa, durante il primo lockdown anti-Covid, Esselunga e Coop erano state scelte per un'altra truffa ai danni dei consumatori.

34 commenti:

  1. Queste truffe si fanno sempre più subdole perché con il tempo ne migliorano le caratteristiche e anche uno che è sempre attento può cascarci in un baleno, soprattutto quando la catena ti arriva da watsup e tramite quindi un conoscente.

    Che fa queste cose è gente senza scrupoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo gli hacker speculano su tutto. Sulla pandemia, sul lutto, sulle malattie.
      Non hanno scrupoli.
      E sì, i loro attacchi si fanno sempre più sofisticati, anche se tendenzialmente i modi per identificarli sono sempre gli stessi: errori grammaticali, link diversi dal mittente "originale", offerte super eclatanti, ecc.

      Elimina
  2. beh dai se non altro si impegnano ..'sti bastardi !
    la cosa che mi fà strano è che ci caschiamo ancora ..
    beh che mi arriva un sms che ho vinto 100 euro magari un pò ci rifletto ..ecco se fossero 10000 ..o 100000..magari nooo!!! ;))))
    scherzo! è che magari se mi arriva sms con hai vinto 100 euro è abbastanza credibile ..insomma non pensi ad una bufala/truffa ..
    ma a darti i dati carta di credito ..deve passar ancora qualche anno e magarti divento ancora più rinco....ta .magari si.
    ah parla una che fà acquisti su amazon ..e non salva num.carta..ogni volta la inserisco nuovamente ...giusto per fidarsi
    ohh..magari mi imbroglieranno ..ma li faccio sudare ;))
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo a non memorizzare i dati della tua carta sui siti web.
      Amazon è sicuro, ma non si sa mai.
      Prevenire è sempre meglio!

      Elimina
  3. Cara Claudia, si sta solo studiando per imbrogliare, attenzione!!!
    Ciao con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. A me arrivato messaggio simile su Signal, spacciato per buono spesa di Amazon...
    Semmai risalissero a uno degli autori di queste truffe, vorrei scambiarci due parole... 😠

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so cosa sia Signal.
      Un'altra app di messaggeria?

      Elimina
  5. Avviserò mia madre anche se su questi tentativi lei proprio non si lascia incantare, più rischiosa poteva essere l'altra truffa di cui scrivesti qui quella legata alla truffa del codice a 6 cifre. Certo è che si deve sempre stare attenti perché la truffa in rete è dietro l'angolo e soprattutto le persone anziane possono facilmente caderci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che questo è un luogo comune. Non sono solo gli anziani a cascarci, ma persone di tutte le età, magari un po' distratte.
      Quindi, lo scopo di questi miei post è proprio mettere in allerta anche i più insospettabili.

      Elimina
  6. Bisogna tenere sempre gli occhi aperti.Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Purtroppo non possiamo mai abbassare la guardia.

      Elimina
  7. buongiorno Claudia, ci sono andato vicino. Sono cliente Esselunga e dai me sanno tutto avendo la fidaticard.
    Il giorno prima mi lamentavo con la cassiera perché erano settimane senza regalini e mi diceva tempi di grandi sconti e non di regalini per cui mi sono ravveduto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita.
      L'hai scampata per un pelo, allora.
      Meglio così.

      Elimina
  8. La risposta è sì, difatti a sparare sul mucchio qualcuno becchi. Io ormai sono ridotta che cestino tutto ciò che non arriva da persone conosciute, ma vedo che nel caso dell'Esselunga nemmeno questo basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà questo non basta in nessun caso, perché tutte le truffe ti arriveranno da parte di un contatto che conosci bene ma che, però, è caduto nel tranello.

      Elimina
  9. Ah! ma allora non era vero! :D
    Scherzo! Ovviamente io i link li salto proprio, spesso non apro neppure quelli che rimandano al video simpatico o alla notizia del momento. Suppongo che la mia sia più pigrizia, ma, anche fosse, capirei di essere incappata in una truffa subito dopo aver vinto :P Una volta ho vinto cento euro col gratta e vinci e ho creduto seriamente che fosse truccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io una volta ne ho vinti cinque, col Gratta e Vinci.
      Sono andata in tabaccheria e ho chiesto i soldi della vincita. Quello rimase malissimo, perché di solito per quella cifra chi vince acquista nuovi Gratta e Vinci. Ma io ne avevo comprato uno soltanto per una scommessa persa. Metti che vincevo altri cinque euro, che rimanevo là in loop? Ahahahah

      Elimina
  10. su un gruppo whatsapp un paio di giorni fa è stato inoltrato un messaggio che amazon 30% ecc ecc non l'ho manco preso in considerazione. Ma la cosa che mi stupisce è che chi lo ha messo nel gruppo è una persona che dovrebbe saperlo ormai, lei inoltra di tutto e tutte sempre prontamente a smentire che è una bufala e che basta fare una ricerca su google per informarsi. Ma , niente! la tentazione di inoltrare, diffondere, pur se in buona fede, prevale sulla logica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo ad ignorarlo.
      Sicuramente si trattava di una fregatura.
      Scommetto che questa persona che lo ha inoltrato è anche fissata con le fotografie di buongiornissimo... ;)

      Elimina
  11. Questi truffatori sono proprio dei bastardi.

    RispondiElimina
  12. Non è un mio problema visto che non ho whatsapp . Sul cellulare non mi
    è mai arrivato niente . A mia figlia invece sono spariti soldi dal
    conto corrente . Come hanno fatto ? Forse perchè compera su amazon con
    carta di credito . Anche i gestori telefonici truffano , a me è successo .
    E' un Mondo di delinquenti questo ?
    Buona giornata . Laura ***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Purtroppo è un mondo in cui l'onestà diventa sempre più una dote rara.
      Cerca di stare sempre attenta, anche se non usi Whatsapp.
      Un bacio.

      Elimina
  13. Mai preso in considerazione i buoni sconti giunti via messaggio, neppure quelli da Amazon che danno sugli acquisti. Sarà che non credo a nessuno che regali soldi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene!
      Perché è proprio vero che i regali senza un secondo fine sono pressoché inesistenti.

      Elimina
  14. Hai presente cosa è successo alla mia nonna?
    Li farei bruciare tutti all'inferno questi maledetti che si approfittano dell'ingenuità delle persone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, me lo ricordo.
      Non c'è davvero limite alla pochezza di chi studia queste truffe fisiche o virtuali.

      Elimina
  15. Nei giorni scorsi è arrivato questo msg, tramite amico. Comunque non ho cliccato sul link, sono truffe che girano da anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che il tuo amico ci sia cascato. Spero che tu gli abbia spiegato la truffa.

      Elimina
  16. Basta pensare a una cosa: nessuno regala niente :D.
    Quindi è facile non cadere in questi tranelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però un cliente fisso magari se lo aspetta uno sconto extra.
      Basta leggere la testimonianza di Andrea.

      Elimina
  17. Ciao Claudia. Grazie mille per il post. Io evito di aprire mail e messaggi pubblicitari proprio per evitare delle grane. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo.
      La prudenza non è mai troppa in questi casi.
      Buon fine settimana a te.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.