martedì 7 agosto 2018

Vaccinare sì o no? Il governo prende tempo


Ho sempre pensato che nella vita occorresse prendere una posizione.
Non sopporto i qualunquisti che non si schierano mai dall'una o dall'altra parte, cercando di risultare simpatici a tutti.
Purtroppo, o per fortuna, il mio peggior difetto è la schiettezza.
Quindi, come ho più volte dichiarato, sono assolutamente a favore dei vaccini.
Per fortuna, non sono la sola a pensarla così.
A tal proposito, vi invito a rileggere una mia vecchia intervista, per conoscere il parere di un esperto.

Eppure, in Italia, i cosiddetti no vax, continuano a seminare il terrore, sebbene sia stato scientificamente provato che non ci sia alcuna correlazione certa tra i vaccini in età infantile e l'autismo.
Quel che mi fa più rabbia è che, trent'anni fa, quando nacqui io, vaccinare era l'assoluta normalità, e nessun genitore si chiedeva se farlo oppure no.
Adesso, però, sembra di essere tornati all'età della pietra.

Un tale qualsiasi urla all'epidemia, e tanti pecoroni lo seguono come se fosse il nuovo Messia.
Il Governo, poi, ci mette del suo.
Nei giorni scorsi, infatti, ha spostato di un anno l’obbligo di vaccinazione per i bambini della scuola dell’infanzia.
A stabilirlo è stato il Senato che ha dato l’ok ai due emendamenti di Lega e Cinque Stelle, già approvati in commissione, che prorogano all’anno scolastico 2019-2020 l’obbligo di presentazione del certificato vaccinale per l’accesso all’asilo.
Si attende l'ok della Camera, ma il provvedimento sta facendo parecchio discutere tra sostenitori e contrari.

Insomma, non sono un medico, e so di non avere i titoli per lanciare un annuncio, ma sono una madre attenta e scrupolosa che, dopo essersi documentata, ha deciso di vaccinare suo figlio.
Intanto, giusto per parlare un po' di numeri, ecco quante persone muoiono, oggi, di morbillo.
Riflettete, amici, e non sentitevi sempre superiori rispetto ai consigli dei vostri medici e dei pediatri.
In alcuni casi, fidarsi degli esperti è doveroso!

Intanto, proprio oggi ho letto sull'Ansa, la curiosa notizia di un gelataio bolognese che ha appeso un cartello sulla vetrina del suo locale per segnalare che non apprezza l'ingresso dei no vax. Sono certa che se ne parlerà ancora, quindi ve la segnalo.

62 commenti:

  1. SI VAX!
    Certo che sono favorevole ai vaccini. Hanno fatto sparire col tempo tante malattie che potevano diventare mortali in molti casi. Alleggerendo l'attenzione rischiamo di farle ritornare e più virulente di prima anche perchè i medici possono non essere più così veloci a riconoscerle.
    Ognuno è libero di fare ciò che meglio crede ma che mio figlio/figlia debba rischiare la vita perchè non ha ancora l'età per essere vaccinato e un altro bambino con l'età giusta non lo è stata per idee malsane deigenitori no. Non mi sta bene!
    Prima di dire che i vaccini fanno male, autismo o cos'atro si vuole, voglio prove concrete alla mano. Non parole a vanvera di uno pseudo medico/scienziato che gioca sulle paure altrui.
    Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per non parlare delle tantissime categorie "deboli" che non possono vaccinarsi e che avrebbero assoluta necessità dell'immunità di gregge.
      Ma certe persone col gregge sembrano avere una sola cosa in comune..
      Sono pecore!!!

      Elimina
  2. Parlo da mamma che ha fatto vaccinare sua figlia... Bene anzi male... Ha avuto due reazioni pesanti avverse a due di queste... Alla seconda dose di pneumococco e alla terza dose di esavalente... Denunciate entrambe al ministero della. Salute e farmacovigilanza...la prima reazione avversa: mia figlia ha rischiato una forte encefalopatia, forti mal di testa per 6 mesi, convulsioni notturne, irrigidimento corporeo che sembrava un legno e solo la testa si muoveva, si svoltavano gli occhi e non riusciva a respirare... Per un mese non riusciva più ad articolare una parola senza balbettare per minuti interi... È stato orrendo... Crisi nervoso ecc.. Grazie SOLO alla forza di mia figlia e alle sue facoltà mentali e fisiche è riuscita a uscirne indenne ma ancora ha bisogno di prendere lo sciroppo di omega e altro perché altrimenti le crisi tornano... La sua condizione cardiaca di cui lei è già nata con una insufficienza cardiaca Sistola ed extrasistole superiore e inferiore e u soffio è peggiorata.. Non è collassato perché ha forti i pannicoli che sarebbero i sostegni che reggono il cuore...
    Seconda reazione:è rimasta con il 20%di ossigeno, convulsioni, e febbre per 20 gg a 41. Non scendeva... Risultato le ha intaccato le vie respiratorie e l asma è comparsa...
    Fatte le. Dovute denunce hanno studiato il caso e hanno riconosciuto le reazioni come REAZIONI AVVERSE AL VACCINO in entrambi i casi.
    Mi hanno esplicitamente detto per telefono che purtroppo i vaccini oggi utilizzati da 10 anni a questa parte non sono uguali a quelli precedenti perché hanno ovviare con altri metodi in alcuni casi poco ortodossi i costi troppo esagerati. Leggi il bugiardino.. Inoltre è vero ci sono alluminio, formaldeide ecc per abbreviare il processo e sono questi materiali e queste sostanze a provocare molteplici reazioni avverse. Mi hanno detto SIGNORA LE È ANDATA BENE NON FACCIAMO FARE ALLA BIMBA L MRPV MI RACCOMANDO. NON LA FACCIA!!! LA BIMBI HA REAGITO IN MODO VIOLENTO A DUE VACCINI. ORA SI FERMI. ASPETTI LA DECISIONE DEL GOVERNO... POI CI RICHIAMI e LE DIREMO COME MUOVERSI. MI Raccomando. QUANDO USCIRANNO GLI ESAMI DEL PREVACCINO ALLORA POTRÀ STARE PIÙ TRANQUILLA.

    Questo l anno scorso quando mi hanno ricontattato per seguire mia figlia nel post vaccino...
    Quindi... Spero che la proposta che hanno proposto per il PREVACCINO nei bimbi e per la cautela ai vaccini sia varata in legge al più presto. Perché oltre ai bimbi che con i vaccini stanno bene ce ne sono più di 240000 bimbi che hanno avuto reazione avverse e il ministero dovrà risarcire visto che ne sono rimasti danneggiati. Anche se non se ne parla. Ci sono ed esistono e HANNO DIRITTO DI ESSERE CONSIDERATI. Ogni bimbo è diverso sia in genetica sia biologicamemte. ecco perché l esigenza dei PREVACCINI.per proteggerli. E non ci vedo nulla di sbagliato.
    Inoltre non è corretto che una volta vaccinati vengano portati a scuola: il post vaccino ha tempo di 40 gg e i bimbi dovrebbero stare a casa altrimenti mettono a rischio i bimbi che ancora. Non sono stati vaccinati.
    IO a mia figlia dopo la vaccinazione la facevo stare a casa per 40 gg Pr evitare che contaminasse bimbi più piccoli non ancora vaccinati. Ma anche di questo non se ne parla più di tanto.
    C'è tanto da considerare ma l'unica soluzione sono sempre le Stesse LA CONSAPEVOLEZZA E LA MODERAZIONE

    RispondiElimina
  3. Scusate gli errori ma ho la tastiera che non mi va bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati. Era tutto chiarissimo.
      Mi dispiace terribilmente per tua figlia, e te lo dico col cuore.
      Al tempo stesso mi viene da fare due considerazioni personali che, spero, non ti offenderanno.
      La prima è che, considerando che la piccola presentava problemi cardiaci e non so se altro, forse bisognava considerare meglio la reazione del suo organismo al vaccino.
      La seconda è che, purtroppo, le eccezioni che confermano le regole esistono sempre.
      Se fosse capitato a mio figlio, probabilmente, ci avrei pianto per sei anni e avrei avuto voglia di far saltare in aria l'intero sistema sanitario nazionale. Però, io sono una mamma fortunata come milioni di altre, e continuo a credere che vaccinare sia la strada giusta.
      Attenzione, non sulla pelle di tua figlia o di altri bambini innocenti.
      Questi, ripeto, sono casi limite che spero con tutta me stessa si riducano fino a scomparire.

      Elimina
    2. Non esistono prevaccini da fare, almeno non fino a questo momento. Mia figlia doveva essere vaccinata e con tutti i dottori che comunque non scordiamo venivano pagati 600 uro dal ministero per ogni vaccinazione effettuata dai loro pazienti mi è stato detto che non rischiava nulla. Inoltre si rischiava o multe quindi eravamo con le spalle al muro. Le prime sono andate bene poi no...
      Scusa se tiè lo dico ma bimbi che hanno reazioni avverse non sono eccezioni e casi limiti. Fino al 2017 si parlava i 240000 bimbi.. Ad oggi sono aumentati... 240000 sono casi limiti o eccezioni per te? Non si può Chia. Are eccezioni 240000 bambini.... È anche se fosse uno soltanto vuol dire che il rischio esiste e che ogni figlio va a fortuna è non dovrebbe essere così...
      Comunque poi ognuno è libero di pensarla come vuole ma penso che quando si parla di sicurezza sanitaria e di salute dei bimbi non si può essere così superficiali. Ripeto SERVONO I PREVACCINI PER EVITARE DISGRAZIE. e stentato a farli perché perderebbe ro soldi sia la casa farmaceutica che il ministero. Questa èa realtà è un iatale anche dal vicepresidente ciao poi dimessosi del ministero della salute...
      C'è tanto intorno e intanto la salute peggi

      Elimina
    3. 240 mila bimbi che hanno avuto reazioni avverse? E di che gravità? Può la signora essere così cortese da citare le fonti mediche? Grazie.

      Elimina
    4. Esatto Mariella.
      Mi sembrava eccessivo, infatti.
      Ma ero di corsa e non avevo il tempo di documentarmi.
      Quindi ho preferito non rispondere per partito preso, sebbene sia molto convinta delle mie idee.
      Anzi.. Delle nostre idee! 😉

      Elimina
    5. Mia cara Mariella se ti sforzassi a leggere siti competenti come aifa ministero della salute farmacovigilanza ecc to rendere sti conto che sono dati dal 2001.solo nel 2013 vi sono stati quasi 8000 segnalazioni di casi semigravi e 433 di casi gravi riconosciuti e risarciti. Ma sita to che Importa? Mica ci sono i vostri figli in quei 433 casi gravi che si porteranno dietro le conseguenze per sostanze tossisce e noci e inoculate... Certo sono eccezioni e anche casi limiti di poco conto. Questa empatia cosa sconosciuta e gli altri però sono ignoranti. Non si informato certo.

      Elimina
    6. Non hai risposto alla mia domanda e da 240.000 siamo passati a 433 gravi. Ho solo chiesto di citare le fonti per informarmi meglio. Potevi lasciare dei link ma sei rimasta molto vaga, mi pare. Oltre al fatto che si fa fatica a capire cosa scrivi. Per non parlare della cortesia, un vero optional.

      Elimina
  4. Favorevolissimo ai vaccini! Il caso è chiuso :D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi troverò un argomento importante su cui non siamo d'accordo? 😉

      Elimina
  5. Questa è la realtà detta anche dal vicepresidente del ministero della salute poi dimessosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potremmo restare a discorrere per ore, ma temo che nessuna delle due cambierebbe idea.
      Tu hai le tue ragioni, giustamente espresse, ed io le mie.
      Sarebbe bello conoscere un altro dato, se ne disponi..
      Quanti dei 240mila che mi citi sono morti? E quanti hanno ricevuto la dimostrazione empirica che eventuali reazioni fossero imputabili al vaccino anziché alla scorretta somministrazione dello stesso?
      Ecco. Faccio di tutto per essere delicata, ma i casi limiti a cui mi riferivo sono relativi a persone SANE che si sono ammalate o sono morte in seguito alla vaccinazione.
      Perché, ad esempio, di morbillo ne muoiono tanti.
      Nell'articolo che ho linkato, ad esempio, trovi i numeri, scientificamente accertati e non ipotetici.

      Elimina
    2. Non sono morti. Sono i bimbi che sono stati riconosciuti danneggiati da vaccino e che sono in attesa di risarcimento.

      Elimina
    3. Riconosciuti da chi?
      Dalle loro famiglie o da veri medici?
      Mi sembra strano che un dato così allarmante non venga diffuso..
      Magari sono tutti quelli che hanno richiesto risarcimento allo Stato tramite i propri legali.
      Ma bisognerà vedere quante richieste saranno accolte perché rispondenti a verità scientifica..

      Elimina
    4. Dalla corte di cassazione dal tribunale seguendo pareri medici veri e che alla fine ha obbligato il ministero al risarcimento. Ma la vedete la tv? Li Leggete i giornali? O sapete ciò che vi conviene solamente.

      Elimina
    5. Certo che tutti non vengono diffuse ma se fai ricerche approfondire noterai che molti sono quelli che informato.

      Elimina
    6. Li leggo ogni giorno e, ti dirò di più, fino a pochi anni fa li scrivevo addirittura..
      Comunque io sono come San Tommaso. Se non vedo non credo.
      Farò delle ricerche.

      Elimina
    7. Brava Claudia, tienici al corrente!

      Elimina
    8. Però, effettivamente, se ci postasse dei link sarebbe più semplice.
      Chissà, magari lo farà.
      Aspettiamo e speriamo? 😉

      Elimina
    9. Fai bene a fare ricerche

      Elimina
  6. Cara Claudia, con questo tira e molla, è solo una grande confusione!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. non ho seguito molto il dibattito, penso che sia un argomento tecnico scientifico ... se le vaccinazioni sono necessarie, anche per tutelare i livelli di protezione della collettività, dovrebbero essere fatte
    Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Ma in Italia siamo tutti medici e ci arroghiamo il diritto di decidere per la collettività..

      Elimina
  8. Non solo sono favorevole ai vaccini (è a causa di un vaccino NON fatto che ho contratto il morbillo e da questo si è sviluppata una malattia autoimmune), ma da chimico avrei due cose da dire:
    1) La funzione principale della formaldeide nella produzione dei vaccini è quella di trasformare le tossine del tetano e della difterite in tossoidi, "tossine" che hanno perso la patogenicità mantenendo però le caratteristiche antigeniche e che diventano la parte attiva del vaccino. Infatti, il sistema immunitario produce gli anticorpi contro i tossoidi e protegge così i vaccinati dalle pericolose tossine del tetano e della difterite. Oltre a questo serve a inattivare i virus come per esempio quelli della poliomielite. Anche in questo caso i virus mantengono le caratteristiche che servono per essere riconosciute dal sistema immunitario, ma grazie all'azione della formaldeide non sono più in grado di provocare la malattia.
    Vero è che la formaldeide è tossica/cancerogena, ma la concentrazione a fiala vaccinale è mooooooolto più piccola della concentrazione presente in prodotti di uso QUOTIDIANO ( laminati plastici, adesivi e schiume isolanti...)
    2)Nei vaccini non è presente alluminio puro, ma SALI di alluminio, cosa ben diversa (un poco come il CLORO puro con il cloruro di sodio, noto ai più come sale da cucina); questi sali sono adiuvanti, termine che indica composti di varia natura aggiunti alla formulazione del vaccino per aumentarne l’efficacia e prolungare la protezione immunologica, permettendo di ridurre la quantità di antigeni e il numero di dosi da somministrare. I meccanismi attraverso i quali l’alluminio agisce sono molteplici e riguardano la stimolazione della produzione anticorpale e della immunità innata, il reclutamento delle cellule del sistema immunitario al sito di iniezione e l’interazione con il meccanismo molecolare che dirige la reazione infiammatoria. In pratica quindi l’alluminio “aiuta” il nostro sistema immunitario a reagire al vaccino.
    E così per tante e tante altre sostanze presenti ma che, avendo nomi strani o associazioni a situazioni pericolose, fomentano ulteriormente le paure dei genitori.

    Al di là di ciò, per quanto sia vero che purtroppo ci son bambini e non che possano avere reazioni avverse ai vaccini, il numero di questi è in realtà molto più piccolo di quanto citato da gli antivaccinisti e, spesso e sovente, dietro alle condizioni di reazione avversa si celano patologie pregresse non confermate o condizioni di salute che per una serie di sfortunati eventi portano il soggetto a rispondere in maniera più debole.
    Secondo il concetto degli antivaccinisti, perciò, se una persona su 100000 ha una reazione avversa per i vaccini, tutti dovremmo smettere di vaccinarsi. E, sempre secondo questa logica, allora tutti dovremmo smettere di mangiare crostacei perchè c'è gente allergica ad essi; ma dovremmo smettere anche di mangiare fragole, cioccolata e tutti quegli alimenti potenzialmente allergizzanti, no?
    Insomma, per farla breve che il commento è già lungo, il mio pensiero è: i vaccini servono sia a chi può vaccinarsi che a chi non può. Ma se tu (generico) sei fermamente convinto che non servano, non farli. Però nel caso in cui ti ammali di morbillo, pertosse ecc, dovrai pagare le spese mediche in quanto ti sei autonomamente reso soggetto alla malattia. E non devi permetterti di dire a me, vaccinato, cosa devo e non devo fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te le faccio io due considerazioni..
      1. Non sapevo che fossi un chimico. Anche se dovrebbe dirsi una chimica.
      2. Grazie. Sicuramente le tue parole di esperta valgono più delle mie. E sono molto preziose.

      Elimina
  9. Quando ero bimba io , ho fatto solo un paio di vaccini . La Pertosse ,
    il morbillo e altri me li sono fatta tutti eccetto la rosolia .
    Nei primi tre mesi della mia gravidanza sono andata a trovare un'amica
    di un'altra città . Lei non sapeva che io ero incinta e io non sapevo
    che le sue bambine avevano la rosolia , malattia che io non avevo fatto. Quando l'amica me lo ha detto , sono andata subito da un
    medico che mi ha mandato in ospedale a fare il vaccino .
    E' andato tutto bene . Le mie 2 figlie sono state vaccinate ma ,
    non tutto era obbligatorio quindi , morbillo con febbre altissima ,
    fino a vaneggiare , parotite e pertosse molto cattive e giorni di
    scuola , persi .
    La mia nipotina è nata in Germania , molti vaccini sono obbligatori ,
    pochi a scelta dei genitori .
    Aggiungo che la ASL Tedesca è in attivo di parecchi milioni .....
    Voto , vaccino sì e sì e sì . Buona serata . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono stata vaccinata ma, 30 anni fa, non esisteva il vaccino contro la varicella. Pertanto, è stata l'unica malattia che ho preso, con non poche complicazioni.
      Avevo 13 anni.
      Ho sofferto così tanto che impazzisco all'idea di "costringere" Lorenzo a subire la stessa sorte.
      Infatti, lui è completamente vaccinato sia per obbligo che per scelta.
      E ne sono fiera.
      Buona serata a te. 😘

      Elimina
  10. Vaccini si. Senza se e senza ma. Non ho altro da aggiungere vostro onore

    RispondiElimina
  11. Vaccini: assolutamente si.
    sinforosa

    RispondiElimina
  12. In effetti, la questione dei vaccini è abbastanza importante. Lo dico perché questa controversia, va avanti ormai da un bel po' di tempo! Io di vaccini ne ho fatti diversi e probabilmente sono stata fortunata del fatto che non ho avuto ripercussioni, ma ultimamente sento spesso dire che la maggior parte dei bambini sottoposti a diversi vaccini, riportano delle conseguenze non indifferenti! E questo lo si evince anche dal racconto della tua lettrice ... Inoltre c'è il parere dell'altro tuo lettore il chimico, Che di certo dal punto di vista professionale ne sa più di me che sono una persona comune. Non so come esprimermi al momento non perché non voglia schierarmi ma perché le opposizioni sono ancora altalenanti! Indubbiamente Però se questi vaccini o, se la maggior parte di essi, provocano tutti questi danni, Bisogna porre rimedio i bambini come dico sempre non si toccano e non sono certo oggetto di studio per la medicina! Già odio le cavie da laboratorio e tutti quelli che fanno esperimenti sugli animali, figuriamoci i bambini! Detto questo mi complimento per il tuo articolo e spero che questa controversia possa risolversi al più presto possibile soprattutto per la salute dei bimbi. Un abbraccio💖💖💖💖💖

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è differenza tra non schierarsi e non esprimere un parere. Tu hai scritto il tuo in maniera molto delicata, e ti fa onore.
      Non rientrerai assolutamente nella mia lista dei qualunquisti.. 😉
      Bacio.

      Elimina
  13. E poi penso che ogni medaglia abbia due facce da dover valutare e prendere i considerazione e che quindi la verità sta sempre al. Centro. Per questo ancora dico ci vorrebbe CONSAPEVOLEZZA È MODERAZIONE

    RispondiElimina
  14. È vero che almeno sei vaccini i principali andrebbero fatti è vero anche che ci sono casi di gravi reazioni avverse. Credo che un esame che sapesse diagnosticare questi rischi e soprattutto verificare se il bimbo ha già quella protezione per cui non deve fare un tipo di vaccino o un altro sarebbe fondamentale ed invece non esiste o non.lo si vuole introdurre. Non sono contrario ai vaccini ma non credo che neanche un bimbo debba rischiare la vita per vaccinarsi quindi largo a mezzi preventivo di Amalfi per accertare eventuali rischi nel piccolo a seguito di uma vaccinazione. In questo modo si sarebbe trovata la soluzione al problema secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errata corrige credo che neanche un bimbo il non è da non considerando ☺

      Elimina
    2. Effettivamente tanto si potrebbe fare, ma non viene fatto.
      Al tempo stesso, però, trovo sia sbagliato, anzi, pericoloso, urlare al caso, come fanno i no vax.
      C'è gente allergica all'aspirina che ha avuto reazioni importanti.
      Togliamo le aspirine dal commercio perché sono dannose?

      Elimina
  15. Buongiorno! Mi sto informando😁😁😁https://www.google.it/amp/s/www.nextquotidiano.it/perche-gli-esami-prevaccinali-non-servono-nulla/amp/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah
      Fai bene. Però, se hai tempo, cerca qualcosa in merito a questi grandi numeri.. 😉
      Io, purtroppo, ne ho pochissimo.. da buttare..

      Elimina
  16. https://www.google.it/amp/s/www.wired.it/amp/187632/scienza/medicina/2017/08/23/codacons-test-prevaccinali-senso/

    RispondiElimina
  17. Un'ultra cosa e poi credo che non valga più la pena discutere. Voi accusate i no vax perché non prendono in considerazione l'altra faccia della medaglia dei vaccini... Bene state facendo la stessa cosa solo che non ve ne rendete conto perché pensate di essere nel giusto senza prendere almeno in considerazione anche un solo bimbo e una sola famiglia che di fatto ha avuto reazioni avverse da vaccino riconosciuto e risarciti dal ministero. Questo è un insano modo egoistico di pensare... Vi fate leva su cose che non conoscete magari in toto a costo di mettere in dubbio anche decisioni di una corte costituzionale. Vi elevate a discapito di altri tanto finché non tocca voi ogni cosa capitata di spiacevole agli altri non importa e non è vera.
    Siete, voi e i no vax, i due estremi della situazione. La parola moderazione non la conoscete.
    In tutti questi commenti penso che chi ha la mente un po' più allargata a riguardo sia Daniele Vezzetti che almeno considera tutti i bimbi.
    Detto ciò continuate voi nei vostri pensieri così estremisti che vi accesa dalle vere realtà che ci sono dietro.
    Chiamate pecore gli altri ma voi ingoiate ogni cosa che lo Stato dice.. Se vi dicesse che il doping sarebbe legale perché fa bene al cuore voi aprireste la bocca e ci credereste. Va benissimo così. Evitate anche le offese tanto le leggerete solo voi.
    Cercate di fare ricerche anche contro i vostri preconcetti, non pubblicate solo ciò che vi conviene... Troppo facile... Se non prendete in considerazione l'intera situazione, l'intero argomento come pretendete di comprendere l'argomento stesso? Discostatevi dal vostro extremism o se realmente volete conoscere le cose. O continuate così...
    Ripeto per avere consapevolezza si ha bisogno di informazione seria e in toto. Per parlare di moderazione in primis c'è bisogno di conoscere in toto l'argomento.
    Ripeto anche che non sono contro i vaccini, semplicemente vorrei più sicurezza e protezione con esami prevaccinali che spero presto avremo grazie alla proposta del m5s.
    Una serena giornata
    Emy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo passati da 240mila casi ad "anche solo uno".
      Quindi parliamo, come ho sostenuto sin dall'inizio, di CASI LIMITE.
      Anche la chemioterapia fa male, ma ha salvato molte persone ammalate di cancro. Milioni di altre, però, sono morte. Vogliamo, quindi, sostenere che dovremmo farne a meno?
      A proposito di documentarsi..
      Poco fa leggevo di un'epidemia di morbillo a Macerata che ha coinvolto 15 persone, tra cui un bambino di pochi mesi.
      Voglio sperare che si salvino tutti, ma con l'immunità di gregge quella creatura sarebbe stata al sicuro.
      Ecco, io mi sento una mamma responsabile. Difendo mio figlio, ed anche questo bambino.
      Ma restiamo pure ad incolparci del nulla o dell'uomo nero.
      Scienza, fatti, numeri contro parole, parole, parole.
      Quasi quasi vado ad ascoltare la Mina nazionale. Almeno la giornata prende una piega interessante..

      Elimina
  18. Sui grandi numeri non ho trovato alcun riscontro. Sui casi gravi il numero indicato era su un blog che prendeva in esame un dato statistico con delle percentuali che accumunavano senza distinguerle patologie derivate da somministrazioni di farmaci e vaccini. Direi molto vago. La cosa migliore a mio parere è che se si hanno dubbi (sono sempre legittimi quando si parla di bambini) è affidarsi al proprio pediatra senza fare noi i medici di noi stessi.Ma questo vale per tutti o no? Ora si va a lavorare. Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dici esattamente quello che sostiene il dottor Montini (che ho linkato nel parere dell'esperto).
      Una volta si dava per oro colato quel che dicevano i nostri medici di famiglia. Adesso, invece, le lauree si prendono a.... "l'università della vita".. 😅
      Buona giornata a te.
      A presto.

      Elimina
  19. Ciao Caludia :)
    premetto che non ho ancora dei figli, quindi spero non sembri superficiale il mio commento e sopratutto non ho mai affrontato un argomento così serio ed importante in un blog o sul web.
    Ho letto qualcosa sull'argomento ma senza mai approfondire troppo, mi sono sempre detto "quando avrò un figlio deciderò"...la maggior parte di noi magari non ci capisce niente di medicina e io stesso sono stato vaccinato da piccolo senza aver avuto apparenti danni, però credo che la confusione non la crei chi non vaccina il proprio figlio, ma dottori, quindi esperti che consigliano di non farlo come tanti altri che invece fanno il contrario.
    Amo il libero pensiero ed è giusto informarsi il più possibile, perchè alla fine è dei propri figli che si sta parla, quindi mi piacerebbe essere libero di decidere senza essere multato o senza privare mio figlio di andare a scuola.
    Magari sto parlando a vanvera, ripeto, non farei mai un articolo sui vaccini perchè non ne sono abbastanza informato, però so che nel momento in cui si viene vaccinati, dottori e ospedali fanno firmare un foglio che in cui il genitore si carica di tutte le responsabilità sugli effetti negativi/positivi che potrebbe avere il vaccino sul bambino, è vero?
    Ho cugini e parenti che hanno avuto una brutta esperienza dopo aver vaccinato il proprio figlio e chi invece non ha avuto problemi...
    Io ADESSO direi di essere contro i vaccini, magari non tutti, però se devo schierarmi sono contrario, ma per il semplice motivo che se devo sottoporre mio figlio a qualcosa che non conosco (perchè leggere post, informarsi sul web e a quanto pare consultare il proprio medico secondo me non vuol dire esserne informato) vorrei essere più tutelato.
    Spero di non aver offeso o giudicato nessuno e se così è sembrato chiedo venia, non era mia intenzione.

    Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma stai scherzando?
      Sei stato inappuntabile e mai fuori luogo.
      Nel mio piccolo posso cominciare sciogliendo uno dei tuoi dubbi.
      La firma dello sgravio di responsabilità è un'invenzione dei no vax.
      Da madre posso garantirti che, ogni volta, firmo semplicemente l'accettazione del vaccino, e rispondo a delle domande a scelta multipla che mi chiedono se e quali reazioni Lorenzo ha avuto ai precedenti vaccini.
      Stop.
      Non ho mai, e sottolineo MAI firmato un certificato in cui mi assumo la responsabilità di eventuali danni.
      Spero di esserti stata d'aiuto.
      Sono certa che, quando verrà il momento, saprai prendere la decisione più giusta per tuo figlio.
      Un abbraccio.

      Elimina
  20. Per me non c'è discussione che tenga. Bisogna vaccinare. Punto.

    RispondiElimina
  21. Torno solo perché mi sono accorta di un errore che presumo sia stato questo a causare disguidi. Sono 24000 non 240000. Errata corrige. Ma sono dati del 2013 ad oggi dovete calcolare altri 3000 circa.
    Comunque come ho già detto visto che si vuole vedere solo un lato e mai la medaglia in tutte le sue parti e sfaccettature, visto che pensate sia corretto non considerare anche il centro,penso che non ci sia più da discutere. Almeno con me. Ho sempre creduto che la verità sia sempre al centro mai agli estremi e questo è un mio personale parere.
    Buona giornata. Emy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente c'è molta differenza tra 240mila e 24mila. 240 mi sembrava un numero troppo esagerato e volutamente gonfiato per destare scalpore.
      Ma se è di una svista che stiamo parlando, apprezzo il chiarimento e ti ringrazio.
      Buona giornata.

      Elimina
  22. In favore ai vaccini sempre, perché senza, il rischio di ritrovarci nel '900 è alto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sarai troppo ottimista nel pensare al '900?
      Io passerei direttamente all'età della pietra...

      Elimina
  23. Io sono contrario (alla maggior parte, non a tutti) ma non per i motivi assurdi di quasi tutti i no vax.
    Comunque quando eravamo piccoli noi ce ne erano un decimo! Il morbillo, gli orecchioni e e la varicella ce li facevano prendere usando lo stesso cucchiaio del fratello o della sorella che li aveva! Forse è anche per questo che non si facevano storie.
    C'è anche un'esagerazione dai pro vaccinisti che si fanno anche quello per l'influenza appena arriva l'inverno... -.-'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vaccino anti influenzale trovo anch'io che sia una boiata. Salvo in casi di gravi malattie.
      Quanto alle malattie esantematiche, invece, ai tuoi tempi erano comunissime e medici ed ospedali erano ben preparati per affrontarle.
      Oggi, invece, considerando che erano state quasi del tutto debellate, si fa fatica a riconoscerle e ad intervenire nel modo corretto. Quindi, si arriva a morirne.
      Molti medici sostengono anche che i virus attuali siano di gran lunga più aggressivi rispetto a quelli di 40 anni fa, ma questo non posso affermarlo con certezza.
      Ripeto, io sono stata vaccinata, e ho reputato giusto fare altrettanto con mio figlio.
      Mio marito che, invece, ha la tua età, ha preso tutte le malattie e ha rischiato conseguenze gravi già da allora.
      Quindi, meglio evitare, no?

      Elimina
  24. Si sono dette così tante cose... Io arrivo tardi, lo so: posso solo aggiungere che conoscendo la mia storia mi chiedono spesso in tanti se imputo ai vaccini il fatto che i miei due bambini abbiano un disturbo dello spettro autistico.
    Ebbene... io non sono un medico, ma se dicessi di aver visto una regressione nei miei figli dopo che la somministrazione dei vaccini mentirei. Io non ho visto alcuna correlazione tra i fatti.
    E, a prescindere da questa mia specifica situazione, credo che a meno di motivazioni estremamente gravi e comprovate sia giusto ed opportuno vaccinare i bambini.

    Stasera ti dò la buonanotte per la terza volta, Claudia... spero che l'effetto sia quello di una notte da favola per te ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti darmela anche diciotto volte. Sarebbe sempre un piacere leggerti.
      Non so se la notte sarà da favola, ma so che domani sarà una giornata speciale.
      Un abbraccio a te e ai monelli.
      P.S. Riesci sempre a dire la parola giusta al momento opportuno.
      Averti "incontrata" è stata una vera fortuna. ❤

      Elimina
    2. Domani ti seguirò col pensiero... stanne certa 💕

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.