venerdì 14 dicembre 2018

Attentato di Strasburgo: addio al giornalista Antonio Megalizzi

ULTIM'ORA:
Stando a quanto pubblicato sull'Ansa, il 28enne giornalista italiano Antonio Megalizzi, rimasto gravemente ferito alla testa nell'attentato al mercatino di Natale di Strasburgo, è morto.
Il ragazzo lavorava per Europhonica, un progetto radio legato al mondo universitario.
Il numero delle vittime sale quindi a 4. Almeno 15 i feriti gravi.
Il giovane giornalista, che stava prendendo il tesserino da pubblicista, ha studiato all'università di Verona e poi si è specializzato in studi internazionali all'università di Trento.

L'attentato si era verificato l'11 dicembre, per mano del terrorista Cherif Chekatt, (ucciso 48 ore dopo nel corso di un blitz della Polizia), che aveva ha aperto il fuoco sulla folla in rue Orfe'vres, dov'era allestito il mercatino.

Ciao Antonio!

22 commenti:

  1. Il mio cordoglio alla famiglia della vittima.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo le speranze di salvezza erano minime.
    Non posso far altro che esprimere il mio personale cordoglio e ribadire quanto detto dal cav: Follia umana.

    RispondiElimina
  3. Immensa tristezza.
    Figurati che al telegiornale dell’una se non sbaglio o comunque ne parlavano prima dell’una , son sicuro era ancora che stava a lottare tra la vita e la morte.
    E dicevano che gli piaceva la politica e a Strasburgo ci andava ogni anno a gratis per la radio come scrivi te come volontario.
    Mi spiace tantissimo..ho sperato fino all’ultimo.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sbagli affatto.
      È morto nel pomeriggio, quindi a pranzo lottava ancora.
      Abbiamo sperato tutti per lui. 🖤

      Elimina
  4. Non ho parole solo lacrime e rabbbia.
    Ciao Antonio

    RispondiElimina
  5. E ancora prima che se ne andasse erano tutti lì a discutere su quanto fosse "europeista" o non europeista... tutto per poter fare propaganda pro o anti-UE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho volutamente seguito le polemiche in merito.
      Con la vita non si scherza.
      Il silenzio è d'obbligo.

      Elimina
  6. Non ci posso credere... lo seguivo su facebook, non sapevo che fosse una vittima dell'attentato. sono senza parole di fronte alla cattiveria dell'essere umano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era tra i feriti gravi, fino a ieri pomeriggio.
      Ma poi non ce l'ha fatta.

      Elimina
  7. Mi dispiace immensamente, povero Antonio :(

    RispondiElimina
  8. Integralisti , noi siamo gli infedeli da distruggere ....Sempre.
    Una giovane vita troncata in nome di una religione assurda .
    Ciao Antonio .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio sperare che dietro tutto ciò ci siano soltanto follia e irrazionalità.
      Altro che religione..

      Elimina
  9. Mi ha rattristito molto questa notizia ... Antonio voleva solo un'Europa più umana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonio ha pagato il prezzo di un'umanità e di una libertà che non esistono più.
      O, forse, non sono mai esistite..

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.