giovedì 27 dicembre 2018

Un amore 'speciale' da film


Il 5 gennaio 2019, Luca Di Biasi e Silvana Saudino, entrambi affetti da Sindrome di Down, convoleranno a nozze dopo ben dieci anni di fidanzamento.
Il giusto lieto fine per una favola contemporanea, che dimostra quanto la forza dell'amore prevalga persino sui limiti imposti dalla propria condizione, e da una società ancora troppo discriminante.

La loro storia diventerà un film.
Le riprese del corto "Luca e Silvana. Il documentario", sotto la regia di Stefano Lisci, sono state avviate qualche mese fa, e termineranno con la celebrazione del matrimonio.
Per finanziare la produzione della pellicola, è stata aperta una raccolta fondi sulla piattaforma eppela.com.
Il progetto ha ottenuto anche il supporto di Idm Film Commission, Lebenshilfe Onlus, Centro Audiovisivi Bolzano, Provincia e Comune di Bolzano.

La mamma di Silvana ha dichiarato che Luca è sempre stato molto deciso nel corteggiare sua figlia, e che sin da subito le disse di volerla sposare, poiché era la ragazza più bella del mondo.
Il segreto del loro amore sta nel fatto che, ancora oggi, lui glielo ripeta ogni giorno.

Auguri, quindi, a questa coppia.
Che l'amore possa continuare a vincere su tutto. Per sempre. ❤️

21 commenti:

  1. belli loro. però il matrimonio non è necessario, eh. qualcuno li avverta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Perché è la tomba dell'amore?
      Ma no, dai..
      Conosco moltissime coppie sposate e ancora innamorate.
      Cioè tante.
      Magari alcune.
      Ma sì, un paio.
      (Te la ricordi la storiella del branco dei lupi?).. 😉

      Elimina
    2. ho letto "è la tromba dell'amore", poi mi sono ripreso.

      anche io conosco molte coppie sposate e ancora innamorate, ciò non toglie che il matrimonio è la prima causa di divorzio.

      poi, per essere seri, se è una forma di emancipazione per chi è affetto da sindrome di down, allora non la capisco. se invece non lo è, non è necessario farci un film. però gli innamorati sono tutti belli.

      Elimina
    3. Sì, son tutti belli.
      Dovresti provare ad esserlo. 😜

      Elimina
    4. c'ho provato. ma con risultati pessimi

      Elimina
    5. Ci riproverai.
      Sono convinta che ne valga sempre la pena.

      Elimina
  2. Cara Claudia, io sono di una vecchia generazione, ma ritengo che il matrimonio sia la cosa giusta, poi se uno vuole fare un'altra scelta non che di che dire!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Tomaso.
      Io e Digito stavamo ironizzando.
      Un bacione. Buona serata.

      Elimina
  3. Auguro che che la loro vita di coppia e sociale sia sempre in discesa.
    Anch’io trovo strano farci un film.
    Però se loro o le loro famiglie han dato il consenso vuol dire che vogliono che la loro storia sia resa pubblica forse proprio per sconfiggere gli inevitabili pregiudizi.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio che l'intento sia quello di mostrare al mondo che la sindrome di down non è una malattia, ma una condizione speciale che non impedisce a chi ne è affetto di condurre una vita completa e "normale".
      Ma i pregiudizi, effettivamente, sono duri a morire.

      Elimina
  4. Per ch, come me, vive la realtà quotidiana delle disabilità per via del lavoro che faccio, leggere questa notizia fa venire la pelle d'oca. Stando a stretto contatto coi disabili, posso garantirti che hanno sentimenti profondi, seppur nell'innocenza della loro disabilità. Personalmente, mi commuove ascoltare i loro pensieri, poichè mi fanno prendere coscienza del fatto che seppur disabili, non sono poi così diversi dagli "abili"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi che sono, al contrario, molto più puri e sensibili degli altri, e che conoscono il vero senso dell'amore e della gratitudine. Valori che vanno sempre più perdendosi nell'attuale società.

      Elimina
    2. Hai perfettamente ragione, loro hanno il cuore scevro di malizia, sotterfugi, invidie ecc. Cuore e occhi sono limpidi, così come i sentimenti.
      Ps. Il lato positivo di questo lavoro è proprio la grande ricchezza interiore che mi donano, loro hanno tantissimo da dare, ed è sicuro che ogni loro gesto è puro e sincero.💖

      Elimina
  5. Io mi chiedo , 10 anni di fidanzamento , ma non potevano sposarsi prima?
    Dov'è il problema ? Consigliare e intervenire perchè non abbiano figli
    Okey c'è altro che non so'? Si amano da ben 10 anni , perchè poi
    dovrebbero divorziare ? Sicuramente qualche assistente sociale sarà
    presente nella loro vita . Tantissimi auguri ai futuri SPOSI .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco coppie che restano fidanzate anche per vent'anni.
      Il matrimonio non dovrebbe mai essere preso alla leggera, quindi hanno fatto bene ad attendere fino ad ora.
      Per il resto, immagino che le rispettive famiglie non li abbandoneranno mai.

      Elimina
  6. A parte che il corto non è necessario, sembra infatti una cosa fatta a tavolino, l'amore dovrebbe vincere sempre ;)

    RispondiElimina
  7. Anche io mi unisco al partito di quelli che hanno storto un po' il naso di fronte all'idea del cortometraggio.
    Mi piace molto il commento fatto dalla sig.mamma, posso dirlo :)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai l'hai detto. Ahahah
      E comunque si chiama Carmen.. 😜

      Elimina
  8. Dirselo ogni giorno e fare in modo che la luce non si spenga...questo forse è il segreto.

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.