mercoledì 12 dicembre 2018

Le cartellate pugliesi

Vi avevo già spiegato che, per me, il Natale son le cartellate di mia suocera.
Detto fatto.
Per la vigilia dell'Immacolata, mi ha portato il primo vassoio dell'anno.
Pochine in verità, ma fino al termine delle festività le farà ancora. Molte altre volte......
E allora, come promesso a voi e a chi mi segue sui social, eccovi la ricetta di questa delizia.

Ingredienti:
- 500 grammi di farina 00,
- 100 ml di olio d'oliva,
- 100 ml di vino bianco,
- 1 pizzico di sale,
- 5 grammi di lievito di birra,
- al bisogno un po' d'acqua tiepida,
- miele quanto basta,
- puntini di zucchero colorati per guarnire,
- olio di semi di girasole per friggere.

Innanzitutto, intiepidite i liquidi, e scioglietevi il lievito di birra.
In una coppia capiente, o direttamente sulla spianatoia, formate la classica fontana con la farina e versandoci al centro i liquidi a filo, iniziate ad impastare.
Aggiungete il sale e terminate la lavorazione.
Qualora l'impasto dovesse sembrarvi troppo duro, unite un po' di acqua tiepida.
Una volta ottenuto un panetto omogeneo, stendetelo, con l'aiuto del mattarello, sulla spianatoia infarinata.
Non avendo foto della preparazione, per fare in modo che possiate capire bene come agire, ho chiesto alla mia amica Comasia Bagorda di concedermi uno scatto delle sue infinite leccornie....
Eccolo qui. Oltre a realizzare dei dolci buonissimi, è anche molto brava con le fotografie..... Cosa in cui io sono parecchio carente....
Ma vabbè, le amiche servono anche a questo, no?

Torniamo alla ricetta.
Stendete la foglia sottile e tagliatela a strisce dello spessore di circa due centimetri (con la rotella dentellata).
Adesso punzecchiate ciascuna striscia ad intervalli regolari, in modo da congiungere le estremità della stessa, ed infine arrotolatela a spirale.
Friggete le cartellate in abbondante olio bollente e, ancora calde, passatele dapprima sulla carta assorbente, per asciugare l'olio in eccesso, e poi intingetele in una ciotolina con del miele.
Infine, spolverizzateci sopra i puntini di cioccolato colorati.

Consigli:
- Il miele deve essere ben caldo, e leggermente diluito con l'acqua.
- Invece dei puntini, potete usare della cannella in polvere, o addirittura entrambi.
- Per mangiare le cartellate, vale lo stesso consiglio della pubblicità dei Fonzies...... Se non vi leccate le dita, godete solo a metà! 😜

Curiosità:
Che nome prendono, dalle vostre parti, i puntini di cioccolato?
Da me si chiamano "ANESINE", ma nella lingua italiana non vi è traccia di questo termine.
E nonostante le mie tante ricerche, non ho ben capito come si chiamino davvero...... ;)

28 commenti:

  1. Buone come tutta la cucina ppugliese. Le tue poi saranno particolarmente gustose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle di mia suocera.
      Io odio friggere, quindi non le farei mai.. 😉

      Elimina
  2. Cara Claudia, io ho una figlioccia originaria di Lecce, quanto le gusto quando le fa!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei molto fortunato allora.
      Sono una vera delizia.
      Buona giornata a te.
      Bacione

      Elimina
  3. Dio mio che dolce godurioso
    Però eri alla cena della radio c'era una torta spaziale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi aveva fatto questa torta spaziale?

      Elimina
    2. Una pasticceria immagino :D
      adesso mi mandi un vafangul

      Elimina
    3. Ahahah
      Ma no.
      Credevo l'avesse fatta qualcuno di voi.
      Davanti alle pasticcerie alzo le mani.
      Sarà stata indubbiamente molto più spaziale delle mie.. ;)

      Elimina
  4. Mi fanno venire l'acquolina in bocca . Fortunata te che hai una
    suocera così brava....Ti invidio un po'.
    Buona giornata . Besos .
    Laura
    PS. Oggi qui è davvero iniziato l'Inverno .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui invece è tornato il sole, e il mio raffreddore sta passando.
      Per quanto sono meteoropatica, se ci fosse stato il diluvio sarei ancora malaticcia. 😉

      Elimina
  5. Questa per me è una novità assoluta perché non le avevo mai viste.
    Son proprio carine, devo dire :)

    RispondiElimina
  6. Sono molto , molto simili ai nostri CARAGNOLI molisani ...
    Solo che sopra non si mettono i puntini di zucchero colorati
    Mia nonna era bravissima ... me li ricordo ancora, fantastici!
    Un salutone a te : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado subito a cercare di cosa si tratta.
      Non ne ho mai sentito parlare, in verità.
      Le nonne sono sempre le nonne.
      Anche la mia mi preparava pettole e cartellate ogni anno, nonostante dovesse appoggiarsi al girello per stare in piedi.
      Un bacio

      Elimina
  7. Un'amica del periodo campeggio a Vieste anche in estate mi faceva le cartellette e anche per il viaggio buonisssime. Bacio e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti si conservano perfettamente per diversi giorni.
      Quindi sono l'ideale per i viaggi.. 😉

      Elimina
  8. Ecco come farmi venire l'appetito subito!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'appetito e la voglia di una vacanza in Puglia.. 😉

      Elimina
  9. adoro fare i dolci, le proverò di sicuro, devono essere buonissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta cara Nina.
      Lo sono, lo sono.
      Parola di Pugliese doc. 😉

      Elimina
  10. Ecco quindi la ricetta di tua suocera!
    Decisamente stuzzicante 😋
    Credo che i "puntini" siano le codette di cioccolato o poi ci sono i diavolini colorati, ma quelli sono di zucchero 😊

    Bacione 😙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le codette sono sottili e lineari. Questi son proprio puntini.
      Chiamiamoli diavolini, va.. 😉

      Elimina
  11. Queste le provo... Grazie x la ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ringrazierai di più dopo averle assaggiate....... ;)

      Elimina
  12. Viva la Puglia, viva i dolci e le cartellate, ma personalmente non sono del tutto di mio gusto, tuttavia buon per te ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non te le ho proposte.
      Anche perché non so mica farle..... :P

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.