martedì 30 aprile 2019

Trump convoca il Ceo di Twitter: basta perdere follower!

Ogni giorno la mia home di Facebook è intasata da notizie di ogni genere, dato che seguo tantissimi quotidiani.
Tra i link condivisi dai miei amici, però, spesso capita una bufala ma, di solito, me ne accorgo già a colpo d'occhio, e infatti noto subito provenire da Lercio.it.
Eppure, a volte, la realtà supera la fantasia...
La scorsa settimana, infatti, mi sono imbattuta in una notizia dal titolo: "Usa, Trump perde follower e chiama alla Casa Bianca il Ceo di Twitter".
Ho subito pensato, quindi, si trattasse di satira, e invece no. Stavolta a darla era Tgcom24, ma non solo. La notizia è rimbalzata su tutti i maggiori quotidiani internazionali.

Ebbene sì, cari amici.
Il mondo va a rotoli e il Presidente degli Stati Uniti si preoccupa della diminuzione dei suoi follower su un social network.
Jack Dorsey gli ha, quindi, dovuto spiegare che il calo dei suoi supporter è dovuto all'eliminazione di moltissimi profili fake e spam da parte di Twitter, tranquillizzandolo.

Tutto è bene quel che finisce bene, allora.
Però quanto fa ridere. Anzi piangere.
Immagino Trump che dichiara guerra a Zuckerberg e Dorsey.
Tranquilli, nessuna bomba atomica. Solo like, cuoricini e condivisioni...........

27 commenti:

  1. e questo presume di essere il leader del mondo libero. trump la guerra ai social media l'ha già avviata da quando è alla casa bianca. qualcuno (google) non gli ha neppure risposto. resta il fatto che c'è qualcosa di profondamente sbagliato, da qualche parte, se un uomo simile può essere presidente di qualcosa che non sia un circolo del bridge

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza offesa per i circoli del bridge, ovviamente.. 😉

      Elimina
  2. In quanto a pensare alle stronzate, non è da meno rispetto al nostro Salvini... mentre l'Italia va a rotoli! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Cara Claudia, siamo al massimo, lo hanno votato e se lo devono tenere!!!
    Come noi co Salvini, è stato votato ora teniamolo!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:_)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedo cosa passi per la testa agli elettori quando fanno certe scelte!
      Buona giornata

      Elimina
  4. Poi ci lamentiamo della nostra società social dipendente...
    Quando per il massimo esponente del governo americano Twitter è una priorità...
    E anche il futuro massimo esponente del nostro governo ha come priorità..Instagram :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio.. Mi stai inquietando.
      "Futuro massimo esponente"..
      Speriamo proprio di no, dai.. 😐

      Elimina
  5. Ed ora ne perderà anche di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che i follower si spera perda consensi elettorali...

      Elimina
  6. Ormai la propaganda politica si fa anche e soprattutto sui social. Le piazze si sono spostate lì. Alla fine non trovo strano che se ne sia preoccupato. Una diminuzione di consensi lo può danneggiare politicamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io trovo assurdo, invece, che lui abbia convocato alla Casa Bianca il patron di Twitter, in quanto questa non è sicuramente una vicenda di interesse nazionale.
      Poteva incontrarlo al bar, se proprio ci teneva.

      Elimina
  7. Questa notizia un po' mi fa' ridere e un po' piangere . Trup l'uomo
    più potente del Mondo che si preoccupa del calo dei followers
    Tanto non sarà rieletto...E sì , è della forza di Salvini che le
    spara sempre grosse . E questi sarebbero statisti ???
    Buona giornata Claudia , qui c'è il sole . Abbraccio . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari sono gli statisti che ci meritiamo...... :((
      Qui il sole va e viene, ma il vento è freddo, e la mia faringite peggiora.
      Bacino

      Elimina
  8. Questo ci fa capire in che mani, si trova il mondo allo stato attuale.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
  9. ahahahahah... daiiiiii questa me l'ero persa!! :P
    Ma qui quanto ho da recuperare???... Adesso do un'occhiata all'indietro :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che devi recuperare, sciocchina!!
      Vai dai blogger permalosetti.
      Per me basta che ci sei. Nella vita vera.. ❤

      Elimina
  10. Sai come si dice: chi è causa del suo mal pianga se stesso. Mi sa che gli operatori Seo di Twitter c'entrano poco con il calo di popolarità di Trump, ma come glielo spieghi? Quello mica capisce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mettiti nei loro panni.
      Meglio gettare le armi e arrendersi a tanta pochezza..

      Elimina
  11. I social sono attualmente una delle piazze più importanti per la propaganda politica. La perdita di followers da parte di un politico può essere un danno di immagine serio.

    Però sinceramente che la perdita sia dovuta all'eliminazione di profili fake o troll non mi sembra rassicurante per Trump: potrebbe confermare che parte dei suoi followers erano dei bot che condividevano notizie false in suo sostegno: come ipotizzato più volte questo sistema avrebbe aiutato molto Trump durante le elezioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aiutato indubbiamente, ma i bot non votano, eh?
      Quindi la sua scalata al potere è stata dovuta a persone e non computer.
      Allo stesso modo, la perdita di seguaci credo sia imputabile alla sua condotta politica e morale, e non ai fake.

      Elimina
    2. Ovviamente non votano, però fanno arrivare a più votanti possibili informazioni non sempre corrette, e a convincerle indirettamente, vediamola così

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.