venerdì 17 gennaio 2020

La sfiga non esiste

Oggi il calendario segna un venerdì 17, e molti di voi staranno facendo i dovuti scongiuri prima di iniziare la giornata.
Io no.
Come vi ho già detto più volte, non sono superstiziosa e questa, probabilmente, è anche una salvezza per conservare l'ottimismo che mi contraddistingue.

Se ci pensate, dall'inizio dell'anno (e siamo solo, appunto, al 17), ho già collezionato un paio di malattie curate con antibiotico, la rottura di un dente, un lutto grave.
Frivolezze rispetto alla perdita di quell'amico speciale, ma comunque "rogne".
Se fossi superstiziosa direi, quindi, che se "il buongiorno si vede dal mattino", mi aspetta un anno di merda da schifo, a maggior ragione oggi che è la giornata sfortunata per antonomasia, per giunta in un anno bisestile.
E invece no.

Perché, ragazzi, la verità è che la sfiga non esiste, anzi...

"La sfiga è la giusta punizione divina per chi ci crede".
(Non ho trovato l'autore di questa frase, ma mi è piaciuta).

48 commenti:

  1. Diciamo che a prescindere dal credere o meno alla sfiga, avere un atteggiamento positivo dicono aiuti sempre :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi, per sicurezza, una grattatina non guasta? Ahahah 😜

      Elimina
  2. Oggi un gatto nero mi ha attraversato la strada mentre passavo sotto una scala dando un calcio a un barattolo di sale. Adesso che sono al chiuso devo aprire l'ombrello per ripararmi dalla sfiga? :D

    Parafrasando una famosa frase di Forrest Gump, oserei dire: sfigato è chi la sfiga si tira addosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente più si teme la sfiga e più le brutture ci vengono a bussare.
      Sembra sciocco ma è verissimo.

      Elimina
    2. È una questione di energie... La negatività attira ioni positivi che però, per ironia del loro nome, non sono "benevoli", infatti le lampade di sale sono benefiche perché convertono gli ioni dell'aria da positivi a negativi. Se siamo positivi, attiriamo ioni negativi, e viceversa.

      Elimina
    3. Consentimi una battuta...
      E meno male che sono sempre posotiva, allora.
      Se fossi negativa mi avrebbero già sepolta... 😉

      Elimina
  3. Uno dei giorni più belli della mia vita è stato un venerdì 17, per giunta a novembre. Che poi sia stato un evento episodico senza strascichi belli in futuro, non conta molto.

    Del resto l'associazione sfiga=17 è un'invenzione tutta nostra dato che nei Paesi anglosassoni il giorno sfortunato è venerdì 13, da noi assolto perché doveva essere un numero fortunato per via del Totocalcio. Quindi, se è un'invenzione umana, ci sei crede se si vuole, come per la fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno potrebbe collassare leggendo che paragoni il venerdì 17 alla fede religiosa. 🤣🤣
      Io, però, ti appoggio allegramente. 😉

      Elimina
  4. lavoravo in un posto che il venerdi in amministrazione si faceva il minimo indispensabile ..il responsabile era un boh..citrullo??..in un giorno come oggi neanche si sarebbe presentato in ufficio ..ma il bello era che il titolare lo appoggiava ..mahh ..'na bella combriccola ..
    io non ci credo ho gatto nero che gira per casa ..oggi un giorno come un altro ..però penso che chi bada a 'ste cose fà una brutta vita ..ti condiziona ....non far questo non far altro ..perchè??
    poi le cose che ci succedono venerdi 17 o altro è VITA! ..
    son stata a fre analisi 3 giorni prima compleanno ..l'infermiera guarda carte e mi dice . tra 3 giorni è tuo compleanno ..ma non ti faccio auguri adesso perchè porta male ..io mi son messa a ridere ..e ho detto puoi farmele ..lei:noo che poi le analisi vanno male ..io : se vanno male van male lo stesso che tu faccia auguri o no ...lei: no non non te li faccio io ci credo a ste cose .. io ok
    risultato analisi:pessimo ... ;))))
    la sfiga è : se ci credi!!
    serenità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahha
      Mi dispiace per le tue analisi, ma io sarei tornata dall'infermiera per destabilizzarla divertendomi un po'.
      "Hai visto che le analisi sono andate male? Colpa tua che non mi hai fatto gli auguri. Questa è la vera sfortuna!". 😂😂

      Elimina
  5. Ahahahahah!! Diciamo che a essere superstizioso uno rischia di tirarsele addosso XD
    Io non sono superstiziosa, però ho notato uno schema ricorrente nella mia vita (discorso molto complicato che richiederebbe una lunga spiegazione). Invece un'altra cosa che posso dire di aver notato è che le cose brutte tendono a susseguirsi per un certo periodo, dopodichè viene un periodo di cose belle e via così, in un loop continuo. Perciò non è sfiga, è che sei nel loop negativo. Poi passa ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci ho mai fatto caso, sai?
      Però effettivamente è vero che le sfortune arrivano spesso tutte insieme.
      Quindi adesso mi attenderanno un paio di mesi di buone notizie?
      Speriamo, dai. 😉

      Elimina
  6. ho bei ricordi di questo venerdì 17 e la foto che hai pubblicato mi hanno riportato indietro e la voglia stasera di andare in timvision per guardarmi il film. Che bello però cercare in un giorno in cornetto in un gatto che attraversa la strada...il motivo del nostro vivere più o meno felice. Per le mie scelte non credo a nessuno di questi simboli come all'oroscopo. Il mio stare deipende salo da me e quanto riesco a seminare per poi raccogliere. Buon S. Antonio Abate..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah oggi è sant'Antonio?
      Non sto dietro ai santi. Magari ne approfitto per inviare gli auguri a un paio di amici.
      Comunque fai bene a credere che il tuo destino dipenda solo da te.
      Buona giornata.

      Elimina
  7. vero vero però a volte è più forte di me, le dita le incrocio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah
      Io ho appena trovato due euro a terra. Mica male questo venerdì 17. 😂

      Elimina
  8. Non sono superstiziosa per niente . Anni fa',trovammo un monolocale sul
    mare ,l'ultimo e nuovo . Non lo comperava nessuno perchè era il N.17 .
    Noi lo comprammo x 8 milioni . Godemmo dell'affitto x anni , poi lo
    rivendemmo a 130 milioni . A noi il 17 ha portato bene , grazie ai
    superstiziosi ....AhAhAh
    Un bacione . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai, non comprare un immobile solo perché è al civico 17 mi sembra davvero ridicolo. Questa non è superstizione ma follia.
      Nel palazzo di mia madre, invece, per anni non si è venduto un appartamento (né è stato affittato) poiché molto tempo fa il figlio del proprietario s'impiccò in salotto e, dunque, quella casa portava iella.
      Quando, finalmente, la vendita si concretizzò e la nuova famiglia proprietaria cominciò ad avere una sciagura dietro l'altra, la voce si fece ancora più insistente.
      Insomma, per me anche queste sono sciocchezze, ma c'è chi ci crede...

      Elimina
  9. Secondo te con un gatto nero in foto (gatta per l'esattezza) che non ti dico quante volte mi attraversa la strada ..posso essere superstizioso?
    Ps . scrivo toccandomi gli zebedei ahahah!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah
      Adoro le gatte nere. Non quelle morte, però. :P

      Elimina
  10. Non credo alla sfortuna ma, per contro, credo alla possibilità di attirarsi la fortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Conosci un segreto su come farlo? ;)

      Elimina
    2. Più che un segreto, un atteggiamento. Ho anche letto un libro in proposito, un paio di anni fa, di cui ogni tanto rileggo qualche pezzo. Il libro in realtà parla di magnetismo, più in generale, di come un atteggiamento fiero e positivo verso la vita possa attirare cose belle e, al contrario, un atteggiamento negativo e dubbioso, attiri le sfortune e le negatività.

      Elimina
    3. Lo stesso discorso che faceva Gaspare.
      Sarebbe bello se ci dicessi il titolo del libro.
      P.S. Oggi il jukebox tocca a te. 😗

      Elimina
    4. "Corso avanzato in magnetismo personale" di William Atkinson.

      Elimina
    5. Grazie! Lo vado subito a cercare.

      Elimina
    6. Interessante! Secondo me è una cosa comunque naturale. Parte dal presupposto che chi vive in modo fiducioso e positivo, finirà sempre per vedere il bicchiere mezzo pieno (in primis) e poi a trovare risoluzioni ai problemi.
      Fermarsi a imprecare per la sfortuna non serve a molto..
      E dietro la sfortuna magari c'è sempre una scelta non dico sbagliata, ma magari non la migliore scelta che si potesse fare :)

      Elimina
  11. Non ci credo, ma non si sa mai, quindi meglio stare zitti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non ci credo ma" è già una bella forma di superstizione, altro che.... :P

      Elimina
  12. Non sono cose che fanno per me queste:)

    RispondiElimina
  13. Maturando con l'età, non ci si fa più caso a queste cose, tutto è destino nella vita. Ciao Claudia e buon pomeriggio, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, Angelo, a prescindere dall'età.
      Sereno pomeriggio a te.

      Elimina
  14. Ma non ci credo! E te lo dico passando sotto una scala, mentre sto rompendo uno specchio e un gatto nero mi attraversa la strada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per sicurezza versa anche un bel po' di olio a terra, e rompi qualche piatto. :)))

      Elimina
  15. Io sono positivista per natura, però cavolo, ci sono di quei periodi che pare tutto remi contro. Superstiziosa no, quando ero piccola però avevo dei riti, dei giochini tra me e me, se ci penso ancora rido. Il 17 e il venerdì mi stanno simpatici: specialmente il venerdì che c'è mercato ma non riesco mai ad andarci :((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra un vomito e l'altro perché non ci sei passata stamattina? 😂😗

      Elimina
  16. Cara Claudia, io non ci ho mai creduto!!! Certo che quando ti fissi su questo argomento diventi ossessivo e credendoci pure anche distratto, ecco che qualcosa capita!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
      Tomaso 

    RispondiElimina
  17. Non credo alla superstizione,quindi non mi pongo il problema tutto quello che accade nella nostra vita è solo scritto nel destino, c'è chi è fortunato e chi no, buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia una questione di fortuna, ma sono anch'io molto fatalista.
      Buon fine settimana.

      Elimina
  18. Io un pizzico di occhio alla cabala lo metto, ma roba futile: tipo il portiere che quando vince mantiene la stessa maglia :D. (nel mio caso, tipo la posizione sul divano ahahah).
    Ma sono sciocchezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiegami la storia delle posizione sul divano...
      Non l'ho mica capita...
      E dopo i commenti di Sara e Moz al mio ultimo post rischio di pensare a tutt'altro.
      Ahahahah :P

      Elimina
    2. Roba quasi di un decennio fa: i posti per vedere le partite, a casa dell'amico dal quale ci radunavamo, rimanevano gli stessi in caso di vittoria del Milan :D

      Elimina
    3. Ecco...
      Troppo bello per essere vero...
      Era solo calcio. Ahahaha :P

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.