venerdì 15 febbraio 2019

Un'avventura: San Valentino al cinema con Battisti e Mogol

Non amo i musical. Persino guardando i miei amati cartoni di Walt Disney mi infastidisco quando i personaggi iniziano a cantare. Però questo film non potevo proprio perdermelo, e ve l'avevo detto.
Quindi, ieri sera, io e Leo siamo andati al cinema per guardare "Un'avventura" di Marco Danieli, con Michele Riondino e Laura Chiatti.
Premetto che non avevo letto nulla in merito, per non rovinarmi la sorpresa, quindi non sapevo neppure che il film fosse ambientato nella mia Puglia.

Francesca e Matteo sono dirimpettai in un piccolo paese pugliese, infatti.
La vita di provincia, però, sta stretta a lei, tanto che decide di partire per Londra, lasciando a casa il suo fedele amico, che però la ama da sempre.
Dopo cinque anni, Francesca torna in paese per accudire la madre malata terminale e scopre che Matteo non l'ha mai dimenticata. 
I due intraprendono una relazione passionale che, però, rischia di avere vita breve.
La ragazza, infatti, all'indomani della perdita della genitrice, decide di partire per Roma, dove la attende un ottimo posto di lavoro.
Contro ogni aspettativa, col treno sul punto di partire, Matteo sceglie di seguirla, per costruire assieme alla sua amata una nuova vita nella capitale. 
Tutto procede in discesa fino al matrimonio dei due, culminato col tradimento di lui.
E da qui, una serie di fatti e misfatti che li vedono ora insieme, ora lontanissimi, fino all'inevitabile divorzio.
Il problema, però, è che continueranno ad amarsi e a desiderarsi per sempre, ma chissà se le loro strade s'incontreranno ancora.
Non voglio spoilerarvelo.
Non mancano intervalli musicali con le intramontabili canzoni del duo Battisti-Mogol, (che mi regalano sempre grosse emozioni, poichè mi ricordano mio padre), e le coreografie di Luca Tommassini.
Confesso che ho cantato per tutta la durata del film, senza per fortuna venire linciata dagli altri spettatori.

Ora.
Non esprimo giudizi tecnici sulla pellicola, perché non ne ho le competenze, ma consentitemi, come al solito, di lasciar parlare il cuore. 
Quello che mi è piaciuto di questa storia d'amore è che narra la verità di moltissime coppie. Perché il matrimonio non è sempre tutto rose e fiori come lo s'immagina da fidanzati, ed è dura star lontani dalle tentazioni e dai colpi di testa. Spesse volte, infatti, la stasi della quotidianità crea un bisogno d'evasione che porta i coniugi a commettere errori irreparabili.
Eppure, in molti casi, basterebbe stringersi di più (ma questo era Zarrillo, lo so), e rendersi conto che se quello che ci lega al partner non è Vero Amore, ci va molto vicino, ed è un peccato distruggerlo per qualcosa di fugace.

Insomma, lunga vita ai sentimenti autentici e alla fedeltà, perché la vita non è solo "Un'avventura", e grazie a Marco Danieli per aver portato sul grande schermo le poesie di Battisti e Mogol, che continuano a far pulsare milioni di cuori anche dopo quasi cinquant'anni.

29 commenti:

  1. E' un po' che non vado al cinema, preferisco le "comodità" di casa ^_^
    Il musical che mi e' piaciuto di piu' di tutti i tempi, e quando da ragazzina ho trascinato mio papà a vedere Hair, bellissimo!!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacque molto Grease. Ma non credo di averne visti molti, dato che non amo il genere.
      Però questo merita un'opportunità.
      Bacio a te

      Elimina
  2. Eppure, in molti casi, basterebbe stringersi di più (ma questo era Zarrillo, lo so), e rendersi conto che se quello che ci lega al partner non è Vero Amore, ci va molto vicino, ed è un peccato distruggerlo per qualcosa di fugace.

    che meraviglia questo pensiero, hai proprio ragione!

    Mi ha divertito l'idea che cantassi le canzoni durante la loro proiezione :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non fingere che non ti abbia inviato delle note audio in tempo reale, rendendoti nostalgico.
      Dai su. Ti dirò la stessa cosa che ti dissi all'indomani della proiezione di Bohemian Rhapsody.
      Vai al cinemaaaaaaaa!!!
      Sai cantare anche tu, io lo so bene. Ti divertiresti.

      Elimina
  3. Cara Claudia, un tempo andavo a vedere dei film, solo per sentire la bella musica.
    Ora non è più così ma i ricordi rimangono, di certe colonne sonore.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo mi dicessi due parole su Battisti e Mogol.
      Stavolta sono certa che li conosci, dai.
      Buona serata.

      Elimina
    2. Cero che li conosco e so che sono dei bravi , una loro poesia non si dimentica
      facilmente, mi ero un po distratto scusami.
      Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
      Tomaso

      Elimina
    3. Ma no Tomaso, non devi chiedermi scusa, ci mancherebbe.
      Soltanto mi faceva piacere se conoscevi il mio amato Lucio Battisti, visto che mi dici sempre che non conosci le canzoni che mi piacciono.
      Un bacione e buonanotte

      Elimina
  4. Confesso che il cinema Italiano non mi piace molto anche se alcuni film
    sono dei capolavori . A me i musical piacciono molto .
    Il primo che ho visto a teatro a Berlino "My fair Lady" . Un'altro visto
    a Londra "Tutti assieme appassionatamente". Rivisti molte volte in TV.
    Questi solo due dei tanti. Mi è sembrato di capire che tu ami la
    musica , per quale motivo NO i musical ?
    Buonanotte . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo moltissimo la musica, ed amo molto anche il cinema, ma il minestrone meno.
      È come leggere un libro che di punto in bianco ti proietta dei video sull'armadio della camera da letto.
      Se guardo un film amo perdermi ed immedesimarmi nella storia, se voglio ascoltare musica accendo la radio, se voglio fare entrambe le cose vado a teatro.
      Ma al cinema no. Al cinema voglio film veri. Non mi piace mischiare le cose. Sarò strana?
      Sicuramente.. 😉
      Buonanotte a te. 😗

      Elimina
  5. Non è un genere che mi appassiona, ma sarei curiosa di vederlo perché alcune scene sono state girate proprio nella via in cui abitano i miei (e dove sono cresciuta).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli delle scene romane o pugliesi?

      Elimina
    2. Mah, immagino che siano le scene pugliesi visto che stiamo in Puglia. Qualche mese fa mi sono trovata per caso quando hanno girato: tra camion, tende con i costumi e gru sembrava fosse arrivato il circo. So che hanno girato qualche esterno e poi degli interni in un appartamento di un noto architetto locale.

      Elimina
    3. Non sapevo foste Pugliesi.
      Mi pare che le scene che tu dici siano state girate a Francavilla Fontana.
      Quindi abbastanza vicino a casa mia. ;)

      Elimina
    4. In realtà le scene di cui ti dicevo, dovrebbero essere state girate a Lecce...è lì che ho visto i camion.

      Elimina
  6. Continuo a sentire il trailer. Ed è uno di quei film che andrei volentieri a vedere... ma ovviamente non andrò e mi accontento del tuo post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, in via del tutto eccezionale, se mi scrivi te lo racconto tutto. 😉😗

      Elimina
  7. Le mie uscite al cinema ormai sono per vedere cartoni animati o film adatti ai miei bambini, quindi con questo tuo resoconto è come se mi ci hai portata direttamente sulla poltroncina....;) ...continua così
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna Lorenzo è ancora piccolo per il cinema. Fra un paio d'anni farò la tua stessa fine.. 😉
      Buon fine settimana. Bacio

      Elimina
  8. Io adoro Battisti, ma questo film non credo che lo vedrò...Non amo per musical e comunque la storia in se non mi ispira (anche se ricorda in parte uno dei rarissimi musical che ho visto al cinema e solo perché era composto da ballate rock degli anni 80).
    Forse gli darò un'occasione quando passerà in tv, giusto per riascoltare ancora il duo Mogol-Battisti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se passasse in tv fra vent'anni quando sarai vecchio e stanco? Ahahah
      Scherzo. Io sicuramente mi addormenterei alla prima pubblicità. Detesto i tempi televisivi.

      Elimina
  9. Solo per la canzoni di Battisti potrei fare un sacrificio, perché altrimenti non che mi attiri granché...dopotutto i musical, certi musical, li odio anch'io ;)

    RispondiElimina
  10. Lo devo vedere cara Claudia. Battisti era delle mie zone, sabino anche lui come me. Amo molte sue canzoni e penso che apprezzerei davvero tanto questa pellicola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anch'io. Dai, tu mi hai fatta innamorare di Bohemian Rhapsody, magari stavolta tocca a me regalarti un'emozione. ;)

      Elimina
  11. Non vedrò mai questa "cosa"...proprio perché adoro Battisti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cattivo cattivissimo.
      Vabbè, almeno vai a una serata di karaoke, canta "Acqua azzurra acqua chiara", e mandami il video.
      Così ti voglio bene di nuovo. :P

      Elimina
  12. Dove vivo? questa notizia è nuova, dopo i Queen e Mia Martini, ci hanno preso gusto? mi piacciono le canzoni di Battisti, ma non credo che andrò al cinema. Bacioni.♥

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.