domenica 25 aprile 2021

Buona festa della liberazione

 
Fa male pensare che, dopo dodici mesi esatti, siamo ancora qua, come se nulla fosse stato fatto per permetterci di riappropriarci della nostra normalità.
In molte regioni la campagna vaccinale procede a singhiozzi e troppo lentamente.
Centinaia di attività commerciali sono ancora chiuse.
Le scuole funzionano ad intermittenza.

Insomma, siamo ad un passo dal baratro, ma continuiamo a subire tutto come se ormai ci fossimo rassegnati all'idea di non poter più vivere, ma sopravvivere.

E pensare che 76 anni fa, se i partigiani fossero stati ugualmente acquiescenti, probabilmente saremmo rimasti vittime del fascismo o di altre dittature fino ai giorni nostri.
Per questo, per celebrare la liberazione italiana dal regime fascista, ho scelto una citazione di Mark Twain che ho apprezzato particolarmente.

"Coloro che si professano
a favore della libertà,
e tuttavia deprecano l’agitazione,
sono quelle stesse persone
che vogliono i raccolti senza arare il terreno".

No, non sono mai stata una rivoluzionaria, né penso che gli Italiani dovrebbero organizzare un colpo di Stato o scatenare una guerra civile.
Pero, come vi dicevo qualche settimana fa, è giunta l'ora di ribellarci pacificamente e di non restare schiavi delle decisioni scellerate dei governi che si sono succeduti in questo Annus horribilis.

Dunque, per questa giornata, auguro a ciascuno di voi di contribuire alla rinascita dell'Italia vessata non solo dal virus, ma dall'indifferenza o dalla rassegnazione di tanti.
E speriamo di non trovarci qui, fra un altro anno, a pregare di liberarci dalla pandemia.

25 commenti:

  1. Grande citazione. Oggi sento che stiamo facendoci portare via da sotto il naso quella libertà che i partigiani avevano faticosamente conquistato anche per noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho pensato, infatti, mentre scrivevo questo post.
      E ho ripensato ai tuoi versi forti, ma che fanno rima perfettamente con questa citazione.

      Elimina
  2. Oramai mi sono rassegnato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rassegnazione è sempre terribile, ma ahimè comune. 😔

      Elimina
  3. anch'io mi sono rassegnata a convivere con il virus!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io continuo a sperare di rivedere la luce alla fine di questo lunghissimo tunnel.

      Elimina
  4. io penso che siamo NOI che facciamo la differenza , se le cose non funzionano è anche colpa nostra .
    la pandemia nei primi tempi è stata presa con "pressapochismo " nessuno sapeva che fare ..e non solo in Italia ,ma in tutto il Mondo ..
    tutti poi a dir la sua ..tutti a pavoneggiarsi in Tv e sui giornali :politici ,virologi ,pseudoesperti ..ok se sai come far fermare il tutto FALLO ! .il Paese è come una famiglia tutti devono collaborare , e se sai come fare FALLO !! non calvalcare il malcontento con parole ma fà i fatti!!
    tutti è ! nessuno escluso .
    poi penso che son le persone singole non il sistema che non funziona ..in qualsiasi settore ;pubblico ,sanità, governo ..le singole persone che fanno il loro lavoro male
    Esempio: Vado a far esami spesso ..c'è infermiera che fà il suo lavoro al meglio ,accettazione da consigli, incoraggia ..non è cosa "simpatica "da fare ..ogni tanto 'na battuta ..e non c'è quasi mai coda ..se non c'è lei c'è collega :rognoso, maleducato e quant'altro ..
    alla prima faccio sempre la battuta semi seria :dimmi quando sei in ferie;)
    questo per dire se vai quando c'è infermiera gentile pensi :ah come funziona bene il tutto !!
    se vai con il secondo pensi :qua non funziona niente!!
    insomma son le PERSONE che fanno funzionare il tutto ..se una cosa non funziona è colpa delle singole persone ..poi è come il domino ..una singola Carta/Persona ..fà "crollare" il tutto
    io cerco di far del mio megli ..gli altri sta alla loro coscienza .
    ciaooo

    p.s. ah e non son in odore di santità ..ANZI!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io cerco sempre di fare del mio meglio e di trasmettere serenità o allegria a chi mi circonda, ma troppe volte non basta, perché ti imbatti nel muro di turno (come l'impiegato dell'ospedale) e ti cade il mondo addosso.
      È un cane che si mangia la coda. 😭

      Elimina
  5. Tra un anno? Speriamo davvero. Al momento situazione controversa, con i vaccini che vanno a fasi alterne, che ancora non ho fatto.
    Festeggiamo oggi, che domani è un altro giorno, Buona Domenica :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella mia città hanno sospeso le vaccinazioni, proprio per dare precedenza a tutti gli allettati.
      Spero che lo farai presto.

      Elimina
  6. In genere una pandemia dura 2 anni, speriamo bene.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  7. Mi sono chiesta, ultimamente, cosa penserebbero i nostri nonni delle libertà alle quali abbiamo rinunciato in questo ultimo anno. Libertà di andare da un Comune all'altro, di recarsi da un parente o un amico, di mettere il naso fuori casa all'ora che più ci aggrada. Libertà di studiare. Di lavorare e non dover dipendere da un misero sussidio.
    L'abbiamo fatto per un bene più grande, la salute collettiva. Ma guardando i risultati io vedo solo un gran pasticcio. Tanti morti e tanta gente depressa e in miseria.
    L'ultimo sfregio alla nostra libertà sarà il passaporto vaccinale, per cui solo coloro ai quali lo Stato avrà dato il vaccino, potranno spostarsi liberamente, gli altri, tagliati fuori, resteranno a guardare.
    Chissà cosa direbbero di tutto questo, i nostri nonni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa a me che ho solo 34 anni (li compiró ad agosto).
      Quando potrò ricevere il vaccino? Fino ad allora dovrò continuare a vivere da reclusa?
      Non che io sia una giramondo, eh? Lo ero da nubile. Ma tutte queste restrizioni hanno davvero stufato.
      A maggior ragione perché NON FUNZIONANO.

      Elimina
  8. Buon 25 Aprile e buona domenica!
    Anche io la penso come te e sono sicura che se facessimo sentire la nostra voce univocamente forse le cose cambierebbero ma purtroppo siamo un popolo intrinsecamente diviso e ho poche speranze che le cose cambino in futuro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo un popolo diviso.
      Quanto hai ragione! Purtroppo...
      Buona serata a te.

      Elimina
  9. L'Italia la fanno gli Italiani ma , tra governanti corrotti , mafia ,
    furbetti e gente che non rispetta l'ambiente , c'è poco da festeggiare .
    Quello che posso fare io lo faccio . Raccolta differenziata , vado a
    fare la spesa con le MIE borse , detersivi e affini biologici , plastica
    il meno possibile , uso ciò che posso biodegradabile e non butto NULLA
    in terra . Qualsiasi casalinga può fare altrettanto e se lo facciamo tutte
    qualche miglioramento ci sarà .
    Oggi 25 Aprile , nessuna banda , nessun corteo e la gente è depressa .

    Ieri , mio marito ha fatto il vaccino . Orario perfetto , ottima
    organizzazione , veloci ed efficienti . Il mese prossimo tocca a me .
    Con il Pfifer poi sono anche più tranquilla .
    Spero tu abbia trascorso una bella Domenica come lo è stata la mia con Nora.
    Baci bacini bacioni bacetti . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui oggi è finalmente iniziata la primavera, dopo settimane di pioggia.
      Allora ne abbiamo approfittato per fare lunghe passeggiate.
      Il mio smartwatch ha segnato 11km (a piedi).
      Direi che non sono pochi. Ahahha
      Spero che Roberto non abbia nessun effetto collaterale.
      Bacio.

      Elimina
  10. Cara Claudia, io spero sempre che finisca presto.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, che piacere ritrovarti qui.
      Lo speriamo tutti.
      Un abbraccio.

      Elimina
  11. Buona sera Claudia
    Ho mandato il buongiorno con un papavero rosso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non altro il papavero è segno di primavera. 😉
      Buona serata.

      Elimina
  12. Hai scelto una gran bella citazione per questa giornata, molto pertinente con il caos nel quale stiamo vivendo.
    Anche io non auspico certo una guerra civile, ma vorrei che il popolo tutto non si sentisse così rassegnato.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quest'ultimo anno mi sembra di essermi lasciata vivere, piuttosto che di aver vissuto.
      Per fortuna, però, ultimamente mi sto riprendendo alcune libertà, pur rispettando le norme.
      Oggi, ad esempio, ho percorso 11 km a piedi nel primo vero giorno di primavera, ed è stato bellissimo.
      Buonanotte.

      Elimina
    2. Bravissima, ne sono davvero contenta per te :)
      Un abbraccio.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.