lunedì 26 aprile 2021

La crudeltà senza senso di una madre biologica

 
Quella che vi racconto oggi è una storia che molti di voi conosceranno già, poiché divenuta virale per volere della protagonista, ma che apre ad un dibattito a mio avviso molto interessante.
In foto vedete Daniela Molinari, infermiera milanese che, da tre anni, lotta contro una forma molto aggressiva di cancro.
Per poter avere accesso ad una cura sperimentale americana, Daniela ha bisogno della mappatura del suo codice genetico, ma purtroppo c'è un grosso problema.
La donna, infatti, fu adottata da piccola, e non ha mai avuto notizie della madre biologica.
Adesso, però, conoscerla è davvero una questione di vita o di morte.

Grazie ai giornali e ai social, dunque, Daniela diffonde il suo annuncio e, con l'intervento del tribunale dei minori, riesce a trovare sua madre.
Il problema, però, è che questa si rifiuta categoricamente di aiutarla.

Quando gli agenti vanno a bussarle a casa, per informarla della necessità del suo intervento, la signora dice che li aspettava, poiché aveva appreso dai giornali l'annuncio di Daniela, ma che non ha nessuna intenzione di fare qualcosa per lei.
Chiariamo che non le si chiede di donare il fegato o un rene, ma soltanto di sottoporsi ad un prelievo di sangue e ad un tampone salivare, oltretutto potendo scegliere di restare anonima.
Uno sforzo che qualsiasi persona dotata di cuore e di umanità farebbe anche per un perfetto sconosciuto, a maggior ragione per un figlio.

Non conosciamo le ragioni per cui questa madre abbia deciso di dare in adozione sua figlia, né ci interessano.
Ammesso e non concesso che fosse figlia di uno stupro, della più atroce delle violenze, di incesto, o di qualsiasi altra sciagura, di sicuro sapere di poterle salvare la vita e rifiutarsi di farlo è crudele.

Come vi avevo già detto, anche per questi motivi sono assolutamente favorevole all'aborto.
Perché una donna come questa non è degna di diventare madre e avrebbe fatto meglio ad interrompere la gravidanza, piuttosto che condannare sua figlia a morte a 47 anni.
E spero davvero che, oggi, non abbia altri figli. Perché la sua indifferenza sarebbe ancora più assurda ed inspiegabile.

Insomma, spero che la legge italiana possa costringerla ad effettuare questo prelievo e che Daniela possa accedere alle cure salvavita che sogna.
Di sicuro, nessun figlio meriterebbe quello che questa donna sta subendo, a maggior ragione senza potergli dare una spiegazione logica.

Forza Daniela! Incrociamo le dita per te.

34 commenti:

  1. Mo sto chiedendo se l'ultimo comma dell'articolo 32 della Costituzione non possa applicarsi snche qui anche se temo d no perché il suo assurdo rifiuto non crea allarme e pericolo per tutti ma uccide "solo" sua figlia.... non comprendo quali possano essere le ragioni di un odio così profondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un odio assurdo a maggior ragione perché si tratta di una figlia mai conosciuta. Quindi di sicuro è impossibile che possa aver commesso errori gravi nei confronti di sua madre!

      Elimina
  2. Non credevo potessero esistere persone così cattive. 😢

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo esistono eccome.
      Abbiamo solo la fortuna di non conoscerne personalmente.

      Elimina
  3. favorevolissima all'aborto ..non si può condannare una donna a diventare madre visto che per svariati e a volte tragici motivi e rimasta incinta .
    ma se l'hai messa al mondo, magari non potevi tenerla ok ..nessuno ti giudica ..ma adesso puoi far qualcosa ..TANTISSIMO ..per questa TUA figlia ..FALLO !!
    io non so che vita può aver avuto ,cosa abbia passato e non son quà a giudicare ..ma cavolo è TUA FIGLIA!!!
    anche se non lo fosse potresti salvare una vita ..ma ce l'hai un core ..o sei già morta dentro?
    non capirò mai cxome si possa far del male ..e quà le stai facendo del male..ad un essere che è cresciuto dentro di te ..potrei tentare di capire un padre ..ma MAI una madre ..
    Amica 20: ha fidanzato i primi tempi bene ,poi comincia a maltrattarla e spesso a picchiarla per futilissimi motivi ,lei anche incita da noi amiche lo lascia ..una sera ha un incontro con lui per restituire anello ..e finirla lì.. ;((
    lui la picchia e la violenta ..potrebbe esser finita lì ma ..
    rimane incinta !
    viene cacciata da casa dai genitori ....va a vivere da zia ..nasce bambino .che è la luce della sua vita !!
    quando parla di suo figlio si illumina ..adesso ha 40 il pupo ..beh lei ha fatto di tutto se l'è allevato da sola ,l'ha fatto studiare ..è laureato ..sempre sola lavorando duramente ..si è fatta casa ha avuto un paio di relazioni con uomini ..1 attuale ..ma se vuoi vederla illuminarsi chiedi di suo figlio !!
    ricapitolando neanche una violenza può giustificare un tale comportamento .
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua amica è stata molto coraggiosa.
      Io non sarei riuscita a mettere al mondo un figlio da sola, a maggior ragione sapendo che mi avrebbe ricordato, probabilmente per sempre, il terribile abuso subito.

      Questa donna, invece, per me è vergognosa. Non accetto assolutamente il suo no. Lo trovo disumano.
      Ripeto, io farei un banalissimo prelievo sanguigno per salvare la vita a qualsiasi perfetto sconosciuto!

      Elimina
    2. Io ne f..lo farei anche per arei anche più di uno ..lo farei anche per salvare ..un gatto.. capisco la vita a volte ti piega..ma cavolo!!non hai nessun motivo per rifiutarti..lo fai anonimo e magari non rivanghi niente...bohhh.
      La mia amica persona super..ah una volta mi ha detto: avevo pensato di non averlo..
      Ma un giorno stavo seduta su letto e l'ho sentito muoversi appena e li ho pensato ..qualsiasi cosa succeda io e te...e così è stato!!
      Penso siamo in 3 a sapere ciò che è successo ...lui mai saputo ..sa che è nato da rapporto occasionale..e va bene cosi .. e non assomiglia a nessuno fotocopia mamma!!

      Elimina
    3. Ah anche più di una volta x i gatti..li amo ..giusto per sottolineare..
      P.s.sono italiana scrivo italiano..ma il cellulare..scrive ciò che vuole e io pubblico senza controllare 😱🤣😱🤣

      Elimina
    4. Tranquilla Tissi.
      Si è capito tutto.
      Son felice che il figlio della tua amica assomigli a lei.
      Un abbraccio ad entrambe.

      Elimina
  4. Buongiorno e buon lunedì Claudia.
    Con la Palombelli costretto tutti i giorni a seguirla di queste storie di cattiveria sono costretto ad ascoltare. Il mondo è rotondo e passa anche date che dici di no.
    Quel che è fatto è reso dice un proverbio e credo che fa ascoltato.
    Speriamo in seguito abbia cambiato il NO in SI.
    Spesso sono notizie riciclate che chi non le conosce fresche cerca di riciclare per farsi apparire sensibile hai problemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le storie raccontate a Forum sono ispirate a vicende vere, ma i personaggi che vi partecipano sono attori. Non lo sapevi?

      Elimina
    2. Nn credo che siano attori
      Troppo bravi

      Elimina
    3. Ne sono certa, invece.
      A parte che lo hanno dichiarato più volte a Striscia la Notizia e programmi simili, ma un mio amico è stato chiamato, in seguito ad un provino, per recitare in una puntata.

      Elimina
    4. Ovviamente vi sono anche molti protagonisti reali, ma non tutti.
      Ti basterà fare una semplice ricerca su Google per capire i meccanismi della trasmissione.

      Elimina
  5. Speriamo la legge l’obblighi a fare sto prelievo!
    Mi sembra sia partita una raccolta firme a favore di Daniela dove chiedono appunto di obbligare la madre a fare l’esame!
    E no ...la cattiveria umana non conosce limite.
    Questo caso poi è così assurdo...che ti costa fare il prelievo?
    Ciao😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti! Mi viene una rabbia!
      Manco le chiedessero di donare un organo vitale a quella che pur essendo sua figlia biologica è una sconosciuta.
      Non so se esiste una legge che possa obbligarla. Come diceva Daniele, temo proprio di no. 😔

      Elimina
  6. Dal momento che la donatrice rimarrebbe anonima,non capisco il rifiuto.Spero che la madfe biologica ci ripensi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo capisco neanch'io.
      Questa vicenda è tristissima.

      Elimina
  7. Mi dispiace tanto per Daniela, sia per l'atroce lotta che sta attuando contro il cancro, sia perché ora che è più fragile deve pure sentirsi abbandonata e rifiutata per la seconda volta dalla donna che l'ha messa al mondo.
    Non ci sono parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È imbarazzante quanto la gente possa essere crudele.

      Elimina
  8. Dovrei meravigliarmi, ma c'è talmente tanta cattiveria in giro di questi tempi...

    RispondiElimina
  9. Questa non è una donna , è un Mostro . Purtroppo non esistono solo nei
    film di fantascienza , sono reali . Mostri ignobili e cattivissimi .
    Spero che per legge sia costretta a fare l'esame del sangue e altro .
    Io e mio fratello avevamo l'identico gruppo sanguigno . Io ho sempre
    pensato che se lui avesse avuto bisogno di un rene , fegato , occhio
    o quant'altro , sarei stata la prima ad offrirmi .Non parliamo di figlie
    poi...anche la vita . Che tristezza leggere questa storia...
    Buona giornata . Besos . Laura ***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo questa donna non reputa Daniela sua figlia.
      Ecco perché mi dico che avrebbe fatto meglio ad abortire, invece di covare dentro di sé questo assurdo risentimento.
      Noi non possiamo fare altro che sperare che rinsavisca, anche se temo che non accadrà. :(

      Elimina
  10. Io penso che questa madre poteva fare uno sforzo, per salvare Daniela. Oltretutto doveva fare solo un prelievo di sangue e un tampone.
    Anche se questa figlia fosse nata da una violenza, credo che era il momento di mettere da parte ogni risentimento e provare a salvare una vita. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posto che, comunque, il risentimento ha senso nei confronti dello stupratore e non del figlio nato da questo sopruso.
      I figli non sono mai responsabili.
      Buona settimana anche a te.

      Elimina
  11. Una mamma incommentabile. Penso possa capirlo anche chi mamma non è.
    Mafi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che possa capirlo davvero chiunque.
      Perché un simile trattamento non sarebbe lecito neppure nei riguardi del peggior pedofilo o serial killer.

      Elimina
  12. Una crudeltà che non so spiegarmi.
    Spero che ci ripensi o che si possa fare un'azione coatta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io credo che se avesse avuto un cuore e una coscienza non avrebbe mai rifiutato.
      Dunque è difficile che si ricreda.

      Elimina
  13. Questa donna non è solo crudele è di più. Mi spiace tantissimo per questa ragazza un abbraccio a lei e a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che se ci fosse un modo per aiutare Daniela non ti tireresti indietro, anche se non la conosci personalmente.
      Figuriamoci se fossi sua madre!

      Elimina
  14. E' disumano, non ci sono altre parole.

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.