martedì 8 ottobre 2019

Vigili regalano bicicletta a bambino di 6 anni derubato della sua

Sfogliando i quotidiani capita, per fortuna, seppur raramente, di leggere storie che scaldano il cuore.
E' il caso della vicenda che ha interessato il piccolo David, di sei anni, qualche giorno fa.
In occasione del suo compleanno il bambino ha ricevuto in regalo una nuova bicicletta, con la quale si reca a scuola.
La lega accuratamente negli spazi appositi con un lucchetto, ma alla fine delle lezioni l'amara sorpresa. Ignoti gliel'hanno rubata.

Quindi David, in lacrime, si rivolge ad Enzo Zaninelli del Comando di Polizia locale di zona 6 (Milano), in servizio per presidiare la zona, e gli racconta l'accaduto.
Questi promette al bambino che cercherà la sua bici e che non permetterà ai ladri di rovinargli il compleanno.
Le ricerche, però, risultano vane e una volta giunto al comando, Enzo parla della vicenda con i suoi colleghi e propone di raccogliere i soldi necessari all'acquisto di una nuova bicicletta.
Partecipano in dodici e il regalo viene presto comprato.

I poliziotti si mettono in contatto con la mamma di David, Nicol, e le chiedono di portare il bambino al comando perché hanno una sorpresa per lui.
Qui al piccolo protagonista viene consegnata la sua nuova due ruote fiammante, con annesso fischietto e cappellino della polizia

Secondo Zaninelli il compito di un buon agente di polizia non è solo tutelare l'ordine pubblico, ma anche restituire ai cittadini la fiducia nelle forze dell'ordine.
Sicuramente col piccolo David ha funzionato, in quanto ha già detto alla madre e agli amichetti di voler diventare un poliziotto.

Insomma, una storia a lieto fine che sicuramente regala fiducia nell'umanità e dimostra, ancora una volta, quanto piccoli gesti di solidarietà possano generare immenso amore e felicità.

42 commenti:

  1. Bella storia.❤️
    Alla faccia del vile che ha derubato un bambino!😒

    RispondiElimina
  2. Cara Claudia, queste storie fanno veramente male, ma già ci sono e purtroppo le accetti.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà la notizia trasmette tutt'altro, visto il lieto fine.
      Il potere della solidarietà è meraviglioso..

      Elimina
  3. Che bella questa storia, che bello sapere che ci sono ancora persone con dei valori! Un gesto bellissimo quello dei vigili.
    Ciao Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo.
      Questi sì che sono vigili degni di indossare quella divisa.
      Le forza dell'ordine dovrebbero essere tutte così!

      Elimina
  4. spesso ci danno fastidio ...dopo la multa ,meritata!..non la danno a caso devi aver fatto qualcosa ..
    ma la maggior parte penso son persone per bene (ok come in qualsiasi contesto la mela marcia c'è ) che cercano in tutti i modi di far girare questo nostro caotico ,cialtrone..MERAVIGLIOSO Paese !
    e per fortuna ci sono Polizia , Carabinieri , Polizia municipale ...se non ci fossero saremo come nel Far West
    serena giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io non mi sento per niente al sicuro. Troppi agenti negli uffici e pochissimi sulle strade.
      Qualche giorno fa nel negozio di una mia amica entrò un ragazzo di colore a minacciare la proprietaria e noi clienti. Lei chiamò subito i carabinieri che hanno la sede proprio a due isolati da lì, ma non venne NESSUNO.
      Quel pqzzo avrebbe potuto violentarla indisturbato.
      E allora di cosa stiamo a parlare??

      Elimina
    2. Purtroppo devo dare ragione a Claudia. Ci sono realtà dove le forze dell'ordine "si girano dall'altra parte"... :(
      Per questo, non dico che sono per girare armati, ma comprendo chi si iscrive a un corso di autodifesa o di arti marziali!

      Poi leggi che Napolitano ha 45 agenti di scorta (ne aveva "appena" 30 quando era Presidente), e ti girano, o se ti girano!!!

      Elimina
    3. Ma 45 agenti contemporaneamente o a turni di mezz'ora ciascuno, se no si stancano troppo?? 😤😤

      Elimina
    4. Sono quanti ne ha a disposizione, suddivisi in cinque turni giornalieri e, chiaramente, sottratti dalle altre mansioni di servizio alla cittadinanza...

      Elimina
    5. Pensa che domenica scorsa, nella mia città, si svolse un'importante partita di calcio.
      L'intera zona dello stadio era presidiata da decine e decine di agenti.
      Dall'altra parte della città, (anzi, anche tre isolati più in là), avrebbero potuto svaligiare diciotto appartamenti, in pieno giorno, senza il rischio di incrociare un unico carabiniere.
      Ecco, è questione di priorità.......
      In Italia pare non sappiano nemmeno cosa siano le vere priorità....

      Elimina
    6. Fortunatamente dalle mie parti posso solamente dare un parere lusinghiero delle forze dell'ordine e risultati concreti ne ho visti eccome :)

      Elimina
    7. Tu sei di parte perché ti passano le notizie. Ahahah
      Scherzi a parte, sei fortunato.
      Qui invece sai come stanno le cose. Ti racconto spesso episodi che ti fanno accapponare la pelle..

      Elimina
  5. Io sono sempre stata dalla parte degli agenti di polizia in generale. È vero che c'è cretino ma il cretino c'è ovunque. Loro prendono pochissimo ma rischiano tanto. Un grazie ♡ è d"obbligo ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la penso diversamente. Purtroppo. La maggior parte delle forze dell'ordine (almeno dalle mie parti) rubano lo stipendio. Leggi il mio commento a Tissi. E potrei farti centinaia di altri esempi..

      Elimina
  6. Che meraviglia.
    Nelle forze armate abbiamo tanti uomini così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna c'è ancora chi sceglie questo lavoro per vocazione e non per lo stipendio fisso..

      Elimina
  7. Un caso su un milione, ma è pur sempre un piccola lucina che da gioia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima.
      Anche una minima fiammella può ridare speranza..

      Elimina
  8. Ho visto ieri il servizio, davvero un bellissimo gesto. Nessuna parola per chi ha derubato un bambino portandogli via la sua bicicletta, solo disprezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Disprezzo è niente.
      Ma considerando che solo pochi mesi scrivevo del furto di protesi per camminare, sempre ai danni di un bambino, di cosa ci meravigliamo??

      Elimina
  9. Più cose così, e forse qualcosa può cambiare in meglio in questa società che il rispetto non ha più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente gesti del genere sono troppo rari, ma potrebbero davvero cambiare il mondo.

      Elimina
  10. Gesto bellissimo, su più fronti, ma crea un precedente.
    Innanzitutto, comunque, il compito resta quello di recuperare la refurtiva e dare una bella ripassata ai ladri.
    La polizia non può -e non deve!- ricomprare le cose rubate dagli stronzi! :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ma voglio sperare che i poliziotti ritrovino comunque la bicicletta di David e che la donino in beneficenza.
      In questo modo sarebbe un'azione doppiamente meravigliosa.

      Elimina
    2. La colletta l'hanno fatta innanzitutto in quanto esseri umani dotati di sensibilità, a differenza del bastardo ladruncolo.
      Va meglio "bastardo" di "vile"? :D

      Elimina
    3. Sì, bastardo mi piace di più!

      Elimina
  11. Iniziative come quella intrapresa da quei poliziotti mi restituiscono un poco (ho detto un poco) di fiducia nell'umanità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È esattamente quel che dicevo io.
      Fortuna che esistono episodi del genere.

      Elimina
  12. Nella scuola media del mio 3° hanno già rubato 3 bici ( parcheggiate in cortile e legate col lucchetto) in meno di un mese.
    Poveri vigili se dovessero rimborsarle loro ogni volta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Ma una telecamera di videosorveglianza sarebbe chiedere troppo??

      Elimina
  13. Rubare le biciclette ai bambini è qualcosa di veramente infimo (non che i furti non lo siano tutti eh, ma è ancora più spregevole rubare a un bambino).
    Bravo Enzo, per il gesto e per quelle parole.
    Sono d'accordo e sono tanti i poliziotti e i Carabinieri che fanno concretamente per quell'obiettivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io purtroppo non ne conosco.
      Ma onore a quelli come Enzo.

      Elimina
  14. Carissima Turchiarulo,

    Ciao ! Bel Blog, ho appena letto qualche post cosí "en passant" come si dice e si vede subito che il tuo sito è diverso da quello degli altri. E' un blog impegnato. Con una dimensione sociale. Brava. Bella anche l'azione umana ed incoraggiante di questo comando di polizia locale. Una bella piccola e semplice storia soprattutto perché viene dall' italia che come tutti sappiamo ormai si é ridotta ad un cumulo fumante di macerie umane e sociali, alcuni meno raffinati direbbero un cumulo di altra roba (anch'essa fumante).

    Sai che io sono un po' goliardo inside, e magari mi conosci se mi hai letto occasionalmente presso il blog di qualche comune amica, di solito amo scherzare, alle volte sono ironico, ma sempre amichevole quindi prendi pure i miei commenti con leggerezza, come direbbero gli antichi "cum grano salis".

    Cordialmente,

    Vedetta Lombarda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello il tuo commento, a prescindere dagli apprezzamenti per i quali ti ringrazio.
      Il tuo nick mi suona familiare però, onestamente, non ricordo di aver letto tuoi commenti in giro.
      Ma chi mi conosce sa che sono parecchio smemorata.. 😅
      Quanto all'ironia e alla leggerezza, se tornerai a trovarmi vedrai che sono il mio pane quotidiano.. 😉
      Un bacione. A fiducia. Ahah

      Elimina
  15. In questo mondo dove l'egoismo e il menefreghismo impera, questa è una bella storia.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  16. Cioè... ma che cavolo sta succedendo al cervello della gente???
    Rubati i giocattoli a una bimba malata di leucemia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, l'ho letta ieri e mi sono innervosita non poco.
      Non ho scritto nulla in merito per non sembrare ripetitiva, ma è un vero schifo.
      Proprio più sopra ti parlavo delle protesi per camminare di un bambino e adesso i giocattoli.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.