domenica 3 maggio 2020

Buona domenica di consapevolezza

Buongiorno amici e buona domenica.
Alla fine ci siamo. Da domani inizia ufficialmente la fase 2 per l'Italia, che prevede per ciascuno di noi la possibilità di un maggior numero di spostamenti, sebbene sempre in presenza di validi motivi e rispettando tutte le misure di sicurezza indicate.
Attenzione, dunque, che non si tratta assolutamente di un via libera che ci permetterà di andarcene in giro come se nulla fosse.

Dovremo continuare a cercare di ridurre le uscite e a non dimenticare mai di restare ad almeno un metro di distanza dagli altri, inclusi i parenti che non vivono con noi.
Niente abbracci, allora. Quantomeno non ancora.

Per sintetizzare quello che accadrà, ho deciso di dedicarvi una frase recitata dal premier Conte durante la diretta del 26 aprile.
"Se ami l'Italia,
mantieni le distanze".
Non sarà facile, lo so, così come non lo è stato sinora, ma spero che con l'impegno di tutti presto potremo tornare alla normalità o, almeno, ad una sua sottospecie.

Insomma, non demordiamo proprio adesso che l'obiettivo appare più vicino.
Un abbraccio.
Come sempre virtuale, perché si può.

49 commenti:

  1. Tra la barzelletta e la frase di Conte, la domenica preferisco la prima. 😁

    Ricambio l'abbraccio virtuale. 🤗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo dicessi
      "Ottima la barzelletta di questa settimana!". 😂😂

      Elimina
    2. La barzelletta migliore è stata l'occupazione del Parlamento da parte della Lega, iniziata la sera e finita la mattina. 😁
      Dalle dirette che hanno fatto sembrava volessero starsene lì per settimane, invece sono bastate poche ore per "dimostrare" qualcosa che manco ho capito. 😁

      Elimina
    3. Avranno dimostrato di riuscire a stare al proprio posto, visto che il loro leader in Europa è spesso assente.
      O sbaglio? 😉

      Elimina
    4. Restare lontani fisicamente, in questo brutto periodo, è d'obbligo e salutare per tutti, ma cerchiamo di non allontanarsi troppo col cuore e coi pensieri. restare uniti si può e si deve e speriamo che questa fase due non si rilevi una catastrofe. Volevo ringraziarti e salutarti Claudia, oltre che augurarti una serena domenica.

      Elimina
    5. Spero anch'io che non si riveli una tragedia.
      Buona domenica a te.
      Un bacio.

      Elimina
  2. Buongiorno e buona domenica Spero tanto nella prudenza mia in primo luogo in coloro che incontro e che rimaniamo sempre coscienziosi nel timore di essere contaminati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Molte volte la nostra prudenza serve a poco di fronte alla scelleratezza di chi incontriamo.
      Buona domenica a te.

      Elimina
  3. La fase 2 alla fine è una fase 1.5. Credo che sia giusto, ma che sia sbagliata l'uniformità.
    Piemonte e Lombardia sono ancora in fase critica, la mia regione meno, altre regioni hanno praticamente vinto la battaglia contro il virus.
    Peraltro dalle mie parti il mare è interdetto alle passeggiate, spero dalle parti di Dama no :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dall'11 potrebbero differenziare in macro-zone, dissero.
      E ci sta. Ma bisogna vedere prima come ci comportiamo...

      Moz-

      Elimina
    2. Cioè non potete fare una passeggiata al mare senza creare assembramento?
      E che cambia dal mare alla piazza?
      Qui le spiagge sono "chiuse", ma se vuoi fare due passi mica ti inibiscono una via piuttosto che un'altra.

      Elimina
    3. Il governo sta cambiando spesso idea, ultimamente, perché si sta rendendo conto di aver commesso degli errori.
      Pochi giorni fa Conte disse che nelle zone poco colpite dal virus i ristoranti potrebbero aprire il 18 maggio, anziché il primo giugno. Idem i parrucchieri.
      Sarà stato merito della presa di posizione della governatrice della Calabria?

      Elimina
    4. Gli errori sono iniziati quando le altre nazioni hanno iniziato a pianificare la ripartenza economica e muoversi a riguardo, e l'Italia si è trovata costretta a dover trovare soluzioni in fretta per adeguarsi.
      Alla faccia dell'Unione Europea.

      Elimina
    5. Dovremo attendere almeno il 20 maggio per sapere se ci sono contraccolpi negativi e fuori controllo...

      Elimina
    6. @Claudia: gli assembramenti sono tutti vietati, ma le spiagge sono proprio chiuse, i parchi no.

      @Moz: credo sia la soluzione migliore.

      #Franco: è così. Però tutto sommato è stata una scelta secondo me azzeccata. Erano peggio due settimane di lockdown e il liberi tutti il 20 maggio, con il rischio poi di avere una seconda ondata più pesante. Male che vada possiamo "contenere i danni" dal 20 maggio in poi.

      @Gas: infatti il governo sta tentennando troppo con il decreto aprile, ora maggio, ma tra un po' sarà il decreto giugno..

      Elimina
    7. Nella mia città i parchi sono ancora tutti transennati.
      Il sindaco ha detto che è presto per riaprirli.

      Elimina
  4. Mah, come al solito ci saranno persone scrupolose e imbecilli. L'unica è sperare che per colpa dei secondi non ci ritroviamo di nuovo in lockdown totale fra tre settimane ^___^ Ah, e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no. Ad un nuovo lockdown non ci voglio nemmeno pensare!
      Buona domenica a te.

      Elimina
  5. Cara Claudia, mi a mamma avrebbe detto! Parole sante! questo lo penso anche io.
    Ciao e buona fine domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi meraviglia il fatto che tua madre fosse saggia come te.
      Un bacio.

      Elimina
  6. Spero che non ci si debba pentire di questo allentamento.
    Leggo in giro troppe persone che credono che da domani è tipo come a gennaio 2019.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché gennaio 2019 e non 2020?
      Non ho capito se l'anno scorso accadde qualcosa di speciale.
      In fondo, a gennaio di quest'anno mica potevamo immaginare che saremmo finiti così.

      Elimina
  7. Da domani potrò andare a fare una camminata al Parco Lambro qui a Milano vicino a casa. Mantenendo distanze e con mascherina. È un passaggio critico questo alla fase due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto critico, ma è inevitabile, per scongiurare danni economici irreversibili.

      Elimina
  8. Ora vedremo un po' se la gente un po' di sale in zucca l'avrà finalmente messo, non possiamo permetterci passi falsi, accortezza e comprensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sale in zucca troppo spesso scarseggia, ahimè...

      Elimina
  9. No so' che dire ;lockdown non va' bene , riaprire parzialmente , non và
    bene , aprire del tutto , NON VA'BENE . Mi sembra la canzone :
    "Se sei bello ti tirano le pietre , se sei brutto ti tirano le pietre..."
    Ogniuno , con coscienza , faccia la sua parte . Io ancora non esco .
    Buona giornata , Claudia . Besos . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo.
      Quella canzone mi sembra perfetta per il momento.
      Comunque della fase 2 parleremo meglio domani e, ti anticipo, ci sarà da divertirsi.
      Quindi, in qualche modo, avrai la tua barzelletta. ;)

      Elimina
  10. Una fase molto delicata, comunque non vedo ancora il commissariamento della regione Lombardia, ci sono state troppe vittime e lacune.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Sembra che vogliano distoglierci da quello che sta accadendo davvero.

      Elimina
  11. Ah domani ..uscitona!!!
    DENTISTA !!
    ho sospeso delle cure in questi 2 mesi..ma domani e li pronta che mi attende😟😟
    Naturalmente in sicurezza 😷😷😷
    Serena domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia.
      Non starai nella pelle per l'emozione. Ahahah
      Poi mi pare di capire che sia anche donna. Almeno fosse un piacevole incontro per gli occhi. Ahahaha ;)

      Elimina
  12. Speriamo che la fase 2 sia all'insegna della coscienza, così come lo è stato fino ad oggi.
    Forza, stiamo lontano oggi per essere vicini domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. E' proprio il consiglio che ha dato il Premier.
      Perché domani possiamo essere più vicini che mai.

      Elimina
  13. Mantenere le distanze per me non è un problema.
    Qui hanno posticipato di 2 giorni l'attività motoria all'aperta e quando ho letto pensavo sarei morta sul corpo.
    Andrò lo stesso domani mattina presto, rispettando tutto quello che c'è da rispettare come ho sempre fatto. Ma le cose son due: o vado o mi diano un letto in un ospedale psichiatrico, perché io sono satura. Full.
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Due giorni???? E a che pro?
      Ma vaaaaa!
      Vacci, vacci.
      Rimani nei paraggi della tua casa, ma corri!

      Elimina
    2. Ho scritto malissimo, scusami.
      Leggo solo ora un sacco di refusi. Ultimamente mi capita spesso, prima no. Prima ero attenta, prima notavo subito l'errore.
      Vedi che fa il nervosismo...
      Un abbraccio.
      E si, andrò assolutamente. Non posso impazzire appresso a loro.

      Elimina
    3. Ma figurati! Ho dovuto rileggere il commento per scovare gli errori, e ne ho trovato soltanto uno.
      Sei troppo severa con te stessa.
      Domani la giornata inizierà col piede giusto e ti sentirai più rilassata.
      Un abbraccio

      Elimina
  14. Entro 3 settimane sapremo con certezza come andrà. Incrociamo le dita e... manteniamo le distanze! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Pensi anche tu che dovremo prepararci per un giugno in lockdown? Spero proprio di no. 😭😭

      Elimina
  15. Figurati Claudia: sono più preoccupata adesso di quanto lo fossi prima. Questa è una fase molto delicata e si raccomanda la massima attenzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente delicato è l'aggettivo giusto.
      Speriamo bene.

      Elimina
  16. Riuscire a tenere Lorenzo domani quando vedrà nonna, sarà l'impresa del secolo!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto francamente, non ci proverò nemmeno.
      Io ho seguito la quarantena alla lettera, mia madre pure, quindi abbiamo tutta l'intenzione di spupazzarci a dovere.
      Altro che!

      Elimina
  17. Che questi primi due mesi ci siano da monito per una fase due all'insegna della prudenza.

    RispondiElimina
  18. Vi faccio un esempio su tre eventi che hanno veicolato il contagio in maniera esponenziale:

    - una partita di basket al palazzetto dello sport di Pesaro;
    - la partita di calcio Atalanta-Valencia;
    - una serata karaoke in un locale della Valconca, nel riminese.

    Considerate tutti gli eventi ed eventini, le serate nei locali...

    Bene, ora azzerate tutto.
    Adesso ci spostiamo di più,rispetto agli ultimi due mesi, ma a parte le mascherine, stiamo più tempo all'aria aperta.

    Ecco perché una situazione simil marzo è impossibile matematicamente da rivivere.

    Quindi un po' di ottimismo non guasta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello dello sport è un tasto dolentissimo e mi fa rabbia ogni volta che sento che il campionato dovrebbe riprendere al più presto.
      Lo stesso vale per le messe.
      Il karaoke andrebbe fatto nelle proprie case, giusto per svagarsi un po', avvalendosi dei video di Youtube. ;)

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.