venerdì 31 luglio 2020

#cosamihafattosorridere questa settimana

Quest'oggi ho deciso di parlarvi di un'iniziativa che mi tiene compagnia da qualche tempo.
Si tratta del #cosamihafatosorridere di Iacopo Melio, autore e amico che ho avuto il piacere di intervistare due anni fa, in occasione dell'uscita del suo libro "Faccio salti altissimi".
Ogni domenica, Iacopo pubblica un resoconto dettagliato della sua settimana, con l'elenco giornaliero delle vicende che l'hanno portato a sorridere.
Trovo che questa possa essere un'ottima idea, soprattutto per coloro che tendono ad abbattersi o a sentirsi insoddisfatti della propria vita.
Troppe volte, infatti, si pensa di non avere ragioni per sorridere, quando invece lo si fa e spesso.

A differenza di Iacopo, però, non ho annotato le tante risate fatte nei giorni scorsi, quindi non potrò fornirvene i dettagli.
Va detto che, come ben sapete, avendo il vizio del sorriso, lo faccio continuamente, e perciò non basterebbe un papiro per elencarvi tutte le volte che mostro i miei 32 denti bianchissimi (31, in verità, perché erano troppi e il dentista ha voluto rimuoverne uno 😂😂).
Vedete, rido anche mentre scrivo questo post. E' inevitabile.

Insomma, vorrei che mi raccontaste i motivi che vi fanno sorridere ogni giorno, proprio come fa Iacopo, o in maniera più generica.
Io, ad esempio, rido ogni volta che guardo mio figlio e che dribblo i suoi baci bavosi.
Quando chattando con mia madre ci scriviamo contemporaneamente le stesse identiche parole, per colpa della nostra storica ed innata telepatia.
Sorrido ogni volta che Palma mi dice che sono strana, ma che non potrebbe fare a meno di me.
Mi illumino persino le volte in cui il pranzo che ho preparato con quattro ingredienti arrangiati risulta delizioso.

Ecco, ve l'avevo detto che non c'è gusto con me, perché rido troppo e sempre.
Voi, invece?
Cosa vi ha fatto ridere questa settimana?
Che ne dite di portare avanti l'idea di Iacopo e di diffondere sui vostri social e blog questo hashtag?

27 commenti:

  1. Siamo seduti al baretto in circolo per rispettare le distanze, sta parlando un ligure qui in vacanza, ha 80 anni...dopo averci elencato le sue proprietà tra villa in mezzo agli ulivi e terreni vari ci dice:<< Mia figlia è così atletica che da quando è qui a Monastero tutte le mattine si fa 1.000 km nei boschi>> ridiamo tutti perchè è la distanza tra il mio bel paesello e Reggio Calabria. Probabilmente anche quando descriveva le sue proprietà la sparava grossa. Buona giornata Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha
      Mille chilometri al giorno magari li fa con il jet privato? ;)

      Elimina
  2. Di recente sorrido vedendo qualche video di Mudù o dei Sansoni, quando c'è una buona notizia tipo la sospensione dell'ordine di abbattimento dell'orsa Gaia...
    Non è un gran periodo di sorrisi "personali", questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che non sia un buon momento, e spero che possa passare in fretta.

      Io non ho mai amato Mudù, sai? Eppure ho avuto modo di conoscere personalmente Uccio, che è una persona simpaticissima, ma il duo mi snerva.

      Elimina
    2. Ho avuto un docente a un corso informatico che somiglia a Uccio, solo che è più alto e robusto... Le prime volte mi aspettavo che facesse lezione a botta di barzellette... 😅

      I Sansoni li adoro, uno dei due fratelli lo fa apposta a snervare, ma sono due artisti molto in gamba, capaci di una satira intelligente. Io li ho scoperti da questo video.

      Elimina
    3. Carini. Mi sembra di averli già visti da qualche parte. Ma non ricordo dove. Considerando che non seguo la loro pagina Facebook, probabilmente ne avrò guardato qualche video condiviso da amici.

      Elimina
    4. Non sto riuscendo a seguirti... Quindi non sono i Sansoni il duo comico che ti snerva. 🤔
      Mudù è un'intera compagnia teatrale che fa sketch, forse ti stanno antipatici due di loro...

      Elimina
    5. Nooo.
      Per me Mudù sono Uccio De Santis e Umberto Sardella.
      Sono sempre stata convinta che fossero un duo.
      Anche Umberto l'ho conosciuto e intervistato molti anni fa. Una persona squisita.
      Però la loro comicità non mi convince. Sarà che non sopporto coloro che enfatizzano gli accenti regionali, ad esempio.
      O proprio le gag demenziali.
      Non sono un'amante del genere, infatti.

      Elimina
    6. Umberto Sardella l'ho visto di persona, dato che abita a pochi isolati da dove ho abitato io a Bari; l'ho visto proprio entrare in un portone dopo averlo aperto con la chiave, e sul citofono c'era il suo cognome.
      In effetti nella maggior parte delle gag ci sono Uccio e Umberto assieme. E' una comicità fatta di espressioni dialettali e ricostruzioni di barzellette... A me non dispiacciono perché sono brevi, e mi piacciono molto Antonella e Annabella, due delle attrici.
      A me invece non fanno ridere serie tv tipo "Catene" o "Very strong family", le trovo caricature del dialetto, con personaggi eccessivamente stereotipati e ben poco altro.

      Elimina
    7. Sai che la stagione d'esordio di Very strong family mi faceva molto ridere?
      Poi, però, prese a snervarmi pure quella perché i protagonisti si montarono la testa e perché appunto l'utilizzo caricaturale del dialetto mi infastidisce.

      Elimina
  3. Cara Claudia, non so la ragione ma non ricordo di conoscere questo Mudù.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un duo comico pugliese. Non credo che tu possa averlo mai visto.

      Elimina
  4. Ieri è stata una giornata molto divertente per me...
    Mi ha fatto ridere di gusto mia sorella, due volte, la prima mentre eravamo in auto che siamo scesi per fare una passeggiata sul lungomare.
    A un semaforo mia sorella fa:
    "Gira a destra" e mia madre dal sedile di dietro "RALLENTA".
    E prima che potessi dire "sto andando già piano", mia sorella fa: "RALLENTA? FRA UN PO' SI FERMA!".
    La seconda nel pomeriggio, quando lei e mia madre sono andate a comprare il gelato (e io son rimasto al fresco con mio nipote a giocare a fifa '98 :D). Al rientro le ho chiesto se l'auto fosse calda, e lei ha detto: "E' sbucato fuori Belzebù dal sedile posteriore"...Detto così non vi farà ridere ovviamente, perché tutto è accompagnato da gestualità e tono della voce :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece ha fatto ridere anche senza conoscere il tono della voce e la mimica di Lucia. Ahahaha
      E quanto guidi piano?????? Sei uno di quelli che mi fanno pensare "adesso scendo e gli tiro due ceffoni. O forse ha solo bisogno di una spinta?!". :P

      Elimina
    2. A livello di velocità sono perfetto! Assolutamente :D.
      Odio quelli che fanno i 50 dove ci sono i 70-80 e che fanno i 30 dove ci sono i 50..

      Elimina
  5. A me fanno sorridere e ridere i vostri post (specialmente il tuo),
    e i relativi commenti . Siete veramente forti , dispensate "a gratis"
    il buon umore per tutta la giornata . Grazie .
    Bacioni Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro.
      Sono felice di regalarti sorrisi, più o meno direttamente.
      Un bacione.

      Elimina
  6. Sorrido spesso anch'io, anche senza motivo, e pure se da solo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente magari ti farebbe comodo annotare una lista delle cose che ti hanno fatto sorridere durante la settimana, visto che non stai passando un periodo felicissimo. 😘

      Elimina
  7. Un tempo una cosa di questo genere l'avrei fatta certamente. Partecipai anche ad una challenge fotografica di 100 giorni nella quale fotografare una sola cosa che quel giorno ci aveva fatti sorridere, il tutto per ben 3 mesi e mezzo! Si, una vera sfida.

    Adesso che di tempo - e di voglia - ne ho molti di meno, sicuramente non aderirei. Però insomma, a chi fa piacere, male non fa. Meglio ancora se resta una cosa intima, da non raccontare su social o blog. Mio modestissimo parere, ovviamente :D
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà trovo che l'iniziativa sia molto più "leggera" di quanto possa apparire dalle mie parole.
      Semplicemente serve a raccontare momenti felici, non necessariamente troppo intimi.
      Ad esempio "ho riso tanto quando mia madre mi ha servito il caffè col sale anziché con lo zucchero"... 😉

      Elimina
  8. Sorridere aiuta a vivere meglio.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
  9. In questi giorni che sono in montagna mi hanno fatto ridere soprattutto le mie figure, tipo: non c'è bisogno che tiri fuori la carta dei sentieri, LO SO che si va di là. Naturalmente dopo mezz'ora torno indietro perché ho sbagliato strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Aggiungi alla lista delle cose che abbiamo in comune il pessimo senso dell'orientamento, allora. 🤣

      Elimina
  10. Mio dio, quasi me ne vergogno, ma quanto rido con i meme stupidi su facebook. C'era il periodo del Gatto Schifomadò che non facevo altro! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lunga vita ai meme, altro che vergogna!
      Io muoio dal ridere leggendo la pagina di Commenti Memorabili, ad esempio. 🤣🤣

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.