lunedì 26 novembre 2018

Duvudubà: il ritorno di Lucio Dalla

Il mondo della musica non dimentica Lucio Dalla, grande cantautore bolognese. Per celebrare il 75esimo anniversario della sua nascita, è stato pubblicato "Duvudubà", cofanetto con 4 cd e 70 brani rimasterizzati dai nastri originali. Tra questi anche un brano inedito: "Starter".

La Pressing Line, casa discografica di Dalla, per voce del suo amministratore Daniele Caracchi, ha raccontato le origini di "Starter": Dalla stava lavorando su questo brano tra il 2011 e il 2012, poco prima della sua scomparsa. "Starter" nasce con la collaborazione di Tullio Ferro, che ha poi completato l'arrangiamento.

Il videoclip è stato girato tra Bologna e la Riviera romagnola: Dalla compare solo nel finale, in una suggestiva proiezione. Sono riprese tante persone, giovani e meno giovani, alle quali è stata fatta sentire la canzone, in cuffia. Le loro reazioni di sorpresa, meraviglia e piacere arricchiscono questo videoclip, che la critica ha subito valutato positivamente.

Il brano "Starter" inizia con un telefono cellulare che suona. Ebbene sì, è successo in fase di registrazione: infatti sentiamo la voce di Dalla che dice, "Lasciamolo suonare". Il sax ci tiene per mano mentre ascoltiamo i suoi versi. 

Frammenti di una sera estiva: la voglia di divertirsi per locali, gli acciacchi fisici, la "Rumena un po' Polacca che sembra una delle Hawaii" (forse una prostituta ben abbronzata..), con lo sguardo finale rivolto al cielo, "Che cos’è che passa lì nel cielo un aereo o una meteora", ricordandomi "Felicità" e "le stelle che venivano giù" e ovviamente "Il cielo", perché "si perde il pensiero quando guardo il cielo".

"Starter" è quindi una canzone tipicamente "dalliana" e, ascoltandola, non possiamo che farci cogliere dalla malinconia per la scomparsa di un artista che aveva ancora molto da dire.

44 commenti:

  1. Grazie per aver ospitato queste righe,
    questa canzone di Lucio mi ha colpito fin dal primo ascolto.
    Mi piace un sacco questo sound dai toni serali-notturni, questa sequela di immagini tessere di un mosaico, il terreno che si interseca con il soprannaturale (rappresentato come sempre dal cielo).
    Grazie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver scritto questo post qui da me.
      Spero che Laura apprezzerà il nostro regalo.
      Anzi, il tuo regalo. Perché io ho fatto solo copia incolla dalla tua mail. :*

      Elimina
  2. Devo ancora sentirla.. comunque Dalla manca veramente tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approfittane, allora, e clicca play sul video, no? :P

      Elimina
    2. Ascoltala Fabri, merita davvero :)

      Elimina
  3. Ciao! Purtroppo non conosco molto bene questo mito della musica italiana… eppure le poche canzoni che ho sentito mi incantano! Dovrei recuperare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi proprio di sì.
      Ma sei sempre in tempo..
      Buon inizio di settimana. Baci

      Elimina
    2. Neppure io ho una conoscenza ampia della sua discografia,
      ma ha detto bene Claudia: c'è tempo per recuperare :)

      Elimina
  4. Io non voglio fare il solito rompicoglioni ma a volte me le tirate proprio fuori: “ le reazioni di sorpresa della gente”?
    Giovani e meno giovani...ecc..
    Ma è tutto recitato!
    I ragazzini che alzano gli occhi verso il cielo , secondo me e credo che se volessi fare una scommessa la vincerei ...non sanno nemmeno chi sia Dalla.
    Seguono un copione...dai Ricky!
    Ma va bene così..è un video!

    Sembra quasi il sequel ( il video ) di Canzone.
    Molto somigliante.
    La canzone di primo ascolto non mi piace.
    La voce di Dalla ..., fino al ritornello non sembra manco lui!
    Ma forse è l’audio del cellulare 😀
    Voglio Emma!!
    Ciao a tutti e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io Emma non te la pubblico perché mi snerva.
      Tiè!
      Vattela ad ascoltare su Youtube. :P

      Elimina
    2. Dani De Lux, qui sotto, è fulgido rappresentante di una categoria (ragazzini) che comunque conoscono i miti della musica.
      Voglio pensare che questa categoria sia comunque ricca e in espansione continua.
      Altrimenti tra 50 anni i miti spariranno tutti.
      Emma canterà fino agli 80 anni, perché in caso contrario la dimenticheranno tutti :)

      Elimina
    3. La mia riflessione era riferita agli attori che recitavano nel video e sottolineo ATTORI.
      Da quello che scrivevi te sembrava avessero fermato la gente per strada e fatto ascoltare la canzone di Dalla con le cuffie.
      Allora avrei capito il senso di “sorpresa “ in quel caso.

      Per il resto solo il tempo ci potrà dare delle risposte.
      Ben per Dani se gli piace Dalla , piace anche a me .( non così tanto da prendermi un CD) ..solo che resto un po’ di più con i piedi per terra rispetto a ste considerazioni sui miti.
      Diciamo che son più in sintonia con quella canzone degli Stadio che diceva di chiedere ai ragazzini chi fossero i Beatles.
      Moz son contento che gli piaccia Dalla ...dopo quel post che aveva fatto su Battisti 😀🤣
      Io non credo ai miti.
      Veramente so che uso spesso l’aggettivo mitico ....per dire che qualcosa è forte ma un po’ come faceva Max pezzali nella sua canzone!
      Ciao

      Elimina
    4. Hai citato in un commento solo gli Stadio e Max Pezzali.
      Mi piacciono da morire entrambi.
      Sì lo so che sono antica.
      Ma fiera di esserlo.. 😜
      Dai, sotto Natale se divento più buona ti regalo un Emma post. 😂😂

      Elimina
  5. Laura apprezza mooooooolto il vostro regalo . Grazie Riccardo ,
    grazie Claudia . Il video mi piace e lo trovo originale .
    Bella canzone.
    Ascoltavo molto volentieri "4 Marzo" . Lui è nato il 4 , io il 24
    Marzo . La canzone la sentivo un po "mia" anche se il testo non ha
    nulla a che vedere con me . Dalla, non ti dimentichiamo.....
    Buona giornata . Besos . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che bella sorpresa che ti abbiamo fatto questa mattina?
      Con noi ogni promessa è debito.
      Sai, il mio primo amore nacque il 24 marzo.
      Adesso non potrò mai più dimenticare il tuo compleanno.. ;)
      Un bacione

      Elimina
    2. Mi fa piacere Laura che tu abbia apprezzato il post "regalo" :)

      Elimina
  6. Devo ancora ascoltarla, e sarò ben felice di farlo :)

    RispondiElimina
  7. Adoro la musica di Lucio Dalla fino a metà degli anni 80. "Cara" è semplicemente una delle più belle canzoni di sempre, ma in tutto quel periodo ha scritto tantissimi capolavori. Da metà degli anni 80 in poi c'è qualche canzone che mi piace ("Tu non mi basti mai", "Chissà se lo sai", canzoni che ho canticchiato tante volte, oppure "Ayrton"), e tanti live stupendi (adoro quello fatto negli ultimi anni con una sezione d'archi invece della classica band...Da brividi), ma in generale mi piace meno.
    Sono felicissimo di questo cofanetto perché contiene "Tu Parlavi una Lingua Meravigliosa", una poesia di Roversi cantata in modo stupendo, contenuta in uno dei 3 album degli anni '70 che su Spotify non hanno caricato (non so perché)...Ora finalmente la posso salvare!
    E comunque "La Casa in Riva al mare" è troppo sottovalutata, c'è bisogno di pubblicizzarla un po', è una canzone troppo bella! https://www.youtube.com/watch?v=LIcQUtKYbnw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una canzone che, confesso, non conosco.
      Quindi corro ad ascoltarla.
      Grazie per averla condivisa!

      Elimina
    2. E comunque se dovessi fare una classifica delle sue canzoni non ci riuscirei mai, ce ne ho troppe nel cuore :D

      Elimina
    3. Io invece non ho grandi ricordi legati a questo Lucio, a differenza di Battisti.
      E preferisco "Canzone".

      Elimina
    4. Bellissimo intervento Dani,
      io sono legato a diverse canzoni di Lucio: Nuvolari e Ayrton sono le due che preferisco, assieme a Felicità e Disperato Erotico Stomp. Ecco, dovendo fare una top 5, è questa (con Canzone) in ordine casuale :)

      Elimina
  8. Vedi? I grandi continueranno sempre a regalarci emozioni... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dovrai aver cura di conservare dei post per il tuo post mortem.
      Fra sessant'anni, s'intende.. 😉

      Elimina
    2. Speriamo tra 60 anni che questi miti siano ancora ricordati e celebrati :)

      Elimina
  9. Mi è sempre piaciuto Lucio Dalla l'ho conosciuto a Trieste agli inizi della sua carriera simpaticissimo e un pò matto. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello che tu l'abbia conosciuto di persona.
      Effettivamente la sua simpatia era abbastanza lampante.

      Elimina
    2. Un genio decisamente stralunato e simpatico :)

      Elimina
  10. Cara Claudia, rieccomi anche da te per portare un mio caloroso saluto,
    ora che la mia cara Danila si sta rimettendo del brutto male che a avuto.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che piacere ritrovarti qui da me.
      Sono tanto felice che Danila stia guarendo.
      Un abbraccio ad entrambi. 😙

      Elimina
    2. Ciao Tomaso, un abbraccio anche da parte mia per te e tua moglie!

      Elimina
  11. Ho ascoltato tutti i cd del cofanetto, in un pomeriggio prefestivo di quelli lunghi e che possono sembrare un po' noiosi.
    Mi sono emozionata subito, dal primo brano "4/3/43" (data per me evocativa ed importantissima per motivi personali) fino all'ultimo del quarto, strumentale e meraviglioso, come penso sia successo anche a Riccardo.
    Ma al di là della bellezza intrinseca e della nostalgia amara che mi ha avvolto per qualche ora, la cosa che mi ha lasciato più devastata sono state le parole dei musicisti, degli artisti, degli amici di Dalla che arricchiscono l'intero lavoro.
    Come quelle di Samuele Bersani che scrive di Lucio come dell'inventore di se stesso e come di qualcuno estremamente nuovo che non copiava da altri ed era quasi una figura rinascimentale.
    O l'intervento di Walter Veltroni che lo definisce "bugiardo" ma di bugie bianche come quelle di Pinocchio.
    Lucio è dappertutto.
    Fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello questo tuo commento.
      Arricchisce il post di Riccardo.
      Anzi, lo impreziosisce.
      Spero che quella data ti rievochi ricordi felici.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Non riesco a commentare tutto.
      Ma quando lo faccio cerco di non essere mai scontata e banale.
      Grazie :-)

      Elimina
    3. E questo ti fa onore.
      Anche se tu rientri nella mia lista dei raccomandati..
      Quindi potresti scrivermi anche
      "Bella canzone. Bacio ❤", e sarei felice lo stesso. 😉

      Elimina
    4. Splendido il tuo commento Mari.
      Grazie anche per aver citato quella frase del grande Bersani.
      Lucio ci manca, purtroppo.

      Elimina
  12. Io sono "fermo" ad Attenti al lupo, e sarà sempre la canzone con cui lo ricorderò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricorda un saggio di terza elementare.
      La cantammo con una coreografia di fortuna.
      Fu molto divertente.

      Elimina
    2. Ottima scelta Pietro :)

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.