martedì 6 novembre 2018

La Treccani introduce il neologismo 'Tottilatria', omaggio al capitano

Qualche giorno fa, l'enciclopedia Treccani ha fatto sapere di aver inserito all'interno delle sue pagine una nuova curiosa parola.
Si tratta di "tottilatria", ovvero amore incondizionato per l'ex capitano della Roma, vissuto quasi come una religione.
Non è la prima volta, però, che l'enciclopedia apre al mondo del calcio.
Era già accaduto, infatti, col termine "sarrismo", col quale si indica un gioco rapido, deciso e verticale, come quello dell'ex allenatore del Napoli Maurizio Sarri.

Sui suoi canali social, la Treccani ha diffuso questo messaggio, per spiegare la scelta di introdurre il neologismo:

"Un capitano
c’è solo un capitano
Così cantano i seguaci di Francesco Totti, mentre avanzano in corteo. Molti trovano rassicurazione stringendo in mano il simbolo sacro nel quale si riconoscono: il cucchiaio.
Il suffisso “-latrìa” deriva dal greco “latréia” (servitù, culto) ed è spesso usato come secondo elemento in parole composte, per indicare adorazione pressoché religiosa. Nel caso di neologismi come “tottilatria”, ovviamente, l’uso del termine è iperbolico.".

32 commenti:

  1. Praticamente io la Tottilatria la sento ora.
    Queste sono cose che mi fanno imbestialire, perché 'sporcano' in questo modo la lingua italiana? Mah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito. Ti sei innamorato dell'ex Capitano?
      Comunque sono neologismi.. ci sta.
      Credo lo facciano anche per avvicinare i ragazzi al mondo dell'enciclopedia.. 😉

      Elimina
  2. E' diventato più facile entrare in un'enciclopedia che trovare un posto di lavoro! Veramente non capisco il perché di alcuni neologismi. L'italiano è già pieno di sinonimi e contrari, aggiungiamo anche altre parole che non servono a nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.
      Ma posso dirti che almeno questa mi fa meno senso di "petaloso"? 😉

      Elimina
    2. di male in peggio, eh sì XD

      Elimina
  3. Che bello essere montanaro!
    Lontano da queste caz..te metropolitane. Credo che nessuno fare dell uomo sia motivato al male ma di piu' alla stupidita'
    Piove governo ladro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Ma sarai mica un montanaro tifoso della Lazio? 😉😜

      Elimina
  4. La Treccani può fare quello che vuole... pure le piacionerie fini a se stesse.
    Ma la lingua di Dante non è stata inventata dalla Treccani quindi i loro nuovi neologismi se li tengano per loro.

    Ed è anche veto che se devo vendere rene per avere la loro enciclopedia e poi mi devo trovare dentro petaloso e tottilatria... non mi fa certo piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perché esiste ancora qualcuno che acquista le enciclopedie? Per tenerle a prendere polvere sugli scaffali del salotto?
      Ormai basta un copia-incolla da qualsiasi sito e le ricerche son belle e fatte.
      Mica come ai nostri tempi che andavamo persino a studiare in biblioteca, se non potevamo permetterci un'enciclopedia milionaria..

      Elimina
    2. Bhe io sono una di queste... e da anni/decenni che ci sbavo sulle loro copertine in pelle rilegata e le pagine profumate di colla, inchiostro e carta.
      🤤...

      Elimina
    3. 1420€ su Amazon. Ho guardato ora.

      Elimina
    4. Io son rimasta alla costosissima enciclopedia "I quindici", molto in voga ai miei tempi.
      Ma non l'ho mai avuta perché costava un patrimonio. La consultavo, appunto, in biblioteca.

      Elimina
    5. La conosco. Ho visto qualche volume in giro.

      Pensa che la mia l'ho praticamente tirata fuori dal cassonetto della spazzatura. 5 volumi larussa. E li ho disinfetati pagina per pagina.

      È vero che non la uso più da secoli e comunque sarà vecchiotta anche nelle informazioni ma guardarla mi regala sempre sicurezza ♡

      Elimina
    6. Hai visto che bel ricordo romantico ti ho regalato? Altro che Brad Pitt.. 😜

      Elimina
    7. Se avessi il Brad Pitt originale lo sfoglierei di più una enciclopedia Treccani nuova.
      Eh!! Non esageriamo adesso 🤣


      Elimina
    8. Io sto ancora aspettando il post sulla vostra storia....

      Elimina
  5. Termini mai sentiti, né su Totti né su Sarri, che penso di non usare mai...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io penso che li usino solo i rispettivi tifosi. Tu che squadra tifi? Così ne proponiamo un altro.. Anzi, io voto per Mozlatria. Che poi sembra un po' "latrina", però.. 😂😂😂😜

      Elimina
    2. 🤣🤣🤣🤣🤣

      Io voto per per Neutrinofolia

      Elimina
  6. Non sono d'accordo con questa idea che ha avuto la Treccani !! Forse perchè per me Totti era un bravo calciatori, simpatico ma niente di più. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovessimo introdurre un neologismo per ogni Italiano bravo nel suo mestiere, non basterebbero centinaia di libri, no?

      Elimina
  7. Anch'io comunque non l'avevo mai sentita, invece Sarrismo lo usano spesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perché la notizia è di pochi giorni fa. Quindi, magari, la sentirai in futuro.

      Elimina
  8. Ho già messo due commenti ma vedo che non rimangono.
    Vediamo se rimane questo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse hai cliccato male su "pubblica".
      Io ho ricevuto notifica solo di questo..

      Elimina
  9. Si sentito alla radio qualche giorno fa. Tristezza infinita. Che poi, sarà "un solo capitano" per loro eh😆😆😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahha
      Beh certo, ogni squadra ha la sua bandiera, no?
      Anche se spesso i calciatori emblema delle squadre finiscono la loro carriera giocando all'estero.
      Per me è scandaloso.
      Dovrebbero giocare l'ultima partita con la loro maglia del cuore..

      Elimina
  10. Ma dai! E scusa ci sarebbe anche il contrario? perché è quello che sento ed ho sempre sentito per lui..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha
      Non credo. Dovremmo parlarne con la Treccani.. ;)

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.