venerdì 19 ottobre 2018

L'educazione rende felici

Se mi leggete da qualche tempo, avrete notato che adoro farvi sentire a casa, con battute, sorrisi, e abbracci metaforici.
E no, non lo faccio sicuramente per accattivarmi qualche seguace in più, anche perché si traducessero in denaro potrebbe pure avere un senso, ma allo stato dei fatti proprio non lo ha.
Al contrario, mi viene naturale, perché fa parte di me.

La dolcezza e la simpatia sono e saranno sempre più fruttifere dell'acidità e della cattiveria.
Non trovate?
Come dico spesso, scommettiamo un caffè? ☕😘

16 commenti:

  1. è anche più difficile essere educati che cattivi..
    offrire la carezza invece dello schiaffo..
    un sorriso o un abbraccio hanno il potere di cambiare l'umore di una giornata..
    "basta"saper "VEDERE"l'altro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, mia cara.
      Eppure sembra che molte persone preferiscano ringhiare piuttosto che sorridere.
      Ma, per fortuna, non è il nostro caso.. 😘

      Elimina
  2. Battute, sorrisi e vaff..ehm pardon, abbracci non mancano mai dalle tue parti :D.

    Io invece sono molto meno prodigo di abbracci hihihihihihihi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora con questa storia..
      Devo ricordarti cosa dicono le clone blogger di me, PER COLPA TUA?? 😂😂😂
      Quanto agli abbracci, se sei asettico non è colpa mia.
      Eppure mi risulta che non sei più così avido... 😜

      Elimina
  3. Io già avrei voglia di modificare la mano dell'immagine per lasciare solo il dito medio... altro che educazione :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Bugiardo! Comunque sai, ho scritto questo post in seguito ad una chiacchierata con Riccardo in cui gli dicevo che certa gente che semina il terrore nella blogosfera, otterrebbe molti consensi in più se fosse gentile.. E magari venderebbe anche qualche e-book per simpatia, no? 😉

      Elimina
  4. Si, la gentilezza premia sempre.

    RispondiElimina
  5. E' anche il mio modo di essere e di fare.
    Non sempre paga, ma chissene frega.

    RispondiElimina
  6. No , la gentilezza non sempre paga ma , se si è gentili x natura sei
    gentile e basta . Io noto che , ai vari sportelli , se chiedo con
    gentilezza , mi rispondono con gentilezza , ringrazio e ringraziano .
    Molto dipende da come si porgono le persone e cercano L'empatia .
    Buona giornata . Besos .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione. Infatti, proprio ieri parlavo con mio marito della cassiera di un supermercato in cui andiamo spesso. Lui la definisce scorbutica, mentre io sostengo che con me sia sempre gentile. Ecco, sicuramente il suo atteggiamento riflette quello di chi le è di fronte. Leo è molto serioso e riservato, mentre io sono un uragano di allegria, e forse Angela mi risponde con la stessa moneta, no?
      Baci a te.

      Elimina
  7. Pian piano mi ci sto abituando ai tuoi "metodi", ma non sempre riesco a stare al passo, migliorerò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Tu rientri nella mia categoria protetta.
      Quindi avrai tutto il tempo e i tentativi che vorrai. 😘

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.