martedì 23 ottobre 2018

Maltempo: la conta dei danni

Autunno e maltempo binomio, ahimè, inscindibile.
Negli ultimi giorni, infatti, diverse zone della penisola sono in ginocchio a causa del maltempo.
Vediamo, in sintesi, i casi che hanno destato maggiore preoccupazione.
ROMA:
A causa di una forte grandinata, molte auto sono rimaste bloccate in città. Diverse strade e sottopassi allagati, così come negozi e scantinati. Chiuse sei stazioni della metro. Provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco.

SICILIA:
Allerta gialla per i Siciliani. Ancora piogge nel Catanese, durante il pomeriggio di domenica. Problemi nei voli.
Un violento nubifragio a Palermo ha comportato allagamenti e frane in diverse zone della città. 

PESCARA:
Scuole chiuse a causa delle copiose piogge che si sono abbattute sul capoluogo.

ABRUZZO:
Allerta arancione a causa della prima neve della stagione sulla stazione sciistica di Campitello Matese. Maltempo in tutta la regione, con forti venti e piogge. Temperature minime notturne molto basse a Campobasso.

BOLOGNA E RIMINI:
Disagi a Bologna e province. Tempesta di pioggia e vento nel Riminese, con piccola tromba d'aria.


Secondo un primo bilancio della Coldiretti, il maltempo comporterà la perdita di milioni di euro nel settore agricolo. Danneggiate, infatti, sia le coltivazioni che le infrastrutture, con muri di contenimeno crollati, alberi caduti, ecc.
Il ghiaccio, inoltre, ha distrutto le ultime olive sopravvissute alle gelate di primavera. 

22 commenti:

  1. Confermo, da noi è stata una domenica turbolenta. Grosso calo termico, venti forti e rovesci. Il peggio è stato però mercoledì sera\notte, quando non nella mia città, ma in una vicina (a una 20 di km) si è abbattuto un rovescio da record, con pioggia cumulata sui 125 mm, dato comunque preso per difetto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pubblicato questo post pensando a quanto saresti stato felice di commentarlo senza essere rimproverato..
      Però, che cavolo.. Almeno un accenno all'umidità potevi farlo.. 😜

      Elimina
  2. so solo che fa freddo. e questo mi basta per pensare a miami con l'aria trasognata del somaro.

    però, mamma mia, che disastro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fa freddo sì. Anche se, in questo preciso istante, la mia auto segna 23 gradi..
      E noi ci ammaliamo..

      Elimina
    2. Quale auto? Quella che devo rigare? 🌹

      Elimina
    3. Ahahaha
      Sì sì. Proprio lei. La mia Smartina adorata.
      Considera che nella scala dei miei valori, è al secondo posto, dopo Lorenzo.. :P
      Scherzo, ovviamente. Ma la acquistai nuova molti anni fa, e quindi siamo cresciute insieme. ;)

      Elimina
  3. Noi eravamo a quel Battesimo di cui ho scritto. Ha iniziato a piovere di brutto e ha continuato per ore. Per uscire e tornare in macchina è stato il delirio, era allagato ovunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna non ci sono state conseguenze, però. Ma la pioggia battente crea sempre disagi.

      Elimina
  4. Per ora la Liguria e Genova sono state salvate da questa ondata di maltempo ma ho visto anch'io immagini incredibili che oramai con il clima di fatto cambiato sono tristemente sempre più frequenti. Ormai non ci si chiede più se ci sarà un alluvione ma dove.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione... Dove...
      Beh, mi vien da dire "speriamo non a Genova". Mi sembra che abbiate già dato. Sebbene certe disgrazie non si augurano a nessuna parte d'Italia e del mondo. :(

      Elimina
  5. Insomma, sono stati due giorni d'inferno.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche più di due.
      Adesso la situazione sembra migliorare.
      Speriamo bene.

      Elimina
  6. Per ora , la Liguria , come dice Rockpoeta , è stata risparmiata .
    Qui c'è siccità . Le previsioni sono sempre allarmanti ma , in
    definitiva , quattro gocce e basta . La mia paura è che poi il
    tempo si vendichi e incominci a piovere e.....come hai detto , abbiamo
    già dato....Anche oggi c'è un sole splendido e quasi 23 gradi .
    Ieri c'era parecchia gente al mare e i più temerari facevano il bagno.
    Spero che nelle zone colpite sia ritornato il sole e si possa
    sistemare il disagio . Il danno no , ormai è fatto .
    Con l'inquinamento globale ormai dobbiamo aspettarci di tutto .
    Abbraccio . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai cambiato la foto. Quasi non ti riconoscevo con gli occhiali da sole.
      Son passata su G+ per vederla ingrandita.
      Ma comunque sei sempre bella. :*
      Quanto al tempo, sì... Speriamo bene. Bacione

      Elimina
    2. Quando ho avuto il PC , mia figlia me l'ha impostato e messo
      quella foto di quando avevo circa 50 anni . Mi sono resa conto
      che alcune persone pensavano fossi una giovane donna .
      Questa foto è stata scattata a Settembre in Germania , quindi
      recentissima . Spero si capisca che non sono giovane e
      sono nonna . Gli occhiali li porto SEMPRE quando esco .
      Ho gli occhi molto chiari e la luce mi fa male . Bacione .

      Elimina
    3. Non capisco che differenza possa fare la tua età, ma forse ti riferisci ai soliti contatti molesti che si hanno sui social.
      In ogni caso, la foto attuale conferma solo il fascino che avevi a 50 anni e, sicuramente, anche prima.
      Bacione a te

      Elimina
  7. Troppi fenomeni estremi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  8. In Calabria altrettanto terribile, il tempo.
    Qui dove sto io sta piovendo praticamente quasi tutti i giorni e soprattutto sto vedendo una scarica di fulmini proprio incredibile!
    Qualche notte fa ti giuro che ne ho visti così tanti che mi sono spaventata, praticamente il cielo si illuminava ad ogni battito di ciglia, e parlo quasi letteralmente!
    Ora ho letto che pure tra Cosenza e Crotone si sta dando da fare. Per me non è assolutamente normale una cosa del genere anche perché poi, quando c'è il sole e ti ci esponi, fa un caldo veramente estivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione.
      Stamattina da me c'erano 23 gradi. Ieri, alla stessa ora, ce n'erano 16.
      Non si capisce più nulla.
      Speriamo, in ogni caso, che la natura sia clemente.

      Elimina
  9. Il problema purtroppo è dell'architettura italiana, con villaggi vicini a fiumi, e purtroppo cambiare non si può più, e quindi assistere a questi disastri sta diventando una brutta e spiacevole abitudine..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche questo è vero, sebbene molte calamità prescindano dall'intervento dell'uomo.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.