martedì 16 ottobre 2018

Dicono di me

Mentre ieri facevo colazione al bar con mio marito (ultimamente ci stiamo concedendo qualche vizio in più, almeno quando siamo soli), ho ricevuto una mail che mi ha cambiato la giornata.
Il suo contenuto, infatti, mi ha intenerita al punto che non ho letteralmente capito più nulla.
A te che me l'hai inviata, quindi, chiedo scusa se ti ho risposto in quel modo banalissimo e bislacco, ma ero davvero emozionata. Vediamo se, a mente fredda, riesco a fare di meglio...

"Ciao, lo so. Non si fa. Chiedo scusa a te, a tuo figlio e a tuo marito.
Non mi hai dato il permesso di scriverti né te l'ho chiesto, quindi sto facendo la figura del cialtrone irriverente, cosa che (peraltro) mi si addice :-)
Il tuo blog lo seguo da un po', ne seguo molti, raramente lascio tracce perché sento sempre un retrogusto di egosintonia e, quando qualcuno vuole fare uscire il suo vero "io", mi viene sempre spontaneo ritirarmi. Il protagonismo non fa per me. Quindi parliamo di te, eh.
Il tuo racconto sui Lorenzo della tua vita lo avevo letto tempo fa e, anche in quel caso, ho preferito tenere per me il senso che mi ha trasmesso. Ma tu mi ha stimolato e ora ne paghi le conseguenze.
In realtà non c'è molto da dire, perché a qualsiasi età capiti, perdere un genitore è uno strappo tremendo. Il lutto, vigliacco chi ti ha detto il contrario, non finisce mai: ci si reinventa, si trova un nuovo assetto fino a quando non diventa precario, si va avanti. Ma nulla sarà più come prima né potrà esserlo.
Non ci sono metafore, consigli o parole che possano lenire il senso di vuoto, di abbandono.
Però c'è un altro Lorenzo ed è su quello che da madre devi concentrarti. 
Una cosa però la so: per un genitore i figli sono più importanti di qualsiasi altra persona al mondo, persino del coniuge. Quindi di' pure a tua madre di rassegnarsi, la sua preferita eri tu.
Se è vero (e credo che lo sia), come diceva Pavese, che di una vita si ricordano gli attimi, pensa a quanti begli attimi hai da ricordare. E allora è vita, anche quando chi amiamo non c'è più.
Il solo risultato possibile è che non dobbiamo essere amareggiati o arrabbiati perché alcune persone non ci sono più, dobbiamo essere grati per averle incontrate, conosciute e amate.
E poi c'è quella libertà meravigliosa del senso che dai alle cose: sia che tu voglia provare rabbia, sia che tu voglia provare gratitudine, hai perfettamente ragione.
Tolgo il disturbo, spero non me ne vorrai. Ma commentare pubblicamente una cosa tanto delicata e personale, boh, non ne sono affatto capace.".

Prima che Mariella mi rimproveri, premetto che ho chiesto al mittente di questa mail il permesso di pubblicarla e, ovviamente, l'ho avuto.

Se mi ha toccata è perché, innanzitutto, quando scrivi da molto tempo, e tanto, non pensi davvero che qualcuno di diverso da tua madre e dai tuoi amici più cari possa leggerti costantemente, e sentirsi quasi parte di te.
Allo stesso modo, ti risulta difficile credere che questo qualcuno possa capirti così bene e colpirti dritto al cuore.

Perché, come dicevo ieri a Pietro, io faccio la stronza per non andare alla guerra, ma sono troppo sensibile.
Perciò, a te che mi hai regalato una luce nuova, dico GRAZIE, e spero che continuerai ad esserci, anche se avrei tanto voluto trovare delle parole filosofiche più nobili per esprimerti il mio stato d'animo, ma purtroppo non sarebbero state naturali. E quindi non a me.

Grazie a te e a tutti voi.
Un abbraccio sincero.

40 commenti:

  1. Grandi parole da Mariella.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, Vincenzo. Mariella non c'entra nulla.
      Semplicemente qualche giorno fa ironizzava sul fatto che bisogna stare attenti a dirmi le cose, perché le sbatto in prima pagina.
      Quindi ho precisato che ho chiesto all'autore della mail il permesso di pubblicarla.
      Si tratta di un uomo.
      Mariella non avrebbe speso parole così belle. Noi ci sgridiamo e basta. Ahahha
      Scherzo. A nostro modo ci vogliamo bene. 😉

      Elimina
    2. Vincenzo, non ero io! Lei è una "stronza malefica" io "stronzaebasta" per cui capisco che possa essere difficile comprendere il nostro rapporto. Per me sta diventando una sorellina minore a cui tirare la treccia quando mi sembra che stia esagerando o da abbracciare forte quando invece tira fuori tutta quella sensibilità che nasconde molto bene😉

      Elimina
    3. Ahahah
      Ma non ce l'ho più la treccia. Quella solo d'estate.
      Adesso devi tirarmi direttamente le ciocche... 😜😜
      Io invece, a cosa posso aggrapparmi?
      Ti lancio direttamente i bicchieri.. Va bene? 😉❤

      Elimina
    4. Ma perché sprecate tempo a rispondere a 'sta specie di bot? Entra in un post, legge 4 righe (se siete fortunati) e scrive il suo commento. Senza tornare MAI a leggere le risposte e accertarsi di aver fatto una figura di merda...

      Elimina
    5. No Ema, dai.
      Sai che qui puoi fare e dire tutto quello che vuoi, ma Vincenzo è una persona che rispetto e con cui ho anche il piacere di chiacchierare a volte.
      Quindi ti prego di non insultarlo.
      Io credo che lui legga tutto il post se gli interessa, o solo due righe.
      In ogni caso, la sua presenza mi fa piacere. Più di altre che leggono tutto ma commentano lo stesso ad cazzum.
      Stai buono, dai.

      Elimina
  2. ♡ il profumo delle anime nascoste che sanno far rinascere la speranza inaffettivo web ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Anna.
      Dopo tutte le penose vicende delle ultime settimane, sono proprio queste mail a non farmi perdere la voglia di andare avanti sulla mia strada. Che diventa anche, e per fortuna, sempre più vostra.. ❤

      Elimina
  3. Ecco, ora vengo a rovinare un pò la magia :P... Ti spiego, se chi ti ha scritto ciò è persona bene o male conosciuta decade il discorso che sto per farti. Mi rispiego meglio, ci provo: se ad esempio a me scrivi tu a sorpresa, tu Claudia, che io comunque "frequento" per via blog e ti leggo in giro, esponendomi in privato dei sentimenti che ti ha smosso qualcosa che io ho scritto e che non vuoi spiattellare in pubblico, allora ne sono felice e sono pronta a confrontarmi. Se invece mi scrive un qualsiasi sconosciuto, uno che dice di leggermi e via dicendo, così come in un paio d'occasioni mi è successo, niente, mi scatta la diffidenza, sono capace di una risposta del tipo: contenta per te, puoi anche commentare sotto al post di riferimento. Sono stronza? O-O...
    A prescindere da questo, sono bellissime le parole che ti sono state dedicate ^_^
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque..
      Questa mail viene da un blogger che seguo, ma con cui non mi ero mai interfacciata prima.
      Tant'è che solo dopo avergli risposto a più riprese ho capito di chi si trattasse.
      Quando l'ho ricevuta credevo fosse il pensiero di un "semplice lettore".
      In ogni caso, io apprezzo sempre le opinioni che ricevo. Pubbliche o private che siano, belle o brutte. 😉

      Elimina
  4. Bel commento.
    Son d’accordo con lui quando dice che i figli son la cosa più importante.
    L’amore per un figlio è sopra tutto.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti giuro che mentre la leggevo pensavo a te. Mi sembrava proprio il tuo stile.
      Ma tu non mi degneresti di tanta attenzione.. 😜😜😜

      Elimina
  5. Ma non conosci il nome di chi ti scrive?
    ..spetta ho letto sopra il commento precedente.
    Ma tu continui a ipotizzare che sia quel blogger o ne sei certa adesso?
    Io sinceramene se avessi scritto na roba del genere mi sarei firmato.
    Ma anche quando scrivo cazzate mi siglo.
    Bho?
    Ciao e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah
      Lui si è firmato, ma siccome il blog si chiama in un determinato modo e il suo profilo in un altro, non avevo collegato le cose.
      Cioè questo è Chi scrive non muore mai di Claudia Turchiarulo.
      Se ti invio una mail firmata col mio nome, capisci che sono io.
      Se invece prendiamo il blog di quella soleggiata isterica dell'altra volta, io che ne so che nella vita reale si chiama Filippa Tettona?
      Capito ora?

      Elimina
  6. Aspetto sempre la ricetta della torta con le pere e cioccolato veloce veloce😀😀😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La torta la farò quando mi concederai uno dei tuoi post.
      Ah, a proposito..
      La mia mail pubblica è nome.cognome@gmail.com
      Usala! 😜

      Elimina
    2. Per scriverti che..?
      Se vai sul blog di Ivano abbiamo risposto entrambi al tuo commento...lui ti spiega come fare con me ahaha!
      Anche se non è proprio come dice lui.
      Ciao

      Elimina
    3. Anche mi scrivessi solo "ciao" apprezzerei, eh??
      Ahahah
      Avevo letto la tua risposta. Poi ho disattivato le notifiche, e quindi non ho visto il commento di Ivano.
      Vado subito a recuperare.

      Elimina
  7. Bellissima questa lettera, ci credo che ti abbia emozionato molto :)
    E' bello quando qualcuno riesce a trovare esattamente le parole giuste per arrivare dritto al cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio vero Sara.
      L'emozione è stata tale che ho letto la mail a mio marito che mi sedeva di fronte.
      Non potevo tenerla solo per me.

      Elimina
  8. Solo felice per te per questa lettera che hai ricevuto :)

    RispondiElimina
  9. Ci credo che una mail così ti ha rallegrato la giornata, è bellissima e rappresenta il lato bello del blogging e dello stare in rete :)
    IO invece sono troppo egosintonico XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha
      Ma fortuna che lo sei, dai.
      Anche se sto ancora aspettando le tue foto brutte brutte su Instagram. Mah.. :P

      Elimina
  10. Ogni tanto è bello vedere che c'è chi si fa avanti per tendere una mano, e non per criticare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente.
      Anzi, benvenuto caro.
      Ho seguito tutte le vicende che ci hanno visti protagonisti in queste settimane, ma ho scelto di non intervenire oltre, perchè, dicono dalle mie parti, "a lavare la testa al ciuccio si perde acqua e sapone"...
      Il fatto che tu sia qui, però, mi fa ben sperare che a tuo modo stia prendendo coscienza della verità.
      Torna pure quando vuoi, sarà sempre un piacere leggerti.
      Tutto quello che vorrai sapere o scoprire sul mio conto è tra queste pagine.
      Buona giornata.

      Elimina
  11. Bellissima questa mail, ti meritavi un po' di belle parole. Un bel modo di voltare pagina dopo i recenti eventi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.
      Anche se solo poche ore dopo ne ho ricevuta un'altra. ben più spiacevole, che tu conosci bene.
      Ma sto lavorando anche per quella.. ;)

      Elimina
  12. Mi fa piacere che esistano ancora persone osì che riescono ad emozionare su quanto si scrive in rapporto a quanto si legge nel senso della non superficialità e questo mi da a sperare.
    Ti auguro di ricevere sempre messaggi che ti possano emozionare ma anche dirti che sei sulla strada di dare e dire qualcosa.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Edvige.
      Allo stesso modo, io mi auguro di avere sempre qualcosa da dire che possa regalare emozioni a tutti quelli che mi leggono.
      Che siano dieci, cento o mille, ma che avranno sempre un posto speciale nei miei ringraziamenti morali.
      Buona giornata a te :*

      Elimina
  13. Claudia tu sei stronza MALEFICA per non andare alla guerra.
    Bellissima mail, parole stupende.
    Restituiscono l'immagine più vera di te.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro.
      Ma l'ultima volta che ho citato il tuo "stronza malefica" una pazza autentica ha scritto un post che mi descriveva come una psicopatica.
      Ma che vogliamo farci..
      Per fortuna, come diceva Edvige, il bello esiste ancora.. 😘

      Elimina
  14. Vedi che poi ci fai commuovere tutti quando qualcuno ti descrive così bene quasi ti conoscesse da anni? Bellissime parole, davvero.
    Ps: sicuro che ti ha dato ok?😘😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì.
      Me l'ha dato. Non avrei rischiato, altrimenti.. La denuncia tua e sua. Ahahah
      Dice che la mail è mia e che posso farne quello che voglio.
      Ed io mi sciolgo.
      Sarà la vecchiaia..
      Una volta non ero così. Maledizione!!! 😉😘

      Elimina
  15. Risposte
    1. Confermi cosa?
      Voleva essere un complimento? Puff... Ti sei sforzato.. 😜😈

      Elimina
  16. La parte che preferisco di questa email è:
    Il solo risultato possibile è che non dobbiamo essere amareggiati o arrabbiati perché alcune persone non ci sono più, dobbiamo essere grati per averle incontrate, conosciute e amate.
    Una frase che dovrebbe ripetere ogni prete ad un elogio funebre. Perché sei hai appena perso un caro, la stronzata che Dio lo voleva al suo fianco, fa solo che incazzare ulteriormente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione.
      Ricorda che ho programmato per il 2 novembre una citazione sulla morte che mi fa vibrare l'anima.
      Credo che la condividerai.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.