martedì 26 marzo 2019

Videogiochi nelle case di cura per curare gli anziani

La notizia arriva dalla Germania.
A breve, 100 case di cura per anziani saranno fornite della MemoreBox, ovvero una console che permetta agli utilizzatori di svagarsi facendo movimento.
Grazie alla Kinect di Microsoft, infatti, i pazienti potranno giocare a bowling, ping pong e molto altro, senza uscire dalla stanza, ma simulando tutti i movimenti degli sport in oggetto che saranno registrati grazie alla videocamera in grado di leggere la profondità.
In questo modo, gli anziani potranno trarre benefici sia fisicamente che psicologicamente, considerando che effettuare questo genere di attività li farà divertire.

Ovviamente l'iniziativa non mira a sostituire le sedute fisioterapia con del gioco libero, ma i ricercatori dell'Humboldt University di Berlino vogliono solo dimostrare l'effettivo miglioramento del benessere dei pazienti. 

Non è la prima volta che videogiochi e medicina vanno a braccetto.
Infatti, in passato, è stata dimostrata la correlazione tra videogames e Alzheimer, nonché i benefici che dei giochi dedicati possono portare nei pazienti affetti dal morbo.

Dunque, ben venga l'utilizzo responsabile di queste console nella terza età, e complimenti alla ricerca.

34 commenti:

  1. Cara Claudia, molto interessante questo post, spero che se io un giorno dovrò entrare in una casa per anziani ci siano questi giochi, io sarei sicuro un campione:-)
    Ciao e buona inizio giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei così in forma che non ne avrai mai bisogno.
      Un bacione e buona giornata. 😗

      Elimina
  2. Bellissimo... mi curo per tantissime malattie :)

    RispondiElimina
  3. Penso sia una bellissima iniziativa. Ci sono degli anziani che nemmeno immaginano di cosa sia capace la tecnologia moderna ed è giusto che continuino a imparare e sorprendersi anche alla loro età. Inoltre possono divertirsi in modo salutare in un posto sicuro e controllato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. E' meraviglioso che la tecnologia possa essere sfruttata a servizio delle categorie più deboli, per regalargli gioia e benessere.

      Elimina
  4. In Germania hanno questo progetto oltre al robottino che porta medicine e che fa da personal trainer x chi può fare movimento. In Italia abbiamo solo lager senza controllo. Oggi ultima notizia su una donna morta in una casa di cura che non aveva neanche i permessi, la settimana scorsa una ottantenne violentata in un altra casa di riposo senza permessi e potremmo andare avanti all'infinito. In Italia non si controlla nulla perché c'è la regola della corruzione e lo sanno tutti ma le famiglie? Poi ci meravigliamo che la Merkel quando parla dell'Italia storce il naso. Però poi viene a Ischia a rilassarsi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è la vera emergenza italiana.
      Sono tantissimi i casi di ospizi lager.
      Ci sono casi eclatanti ma anche situazioni al limite.

      Elimina
    2. Questo è un tasto per me dolentissimo.
      Sia gli ospizi che gli asili dovrebbero essere maggiormente controllati e tutelati.
      In entrambi i casi, molti ospiti non posso difendersi, né denunciare i maltrattamenti subiti, e per le famiglie è difficile poterlo immaginare.
      Quindi, da madre, figlia e nipote, ho la pelle d'oca.

      Elimina
    3. Posso permettermi Sotuknang ? Da ragazza ho vissuto in Germania
      e tutto era sotto controllo . Ho una figlia che vive nella
      Renania -Palatinato e si è tutti figli di Frau Merkel .
      Frau Merkel torce il naso per la politica Italiana .
      L'Italia è un'altra cosa . Bellissima , mare , monti ,laghi ,
      e cibo . Quindi , Frau Merkel viene in Italia anche per le
      bellezze passate dell'Italia , non certo per la sua politica...
      Frau Merkel viene chiamata "MUTTI" dai Tedeschi , cioè Mamma.
      Lei non ha figli e i suoi figli sono i Tedeschi , compresa la
      mia nipotina .
      Quello che mi fa paura , è che la destra avanza e , ironia della sorte , sono i giovani della DDR . Sono informata perchè ho
      ancora amici a Berlino oltre che la figlia .
      Non c'è nulla da dire, i Tedeschi sono un passo avanti a noi
      e questo provoca invidie ....si dovrebbe invece imparare .
      Ciao Claudia , hai fatto bene a mettere questo post .
      Buona giornata . Laura

      Elimina
    4. E' vero Laura. Tutti noi dovremmo imparare da chi è migliore, ma troppe volte l'orgoglio ci porta a pensare di non avere bisogno d'insegnamenti.
      La Germania, così come altre realtà estere, dovrebbero esserci da esempio, senza guerre né invidie.
      Utopia?
      Buona giornata a te. Bacio

      Elimina
    5. @Laura
      Dalla Germania c'è soli da imparare sul welfare. La DDR era alla fame nel momento dell'unificazione e dopo pochi anni è stata messa allo stesso livello del resto della Germania benestante questo solo alla loro onestà. Ho una zia che vive a Offenburg so benissimo cosa significa vivere in quei posti.
      PS a me piace quando c'è interazione tra commentatori rende il tutto più interessante.

      Elimina
    6. E' vero, Filippo.
      I vostri commenti arricchiscono i post di argomenti su cui non sono ferrata, come ad esempio la politica tedesca.
      Quindi, accrescono voi e me.

      Elimina
    7. A Berlino ,hanno lasciato abbattere il muro perchè (e questo lo
      dico io) la ex DDR aveva un debito astronomico . Vincenzo lo
      sà meglio di me . Io ci sono stata ospite di un'amica di penna .
      Uno squallore !!! Una grande miseria , non c'era nulla da
      comperare e per il cibo usavano la tessera , un tot al mese .
      La riunificazione è costata parecchio alla Germania Federale
      e per molti anni ha dovuto pagare . Non tutti i Tedeschi
      erano contenti ma oggi non c'è quasi differenza tra Est ed
      Ovest . Il tasso di disoccupazione è circa del 4% . Se vuoi
      lavorare , il lavoro lo trovi . Lo Stato è presente e aiuta
      molto , non ha debito pubblico o se l'ha , è minimo .
      L'Italia ; 3.250 Ml. di debito pubblico , lo Stato paga
      70 Ml. l'anno di interessi , il debito aumenta di 7.000 Ml.
      al mese ,circa . I giornali non ne parlano , la TV non ne
      parla , i politici tacciono e nascondono .
      Buona notte e sogna Ml. ma non di debito . Laura

      Elimina
    8. Mi correggo , il debito aumenta di 6 Ml. al mese e non 7 Ml.
      Laura

      Elimina
    9. Sono numeri comunque scandalosi..

      Elimina
  5. Quando ho letto il titolo mi sono un po' sorpreso.
    Ma pensavo ai miei tipi di videogiochi, quelli che inducono dipendenza :D
    Invece la Kinect è tutt'altra cosa e sono felice che, oltre a regalare svago, possa dare una mano anche in questo campo..medico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente immaginare giovani e anziani imbambolati davanti ad uno schermo per ore è strano.
      Qui, invece, potranno muoversi, correre, giocare a racchettoni, ecc.
      La Kinect è davvero una bella invenzione, anche per avvicinare gli utenti allo sport.

      Elimina
  6. Ben vengano iniziative che mirino ad un reale benessere dei degenti. Vivere in casa di cura non è uno spasso...i giorni tutti uguali, il tempo che non passa mai, la noia, l'immobilità e così via.
    Un po' di svago non gli farà male di certo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E l'orario delle visite che non arriva mai, o che comunque non vedrà nessuno varcare la porta della tua stanza.
      Che tristezza.
      Spero di non dover mai entrare in un ospizio, né come ospite e né come visitatrice.

      Elimina
    2. Io come visitatrice sono andata diverse volte...e ne sono sempre uscita un po' svuotata.
      C'è un senso di solitudine ed abbandono che uccide.

      Elimina
    3. Posso immaginare.
      Che tristezza..

      Elimina
  7. Non male come iniziativa, davvero simpatica oltreché utile ;)

    RispondiElimina
  8. davvero un impiego utile..per i "DIVERSAMENTE"giovani...

    RispondiElimina
  9. Molto utile questa iniziativa.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  10. Bella iniziativa.
    Se serve ad allietare la permanenza degli anziani nelle case di riposo, ben venga.
    Se fa bene alla salute meglio ancora.
    Certo questo non mi toglie l’idea che le case di riposo siano una tristezza per l’anziano.
    Quello che almeno ha ancora capacità di intendere e volere.
    Mi danno l’impressIone di essere stati abbandonati...lo so che sbaglio, perché ci sono delle situazioni dove diventa ingestibile avere un anziano in casa ma....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la penso esattamente come te, ma è anche vero che ciascuno di noi ha dei figli e dei nipoti, e non è facile prendersi cura dei genitori anziani che, spesso, vivono in un'altra città.
      Anche affidarli alle cure di una badante è rischioso.
      Insomma, si spera sempre che la cosa non ci tocchi mai da vicino.
      Quando, però, accade....... che Dio ce la mandi buona!

      Elimina
  11. Interessante, seppur virtualmente potranno continuare a fare i giochi che prima, forse, avevano fatto dal vivo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O magari li faranno per la prima volta, ma sarà come viverli davvero.. ;)

      Elimina
  12. Davvero molto utile per la mente e il morale degli anziani, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero.
      Ce ne fossero di idee così.
      Buona serata a te.

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.