martedì 5 marzo 2019

Quando la scienza fa miracoli

Gli unici miracoli in cui ho sempre creduto sono quelli della scienza.
Prendete, ad esempio, un bambino che nasce attraverso un parto cesareo d'urgenza, dopo sole 24 settimane di gestazione.
Il suo peso è di 268 grammi, e le speranze che possa sopravvivere sono pochissime.
Eppure, dopo 5 mesi di incubatrice, il piccolo viene dimesso, con un peso di 3 chili e 200 grammi.

La vicenda è accaduta in Giappone.
Lo scorso mese di agosto, una donna aveva partorito il suo piccolo, nell'ospedale universitario di Keio. Come detto, il ridotto peso del bambino non era sembrato affatto incoraggiante.
I suoi genitori, però, non avevano mai perso le speranze, così come i medici guidati dal primario Takeshi Arimitsu.

La cura e la determinazione dello staff ospedaliero ha permesso, quindi, al bambino più piccolo del mondo di raggiungere un peso normale e di poter continuare a vivere autonomamente, tra le braccia dei suoi genitori.

Insomma, una notizia che scalda i cuori e che dona speranza a tutte le mamme costrette a partorire prematuramente, e a vegliare i figli dietro al vetro gelido di un'incubatrice, quando invece il loro unico desiderio sarebbe poterli abbracciare e nutrire come natura comanda.

32 commenti:

  1. Bene così, felice per il piccolo e per i suoi genitori :)
    Tanti complimenti ai medici che non si sono arresi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna di medici come questi ne esistono molti, accanto a tantissimi altri che, purtroppo, lavorano soltanto per percepire lo stipendio..

      Elimina
  2. Questa è la Scienza che ci piace :)
    Quella che permette, come dici tu, di fare dei veri e propri miracoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avrei saputo definire la vicenda con nessun altro termine..

      Elimina
  3. Eh sì, anche se purtroppo non sempre va bene, però quando va è sempre bello ;)

    RispondiElimina
  4. Per chi crede ai miracoli o per chi da il merito solo alla scienza alla fine il risultato non cambia.
    Il bambino c’è l’ha fatta ...c’è solo da pensare positivo!
    Anche da me , un mio collega ha vissuto una situazione molto simile con la moglie.
    Non estrema come il caso che racconti ma conclusa con esito positivo.
    E son miracoli o chiamali come vuoi che scaldano veramente il cuore
    Buona giornata Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miracoli, se esistono, avvengono per pura intercessione divina.
      Questo bambino senza cure, macchine e ricerca non avrebbe potuto salvarsi.
      In ogni caso, come tu dici, è una storia meravigliosa ed è positivissimo che sia accaduta.
      Bacio

      Elimina
  5. Che bella notizia! Credere sempre nella scienza!

    RispondiElimina
  6. Cara Claudia, questo a dell'incredibile!!! Un bravo ai dottori che anno saputo trovare il modo di salvare un feto così piccolo, ora i genitori avranno una storia da raccontare quando crescerà quel fortunato bambino. Certo che la scienza sorprende sempre!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo. Un applauso a loro. Anzi, una standing ovation, perché la meritano tutta.
      Buon pomeriggio a te. Baci

      Elimina
  7. Io la mia tesi di laurea la feci proprio sul bambino pretermine, mi emoziono ancora se ci penso, mi emoziono sempre quando leggo di queste bellissime notizie...20anni fa tutto ciò non sarebbe stato possibile, 30 anni fa inpensabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma oggi accade, ed è meraviglioso. Pensa cosa potrà succedere fra altri vent'anni se tanti idioti la smetteranno di mettere i bastoni tra le ruote alla medicina..

      Elimina
  8. Esatto, questi sono i miracoli, e per fortuna ogni tanto ci sono.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe succedere sempre, ma in fondo poi non sarebbe un miracolo...

      Moz-

      Elimina
  9. Una brutta storia a lieto fine . Onore ai medici o ,
    come dici tu , meritano davvero una standing ovation.
    Tanti auguri a questo piccolo che cresca forte e sano .
    Abbraccio Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà sicuramente nato con la camicia, no? 😘😘😘

      Elimina
  10. Si pupo così se fa in barba alla vita ...
    Menomale che sei nato in Giappone almeno con debito pubblico ultra milionario imbocca al lupo per la tua vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah
      L'importante è che stia bene.
      Il debito pubblico ce l'abbiamo anche qui. Magari non ci fosse.....

      Elimina
  11. La scienza non fa solo bombe atomiche... ditelo in giro... ;)

    RispondiElimina
  12. Questa sì che è una bella notizia!
    Se sei d'accordo citerei questo tuo post il prossimo mese nella mia rubrica #solocosebelle :-)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello.
      Certamente!! Grazie. ❤

      Elimina
    2. Grazie a te :-)
      Sono sempre alla ricerca di belle notizie... di quelle brutte ce ne sono fin troppe ;-)

      Elimina
  13. che bella cosa!!
    pure il piccolo è stato bello forte...ci tiene a vivere!!

    RispondiElimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.